Programma Alpinismo 2021

Gruppo Amici della Montagna

Sottosezione CAI Milano

 Via C.G. Merlo, 3 (largo Augusto), 20122 Milano – tel. 02 799178

Orari di apertura: martedì 18:30-20:00 e giovedì: 21.00 – 23.00

e-mail: gam.milano0@gmail.com sito web: www.gam.milano.it

 PROGRAMMA DI ALPINISMO 2021  

5 giugno                     FERRATA CAI MANDELLO – Sasso Carbonari

Il percorso segue la cresta del Grignone e termina poco sotto la vetta. Mai tecnicamente impegnativa, consente una divertente arrampicata su salti rocciosi di II° grado. La ferrata termina dopo circa 2.15h al bivio tra il sentiero n.33 che in circa 20′ porta al rifugio Brioschi in corrispondenza dalla vetta del Grignone.  Difficoltà: MD   Capogita: Claudio Crespi

 12 giugno                      FERRATA MINONZIO- Zuccone Campelli

La ferrata Mario Minonzio è una più che interessante cavalcata per cresta tra guglie e torrioni, con alcuni passaggi difficili ma mai estremamente difficili. Ferrata di notevole soddisfazione che porta in cima allo Zuccone Campelli da cui si può godere di un vasto panorama delle cime circostanti. Difficoltà: F +     Capogita: Ferdinando Viganò

 

26- 27 giugno                         PIZ GLUSCHAINT 3594m – Valmalenco

Piz Glüschaint è una montagna della catena del Bernina, al confine tra Italia e Svizzera. Si trova tra la Val Roseg e la Val Malenco. Difficoltà: PD+/AD-      Capogita: Claudio Crespi

3-4 luglio                           BECCA di MONCHAIR 3544m

Salita alla mole della becca per la via normale da nord su pendenze sostenute ( 40°/45°), per la vetta roccette di II grado da proteggere.  Difficoltà: PD+     Capogita: Ferdinando Viganò

11 luglio                              MONT AVIC 3006m- Val Clavalite’ cresta OVEST

Cima molto panoramica dal profilo tipicamente triangolare, ben visibile dal fondo valle, dà il nome al bellissimo Parco Regionale sottostante; noi la saliremo dalla parte opposta, dall’altrettanto bella e selvaggia Val Clavalitè sopra Fenis. Difficoltà: EE/F  Capigita: Giovanni Gaiani e Paolo Cesa Bianchi

17-18 luglio                         LYSKAMM OCCIDENTALE 4481m

Imponente massiccio del gruppo del Monte Rosa. Dal Rifugio Quintino Sella ci si porta sul ghiacciaio del Felik, normalmente con traccia ben battuta. Pe le pendenze, il filo di cresta e i passaggi di II grado questa salita richiede sempre molta attenzione Difficoltà: PD+ Capogita: Claudio Crespi

24-25 luglio                         TETE de VALPELLINE 3798m

La Tete de Valpelline è una montagna delle Alpi Pennine che si trova lungo il confine tra l’Italia e la Svizzera. Lungo la linea di confine la montagna si trova tra la Tete Blanche ed il Dent d’Herens. Dal versante italiano si trova al fondo della Valpelline, da cui il nome. Ambiente selvaggio e poco frequentato. Panorama stupendo.  Attività: F+ Capogita: Paolo Cesa Bianchi

4-5 settembre                     GIRO della PRESOLANA

Giro della Presolana con salita alla cima della Presolana Occidentale il primo giorno e pernottamento al rifugio Olmo poi ritorno per il Rifugio Albani e la ferrata della Porta. Attività: F+/ II Capogita: Valentino Pistone

11-12 settembre                FERRATA LIPELLA – Tofana di Rozes

La ferrata è un lungo itinerario che sale alla Tofana di Rozes. Caratterizzata da passaggi di media difficoltà tecnica con un paio di punti impegnativi. La lunghezza, il dislivello e l’ambiente ne aumentano la difficoltà. La via si sviluppa sulla parete ovest della Tofana con panorama stupendo sul gruppo di Fanes.  Difficoltà: F/PD-    Capogita: Alessandro Barin

18-19 settembre                PUNTA VENEROCOLO 3323m

Il Monte Venerocolo è una delle cima più elevate del Gruppo dell’Adamello e si trova all’apice della catena che separa il Ghiacciaio Pisgana Ovest dal Ghiacciaio dell’Adamello. A nord del Passo Brizio non ha rivali in altezza e dalla vetta la visione della parete N dell’Adamello e dei vasti ghiacciai che la contornano, è veramente grandiosa. La via normale passa dal vallone sotto il Monte dei Frati e segue poi la facile (F) cresta NW, che presenta un tratto intermedio un po’ affilato..  Difficoltà: F    Capogita: Gabriella Russo

25 settembre                               MONTE PEGHEROLO 2369m – cresta ovest

Bella cima a forma piramidale che domina la vallata di San Simone. Percorso su sentiero con zig zag e sali scendi fino alla cresta, lunga 3 km, con tratti attrezzati (II). Si giunge infine al un ultimo tratto attrezzato (II) che una volta superato ci porta nella facile pietraia che in breve ci porta alla croce. Difficoltà: EE/F+  Capogita: Barbara Savy

2 ottobre                               PIZ LEDU’ 2503m

Il Ledù è una delle mete più affascinanti e ambite della Val Bodengo. A nord si presenta come un inespugnabile scoglio roccioso, mentre a sud, la bastionata presenta un punto debole: un ripido e instabile canalino che permette l´accesso alla cresta NW. Nonostante questa cresta non sia proprio la via normale alla vetta, o comunque la più facile, è sicuramente l´itinerario più frequentato e più adrenalinico, in quanto si sviluppa interamente sull´aereo, ma mai difficile filo di cresta. La cresta è ben proteggibile sia con friends che con cordini, e può essere percorsa sia in conserva sia a tiri.  Difficoltà: PD+  Capogita: Claudio Crespi

9-10 ottobre                         SENTIRO 52 Gallerie- SENTIERO Attrezzato al CORNO      BATTISTI

E’ una escursione di grandissima soddisfazione, un percorso storico che tutti gli appassionati di escursionismo dovrebbero almeno una volta frequentare. Lungo il percorso numerosi cartelli didattici interessanti illustrano la storia e i dettagli costruttivi della strada. Si tratta, probabilmente, della più bella ed entusiasmante tra le escursioni nelle Prealpi Venete. L’escursione non è da sottovalutare e non è una passeggiata turistica, pur non presentando particolari difficoltà o pericoli. Difficoltà: F      Capogita: Barbara Savy

17 ottobre                            PIZZO TORNELLO 2687m

Cima isolata di bella forma che divide la valle del Gleno dalla valle del Vo panoramicamente stupenda. È la cima più alta del gruppo Tornello Venerocolo. Salita faticosa ma appagante Attività: EE    Capogita: Gabriella Russo

24 ottobre                             CIMA di VALDESERTA 2939m

Itinerario piuttosto lungo e decisamente impegnativo , che si svolge in gran parte fuori sentiero e spesso su grandi distese di macigni e sfasciumi , a volte traballanti . Da fare solo con molta attenzione.  Attività: F     Capogita: Alessandro Barin

31 ottobre                            FERRATA degli ARTISTI

La ferrata risale la Costa dei Balzi Rossi che porta in cima al Bric dell’Agnellino nelle alpi liguri in località Isallo. La ferrata non è particolarmente difficile vista l’abbondanza di staffe e cambre che aiutano lungo la progressione. Un ponte tibetano di 40m e un paio di esposti punti aggiungono un elevato livello adrenalinico.   Attività: MD    Capogita: Giovanni Gaiani

 

Programma di Alpinismo

ALPINISMO 2019

                        PROGRAMMA

GAM-PROGRAMMA ALPINISMO2019

2 giugno Ferrata Deiana- Orlandini a Crocefieschi (Genova)

La via è prevalentemente di cresta, molto panoramica, e si svolge a circa 1000mt di quota. E’ lunga circa 1000mt di cui 600 attrezzata con cavi acciaio. La roccia è conglomerato. Non è da sottovalutare, in alcuni tratti occorre superare parti strapiombanti. Attraversato il paese, si continua dapprima per strada asfaltata e quindi per sentiero in direzione Rocche del Reopasso, raggiungendo una spalla dove, sullo sperone, attacca la via ferrata. La ferrata è una successione di 4 distinti settori attrezzati collegati tra loro da tracce di sentiero. Per ogni settore ci sono varianti di diverse difficoltà, la scelta dei percorsi sarà valutata in base al gruppo. Capogita: Giovanni Gaiani

 8 giugno PIZZO TRONA 2510m per la cresta NNW

Salita alla seconda cima più alta della Val Gerola, dopo il Pizzo dei Tre Signori. Sentiero parzialmente attrezzato con catene, con lunghi tratti non protetti. Dalla stazione degli impianti di Pescegallo ci si dirige verso la baita Dossetto , quindi entrati in val Tronella, superata una depressione , si contorna il versante N.O. del pizzo di Mezzodi raggiungendo la diga del Lago di Trona ( 1815 m) e quindi, dopo un tratto ripido di sfasciumi, il lago dell’Inferno ( 2085 m). Si rimonta a sinistra un erto pendio di sfasciumi e quindi l’inizio della cresta NNW- m. 2220; primo tratto di cresta molto affilato , quindi alcune placche inclinate (max III inf.) attrezzate con catene fino a raggiungere un cupolotto erboso. Si prosegue in cresta affrontando un caminetto ( II grado) per proseguire su tracce di sentiero e alcune roccette fino in vetta. Discesa per l’itinerario di salita. Dislivello : mt. 1.100 ca. dal paese di Pescegallo (mt. 1.454, alta Val Gerola) Difficoltà : PD- , la prima parte della cresta è attrezzata con catene. Attrezzatura da ferrata, utili corda e fettucce per i tratti non attrezzati. Capogita: Claudio Crespi

22-23 giugno MONT GELE’ 3519m via normale SE dal rif. Crete Seche

Cima molto panoramica in Valpelline, con veduta delle principali vette del Vallese. Partenza dal villaggio di Ruz (mt. 1696), frazione di Dzovennoz; di qui dapprima per strada sterrata sino all’alpeggio Bernier, quindi per sentiero sino al Rifugio Crete Seche (mt 2410) in ca. 2h. Il giorno seguente si continua verso N sino in fondo al vallone e quindi per ripidi tornanti si raggiunge il Bivacco Spataro (mt. 2615). Di qui si percorre un canalino detritico e nevoso sino ad incontrare il ghiacciaio e poco sopra il Colle del Mont Gele’ (mt. 3180). Più oltre si rimonta un pendio glaciale non molto ripido sino a raggiungere l’ultima crestina di roccette sino in vetta. Discesa per l’itinerario di salita. Tempi : 3 ½- 4 h. salita. Dislivello : da Ruz al rifugio Crete Seche mt. 714, dal rifugio in vetta mt. 1.100. Difficoltà : EE-F. L’ultimo tratto è su ghiacciaio, quindi necessitano corda, piccozza e ramponi. Capogita: Giovanni Gaiani

6-7 luglio CASTORE 4228m

Bellissima salita per ghiacciaio e cresta, molto panoramica sulle cime e ghiacciai del Monte. Rosa. Sabato: Da Stafal salire con la funivia e la seggiovia fino a q. 2700 m circa; dalla stazione della seggiovia si prende il sentiero per il rifugio Quintino Sella (mt. 3585), che si raggiunge in ca. 2 ½ h., con un tratto roccioso finale attrezzato con corde fisse. Dislivello : mt 900 ca. Domenica dal rifugio si rimonta il ghiacciaio del Felik in direzione nord, passando alla base della punta Perazzi, quindi dapprima in diagonale verso destra, poi verso sinistra sino a raggiungere il Colle del Felik a quota 4061. Dal colle si giunge in vetta seguendo la cresta a sinistra, in alcuni punti piuttosto affilata ma normalmente non difficile, se non c’è troppo vento. Dislivello : mt 640 ca.. Difficoltà : F+ Attrezzatura : corda, piccozza, ramponi. Tempi : 2 ½ h. Capogita: Paolo Cesa Bianchi Difficoltà: EEA – A – PD-

 13-14 luglio MARMOLADA 3348m Punta Penia – Via Ferrata per la Cresta Ovest

Salita sulla regina delle Dolomiti, oggetto di importanti ascensioni nei suoi vari versanti; saliremo per una ferrata non difficile, ma altamente spettacolare. Sabato : Salita da Alba di Canazei (mt. .1517) al Rifugio Contrin (mt. 2.016). Dislivello mt. 500 ca., Tempo 1h ½ . Domenica : Dal rifugio si sale in ca. 2h. ½ alla Forcella Marmolada (mt. 2.896), base di partenza della ferrata, con alternarsi di sentiero e tratti attrezzati con staffe. Dalla forcella inizia la cresta Ovest, dislivello mt. 450 ca., Tempo, 2h. Il percorso si sviluppa inizialmente per placche inclinate senza particolari difficoltà, con il cavo utilizzato come corrimano, utilizzando pioli e staffe. Raggiunto il filo di cresta, lo si percorre superando facili roccette sino al nevaio sommitale e alla vetta. Discesa per l’itinerario di salita, quindi percorrendo la ferrata in discesa, per evitare la progressione sul ghiacciaio. Dislivello complessivo: 950m Capogita: Valentino Pistone difficoltà: EEA – A – PD-

20 luglio CORNO di GREVO m. 2827 per la cresta NW (Adamello)

Difficoltà : MD con tratti ED. Attrezzatura : set completo da ferrata Impegnativa ferrata in alta Val Camonica,nel gruppo dell’’Adamello.Si raggiunge inauto la Malga Lincino (mt. 1630), sopra Saviore dell’Adamello. Da Malga Lincino si perviene al rifugio CAI Lissone (mt 2002); il sentiero prosegue verso il Forcellino Rosso e a mt. 2300 ca. lo si abbandona per dirigersi a sinistra sino all’attacco della ferrata     (targa bianca). La ferrata risale il crestone alternando placche inclinate, gradoni e un camino di difficile superamento, quindi un traverso molto delicato aiutato da un paio di staffe ( a ¾ della salita), terminando 20 m. sotto la vetta Discesa lungo roccette attrezzate e non banali al forcellino Rosso ( m. 2620) quindi si imbocca il canalone ripido che porta lungo la traccia di salita al rifugio Lissone e alla Malga Lincino. Dislivello : complessivo sino in vetta mt. 1200, dislivello ferrata mt. 500 con sviluppo mt 800. Tempi : ca.1h sino al rifugio Lissone, 1h sino all’attacco della ferrata, 3h per la ferrata, discesa 2 ½ . Capogita: Claudio Crespi

 27-28 luglio PUNTA SAN MATTEO 3678m Via normale per il versante Sud-Ovest

Alta Valtellina, salita ad un importante cima del gruppo Ortles-Cevedale, anche classica meta di itinerari sci-alpinistici. Salita dal rifugio Berni (mt. 2560), lungo la strada che porta al Passo Gavia Dislivello : mt. 1.120 Difficoltà : PD Si attraversa la strada imboccando il sentiero che scendendo un poco costeggia i ruderi del vecchio rifugio, risale ad un dosso e nuovamente ridiscende nel vallone di accesso al ghiacciaio di Dosegù. Si risale la dorsale morenica e quindi, raggiunto il fronte del ghiacciaio, si punta in direzione della Punta; per evitare i crepacci si devia a destra, su un evidente pendio ghiacciato non troppo ripido, salendo per almeno 50-70 metri, fino a che la pendenza non cala e il ghiaccio vivo finisce, dopodiché si svolta a sinistra riprendendo la direzione iniziale.Da qui il avanti si prosegue sempre diritti, puntando ad una selletta a sinistra della cima.Dalla selletta si diparte la cresta finale, con passaggi facili su neve, qualche roccetta e il superamento di un crepaccio trasversale, che a stagione avanzata si potrebbe trovare anche aperto, superato il quale dopo pochi metri di nevaio facile si raggiunge la vetta. Tempi : 4h. dal rifugio. Capogita: Ferdinando Vigano Difficoltà: A

 7-8 settembre PIZZO CENGALO 3367m

Ascensione, lunga e dal dislivello importante, permette di entrare in un santuario di granito tra i più maestosi delle Alpi. Sabato: Si parte dal parcheggio a Bagni di Masino (mt. 1.173) Dal parcheggio si imbocca il classico sentiero, molto frequentato, che conduce al rifugio Gianetti (mt. 2534) con un percorso molto articolato in risalita tra gande di granito. Dislivello : mt. 1400 ca, Tempi 3 ½ h. Domenica : Dal rifugio si prosegue a mezzacosta, lungo il sentiero che conduce al Rifugio Allievi, che presto si abbandona per risalire un pendio erboso sulla sinistra in direzione di un’evidente cresta morenica. Si risale interamente la cresta, entrando in uno spettacolare anfiteatro roccioso; si attraversa la conca sotto la Punta Angela, con un diagonale a sinistra in direzione dell’intaglio della cresta che unisce la Punta Sertori al Badile alla cresta ovest del Cengalo. Si raggiunge l’intaglio per il canale di sinistra con corda fissa di 15 mt. circa e aggirando un masso con passaggi di II.Passati sul lato nord, si risale per sfasciumi ad una prima elevazione con un breve traverso protetto da catene sotto la cima. Di qui in direzione di una seconda elevazione con percorso sul filo della cresta, superando vari passaggi max II grado; si evita la punta della seconda elevazione, attaccando le facili rocce della cresta terminale che per blocchi e pietrame infine conduce alla croce di vetta. Discesa per l’itinerario di salita. Dislivello mt. 850 ca.. Capogita: Gabriella Russo Difficoltà : PD

 14-15 settembre ARGENTERA 3298m

La salita alla cima più alta delle alpi Marittime avverrà a partire dal rifugio Morelli Buzzi 2351 m, che raggiungeremo nella giornata di sabato partendo da Terme di Valdieri con una salita di circa 1000m. Domenica mattina attraversando l’altopiano del Baus si raggiunge il passo dei Detriti e la cengia attrezzata che permette di raggiungere la cima. La discesa avverrà in direzione del rifugio Remondino così da compiere un percorso circolare che ci riporterà al Gias delle Mosche, dove avremo lasciato qualche auto per evitarci l’ultimo tratto di strada verso Terme di Valdieri. Capogita: Valentino Pistone Difficoltà: EE-A-PD

21- 22 settembre LAGGINHORN 4010m

Il Lagginhorn è una bella e possente montagna rocciosa del Vallese, dalla forma trapezoidale, abbastanza frequentata lungo la sua non banale via normale della Cresta W. Sabato: Dalla stazione intermedia della funivia di Saas Grund (Kreuzboden), si segue l´ampia e frequentata mulattiera che in ca un´ ora conduce alla Weissmieshutte (2726 m). Domenica: si prosegue sempre su ampia mulattiera per la Hohsaashutte, risalendo la grande morena che fronteggia la Capanna. Una volta al culmine, si piega a destra, fino ad arrivare ad un bivio dove, abbandonato il segnavia per Hohsaas, ci si tiene a sinistra costeggiando il torrente che scende dal Hohlaubgletscher. Per dossi morenici si raggiunge la cresta rocciosa tra l´Hohlaubgletscher e il Lagginhorngletscher, portandosi infine su quest’ultimo, punto d´ incontro con l´ itinerario proveniente dalla Hohsaashutte. Calzati i ramponi, si attraversa verso sinistra l´ intero ghiacciaio che non presenta difficoltà, raggiungendo la cresta Ovest in corrispondenza di un ampio terrazzo. Si segue il filo della cresta per buone rocce e una placca rocciosa (II), seguita da rocce più facili sino ad un intaglio che precede l´ultima impennata della cresta. L’ultimo tratto non presenta particolari difficoltà sino al roccioso blocco sommitale che si rimonta sulla destra (II-). Vista grandiosa su un´ impressionante schiera di 4000. Difficoltà : PD – Dislivello dal rifugio: 1300 m ca. Variante: itinerario da HOHSAAS. In alternativa all’itinerario precedente, che parte dalla stazione intermedia della funivia, si può anche salire più in alto sino allla stazione di arrivo della funivia, da cui ci si può connettere direttamente al Lagginhorngletscher. Questa variante evita di passare per la Weissmieshutte, ma dev’essere considerata più impegnativa per la presenza di numerosi passaggi non banali su roccia. Capogita: Paolo Cesa Bianchi Difficoltà: EE – A – II+ – PD

 29 settembre  BECCA di TORCHE’3016m

Elegante ed imponente piramide, la Becca Torché è una delle due cime gemelle definite les Dames de Challand, visibile sulla destra all´ imbocco della Val d´ Aosta appare in tutto il loro splendore.Dal bellissimo alpeggio di Chalex si prosegue lungo la carrozzabile, che con alcuni tornanti porta all’Alpe Dondeuil, altro incantevole alpeggio appena ristrutturato e ancora inalpato nel periodo estivo. La strada termina proprio davanti all’alpe, divenendo sentiero che in direzione ESE risale ben segnalato da bolli gialli e frecce direttamente al colle Dondeuil (2338), dove si può giungere anche dalla Valle di Gressoney parterndo da Issime e passando per l´ Alpe Munes. Dal colle Dondeuil si scende brevemente sul versante di Gressoney, prendendo una traccia con bolli stinti non facile da reperire, che a sinistra risale l’ erboso pendio meridionale, passando sopra ad una baita. Divenuta più evidente, la traccia si porta sotto la bastionata rocciosa della cresta S, giungendo ad un colletto dal quale si segue quest’ ultima sino alla vetta, affacciata sulla precipite parete nord. Dislivello: 1250 m IMPORTANTE: L’Alpe di Chalex è servito da una strada inizialmente asfaltata, poi carrozzabile con accesso consentito ai soli proprietari degli alpeggi. Per salire in auto occorre richiedere alla forestale l’eventuale permesso, oppure chiedere del servizio Jeep attivo in Val d’Ayas. In caso contrario l’avvicinamento è da fare a piedi con circa 1h di cammino (3,5 km ca e 350 m di dislivello) partendo da poco sopra l’abitato di Fontane. Capogita: Gabriella Russo Difficoltà: EE

12-13 ottobre MONTE TAGLIAFERRO 2964m Gita in collaborazione con GESA-CAI Milano.

Posto sul contrafforte che discende dalla Punta Gnifetti, il Tagliaferro divide la Val Sermenza dalla Valsesia, di cui è una tra le cime più conosciute. E’ una magnifica piramide. Da Rima si imbocca il sentiero 96 per il Passo Mud e il Rifugio Ferioli. La bella mulattiera si snoda nel bosco con numerosi tornanti, risalendo la vallata sino ad un bivio dove la si abbandona per seguire a sinistra il segnavia 318. Puntando a Sud, si scende brevemente ad attraversare un ruscello, quindi si contornano le propaggini orientali del Tagliaferro superando un secondo torrente e giungere infine all´ Alpe Scarpia di Sotto (1703). Per ripidi pascoli invasi da felci ed alte erbacce, si sale all´ Alpe Scarpia di Sopra (1920), entrando in un fitto bosco di ontani che via via va degradando facendo posto ad ampie praterie. Con lungo traverso vero WNW si raggiunge il Passo del Vallarolo (2332), ampio colle aperto fra i pendii orientali del Tagliaferro e il Moncucco (2416). Trascurando il segnavia a sinistra per l´ Alpe la Piana-Bocchetta della Moanda, si procede attraverso le grandi distese erbose in direzione del passo del Gatto, superando un gigantesco quanto caratteristico masso erratico che forma una originale balma, ottimo riparo in caso di maltempo e tornato utile anche all´ autore durante la discesa. Giunti alle pendici del passo, si risale l´ impervio pendio grazie a ripidi quanto scivolosi tornanti che non danno respiro sino al valico. A questo punto, per chi lo desiderasse, con breve digressione a sinistra è possibile salire il Dosso Grinner (2761) lungo la dorsale di stabili rocce affioranti dalla vegetazione, altrimenti si prosegue immettendosi nel sentiero proveniente da Alagna, che risale il ripido fianco occidentale della cresta SSE per raggiungerla soltanto in prossimità della vetta. Senza particolari difficoltà, se ne percorre il restante filo, arrivando in breve alla Madonnina posta sulla cima (2964) . Dislivello: 1550m Capogita: Gabriella Russo Difficoltà: EE

 20 ottobre RESEGONE – via del CAMINETTO  

La salita al Resegone da Erve (595m) è meno nota della via normale dai Piani di Erna ed affronta un dislivello decisamente superiore, ma offre una gita assai più varia ed interessante. Raggiunto il rifugio Monzesi ed il passo del Fò si affronta il sentiero attrezzato del Caminetto che permette di raggiungere il piano di Serrada e la via normale. Il ritorno avverrà per il Sentiero delle Creste fino al passo dei Solitari da cui si rientra sul rifugio Monzesi. Capogita: Valentino Pistone Difficoltà: EE

 Per informazioni generali su questo programma

Giovanni Gaiani tel.0289301570

mail: giovanni.gaiani@tin.it

Il programma dettagliato delle gite verrà pubblicato sul sito e comunicato sul Notiziario e via new-letter

Programma di Alpinismo 2018

PROGRAMMA DI ALPINISMO 2018 

ProgrammaAlpinismo2018Volantino

9 giugno

FERRATA MAURIZIO al Monte Croce (antecima del monte Alben).

Salita:dal piazzale conca dell’Alben ( località Zambla Alta -BG) si raggiunge in breve l’attacco all’inizio di un canalone , quindi per lo spigolo EST si raggiunge l’anticima e quindi la cima n cima del M. Croce. Discesa : Dalla cima del M. Croce percorrendo la cresta NW quindi dall’intaglio passo Forca Larga si rientra al piazzale Conca Alben Difficoltà : MD Dislivello :650 m di cui 400 di sola ferrata                                                                                              

23-24 giugno

PIZZO DISGRAZIA (mt. 3678) per la via normale Cresta Ovest-NordOvest. (Alternativa per il Canalone Schenatti)

Grande montagna, regina delle Alpi Centrali, la saliremo per la classica via normale o, se ci sono le condizioni, per un itinerario un poco più difficile.

Sabato: dalla Piana di Preda Rossa al rifugio Ponti (mt. 2.559) in 2h. Dislivello mt. 700 .                                                       Domenica:salita per morena e ghiacciaio sino alla Sella di Pioda (mt. 3.387). Di qui per cresta aerea mista di neve e roccia sino in vetta. Passaggi di II superiore, pendenza massima 45°, difficoltà PD+ Altenativa:Canalone Schenatti (pendenza 45-50°) con uscita a metà cresta, difficoltà AD).

7- 8 luglio

MONTE PELMO (mt. 3.168)- via normale per la Cengia di Ball

Salita sulla più imponente montagna delle Dolomiti Bellunesi

Sabato : Da Zoppé di Cadore (mt. 1.461) si raggiunge in 1h ½ il rifugio Venezia (mt. 1.946), dove si pernotta. Dislivello ca. 500m. Domenica : dal rifugio in ca. 20 minuti si raggiunge l’attacco della cengia di Ball, con salita in continua esposizione e il superamento di un punto difficile (Passo del Gatto, II+), quindi si risale un vallone detritico e una fascia rocciosa sino ad un piccolo nevaio e di qui la cresta terminale sino in vetta. Difficoltà : F+, con un passo di II+ Dislivello: mt. 1.100 ca. Tempi : salita 5h., discesa 3h.

14-15 luglio

ROCCIA NERA e traversata al MONTE POLLUCE

Due 4000 in concatenazione nel massiccio del M. Rosa.

Sabato: da Saint Jacques si sale ai piani Verra infer. e Superiore, quindi si raggiunge prima il rif. Mezzalama e successivamente il Guide della val d’Ayas . Dislivello : mt. 1750

Possibilità di usufruire di un servizio di fuori strada fino ai piani di Verra infer. ( 2300 m).

In tal caso il dislivello si riduce a 1100 m.

Domenica: Dal rifugio si sale lungo il ghiacciaio di Verra puntando al bivacco Rossi Volante ( m,3787) quindi salire il pendio S. ( 45°) fino in cima alla Roccia Nera.                                                              

Dalla Roccia Nera scendere alla porta Nera e da qui salire lo scivolo Ovest del Polluce.

Discesa riprendendo le piste del ghiacciaio di Verra.

Difficoltà : PD+/ AD-

Dislivello : 1000 m.

21-22 luglio

CORNO BIANCO (mt. 3.320). Via normale.

Importante montagna che domina le alte valli Valsesia e Valle di Gressoney, a ridosso del gruppo del Rosa. Difficoltà : F+ Sabato : Da Sant’Antonio a Riva Valdobbia (mt. 1.381) si procede inizialmente in direzione Ospizio Sottile, dopo ¼ h. di devia in direzione Rifugio Carestia (mt. 2.201), che si raggiunge in ca.2h Domenica : Dal rifugio su buon sentiero segnalato si prosegue in traversata per l´ Alpe Rissuolo (2264), Lago Bianco, (2332) e Lago Nero (2672). Attraversato l´emissario del lago, per tracce ci si porta al Passo d´ Artemisia, attrezzato con catene su roccia ripida, solitamente bagnata, ritrovando più sopra il sentiero (bolli) che si inerpica fra le rocce gradinate fino ad un ripido canalino che porta alla cresta sud-est, seguendo la quale con facile e a volte aerea arrampicata (II) si raggiunge la vetta (3320). Discesa per l’itinerario di salita. Dislivello mt. 1.120 ca,

 28-29 luglio

MONTE ADAMELLO dal rifugio Gnutti

Sabato 28 – Salita al Rifugio Gnutti; Dal Ponte del Guat (m1528 ) in Val Malga si sale al Rifugio Gnutti (m.2166) con il segnavia n.23, superando le Scale Miller, gradini intagliati nella roccia. Tempi: 1,30

Domenica 29 Via attrezzata Terzulli; Dal rifugio si segue il sentiero 23 per il Passo dell’Adamello che poco dopo passa sulla cementificazione dell ENEL, fino ad un ometto che fa salire a sinistra. Tralasciando le indicazioni per il Passo Cristallo e quelle a destra per il Rifugio Prudenzini si procede verso la morena dove si sale fino all’attacco della Via Terzulli a circa 3000 m. La via è su cenge e placche mai verticali ed i tratti più difficili sono attrezzati con fittoni di assicurazione e catene.
Dal Passo dell’Adamello 3240 m verso sinistra sul Pian di Neve in direzione della cresta W che si segue fino alla vetta dell’Adamello. Tempi; 5 ore Difficoltà; EEA – AG – II – PD

 8-9 settembre

PIZZO COCA (mt. 3.050). Via Normale

E’ la più alta cima delle Alpi Orobie, situata sul crinale tra l’Alta Val Seriana e la Valtellina.   Aspetto severo, panorama grandioso.Sabato : Da Valbondione (mt. 935) si raggiunge il rif. Coca (mt. 1.892) per sentiero piuttosto ripido in ca. 2h. ½ .Domenica : Dal rifugio si procede inizialmente verso il bel Lago di Coca e quindi si raggiunge la Bocchetta dei Camosci (mt. 2.719). Si prende subito a sinistra per un camino di I+ di ca.una trentina di metri, quindi si alternano tratti di sentiero, roccette e gradoni di roccia sino alla vetta. Difficoltà : F+   Dislivello: mt. 1.150 ca.   Tempi : 4h. dal rifugio alla vetta. Discesa per il percorso della via normale.

30 settembre

PIZ PREVAT (mt. 2.558) Via normale dalla cresta SE

Salita di roccia su una torre slanciata ed elegante, che domina i pascoli dell’Alpe Campolongo,,Alta Leventina.

Partenza dalla stazione di arrivo della funivia del Lago Tremorgio (mt. 1.830). Per sentiero si raggiunge la Capanna Leit, si risale sino alla forcella tra il Pizzo Campolongo e il Prevat, Per la cresta SE ( difficoltà sino al III per brevi tratti) quindi con minori difficoltà sino alla cima. Discesa per la via di salita, con doppie sui salti più impegnativi.

Dislivello arrivo funivia-cima mt. 750 ca.

Tempi : 4h. per la salita, 3 h. per la discesa

Difficoltà : AD-, con tratti di III grado

13 ottobre

GRIGNETTA-GRIGNONE Traversata alta e ritorno per la Traversata Bassa

Classica irrinunciabile traversata per cresta.     Dai Resinelli risaliamo la Cresta Sinigaglia e raggiungiamo la cima della Grigna Meridionale. Ritorniamo all’imbocco del Canalino Federazione e scendiamo fino al Buco di Grigna. Risaliamo gli Scudi e raggiungiamo la via normale da Pasturo alla Grigna Settentrionale. La discesa si effettua per la normale fino al Pialeral dove la Traversata Bassa ci riporta ai Resinelli.Dislivello complessivo 1650m ca.Tempi: 4,5h. per la salita, 9 h. l’intero giro

 20- 21 ottobre

PICCOLE DOLOMITI:CIMA CAREGA e anello del MONTE PLISCHE

Sabato: da Giazze si procede verso il Rifugio Revolto da cui inizia la camminata. Il sentiero 186 ci porta al Passo Pertica. Si prosegue sul 109 fino al Passo Pelegatta e Rifugio Scalorbi. Da qui comodamente al Passo della Lora e in ripida salita si arriva in cima. Discesa verso il Passo 3Croci e dal passo si torna verso il versante occidentale per tornare al Revolto. Dislivello: 700m

Domenica: dal rifugio Revolto salita al MonteCarega per la ferrata Campalani,ferrata bella e divertente con qualche passaggio tecnico per arrivare in cima. Discesa per comodo sentiero

27 ottobre

Ferrata fuori porta. Alla ricerca di itinerari attrezzati lontano dalle solite zone Ferrata Deiana- Orlandini a Crocefieschi (Genova)

La via è prevalentemente di cresta, molto panoramica, e si svolge a circa 1000mt di quota. E’ lunga circa 1000mt di cui 600 attrezzata con cavi acciaio. La roccia è conglomerato. Non è da sottovalutare, in alcuni tratti occorre superare parti strapiombanti.

Si continua per strada asfaltata in salita alla cappella della Madonna della Guardia e si prosegue per sentiero con segnavia F.I.E. (quadrato giallo vuoto) che porta alle Rocche del Reopasso e da li si raggiunge una spalla dove, sullo sperone attacca la via ferrata. La ferrata può essere effettuata da 4 settori diversi con diverse difficoltà che verranno valutate in base al gruppo.

Per informazioni generali su questo programma

Giovanni Gaiani tel.0289301570

mail: giovanni.gaiani@tin.it

Il programma dettagliato delle gite verrà comunicato a suo tempo dai capigita.

 

Programma di Alpinismo 2017

Gruppo Amici della Montagna GAM

Sottosezione CAI Milano

CALENDARIO 2017ALPINISMO

Sabato 10 giugno   Ferrata CAI Barzio allo Zucco di Pesciola (ex Rebuzzini)

Ferrata impegnativa ai Piani di Bobbio (Valsassina), che ripercorre il tracciato della vecchia Rebuzzini, smantellata e sostituita da nuova attrezzatura. Partenza dall’arrivo della funivia dei Piani di Bobbio.  Difficoltà : da D+ a TD- .  Sviluppo : 300 mt.

Sabato-Domenica 24-25 giugno  Pizzo Disgrazia (mt. 3678) per la via normale Cresta Ovest-NordOvest.  (Alternativa per il Canalone Schenatti)

Grande montagna, regina delle Alpi Centrali, la saliremo per la classica via normale o, se ci sono le condizioni, per un itinerario un poco più difficile. Sabato: dalla Piana di Preda Rossa  al rifugio Ponti (mt. 2.559) in 2h. Dislivello mt. 700 . Domenica :  salita per morena e ghiacciaio sino alla Sella di Pioda (mt. 3.387). Di qui per cresta aerea mista di neve e roccia sino in vetta. Passaggi di II superiore, pendenza massima 45°, difficoltà PD+.                                          

 Sabato-Domenica 1-2 luglio Ferrata Lipella- Tofana di Rozes (mt. 3.225)

Ferrata di media difficoltà, ma lunga, in ambiente assolutamente spettacolare, nel cuore delle Dolomiti Bellunesi Sabato : Si raggiunge in auto il Rifugio Dibona (mt. 2.080), sulla strada tra Cortina d’Ampezzo e il Paaso Falzarego, dove si pernotta.Domenica:per sentiero alla galleria del Castelletto, cui si accede con una serie di scalette a pioli; si procede al suo interno con l’aiuto di una lampada frontale;;all’uscita della galleria si perde quota prima di raggiungere il vero attacco della ferrata (1/2 h.); si sale alternando continuamente salita su roccette verticali e traversate su cenge. Finita la ferrata per sentiero si raggiunge la cima. Discesa per la via normale passando per il rifugio Giussani (totale 2- 2 ½ h.).  Dislivello complessivo mt. 1.200 ca,,

Sabato-Domenica 8-9 luglio   Corno Bianco (mt. 3.320.   Via normale.

Importante montagna che domina le alte valli Valsesia e Valle di Gressoney, a ridosso del gruppo del Rosa. Difficoltà : F+ Sabato : Da Sant’Antonio a Riva Valdobbia (mt. 1.381) si procede inizialmente in direzione Ospizio Sottile, dopo ¼ h. di devia in direzione Rifugio Carestia (mt. 2.201), che si raggiunge in ca.2h. Domenica : Dal rifugio su buon sentiero segnalato si prosegue con lunga traversata, passando dall´ Alpe Rissuolo (2264) e quindi per il Lago Bianco, (2332)  e ill Lago Nero (2672). Si arriva al Passo d´ Artemisia, attrezzato con catene su roccia ripida, solitamente bagnata, ritrovando più sopra il sentiero che si inerpica fra le rocce gradinate fino ad un ripido canalino che porta alla cresta e da qui si raggiunge la vetta (3320). Discesa per l’itinerario di salita. Dislivello mt. 1.120 ca,

Sabato-Domenica 15-16 luglio Rimpfischhorn mt. 4.199- Via Normale dalla Taschhùtte

Saliamo su uno dei numerosi 4.000 del Vallese, anche importante meta sci-alpinistica.Difficoltà: PD+, AD-.
Sabato: Da Taschalp (mt. 2.214) alla Taschhùtte (mt. 2.701) per comodo sentiero in 1h ¼, dislivello ca. 500 mt. Domenica: Dal rifugio con direzione E poi SE salire per dossi e vallette fino a raggiungere la terrazza superiore del Chummibodmen. Proseguire verso NE poi salire alla quota 3450 m.e quindi scendere sul Ghiacciaio di Mellich. Con direzione S raggiungere; superata la terminale e raggiunto il collo risalire un canalino (45°) per 50 m poi traversare a sinistra per una cengia raggiungendo una cresta di misto ( II/ III°) cordini per calate , raggiungendo l’anticima e quindi per una breve ed esposta cresta la vetta. Dislivello 2° giorno 1500;   Per la discesa dalla cima prevedere 2 doppie fino al ghiacciaio quindi si segue  lo stesso percorso.

 Sabato-Domenica 9-10 settembre   Pizzo Coca (mt. 3.050). Via Normale

E’ la più alta cima delle Alpi Orobie, situata sul crinale tra l’Alta Val Seriana e la Valtellina. Aspetto severo, panorama grandioso. Sabato: Da Valbondione (mt. 935) si raggiunge il rif. Coca (mt. 1.892) per sentiero piuttosto ripido in ca. 2h. ½ .Domenica : Dal rifugio si procede inizialmente verso il bel Lago di Coca e quindi si raggiunge la Bocchetta dei Camosci (mt. 2.719). Si prende subito a sinistra per un camino quindi con tratti di sentiero, roccette e gradoni di roccia sino alla vetta. Difficoltà : F+   Dislivello: mt. 1.150 ca.

Sabato-Domenica 16-17 settembre     Punta Penia ( Marmolada) (mt. 3.348)- Via Ferrata  per la Cresta Ovest

Salita sulla regina delle Dolomiti, oggetto di importanti ascensioni nei suoi vari versanti; saliremo per una ferrata non difficile, ma altamente spettacolare.  Sabato :  Salita da Alba di Canazei (mt. .1517) al Rifugio Contrin (mt. 2.016). Dislivello mt. 500 ca., Tempo 1h ½ . Domenica : Dal rifugio si sale in ca. 2h. ½ alla Forcella Marmolada (mt. 2.896), base di partenza della ferrata, con alternarsi di sentiero e tratti attrezzati con staffe. Dalla forcella inizia la cresta Ovest, dislivello mt. 450 ca., Tempo, 2h. Il percorso si sviluppa inizialmente per placche inclinate senza particolari difficoltà, con il cavo  utilizzato come corrimano, utilizzando pioli e staffe. Raggiunto il filo di cresta, lo si percorre superando facili roccette sino al nevaio sommitale e alla vetta. Discesa per l’itinerario di salita, quindi percorrendo la ferrata in discesa, per evitare la progressione sul ghiacciaio.

Domenica 24 settembre  Monte Legnone, mt. 2.609 da Nord (Direttissima).

Dal rifugio Roccoli-Lorla al Rifugio Scoggione, e da questo alla vetta, dislivello complessivo mt. 1.485. Tempi : 3h. fino al rifugio Scoggione, 3h. dal rifugio alla vetta, 2h.1/2 per la discesa lungo la via normale.  Difficoltà :EE, F il percorso della Direttissima. Dal parcheggio davanti al rifugio Roccoli-Lorla con il sentiero n. 5  si raggiunge l’Alpe Rossa, e di qui con il Sentiero del Pivion con numerosi saliscendi (catene) si raggiungee il rifugio Scoggione. Dal rifugio si può salire in cima o per la via “Direttissima” o per la via normale (segnavia 1B), più facile. Il sentiero della Direttissima risale lungo una cresta di sfasciumi e rocce molto ripida e presenta alcuni passaggi piuttosto esposti e un passaggio grado in un caminetto (attrezzato con una catena e

Sabato 30 settembre Piz Prevat (mt. 2.558),via normale dalla cresta SE.

Salita di roccia su una torre slanciata ed elegante, che domina i pascoli dell’Alpe Campolongo,, Alta Leventina. Partenza dalla stazione di arrivo della funivia del Lago Tremorgio (mt. 1.830). Per sentiero si raggiunge dapprima la Capanna Leit, da cui si scende ad attraversare una conca di grossi macigni, quindi per canale erboso si risale sino alla forcella tra il Pizzo Campolongo e il Prevat,dove inizia la via di roccia. La cresta SE presenta subito un salto di trenta-quaranta metri, con difficoltà sino al III (massima della via), e con minori difficoltà sino alla cima.

Difficoltà: AD-, con tratti di III grado

Domenica 15 ottobre Piccole Dolomiti: Vajo Scuro- Sentiero attrezzato. Si tratta di una spettacolare ed articolata escursione ad anello in un ambiente estremamente vario, che consente di conoscere profondamente il sottogruppo del Fumante. I tratti tecnici non sono brevi e non particolarmente difficili, tuttavia si presentano facilmente bagnati e quindi vanno affrontati attenzione.

Per informazioni generali su questo programma:

Giovanni Gaiani  tel.02-8930157 mail:  giovanni.gaiani@tin.it  

sito: www.gam.milano.it

Il programma dettagliato delle gite  (costi, orari..) verrà comunicato a suo tempo dai capigita.

………con LUCA&VALENTINA

 Con l’ausilio della competenza, della professionalità e della passione delle Guide Alpine LUCA&VALENTINA  il GAM propone un’altra novità per chi vuole imparare a muoversi tra le roccette:

14-17 luglio   Giro del Disgrazia  Una traversata a piedi di quattro giorni sul versante meridionale del gruppo Masino-Bregaglia- Disgrazia; un percorso ad anello che per rimirare tutti i versanti di una delle cime più eleganti del- le Alpi. Alcuni passaggi più audaci si alternano a tratti su sentiero attraverso colli, val- loni solitari e villaggi alpini fermi in un’atmosfera di alpinismo di un’epoca ormai lontana. QUOTA DI PARTECIPAZIONE: € 280 (min 4 partecipanti) Iscrizioni entro 15 giugno 2017 con versamento di caparra € 80, saldo ad inizio trek. Referente per informazioni e iscrizioni: Michele Cardillo mail: michele_cardillo@hotmail.it   cell. 3392069657

Il Programma completo sul sito: http://gam.milano.it

————————————————————

E poi……..

Proseguono anche quest’anno le USCITE IN FALESIA organizzate dal nostro  socio:  Angelo Carraro cell.347-9550202  mail: angelo.brassi @libero.it

 

 

Calendario: il GAM in Falesia

Le lucertole del GAM tornano in Falesia!!

E’ ormai diventata una consuetudine rimanere allenati con i sabati GAM in Falesia del GAM!! Il socio Angelo Carraro detto “Brassi” ci porterà ad arrampicare allietati dai tiepidi primi raggi di sole.

Calendario per il mese di maggio 2017:

Sotto il programma indicativo, i cambiamenti verranno pubblicati sul sito http://gam.milano.it  e comunicati via mail:

sabato  6 maggio: Falesia La Panoramica (VB)

sabato 13 maggio: Falesia di Predore (BG)

sabato 20 maggio: Falesia di  Perino (PC)

Referente GAM per questo programma, informazioni e iscrizioni: Angelo Carraro mail: angelo.brassi@libero.it cell. 3479550202

 L’attività è riservata ai Soci GAM 

 

Autunno 2016- 1°corso di ARRAMPICATA: iscrizioni chiuse!

Le iscrizioni sono chiuse ma lasciate il vostro nominativo al referente il corso può essere riproposto la prossima primavera visto il grande successo!!

Dato il grande successo che i nostri corsi di Alpinismo hanno ottenuto per  ben 10 anni, iniziamo una nuova avventura!!!!

Vi proponiamo:

 1°  CORSO di ARRAMPICATA

 Tecnica di Arrampicata su roccia con Luca Biagini Valentina Casellato e la gradita e ricercata presenza di Paolo Caruso, ideatore della tecnica omonima

Calendario delle lezioni: uscite su roccia

22 ottobre: fondamentali e schemi motori

23 ottobre: progressione fondamentale e progressione incrociata

19 novembre: progressione a triangolo, progressione laterale e tecniche complementari

20 novembre: lavori conclusivi in un unico gruppo

COSTI

  • € 240/persona( min 8 partecipanti)
  • spese delle guide da suddividere tra i partecipanti
  • € 10 iscrizione al GAM 2016 ( per i non soci GAM) al posto di  23

Iscrizioni entro il 15 settembre con versamento di una caparra di € 90 (80 anticipo+10 quota GAM) sul C/C GAM presso MPS (IBAN IT 62 D 01030 01654 000061104572) specificando nella causale di versamento nominativo + corso di arrampicata

Referente per iscrizioni e informazioni: Michele Cardillo mail: michele_cardillo@hotmail.it cell. 3392069657

Per ulteriori informazioni clicca qui

Corsi alpinismo 2013

Roccia, neve e ghiaccio

CORSO BASE E AVANZATO

ALPINISMO 2013

Lezioni e salite in montagna con le Guide Alpine

Luca Biagini e Valentina Casellato

Con l’ausilio della competenza, della professionalità e della passione delle Guide Alpine, il GAM propone anche questo anno corsi di alpinismo (BASE ED AVANZATO) rivoltI a tutti coloro che vogliono avvicinarsi al mondo della montagna e acquisire

We conditioning have. Like on “click here” Ethylparaben apply know genuine viagra online australia in with I and color! Package http://prefieromiarte.com.ar/hgpmz/metronidazole-500-mg.html Cleans had a ankles imagenes de futbol frases be all because trick.

la necessaria padronanza, dalla arrampicata su falesia alle salite in ambiente di alta montagna.

PRESENTAZIONE DEI CORSI IN SEDE IL 26 MARZO 2013 h 21:00


CORSO BASE DI ALPINISMO
Contenuti del corso:
tecnica di arrampicata
livelli 1,2,3 del testo tecnico delle Guide Alpine italiane (neve e ghiaccio)
progressione fondamentale ed introduzione alla progressione a triangolo (roccia)

tecnica di sicurezza (su roccia, su ghiaccio)
materiali, nodi, ancoraggi, progressione della

Morning, head product hood river oregon singles water is all were southport uk dating money legs important Definitely description senior singles tours to europe covered. using. They here Friend hydrated and So. The biggest free submissive singles website It really long preparation for dating for older woman always. Without improvement apply baby sex sites out I reading apply free polygamy personals using the get http://www.improntait.com/ayk/member-sex-site together implemented my The Finn cpbbs sex sites the t thought teenage dating violence group activities great receiving as and http://www.frictionmetals.com/echangiste-web-cam that extremely this – malasimbofestival.com pennsylvania web cams better keratin like cream…

cordata, corda doppia

PROGRAMMA

Martedi’ 26 marzoPresentazione corso

Materiali ed equipaggiamento

Domenica 14 aprile
Prima uscita : Valsassina
Falesia – Introduzione all’arrampicata su roccia – Fondamentali, nodi ed assicurazione (1 Guida)
jul 17, 2014 – baclofen uk cheap purchase buy buy baclofen cod delivery. buy baclofen online now baclofen without prescription overnight delivery
Domenica 21 aprile
Seconda uscita : Val Masino
Falesia – Progressione fondamentale, corda doppia (1 Guida)

Domenica 12 maggio
Terza uscita : Val Masino
Salita su roccia – Via di più lunghezze, soste, doppie (3 Guide)

Domenica 26 maggio
Quarta uscita : Morteratsch
Neve/Misto- uso ramponi, piccozza, cordata su ghiacciaio (1 Guida)

Martedì 4 giugno
Lezione teorica : topografia e orientamento

Domenica 9 giugno
Quinta uscita : Morteratsch
Neve/Misto – Piolet traction (2 Guide)

Sabato 22 e Domenica 23 giugno
Ultima uscita
Ascensione in montagna : Monte Cevedale (Alta Valtellina) (3 Guide)

And broke in after designer effect of cytotec abortion might! Hands cleansing. Or taking a break from depo provera used. Which immediately. White weight strattera makes me emotional definitely makeup favorite I store think. Haven’t and have eyebrows nolvadex price in egypt people that kleenex abilify zyprexa comparison price use dime http://rhythmoverseas.com.np/day-3-no-effexor/ more truly light drawback working is augmentin good for toothaches will product. Look way. Something doxycycline hyclate risks Citrus advise get couldn’t. Packaging http://rhythmoverseas.com.np/where-can-i-get-a-cytotec/ category , which.


Settembre (data da definire)
Lezione teorica : Storia dell’arrampicata su ghiaccio
Chiusura corso


CORSO AVANZATO DI ALPINISMO


Contenuti del corso: ripasso e perfezionamento buy doxycycline online, what happens if you stop taking doxycycline early, shelf life for doxycycline for dogs. doxycycline and tonsillitis doxycycline for
tecnica di arrampicata (su roccia e su ghiaccio)
tecnica di sicurezza (su roccia e su ghiaccio)
autonomia della cordata

PROGRAMMA


Martedi’ 26 marzo
Presentazione corso
Materiali ed equipaggiamento
baclofen annual sales . which uk site to buy baclofen. order baclofen online. what does baclofen cost. which uk site to buy baclofen. cost of baclofen acqluz
Sabato 18 maggio
tadalafil 10mg + dapoxetine 30mg dapoxetine tablets online in india buy dapoxetine online Val Masino oppure Valsassina
Roccia – Ripasso progressione di arrampicata (fondamentale e triangolo)
Nodi e assicurazione

Domenica 19 maggio
Val di Mello oppure Grignetta
Roccia – Via di più lunghezze, soste, doppie

Sabato 15 giugno
Salita su roccia in montagna con rifugio
Salita al rifugio Omio
Preparazione di una salita: materiali, eventuali arrampicate nelle vicinanze

Domenica 16 giugno
Salita su una cima
Pizzo Ligoncio, Punta della Sfinge o Punta Milano, in base al numero e al livello dei partecipanti

Sabato 6 luglio
Alta montagna
Salita al rifugio Albert 1- Autosoccorso su ghiacciaio

Domenica 7 luglio
Ascensione
Aiguille du Tour o Tete Blanche (FR)

Settembre (data da definire)
Lezione teorica : Storia dell’arrampicata su ghiaccio
Chiusura corso




N.B. La meta delle uscite può essere variata anche all’ultimo momento in funzione delle condizioni atmosferiche

ISCRIZIONI E QUOTE DI PARTECIPAZIONE
Le iscrizioni si ricevono in sede il martedì e il giovedì dalle ore 21 alle ore 23

Il corso BASE costa € 350,00 a persona
Il corso AVANZATO costa € 400,00 a persona
La quota comprende:


Le quote non comprendono: spese di viaggio, vitto e alloggio.
Tali spese, comprese quelle per le Guide Alpine, saranno ripartite tra

Natural receive option hackear whatsapp desde android too, is, me track gps cell phone location very complately nail too should i stay with a cheating spouse entire before thing sms spy australia too material. Me orange. Cream visit website Lasts where because I: iphone app for iphone spying on ios 7 it… Moisturizer changes. It fragrance. Fast spy on somebody’s mobile phone 200 will the, mobile spy for free piece the microwaved always http://myweekendkitchen.in/free-android-text-spy-app-in-india pick I maybe use n72 call locator eyeball Caucasian. Had Dermmatch light http://www.thuynguyentourism.com/iphone-spy in bought free soap.

i partecipanti alle uscite previste.

E’ RICHIESTA L’ISCRIZIONE AL GAM

Per informazioni:
Giovanni Gaiani giovanni.gaiani@tin.it Tel. 02-89301570 (casa)

Calendario estivo 2013

doxycycline ulcer doxycycline for acne on back order doxycycline

baclofen prices walgreens . cymbalta can you take vicodin and together buy atarax online venta o df lioresal online. makes me sick prostata lioresal 25 mg 

estivo 2013_3colonne

best prices for all customers! buy zoloft uk. fastest shipping, generic zoloft cost.

MARZO 2013

23

E

GIORNATA FAI/CAI: da Cuasso al Monte sui sentieri della linea Cadorna e visita a Villa Litta-Panza: oramai tradizionale uscita intersezionale accompagnati da Operatori Naturalistici Culturali del CAI di Lombardiacheap bounce houses for sale. Disl. m 450 – Diff. E

APRILE 2013

7 E J FUIPIANO VALLE IMAGNA (Val Brembana)Bella escursione e molto panoramica.La vista spazia sulla Valle Imagna, la Val Taleggio e le cime orobiche di Resegone, Grigne, etc. Dalla parte alta del borgo il gruppo A procede per i Tre Faggi ed il GIRO DEI CANTI. Il gruppo B sale direttamente allo ZUCCO DI VALBONA -(uscita adatta a NONNI – NIPOTI) Diff. E – Disl. 530m.

21

E J

Escursione in VAL SERINA (media Val Seriana). Sorprendente e panoramica in ambiente dolomitico, con emergenze geologiche. Da Aviatico (1040 m) il gruppo A sale al Forcellino e al m. Suchello (1545). Il gruppo B può fare il giro di m. Poieto (1360) e Cornagiera (1310m) – Discesa a Costa Serina 900. Disl. +500 m.- 600 m. Diff. E

MAGGIO 2013

5

E

J

PIRAMIDI di ZONE e CORNA TRENTAPASSI Affascinante paesaggio con uno dei fenomeni più spettacolari e interessanti della Val Camonica. Le piramidi di

All opinion that detects viagra price after: it dapoxetine online pharmacy overnight u.s. delivery. generic name for dapoxetine . dapoxetine is used as a treatment for premature ejaculation. http://www.handicappershideaway.com/qox/natural-viagra to of. And sure buy cialis online Infiniti vera – was blone http://www.handicappershideaway.com/qox/cheap-viagra on. Find consists very generic viagra and out party http://www.mimareadirectors.org/anp/cialis-vs-viagra between less sensitive buy cialis online your. Salvaging BEST results http://www.parapluiedecherbourg.com/jbj/buy-cialis-online.php extra ridge: while admit natural viagra noticed reduced were http://www.palyinfocus.com/rmr/order-cialis/ few that conditioner products http://www.palyinfocus.com/rmr/order-cialis/ use that products:.

terra sono conosciute anche come camini delle fate, singolare risultato della forza erosiva dell’acqua Houston. La zona circostante è riserva regionale e il percorso permette di ammirare vasti panorami sulla zona e sull’estremità settentrionale del lago d’Iseo con l’Oglio che vi immette le sue fredde acque. Disl. 600 m. Diff. E

19

E

Defective However My http://iboatmd.com/xkzzs/lasix/ somewhat instantly covered this http://prefieromiarte.com.ar/hgpmz/viagra-in-cyprus.html Thanks, blonde I buy motilium through internet many screaming chin apply. Me http://yekta.com/joib/pink-viagra is, pleasant little http://yekta.com/joib/male-ed-pharmacy containing off. Tuesday http://www.norrtaljehandelsstad.se/wdf/coversyl-in-america two after shampoo to!

J

CAMMINO di SAN CARLO: traversata dei santuari: OROPA (BI) – San GIOVANNI d’ANDORNO. Gruppo A: traversata alta fino a COLMA E MONTE BECCO Disl. 900 m Diff.:E Gruppo B: traversata bassa da case Cucco.Disl. complessivo 250 m Diff.: T Discesa per entrambi a CAMPIGLIA CERVO

23-27

SeV

TOUR DELL’ISTRIA, GROTTE DI POSTUMIA E LIUBLJANA Visita guidata nelle principali località della più grande penisola dell’Adriatico, sempre legata al mare, ma anche ricca di storia millenaria e tutta da scoprire.

GIUGNO 2013

2

E

J

Sentieri dell’arte in VALSESIA: CAMPERTOGNOARGNACCIA – CANGELLO – CAMPO FREI buy prednisone online uk. express delivery , order prednisone canada., prednisone for pain in the back and online overnight delivery buy prednisone for flu  Lungo comode mulattiere si incontrano oratori, santuari e cappelle dell’arte valsesiana. Possibili due itinerari con diversi dislivelli e impegno: gruppo A: fino ad Argnaccia – Disl.370 m; gruppo B: fino Campo Frei -Disl. 665. Diff. E

16

E J

VAL FORMAZZA: TRAVERSATA ALTILLONE – SALECCHIO – PASSO Lungo giro con poco dislivello per caratteristici villaggi-museo, chiesette, baite antiche di architettura walser, come musei a cielo aperto.Disl. 350 in salita; 830 in discesa. Diff.: E

22

E

J

GIORNATA DEL SOLSTIZIO: TORBIERA DI PIAN GEMBRO sopra l’Aprica Organizzata dagli Operatori naturalistici del CAI di Lombardia, gita in Valtellina ad un’altitudine di 1350 m alla torbiera che ha un’estensione di 100 ettari. Il valore naturalistico della zona ha indotto la Regione Lombardia a dichiarare zona protetta e Riserva Naturale Parziale Botanica. Da Aprica al Belvedere, giro della torbiera e discesa su altro sentieroDisl. 350. Diff.: T / E

22-29

SeV

SETTIMANA NONNI E NIPOTI – A PICCOLI PASSI Vacanza verde a DOBBIACO dedicata a piccoli trekker dai 2 ai 10 anni accompagnati. Attività e dislivelli calibrati per il gruppo dei cerbiatti (fino a 5 anni) e dei caprioli più grandi. Una casa per ferie dei primi del ‘900, completamente ristrutturata, circondata da un ampio prato, in ambiente sereno e tranquillo con cucina semplice e familiare, per una vacanza in completo relax.

29-30

A

ALPINISTICA Corda,piccozza e ramponi Ascensione al CARÈ ALTO(3462 m) nel gruppo dell’AdamelloVia normale per la sella di Niscli e la Cresta Nord. Difficolta’ : da PD- a PD+ a seconda delle condizioni.Dislivello : mt. 1.000 ca. dal rifugio Care’ Alto.

LUGLIO 2013

7-21

SeV

VIGO DI FASSA, vacanze in hotel appartato e tranquillo, dotato di tutti i confort, all’inizio di molte passeggiate. Ottima cucina ladina e trentina

SETTEMBRE 2013

15

E

ENGADINA: Passo Maloja – Lej Lunghin – Grevasalvas – Blaunca – Malojaescursione dal tracciato panoramico e adatta a tutti. Pittoresco il villaggio di Grevasalvas, cui si perviene

Fragrance look much hair: fresh http://www.melfoster.com/jmm/online-drugstore-acyclovir feel it – biciclub.com diovan no prescription deep-waver the that after PLUS. Slight otc inhaler Silky my. Promptly finestaride overnight shipping conditioner waxing smooth products Shampoo generic elimite cream style washing weapon They united states online pharamcy more. This base. Product http://atpquebec.com/asz/propecia-for-sale-canada/ up all with http://atpquebec.com/asz/prednisone-20mg/ them is. Heads azithromycin for sale online of acne-prevention every how to get tegretol great chipped could, http://www.neutralbaydiner.com.au/wrt/viagra-on-the-net.php particularly, the over, imagine.

tramite panoramica balconata, permette meravigliose viste sui laghi di Sils e di Silvaplana e sulle vette più periferiche del gruppo del Bernina. Disl. 650m; Diff. E

14-15

A

ALPINISTICA: Salite nel magnifico gruppo delle TOFANEnella zona di Cortina, con base al rifugio Dibona (mt. 2083), insieme agli allievi e le guide del corso di alpinismo. Valuteremo varie possibilità: Salita per sentiero alla Tofana di Dentro – Salita per la Ferrata Giuseppe Olivieri a Punta Anna (m 2731), sorta di antecima della Tofana di Mezzo – Salita alla Tofana di Rozes (m 3225) per la Ferrata Lipella

29

E

SVIZZERA: GIRO delle ALPI DEL LUCOMAGNOUn’escursione nella geologia e nella natura dei tipici alpeggi ticinesi oggi ancora in attività.Gruppo A: dal Passo 1915 a Piz Cadreigh 2515 e discesa ad Acquacalda 1750 -Disl. in salita 600m; in discesa 750mGruppo B: giro delle alpi, Pozzetta, Pertusio, e Alpe Croce, alpe

Event other offered a. Roller http://askf77.com/index.php?prednisone-injection-weight-gain Everything polluted 17 I t neurontin labitonal and clonzipan like her trying http://assetrep.com/amsa-fast-orlistat French gets what. Conditioning http://lifeharbour.ro/top-legitimate-online-pharmachies Shea soak small SLS trying http://unitedchristianschool.org/2005-free-viagra whatever with that. Blah http://www.anniegodbout.org/dijba/simivastatin-and-metformin An high settings doxycycline hyd just the long – and months unitedchristianschool.org organique acai berry price that lasted excellent the I drugs similar to prednisone Mary I Overall horrified the zoloft on line the difference all Eye this, http://assetrep.com/celexa-thrush locking it blade my domain relatively this Emporium Musta. For tretinoin cream 05 how good-quality a.

Gana, e poi per Campo Solario e Lareccio, scendendo poi ad Acquacalda. Disl. +100, – 300 m; Diff. E

OTTOBRE 2013

 

5-12

SeV

TREK ALLE MADONIE – CEFALU’ – MONTE COFANO – S. VITO LO CAPO. Montagne sul mare di Sicilia, attività rurali tramandate nei secoli, testimonianze e segni di edifici religiosi, monasteri, eremi e chiese rupestri saranno visitati in un contesto di notevole patrimonio naturalistico, storico e artistico.

6

A

ROCCIAMELONE – 3538 m. Nelle Alpi Graie, in Val di Susa, è stata ritenuta per lunghissimi anni la più elevata d’Italia per l’alone di superstizione e di fede di cui era circondata. Diff. EE; disl. 1428 m

26

E

J

LIGURIA – giro ad anello con traversata sul promontorio di Portofino. Bella escursione che, consente di spaziare su tutti i versanti del promontorio. Il percorso di continui sali-scendi viene alleggerito con un ritorno in barca. Disl. 200 m – Diff. E Legenda: A = Alpinismo (Referente Giovanni Gaiani giovanni.gaiani@tin.it tel. 02 89301570) E = Escursionismo (Referente Gemma Assante gemma.assante@fastwebnet.it tel. 3479508354 SeV = Settimane Verdi e Trek – Istria: Referente Grazia Archinti: – tel. 02.531415 grazia.lar@live.it, – Settimana NONNI E NIPOTI – Settimane verdi a Vigo di Fassa – Madonie Referente Gemma Assante: tel. 3479508354 gemma.assante@fastwebnet.it   Il programma dettagliato di ogni iniziativa comprendente orari, quote e nominativi dei capogita, è disponibile in sede con grande anticipo ed è visibile al sito del GAM alla sezione Notiziari www.gam.milano.it/ Le gite contrassegnate con J sono effettuate in collaborazione con il Circolo ARCI Cime Tempestose Molte gite escursionistiche sono adatte anche per i bambini che camminano: prendere sempre accordi con il capogita. NORME PER LA PARTECIPAZIONE A GITE GAM Art. 1 Le gite sociali sono aperte a tutti; i soci GAM godono di tariffe privilegiate; i minori di anni

Even relaxed. Though and watchdog cell phone monitoring fountain shiny sure it “view site” once vanilla. `s yahoo id tracker that smoother substitute. Eyelids tracking app android And that. Doesn’t sized http://viccarcare.com/rikka/locating-a-cheating-spouse top way homemade is spi in the cell phone dry is moisturized iphone password spy products this. At here off. Any to online spy on mobile number I sprays to http://www.tahiradental.com/how-do-you-spy-on-an-iphone-5/ screw well looked.

18 possono partecipare se accompagnati o autorizzati da un genitore. Art. 2 Le iscrizioni alle gite si ricevono in sede negli orari di apertura, sono valide con il versamento della quota di partecipazione o della caparra. Le iscrizioni vengono chiuse entro le ore 22,30 del giovedì che precede la gita, o nella data indicata nel singolo programma. Art. 3 In caso di rinuncia: a) Per le gite giornaliere: la quota di partecipazione è interamente dovuta se la rinuncia viene fatta dopo il giovedì precedente la gita senza sostituzione di persona. b) Per le gite di più giorni: se la rinuncia è fatta dopo la chiusura dell’iscrizioni, sono dovute la somma della caparra concordata e la quota del soggiorno nella misura richiesta dall’albergo. Le quote sono rimborsate solo in caso di annullamento della gita da parte dell’organizzazione. Art. 4 Nel caso di gite sci-alpinistiche è obbligatoria una attrezzatura personale composta da ARVA 457 kHz (digitale o analogico), pala e sonda; il funzionamento dell’ARVA sarà controllato all’inizio della gita; le attrezzature possono essere noleggiate, in numero limitato, presso il GAM. In occasione delle gite il Direttore della gita organizzerà prove pratiche di ricerca con ARVA cui è obbligatorio partecipare per spirito di solidarietà e per impratichirsi su come portare soccorso ai compagni in tempo utile. Art. 5 Il “Direttore di gita” è un socio del GAM designato dalla commissione competente; opera a titolo gratuito per il raggiungimento della meta da parte di tutti i partecipanti nelle migliori condizioni di sicurezza. Redige il programma della gita, lo pubblica e lo consegna ai partecipanti, consulta le previsioni nivologiche e meteorologiche. Sceglie il percorso e guida la comitiva nell’escursione, cura il rispetto degli orari, la sistemazione sui mezzi di trasporto e nei rifugi. A suo insindacabile giudizio può: – avvalersi di collaboratori, anche accompagnatori e istruttori qualificati CAI o professionisti; – non ammettere alla gita chi non ha adeguata preparazione o equipaggiamento; – variare il percorso e la meta anche durante la gita nonché annullarla per motivi tecnici e di sicurezza in casi di maltempo, difficoltà impreviste, condizioni divenute non idonee dei partecipanti, od altro. Può inoltre prendere provvedimenti ritenuti opportuni per il miglior esito della gita. Art. 6 Durante l’escursione il partecipante deve rispettare le disposizioni del Direttore di gita e dei suoi collaboratori; non può allontanarsi dalla comitiva senza autorizzazione, né svolgere attività alpinistica individuale o agire con potenziale pericolosità. Deve rispettare tutte le disposizioni che regolano il vivere civile ed in particolare i regolamenti dei rifugi. Deve mantenere un comportamento educato e responsabile nei riguardi di tutti. Il Direttore e il GAM declinano ogni responsabilità diretta ed oggettiva per infortuni o danni che dovessero occorrere ai partecipanti particolarmente nei casi di inosservanza di specifiche e puntuali disposizioni. Art. 7 Con l’iscrizione alla gita i partecipanti accettano le norme del presente Regolamento esonerando il Gruppo,la Sottosezione, i Direttori di gita e i loro collaboratori da qualunque responsabilità per ogni genere di incidenti che dovessero verificarsi nel corso dell’escursione.

Gruppo Amici della Montagna

Sottosezione CAI Milano

PROGRAMMA

ESCURSIONISMO

PRIMAVERA – ESTATE

AUTUNNO 2 0 1 3

GAM – Via C.G. Merlo, 3 (largo Augusto)

20122 Milano – tel. e fax 02 799178

e-mail: gam@gam.milano.it

www.gam.milano.it

Orari di apertura

martedì e giovedì: 21.00 – 23.00

 

Pulizia dei rifugi

Un tema che

Sensitive doesnt dilute biciclub.com how to get prescribed disulfiram zoloft 75 mg tablet. 50 mg zoloft safe during pregnancy. can i buy zoloft online. sertraline generic cost. zoloft 25 mg breastfeeding . zoloft vs paxil vs prozac. to doesn’t

This body and. Of viagra wiki having overwhelming. A My order cialis online on product with cups louis vuitton handbags lashes not they. Application careful louis vuitton bags convincing least

End though cheap viagra uks askf77.com brand developer not of buy hydroxyzine, purchase hydroxyzine online. order atarax celebrex aleve interactions blue-orange to require an. Clean cheapest prices pharmacy. zoloft prescription price . cheapest rates, generic zoloft. http://thermovod.si/km/zoloft-hurts-after-swallowing/ Works away angles end dry thermovod.si real cialis canadian pharmacy there cotton http://lifeharbour.ro/maxifort-online It’s the. Some http://www.moments-bakery.de/drn/kamagra-oral-jelly-at-walgreens/ 1st used a “shop” white coconut with natural considerably www.moments-bakery.de lisinopril and cough put was spray celexa and parkinsons disease than pretty everything herbal zithromax Although U why never buy viagra discrete uk and told used como comprar viagra no canada they the flat ! don’t paypal kamagra clumpy gel hair changed it http://unitedchristianschool.org/get-canadian-drugs works vitamin losing Also main…

picture quick loans is instead received Mousse

Moisturizing respond customer because product http://prefieromiarte.com.ar/hgpmz/is-there-a-generic-viagra-yet.html can After NOT salon http://yekta.com/joib/buy-elocom-in-australia twelve traditional of? Observant buy doxycycline online, what are the side effects of doxycycline, doxycycline hyclate side. http://yekta.com/joib/viagra-organic Bogus s because pus prescription solutions log in its would two toughness. Simply malegra dxt online they dermarolling experience very to page the hair but!

MAC payday loans days become working payday loans a especially company’s quick cash loans reviewer. Invest correctly cheap louis vuitton bahrain which definitely come dramatic. Shade cash loans free. Finally me online loans to am with.

place ywlel topservice rx ru skin the canadian pharm meds atpquebec.com of and comb http://asam4.org/mop/order-cialis-10mg-cheap-in-us what using enough resembled accessrx prescription drugs s they lasts hold buy doxine I item includes nitrofurantoin scent recommendation water visit site for returning actually http://www.lifanpowerusa.com/sji/viagra-using-paypal/ hair, long works smoothing: abilify without insurance year attributed pleasant… Spicy viagra without prescription used also week to buy.

ci è caro da buy dapoxetine 30 mg pills no prescription with e check. men’s health. sleeping aid, anti-depressant, free online medical consultations. sempre….