Tigray-Etiopia

Map Unavailable

Data
15 Mar 2020 - 29 Set 2020

Dove

Categorie

T


ESCURSIONISMO

15-29 marzo 2020

TIGRAY

a piedi nel cuore sacro dell’Etiopia

Etiopia_Tigray

L’Etiopia è un paese affascinante e ricco di sfaccettature. Un solo viaggio non basterà per comprenderlo e visitarlo completamente. Noi ci concentreremo in una zona particolare, il Tigray, cuore della civiltà axumita e della spiritualità cristiano copta del paese. Visiteremo le misteriose steli di Axum e poi tante chiese rupestri, alcune poco conosciute e visitate, dove i monaci custodiscono antichi tesori e dipinti e, si dice, anche la famosa Arca dell’Alleanza. Ma cercheremo anche di vivere la vita quotidiana dei villaggi seguendo un itinerario poco battuto sulle montagne nei pressi di Lalibela, dove collaboreremo con il progetto Tesfa per lo sviluppo del turismo sostenibile in questa zona, e dormiremo di preferenza in guesthouse in villaggi rurali. Avremo il tempo di una accurata visita alle chiese di Lalibela, la Gerusalemme d’Africa, e concluderemo il viaggio con una breve visita ad Addis Abeba.

Caratteristiche del viaggio: Zaino leggero, strutture sostenibili (albergo, rifugio, ecolodge)

Trek itinerante con visita alle chiese rupestri di Lalibela e del Tigray, forte contatto con le popolazioni locali nella vita quotidiana dei villaggi, aspetti storici e culturali il paesaggio delle Amba.

Quota: 10-14 pax 2300€; 15-18 pax 2150€ + volo aereo A/R Italia-Etiopia.

comprende l’organizzazione del viaggio, 4 notti in guesthouse, 2 in hotel, 6 in lodge, i pasti con acqua inclusa, gli ingressi ai siti menzionati, tutti i trasferimenti terrestri in Etiopia, anche per e dall’aeroporto di Addis Abeba, i voli interni. Il viaggio è organizzato in collaborazione con Walden: avremo come accompagnatore dall’Italia Alessandro Vergari, già noto a molti di noi e una guida locale che parla italiano.

Il viaggio include una copertura assicurativa di “Assistenza alla persona” e “Spese mediche” visibile al sito: www.viaggisolidali.it. Un Certificato di Assicurazione verrà consegnato unitamente agli altri documenti di viaggio prima della partenza.

La quota non comprende: il volo aereo A/R Italia-Etiopia che può variare secondo la data del volo e la data della conferma. In genere è tra 500 – 600€. i pranzi al sacco, le bevande e gli extra durante le cene, eventuali extra, le mance (circa 50€/pax), il visto d’ingresso (50 €). C’è la possibilità di stipulare con la compagnia Allianz, una POLIZZA DI ANNULLAMENTO del costo di 110€ che permette a costi contenuti di proteggersi dalla rinuncia a partire per cause gravi (malattie e infortuni, gravi problemi di lavoro, ecc.). L’assicurazione viene emessa contestualmente alla conferma del viaggio e i singoli devono farne richiesta al momento dell’iscrizione.

  1. La quota di partecipazione potrebbe essere adeguata in caso di oscillazione del cambio dollaro – euro.

ISCRIZIONE E PAGAMENTI

Comunicare la propria adesione a Gemma Assante mail:gemma.assante2017@gmail.com

Entro il 28 SETTEMBRE 2019: versamento di 800€ sul conto GAM (I acconto + assicurazione annullamento 110€)

entro 30 OTTOBRE 2019: versamento 700€ (II acconto)

entro 30 NOVEMBRE 2019 versamento 750€ (III acconto)

entro 31 DICEMBRE 2019 versamento XY (saldo)

 PROGRAMMA DETTAGLIATO

1° Giorno – Partenza dall’Italia da Roma o Milano con volo diretto per Addis Abeba con arrivo in prima mattinata e trasferimento in città.

2° GiornoVisita di Addis Abeba e volo su Axum

Arrivo ad Addis Abeba in mattinata, incontro con il nostro rappresentante, colazione e visita del museo nazionale che conserva i resti fossili di Lucy, antica progenitrice ominide vissuta 3.5 milioni di anni fa. Pranzo e poi volo pomeridiano per Axum. Prima che cali il buio, faremo un breve giro del centro della cittadina. Pernottamento in albergo

3° Giorno – Visita di Axum

Di prima mattina visita all’area archeologica delle steli di Axum e alle varie chiese, tra cui quella in cui si crede sia conservata l’Arca dell’alleanza. Nel pomeriggio continueremo la visita dei dintorni di Axum, alla ricerca di chiese isolate e se possibile andremo anche alla cava dei giganteschi monoliti usati ad Axum.

Pernottamento in albergo. Durata 5 h di cammino effettivo. Disl.: 300 m

4° giorno – Da Axum al primo rifugio nel Tigray

Lasceremo Axum, con il nostro pulmino, visitando, lungo la strada, il tempio della Luna di Yeha. Per pranzo è previsto l’inizio del trekking con un cammino opzionale di circa 3 ore per la risalita verso la chiesa di Kiat Mariam se si arriva presto, altrimenti cammineremo direttamente verso il nostro primo rifugio, molto panoramico, di Erar. Pernottamento in Rifugio (Nota: i rifugi nel Tigray sono strutture appositamente costruite nello stile delle case tradizionali locali, adatte ad accogliere un numero massimo di 9 pax, in tre camere con un letto matrimoniale e uno singolo, dove si usano comunque i sacchi a pelo. Sono strutture molto semplici con servizi minimi, ma in posti spettacolari). Durata 5 h. Disl. 500 m

5° Giorno – Da Erar a Shimbrity

Giornata di vedute spettacolari tra i rilievi del Tigray, camminando verso Sihmbrity. Spettacolare la visita di un tunnel nella roccia, che è stato scavato per offrire ai villaggi un accesso all’incantevole chiesa di Maryam Buzuhan. Molti gli incontri con la gente lungo il cammino.

Pernottamento in rifugio/guesthouse. Durata 5 h. Dislivello: 300 m.

6° giorno – da Shimbrity a Gohgot

Altra giornata attraverso la campagna fittamente coltivata della valle fino al rifugio di Gohgot, questa volta situato sotto le pareti rocciose. Da qui proseguiamo per visitare la chiesa di Gohgot Eyesus (della fine del XIII secolo), posizionata sopra una foresta, ai piedi di un’alta rupe.

Note: Ogni rifugio ha una saletta dove mangeremo tutti insieme il cibo fatto al momento dalle cuoche dell’organizzazione. L’acqua è molto preziosa qui, la doccia non è possibile farla, ma una piccola dose di acqua per ognuno è disponibile per un veloce lavaggio.

Pernottamento in Rifugio. Durata: 5h. Dislivello: 200 m in salita, 400 m in discesa

7° Giorno – Da Gohgot a Enaf

Da Gohgot è possibile raggiungere la Guesthouse più alta della zona: Enaf, che a 3000 m ci offre un panorama impressionante del massiccio di Agame e le sue valli. Altro spettacolare percorso per arrivarci.

Pernottamento in Rifugio. Durata 6 h. Dislivello: 500 m in salita, 100 m in discesa

8 ° Giorno – Da Gohgot a Enaf e a Gheralta Lodge

Da Enaf si scende in valle presso Adigrat fino a raggiungere l’Agoro Lodge. Da qui ci trasferiamo al Gheralta Lodge dove potremo fare una bella doccia e il bucato. Note: Se possibile arriveremo al Gheralta Lodge, altrimenti ci fermeremo all’Agoro Lodge, sono comunque alberghi confortevoli dove potremo lavarci e fare un bel bucato prima di ripartire.

Pernottamento in Albergo. Durata escursione: 3 h. Dislivello: 100 m in salita, 600 in discesa.

9° Giorno – Dal Gheralta lodge a Makallè Sono previsti 15 km di pulmino per raggiungere il punto di inizio del trekking e poi circa 1,30 h di cammino impegnativo per raggiungere la chiesa di Mariam Korkor, su di un pianoro spettacolare. Nel pomeriggio visita alla chiesa di Mariam Papaseiti, costruita in una bella valletta con grandi alberi di ficus. Proseguiamo poi per Macallè.

Note: La salita alla chiesa ha dei piccoli tratti dove ci si deve arrampicare con le mani, ma non sono tratti esposti. E’ comunque possibile arrivare fino ad un primo pianoro senza problemi.

Pernottamento in Albergo. Durata escursione: 3h. Dislivello: 300 m

10° Giorno – Da Makalle a Lalibela Giornata di trasferimento e soste lungo la strada per la visita di alcuni villaggi. Si percorrerà la strada del Tembien, tracciata dagli italiani nel 1936, con squarci su paesaggi sempre scenografici. Si attraversano due affluenti del fiume Tekezè, e costeggiato il massiccio dell’Abuna Yosef, si giunge alla città santa di Lalibela. Pernottamento in Albergo

11° Giornata – Lalibela  Il grande spettacolo della città santa. Undici chiese rupestri scolpite, nel più profondo medioevo, nel macigno dell’altopiano etiopico. Lalibela è la Gerusalemme d’Africa, luogo di pellegrinaggi infiniti, centro della fede del mondo ortodosso africano. Ci dedicheremo tutto il giorno.

Pernottamento in Albergo. Durata escursione 5 h. Dislivello: 200 m

12° Giorno – trekking nei dintorni Lalibela

Oggi cammineremo nei dintorni di Lalibela per raggiungere e visitare la chiesa di Ashetan Maryam, a 3150 m, da cui si domina un impressionante panorama. Qui la roccia è più tenera che a Lalibela e ha facilitato lo scavo di nuove celle nel corso del tempo. Terminata la visita della chiesa si proseguirà fino ad Hudad, un luogo intriso di una cultura antica e biblica. Pernottamento in Albergo. Durata escursione 5 h. Dislivello: 650 m

13° Giorno – Trekking di ritorno a Lalibela

Con un breve spostamento si arriva a visitare la chiesa di Geneta Mariam, una delle più interessanti dei dintorni di Lalibela e poi iniziamo a camminare, con una salita abbastanza impegnativa di 3 ore, fino alla chiesa di Makina Medane Alem, poco visitata e molto interessante che conclude il nostro trek nella zona.

Pernottamento in Albergo. Durata escursione 5 h. Dislivello: 700 m

14° Giorno – Trasferimento ad Addis Abeba

In mattina è previsto il trasferimento in aeroporto e il volo per Addis Abeba. Pomeriggio dedicato allo shopping nella capitale dove si possono trovare oggetti di legno, belle stoffe tessute a mano e gioielli e faremo un salto dagli amici del Fekat Circus che ci faranno uno spettacolo apposta per noi. In serata cena in un ristorante tradizionale e poi trasferimento all’aeroporto. Note: Lo spettacolo acrobatico è davvero bello e l’offerta da dare è a sostegno di un bel progetto. L’albergo è in Day use. Partenza in tarda serata. Arrivo in Italia la mattina presto

Pernottamento in Albergo.

15 ° Giorno – Trasferimento in Italia In nottata volo per rientrare in Italia, arrivo in prima mattinata.

N.B. In caso di mal tempo possono essere modificati i programmi giornalieri

I commenti sono chiusi.