Programma Alpinismo 2021

Gruppo Amici della Montagna

Sottosezione CAI Milano

 Via C.G. Merlo, 3 (largo Augusto), 20122 Milano – tel. 02 799178

Orari di apertura: martedì 18:30-20:00 e giovedì: 21.00 – 23.00

e-mail: gam.milano0@gmail.com sito web: www.gam.milano.it

 PROGRAMMA DI ALPINISMO 2021  

5 giugno                     FERRATA CAI MANDELLO – Sasso Carbonari

Il percorso segue la cresta del Grignone e termina poco sotto la vetta. Mai tecnicamente impegnativa, consente una divertente arrampicata su salti rocciosi di II° grado. La ferrata termina dopo circa 2.15h al bivio tra il sentiero n.33 che in circa 20′ porta al rifugio Brioschi in corrispondenza dalla vetta del Grignone.  Difficoltà: MD   Capogita: Claudio Crespi

 12 giugno                      FERRATA MINONZIO- Zuccone Campelli

La ferrata Mario Minonzio è una più che interessante cavalcata per cresta tra guglie e torrioni, con alcuni passaggi difficili ma mai estremamente difficili. Ferrata di notevole soddisfazione che porta in cima allo Zuccone Campelli da cui si può godere di un vasto panorama delle cime circostanti. Difficoltà: F +     Capogita: Ferdinando Viganò

 

26- 27 giugno                         PIZ GLUSCHAINT 3594m – Valmalenco

Piz Glüschaint è una montagna della catena del Bernina, al confine tra Italia e Svizzera. Si trova tra la Val Roseg e la Val Malenco. Difficoltà: PD+/AD-      Capogita: Claudio Crespi

3-4 luglio                           BECCA di MONCHAIR 3544m

Salita alla mole della becca per la via normale da nord su pendenze sostenute ( 40°/45°), per la vetta roccette di II grado da proteggere.  Difficoltà: PD+     Capogita: Ferdinando Viganò

11 luglio                              MONT AVIC 3006m- Val Clavalite’ cresta OVEST

Cima molto panoramica dal profilo tipicamente triangolare, ben visibile dal fondo valle, dà il nome al bellissimo Parco Regionale sottostante; noi la saliremo dalla parte opposta, dall’altrettanto bella e selvaggia Val Clavalitè sopra Fenis. Difficoltà: EE/F  Capigita: Giovanni Gaiani e Paolo Cesa Bianchi

17-18 luglio                         LYSKAMM OCCIDENTALE 4481m

Imponente massiccio del gruppo del Monte Rosa. Dal Rifugio Quintino Sella ci si porta sul ghiacciaio del Felik, normalmente con traccia ben battuta. Pe le pendenze, il filo di cresta e i passaggi di II grado questa salita richiede sempre molta attenzione Difficoltà: PD+ Capogita: Claudio Crespi

24-25 luglio                         TETE de VALPELLINE 3798m

La Tete de Valpelline è una montagna delle Alpi Pennine che si trova lungo il confine tra l’Italia e la Svizzera. Lungo la linea di confine la montagna si trova tra la Tete Blanche ed il Dent d’Herens. Dal versante italiano si trova al fondo della Valpelline, da cui il nome. Ambiente selvaggio e poco frequentato. Panorama stupendo.  Attività: F+ Capogita: Paolo Cesa Bianchi

4-5 settembre                     GIRO della PRESOLANA

Giro della Presolana con salita alla cima della Presolana Occidentale il primo giorno e pernottamento al rifugio Olmo poi ritorno per il Rifugio Albani e la ferrata della Porta. Attività: F+/ II Capogita: Valentino Pistone

11-12 settembre                FERRATA LIPELLA – Tofana di Rozes

La ferrata è un lungo itinerario che sale alla Tofana di Rozes. Caratterizzata da passaggi di media difficoltà tecnica con un paio di punti impegnativi. La lunghezza, il dislivello e l’ambiente ne aumentano la difficoltà. La via si sviluppa sulla parete ovest della Tofana con panorama stupendo sul gruppo di Fanes.  Difficoltà: F/PD-    Capogita: Alessandro Barin

18-19 settembre                PUNTA VENEROCOLO 3323m

Il Monte Venerocolo è una delle cima più elevate del Gruppo dell’Adamello e si trova all’apice della catena che separa il Ghiacciaio Pisgana Ovest dal Ghiacciaio dell’Adamello. A nord del Passo Brizio non ha rivali in altezza e dalla vetta la visione della parete N dell’Adamello e dei vasti ghiacciai che la contornano, è veramente grandiosa. La via normale passa dal vallone sotto il Monte dei Frati e segue poi la facile (F) cresta NW, che presenta un tratto intermedio un po’ affilato..  Difficoltà: F    Capogita: Gabriella Russo

25 settembre                               MONTE PEGHEROLO 2369m – cresta ovest

Bella cima a forma piramidale che domina la vallata di San Simone. Percorso su sentiero con zig zag e sali scendi fino alla cresta, lunga 3 km, con tratti attrezzati (II). Si giunge infine al un ultimo tratto attrezzato (II) che una volta superato ci porta nella facile pietraia che in breve ci porta alla croce. Difficoltà: EE/F+  Capogita: Barbara Savy

2 ottobre                               PIZ LEDU’ 2503m

Il Ledù è una delle mete più affascinanti e ambite della Val Bodengo. A nord si presenta come un inespugnabile scoglio roccioso, mentre a sud, la bastionata presenta un punto debole: un ripido e instabile canalino che permette l´accesso alla cresta NW. Nonostante questa cresta non sia proprio la via normale alla vetta, o comunque la più facile, è sicuramente l´itinerario più frequentato e più adrenalinico, in quanto si sviluppa interamente sull´aereo, ma mai difficile filo di cresta. La cresta è ben proteggibile sia con friends che con cordini, e può essere percorsa sia in conserva sia a tiri.  Difficoltà: PD+  Capogita: Claudio Crespi

9-10 ottobre                         SENTIRO 52 Gallerie- SENTIERO Attrezzato al CORNO      BATTISTI

E’ una escursione di grandissima soddisfazione, un percorso storico che tutti gli appassionati di escursionismo dovrebbero almeno una volta frequentare. Lungo il percorso numerosi cartelli didattici interessanti illustrano la storia e i dettagli costruttivi della strada. Si tratta, probabilmente, della più bella ed entusiasmante tra le escursioni nelle Prealpi Venete. L’escursione non è da sottovalutare e non è una passeggiata turistica, pur non presentando particolari difficoltà o pericoli. Difficoltà: F      Capogita: Barbara Savy

17 ottobre                            PIZZO TORNELLO 2687m

Cima isolata di bella forma che divide la valle del Gleno dalla valle del Vo panoramicamente stupenda. È la cima più alta del gruppo Tornello Venerocolo. Salita faticosa ma appagante Attività: EE    Capogita: Gabriella Russo

24 ottobre                             CIMA di VALDESERTA 2939m

Itinerario piuttosto lungo e decisamente impegnativo , che si svolge in gran parte fuori sentiero e spesso su grandi distese di macigni e sfasciumi , a volte traballanti . Da fare solo con molta attenzione.  Attività: F     Capogita: Alessandro Barin

31 ottobre                            FERRATA degli ARTISTI

La ferrata risale la Costa dei Balzi Rossi che porta in cima al Bric dell’Agnellino nelle alpi liguri in località Isallo. La ferrata non è particolarmente difficile vista l’abbondanza di staffe e cambre che aiutano lungo la progressione. Un ponte tibetano di 40m e un paio di esposti punti aggiungono un elevato livello adrenalinico.   Attività: MD    Capogita: Giovanni Gaiani

 

I commenti sono chiusi.