Programma di Escursionismo

PROGRAMMA ESCURSIONISMO 2020

ProgrammaEscursionismo2020

 MARZO

 15-29      TREK in ETIOPIA, nella zona del TIGRAI

Cuore della civiltà axumita e della spiritualità cristiano copta del paese. Visiteremo Axum e poi tante chiese rupestri, cercheremo anche di vivere la vita quotidiana dei villaggi seguendo un itinerario poco battuto sulle montagne nei pressi di Lalibela. Difficoltà: E Referente: Gemma Assante

 APRILE

 18             VIA MERCATORUM

Tratto alto: Serina -Dossena- Cornello Tasso -Oneta: sulle tracce di mercanti, corrieri, santi e artisti e borghi medievali. Difficoltà: E Referente: Gemma Assante

MAGGIO

 16             SENTIERO BONATTI

Da Alpe Piazza (980m) al Monte Bassetta (1744m), con visita a casa Bonatti a Monastero di Dubino. Dislivello.: 750 m; Difficoltà: E Referente: Tina Paleari

 GIUGNO

30 – 03    BOLGHERI-MONTECRISTO-VOLTERRA-CAPRAIA-S. ROSSORE,

Viaggio particolare dedicato ad alcuni gioielli della natura e della cultura toscana. Per l’isola misteriosa, sperone granitico in mezzo ad un mare cristallino, i permessi giornalieri vengono concessi in ragione di un migliaio ogni anno. Difficoltà: E/T. Referente: Cristina Mazzetti

 28             PIZZO DEI 3 SIGNORI (2554M) da Pescegallo

Il Pizzo dei Tre Signori, storicamente è stato il punto geografico di spartizione fra tre diverse giurisdizioni politiche: lo Stato di Milano, la Repubblica di Venezia e la Repubblica delle Tre Leghe nella Confederazione Elvetica, quand’essa occupava la Valtellina. Dislivello: 1200 mt Difficoltà EE Referente: Barbara Savy

GIUGNO – LUGLIO

27- 4        NONNI E NIPOTI in VAL BREMBANA

Vacanza tutto il giorno all’aria aperta piena di emozioni naturali; in montagna, su e giù per prati e boschi sotto occhi attenti di adulti e assistenti qualificati in pedagogia della natura. Difficoltà: E/T Referente: Gemma Assante

LUGLIO

12-19      SETTIMANA VERDE a S. VITO DI CADORE

Nelle DOLOMITI, paese Veneto posizionato ai piedi di maestose montagne (monte Antelao, 3.264m, monte Marcora nel gruppo del Sorapiss, il monte Pelmo). Qui trascorreremo una settimana tra passeggiate al sole, in una natura incontaminata. Difficoltà: E  Referente: Cristina Mazzetti

SETTEMBRE

12             MALOJA (1815m) – PASSO LUNGHIN (2645m)– PIZ LUNGHIN (2780)

Spartiacque di tre bacini importanti, a seconda della direzione che esse prendono: a Sud verso il Po e il Mediterraneo; a Nord verso il Reno, il Mare del Nord e l’Atlantico; a Ovest verso il Danubio e il Mar Nero. E’ inoltre il confine tra due aree linguistiche: la lingua italiana, parlata in Val Bregaglia, e la lingua Romancia, d´uso in Engadina. Dislivello: 975 m; Tempo: in salita 2 ore al lago + 1 ora alla cima. In discesa: traversata 3,30 ore dal lago Lunghin al Maloja. Difficoltà E Referente: Gemma Assante

 26 -27     VALLE DEI MOCHENI A 20 km da Trento questo fazzoletto di terra di tradizioni tedesche si trova nel cuore della catena montuosa del Lagorai, tra l’Altopiano di Pinè e la Valsugana. Difficoltà E. Gemma Assante

 OTTOBRE

4 – 10 /18-24          LAMPEDUSA e LINOSA

Due date per per questo trekking.Più vicine alla Tunisia che all’Italia, sono isole vulcaniche di natura mediterranea, battute da venti caldi e meridionali. Vacanza mare-monti, accompagnati dagli amici di Misafumera Difficoltà: T/ E Coordinatrici: Gemma Assante e Simonetta Jucker

9-10-11 SENTIERO delle 52 GALLERIE sul Pasubio e SENTIERO ATTREZZATO GALLI e CORNO BATTISTI

Venerdì’ e sabato: programma uguale per  tutti i ,domenica verranno fatti 2 gruppi: Gruppo A sentiero attrezzato Difficoltà : EEA Gruppo B sentiero normale difficoltà: E Referente: Barbara Savy

DICEMBRE

04 -08 TUSCANIA UNDERGROUND

Itinerari meno conosciuti territorio caratteristico per i sette colli di tufo, principale materiale per le costruzioni del passato, che è stato uno dei principali materiali utilizzati per le costruzioni del passato. Sosta Terme Bagni CALDI Difficotà: E/T Referente: Cristina Mazzetti

2021

GEN-FEB o MAR  TREK IN ISRAELE 7-9 gg con trek urbano a Gerusalemme e percorsi a piedi di circa 20 km/die nel deserto del Negev con la guida Francesco Gallo.. Date e programma da definire Difficoltà: EE

Referente: Ettore Fumagalli

 

LEGENDA

T   =           Percorso facile di tipo turistico; E   = Percorso normale di tipo escursionistico.

Per ulteriori informazioni su gite: Gemma Assante mail: gemma.assante2017@gmail.com cell 347 9508 354; Cristina Mazzetti mail: cristina.mazzetti@alice.it cell 339 8320 257 Barbara Savy mail: barbara_savy@hotmail.com cell: 3388199152

QUOTE DI PARTECIPAZIONE

Gite giornaliere con mezzi propri: spese viaggio condivise, guidatore escluso + quota GAM 7€.

Gite giornaliere con mezzi pubblici: ciascun partecipante deve farsi autonomamente il biglietto del treno/bus + quota GAM 7€.

Gite giornaliere con pullman: 25 €, quota ridotta a 20 € con almeno 28 adesioni. Con meno di 20 iscrizioni si deciderà caso per caso, se effettuare la gita con auto e spese condivise o con pulmino e quota rivista per recupero costi fissi. Prenotazione con pagamento anticipato 20 €. Eventuale saldo in loco.

Per le gite di più giorni consultare il programma sul sito

 ISCRIZIONI

In sede GAM negli orari di apertura oppure con il versamento di 20 € sul conto GAM IBAN IT62D0103001654000061104572

 PER PARTECIPARE ALLE GITE BISOGNA ESSERE ISCRITTI AL GAM. E’ OBBLIGATORIO PRENDERE VISIONE DEI PROGRAMMI E DELLE NORME DI PARTECIPAZIONE

NORME PER LA PARTECIPAZIONE A GITE GAM

1 Le iscrizioni alle gite si ricevono in sede negli orari di apertura. Per le gite giornaliere o di fine settimana, salvo che sia diversamente indicato sul Notiziario, nelle due settimane che precedono la gita stessa. Per trekking e settimane secondo quanto indicato sul Notiziario. Le iscrizioni sono valide con il pagamento delle quote stabilite. Le iscrizioni eccedenti la disponibilità dei posti vengono messe in lista d’attesa per eventuali sostituzioni.

2 Lo scopo delle gite sociali è quello di condurre tutti i partecipanti alla meta. L’andatura sarà quindi adatta a mantenere il gruppo sufficientemente compatto pur tenendo conto dei tempi tecnici necessari al normale svolgimento della gita. Ne consegue che i direttori di gita, a loro insindacabile giudizio, possono non accettare l’iscrizione di chi non è ritenuto idoneo.

3 Per quanto riguarda la rinuncia si precisa che, a meno che il rinunciatario proponga un sostituto:

– per le gite giornaliere la quota di partecipazione è interamente dovuta se la rinuncia viene fatta dopo il MARTEDì precedente la gita

– per le gite di più giorni se la rinuncia viene fatta negli 8 giorni precedenti la partenza è trattenuta la caparra e richiesta la quota di soggiorno nella misura eventualmente addebitata dall’albergatore.

4 I Direttori di gita sono volontari che agiscono come accompagnatori non professionali. Essi guidano la comitiva nell’esecuzione, curano il rispetto degli orari, la situazione dei posti, dei pernottamenti e tutto quanto sia utile al buon andamento della gita. I Direttori di gita hanno la facoltà di sospendere o modificare la gita nel caso in cui le condizioni atmosferiche, di innevamento o la situazione contingente siano tali da non garantire le normali norme di sicurezza. Durante il percorso essi stabiliscono le soste opportune e assumono le decisioni adeguate in ordine a coloro che fossero in difficoltà a proseguire.

5 I partecipanti, che devono essere a perfetta conoscenza delle caratteristiche della gita apparse sul Notiziario, hanno l’obbligo di attenersi alle disposizioni dei Direttori di gita e di portare l’attrezzatura richiesta dal programma. Il possesso dell’attrezzatura fa supporre che se ne conosca l’uso. I partecipanti devono essere disposti a collaborare per il trasporto di materiale comune (corde, barella, o altro). Nessuno dei partecipanti, se non espressamente autorizzato, dovrà sopravanzare i Direttori di gita o rimanere arretrato.

6 Gli orari di partenza previsti sono tassativi. Nel caso in cui fosse necessario modificare l’orario di ritorno i Direttori di gita lo comunicheranno per tempo a tutti i partecipanti.

7 L’iscrizione alla gita comporta la totale accettazione delle presenti norme.

L’ATTENERSI ALLE REGOLE FACILITA LA GITA, LA RENDE PIÙ PIACEVOLE PER TUTTI E SOPRATTUTTO PIÙ SICURA.

 

 

 

 

I commenti sono chiusi.