Notiziario n.5-22 nov-dic

GAM – GRUPPO AMICI DELLA MONTAGNA

Sottosezione del CAI Milano

 

NOTIZIARIO N. 5/2022 NOVEMBRE-DICEMBRE

Notiziario n.5-2022nov-dic

Dall’ ultima ASSEMBLEA dei SOCI

Carissimi Soci e Socie (e Simpatizzanti tutti che presto speriamo di avere tra i soci) che non avete potuto partecipare all’Assemblea tenutasi lo scorso 20 ottobre 2022 vi aggiorniamo su quanto ci siamo detti perché l’Assemblea non è solo un momento “formale” voluto dal nostro Statuto ma un importante momento di dialogo e scambio di pareri nonché un momento di verifica dello stato di “salute” della nostra Associazione. Infatti durante l’Assemblea non solo abbiamo approvato un Bilancio Preventivo 2023 caratterizzato da fiducia nel futuro e con l’ottimismo che ci contraddistingue ma ci siamo anche confrontati sul futuro della nostra Associazione: le cariche istituzionali che sono state elette lo scorso aprile stanno lavorando alacremente per superare questo periodo post-Covid davvero difficile. Sarà necessario che tutti i Soci si sentano chiamati in causa e diano il loro: auspichiamo una sempre maggiore partecipazione alla vita associativa attraverso la fattiva collaborazione. Abbiamo ribadito che ogni socio e socia è importante e deve mettere a disposizione di tutti le sue abilità piccole o grandi che siano con spirito costruttivo e con la generosità e la disponibilità che ci hanno da sempre caratterizzati.

Il 2023 il GAM compie 100 anni

E vogliamo festeggiarlo degnamente!!

Ci aspettiamo che tutti i soci diano il loro contributo inviando foto e ricordi a gam.milano0@gmail.com   e partecipando attivamente alle iniziative che vi verranno proposte, il Comitato per il Centenario è al lavoro chi è interessato a partecipare può mettersi in contatto con Gemma Assante mail: gemma.assante2017@gmail.com

Più che mai in vista del Centenario è importante che l’Associazione sia solida e quindi…….

TESSERAMENTO !

SOCIO E’ IMPORTANTE

Il GAM ha iniziato la sua campagna di Tesseramento 2023. L’anno che si chiude, il 2022, ci consente di essere ottimisti nonostante la drastica riduzione delle attività dovuta ai vari “fermi” abbiamo mantenuto un numero consistente di soci in linea con gli anni precedenti segno che l’appartenenza al GAM è comunque importante. Ci piace pensare che ognuno dei soci si senta al “centro” della Associazione e partecipi alla diffusione dell’amore e la passione per la montagna.

Tesseramento quindi!!

Anche per quest’anno abbiamo deciso di mantenere le stesse quote (che sono riportate in fondo) confidando nel rinnovo di tutti e nell’arrivo di nuovi soci. La quota associativa consente al GAM di esistere e di far sentire forte la sua voce all’esterno.

Diamo ai soci vecchi e nuovi un caloroso benvenuto: il bollino 2023 è già in vendita.

E’ possibile rinnovare l’iscrizione al GAM e al CAI Milano nelle seguenti modalità:

  • In sede nei giorni di apertura: lunedi dalle 18.00 alle 19.30 oppure giovedi dalle 21 alle 22.30 in contanti
  • Online, seguendo le istruzioni al link

http://www.gam.milano.it/lassociazione/modalita-e-quote-discrizione/

L’intero Programma delle Attività Invernali sarà presentato in sede Via Merlo 3 Milano

GIOVEDI’ 17 NOVEMBRE h. 22

 La serata sarà accompagnata da chiacchiere vino castagne e…..tessere 2023!!!!

Inoltre chiediamo a Tutti di

SOSTENERE IL GAM

donando il proprio                               5×1000

Indicate il C.F. 97005410150 sulla vostra dichiarazione dei redditi!!!! Questo fondo sarà devoluto a Progetti di interesse sociale: nel 2022 abbiamo dato vita al Progetto         “SENTIERI- UN CAMMINO per CRESCERE INSIEME”

in collaborazione con il Centro per Giovani di Comunità Nova abbiamo portato in montagna ragazzi che prima non si erano mai avvicinati a questo mondo. L’esperienza è stata molto positiva e generato nuove passioni nei partecipanti. Un grazie immenso agli istruttori della FALC che hanno reso possibile avvicinare i ragazzi all’arrampicata.

VENERDI’ 2 dicembre h 19 in sede GAM ci sarà una serata di festa di chiusura del Progetto con la presenza dei partecipanti.

FESTA di NATALE

Cari Soci, quest’anno torna la bella e tradizionale Festa di Natale GAM, una splendida occasione per incontrarci, scambiarci affettuosi auguri e condividere piatti succulenti. La festa si terrà il: 15 dicembre dalle 20 in poi. Solitamente festeggiamo la fedeltà dei nostri soci 50ennale e 25ennale ma il 2022 ahimè ne è privo speriamo di poter riprendere questo importante riconoscimento l’anno prossimo.

 QUOTE ASSOCIATIVE GAM e QUOTE ASSOCIATIVE CAI Milano 2023

SOCIO QUOTA GAM €

 

QUOTA CAI € Spedizione + nuovo socio €
ORDINARIO (dai 18 anni) 23 57* 1 + 4
VETERANI dai 65 anni con almeno 10 anni di anzianità Gam 15 57* 1
FAMILIARI conviventi 8 32* 1 + 4
JUNIORES (fino a 17 anni) 8 32* 1 + 4
SOSTENITORE 40
SOCIO ad HONOREM ( 50 anni di anzianità Gam) Contributo volontario

* aggiunta di € 4,60 per estensione dei massimali infortuni

E’ possibile associarsi al GAM e/o al CAI Milano

con bonifico sul c/c del GAM MPS IBAN: IT62D0103001654000061104572 causale: Cognome Nome quota 2023 + € 1 per la spedizione postale a casa. I nuovi soci dovranno compilare i moduli di iscrizione al link: http://www.gam.milano.it/wp-content/uploads/2012/01/Modulo-iscrizione-GAM-1.pdf e/o al link: http://www.gam.milano.it/wp-content/uploads/2012/01/modulo-nuova-iscrizione-socio-ordinario.pdf i moduli devono essere scaricati su computer, compilati e rispediti a GAM via mail: gam.milano0@gmail.com

NEW!!!!!!!

IN SETTIMANA…….ESCURSIONISMO!

E’ nata una nuova sezione GAM!!! Quella dell’escursionismo infrasettimanale grazie alla disponibilità del nostro Vice-presidente Enzo De Simone. Le attività proposte non sono rivolte esclusivamente a pensionati o anziani……anzi la nostra intenzione è di rivolgerci a tutti coloro che amano andare in montagna lontano dagli schiamazzi del weekend per godersi la natura e il piacere di camminare fino in fondo!!

Le proposte verranno comunicate con la newsletter settimanale, referente delle proposte è Enzo De Simone mail: desimone.vds@gmail.com

25 OTTOBRE (in caso di condizioni meteo avverse, la gita verrà spostata al 26 o 27 ottobre, o annullata e sostituita con altra gita)

PIZZO PRADELLA M. 2.626

DIFFICOLTA’: EE

DISLIVELLO TOTALE: m. 1.500

2 NOVEMBRE (in caso di condizioni meteo avverse, la gita verrà spostata al 3 novembre, o annullata e sostituita con altra gita)

PUNTA LAZONEY M. 2.579 – ANELLO

DIFFICOLTA’: EE

DISLIVELLO TOTALE: m. 1.150

8 NOVEMBRE (in caso di condizioni meteo avverse, la gita verrà spostata al 9 o 10 novembre, o annullata e sostituita con altra gita)

 IRGILIHORN M. 2.461 – TSCHAWINERHORN M. 2.496

DIFFICOLTA’: EE

DISLIVELLO TOTALE: m. 1.100

15 NOVEMBRE (in caso di condizioni meteo avverse, la gita verrà spostata al 16 o 17 novembre, o annullata e sostituita con altra gita)

IL CIMONE M. 2.450 – ANELLO

22 NOVEMBRE (in caso di condizioni meteo avverse, la gita verrà spostata al 23 o 24 novembre, o annullata e sostituita con altra gita)

PUNTA DEL CRAVILE M. 2.392 – ANELLO

DIFFICOLTA’: EE

DISLIVELLO TOTALE: m. 1.050

 30 NOVEMBRE (in caso di condizioni meteo avverse, la gita verrà spostata al 1 dicembre, o annullata e sostituita con altra gita)

PUNTA SELLA M. 2.313 – ANELLO

DIFFICOLTA’: EE

DISLIVELLO TOTALE: m. 1.33

ESCURSIONISMO INVERNALE

Camminare sulla neve

Referenti GAM per questo programma: Cristina Mazzetti mail: mazzetticristina1@gmail.com e Gemma Assante mail: gemma.assante2017@gmail.com

sabato 5 novembre                       VAL VARRONE RIF. CASERA

Alla fine della Valsassina e dominata dall’imponente Monte Legnone.

Dislivello 900mt (ca); Difficoltà: E; Capogita: Cristina Mazzetti

 sabato 12 novembre         MONTE (2152m) RIFUGIO e COLOMBÈ (1710m).

Siamo in Val Camonica, in partenza da Paspardo (1000m). Disl. 700/1000m: Diff. E. Capogita: Cristina Mazzetti

sabato 26 novembre 2022               RIALE (Val Formazza)

Alla fine del Lago di Morasco. Itinerario ad anello di circa 9 Km Disl. 200m. Difficoltà: T. Capogita: Gemma Assante

sabato 3-dicembre                  RIFUGIO ALPE PIAZZA da Albaredo

Siamo in Valtellina, nella Valle del Bitto da percorrere c/ciaspole o senza (a seconda dell’innevamento. Disl. 400m; Diff. E. Capogita: Cristina Mazzetti

7-11 dicembre                      SANT’AMBROGIO in SELLRAINTALL

Nel cuore del Tirolo austriaco c’è una valle 5 giorni nel frastagliato, scosceso, romantico paesaggio d’alta montagna della Sellraintal. Faremo gite con gli amici scialpinisti e/o in autonomia.

sabato 17 dicembre                     VAL ROSEG:

da PONTRESINA all’Hotel ROSEG GLetscher.

 Nella bella e assolata Engadina. Lunghezza a/r: 14 km. Disl. 400m.Difficoltà T. Capogita: Gemma Assante

 domenica 15 gennaio             VAL DI MELLO “PICCOLA YOSEMITE”

Incantevole meta anche invernale, partendo da San Martino ci addentriamo nella val Masino con o senza ciaspole a seconda dell’innevamento. Disl: 350m. Diff. E Capo gita: Cristina Mazzetti

sabato 21 gennaio                  SAN BERNARDINO – Percorso del Passo.

Partiremo dal Villaggio di San Bernardino, passiamo dalle Fonti e raggiungiamo il Passo. Lunghezza: 11 km. Disl.: 580m. Diff.: T/E. Capogita: Gemma Assante

Le destinazioni possono subire modifiche in base al meteo e all’innevamento.

Per essere informati leggete la newsletter settimanale ai Soci e Simpatizzanti.

SCIALPINISMO

 Referente GAM per le uscite di scialpinismo: Paolo Cesa Bianchi mail: p.cesabianchi@sacebi.com cell. 335 261795

7-11 dicembre           SANT’AMBROGIO in SELLRAINTALL     scialpinismo

Nel cuore del Tirolo austriaco c’è una valle incontaminata ideale per iniziare a pellare. 5 giorni nel frastagliato, scosceso, romantico paesaggio d’alta montagna della Sellraintal.

Classificazione: MS/BS  Dislivelli: 1000m  Capogita: Paolo Cesa Bianchi

17 dicembre             PIZZO OLANO 2267m                          scialpinismo

Panoramica cima nel parco delle Orobie Valtellinesi, da Corte in Val Gerola

Classificazione: MS dislivello: 1250m  Capogita: Claudio Crespi

15 gennaio                   MONT COLMETT 3026m                 scialpinismo

                                      GITA del CENTENARIO GAM

Bell’itinerario poco frequentato in un angolo poco battuto della valle di La Thuile. Gita completa con tratti molto ripidi. La vista dalla cima è grandiosa

Classificazione: BS  dislivello:1300m  Capogita: Paolo Cesa Bianchi

 21 gennaio                 SCATTA d’OROGNA 2466m           ciaspole

Bellissima gita in Val d’Ossola, da Alpe Devero gioiello di rara bellezza incastonata tra le cime delle Alpi Lepontine

Classificazione: MR dislivello: 1000m  Capogita: Ferdinando Viganò

29 gennaio                     MONTE ROSSO 2374m              scialpinismo

Escursione nelle alpi biellesi. Una gita molto varia che offre due interessanti possibilità di discesa

Classificazione: MS  dislivello: 1200m  Capogita: Paolo Cesa Bianchi

 Le destinazioni possono subire modifiche in base al meteo e all’innevamento.

Per essere informati leggete la newsletter settimanale ai Soci e Simpatizzanti.

 

I CORSI del GAM con LUCA & VALENTINA guide alpine

Referente GAM per le iscrizioni: MICHELE CARDILLO   mail: michele_cardillo@hotmail.it

Cell: 3392069657

  • Con gli sci su neve libera: CORSO di SCIALPINISMO (SA1)

Per apprendere e perfezionare le tecniche per una pratica sicura ed autonoma di questa disciplina. Lo sci alpinismo non è solo discesa in neve fresca ed ebrezza della velocità. E’ molto di più: uno strumento per visitare il mondo della Montagna quando indossa il suo vestito più scintillante.

Periodo: Gennaio – Marzo 2023

PROGRAMMA:

Uscite

28 gennaio Tecnica di discesa fuoripista
con utilizzo degli impianti di risalita

5 febbraio Tecniche di salita Esercitazione ARVA

19 febbraio Gita

5 marzo  Gita

11-12 marzo Gita con pernottamento in rifugio

Lezioni teoriche

12 gennaio Neve, valanghe e sicurezza

26 gennaio Carte topografiche e uso GPS

16 febbraio Pianificazione della gita

Il Programma completo con le istruzioni per l’iscrizione al link:         http://www.gam.milano.it/attivita/corso-di-scialpinismo/

SERATE IN SEDE

Sono riprese le nostre belle serate sociali !!!!!

La sede GAM è aperta come segreteria negli orari:

  • LUNEDI’   h 18- 19:30
  • GIOVEDI’ h 21- 22:30

3 novembre h 21              CONSIGLIO DIRETTIVO

In vista del prossimo rinnovo delle cariche istituzionali del GAM, tutti i soci interessati sono invitati a partecipare. La serata è anche un’occasione di incontro dopo un così lungo periodo di lontananza……

17 novembre h 21                        TESSERAMENTO & PRESENTAZIONE DEI     PROGRAMMI    INVERNALI

Soci e simpatizzanti sono invitati a una serata di incontro per conoscere le prossime iniziative, per scambiare saluti e chiacchiere e per TESSERARSI…. in compagnia di un bicchiere di buon vino

Tutte le informazioni al link: http://www.gam.milano.it/attivita/presentazione-dei-programmi-invernali/

24 novembre h 18                        FESTA del TREK in POLLINO

Tutti i soci sono invitati a partecipare e a condividere piatti e pietanze succulente

30 novembre h 21                        CONSIGLIO DIRETTIVO

In vista del prossimo rinnovo delle cariche istituzionali del GAM, tutti i soci interessati sono invitati a partecipare. La serata è anche un’occasione di incontro dopo un così lungo periodo di lontananza……

2 dicembre h 19                FESTA di chiusura del PROGETTO

“ SENTIERI- UN CAMMINO per crescere

Saranno presenti i ragazzi del Centro Giovani che hanno partecipato al Progetto, gli educatori del Centro e gli istruttori della FALC che hanno permesso la realizzazione al Progetto.

Tutti i soci sono invitati a partecipare!!!!! Non mancate……

SEGUICI SU FACEBOOK

 Il GAM è presente, oltre che sul suo sito tradizionale, anche su Facebook. Ricerca la pagina “GAM – Gruppo Amici della Montagna” e diventa follower cliccando su “segui” posto a destra del nome. Guarda e condividi le nostre iniziative e le foto delle nostre gite!

BACHECA delle OCCASIONI

Cedo tutta la mia attrezzatura di scialpinismo: Sci Dynafit 163 cm-Attacchini Diamir-Rampanti Traxion-Pelli Pomoca-Scarponi Dynafit One 27,5 cm-Bastoni retrattili Leki.

Per contatti: Emilio Toia cell. 3337892588 mail emilio.toja@gmail.com

Il GAM AFFITTA la sua bella sede rinnovata ai Soci per attività personali durante le ore diurne. La tariffa varia a seconda della durata dell’utilizzo da € 50 a €150 (+ IVA) da concordare con il CD

Chi è interessato può scrivere a: gam.milano0@gmail.com

 

Notiziario G.A.M. – N. 5 – NOVEMBRE-DICEMBRE2022 – Pubblicato il giorno 6.11.2022

Pubblicato dal GRUPPO AMICI della MONTAGNA Sottosezione del C.A.I. Milano

Via G.B.Merlo, 3 – 20122 MILANO – e-mail: gam.milano0@gmail.com    http://www.gam.milano.it

Programma escursionismo invernale

PROGRAMMA DI

ESCURSIONISMO iNVERNALE 2022-2023

 

 

sabato 5 novembre                     VAL VARRONE RIF. CASERA

Alla fine della Valsassina e dominata dall’imponente Monte Legnone.

Dislivello 900mt (ca); Difficoltà: E; Capogita: Cristina Mazzetti

sabato 12 novembre                 MONTE (2152m) RIFUGIO e COLOMBÈ (1710m).

Siamo in Val Camonica, in partenza da Paspardo (1000m). Disl. 700/1000m: Diff. E. Capogita: Cristina Mazzetti

sabato 26 novembre 2022          RIALE (Val Formazza)

alla fine del Lago di Morasco. Itinerario ad anello di circa 9 Km Disl. 200m. Difficoltà: T. Capogita: Gemma Assante

sabato 3 dicembre               RIFUGIO ALPE PIAZZA da Albaredo

Siamo in Valtellina, nella Valle del Bitto da percorrere c/ciaspole o senza (a seconda dell’innevamento. Disl. 400m; Diff. E. Capogita: Cristina Mazzetti

 7-11 dicembre            SANT’AMBROGIO in SELLRAINTALL

Nel cuore del Tirolo austriaco c’è una valle 5 giorni nel frastagliato, scosceso, romantico paesaggio d’alta montagna della Sellraintal. Faremo gite con gli amici scialpinisti e/o in autonomia.

sabato 17 dicembre  VAL ROSEG: da PONTRESINA all’Hotel ROSEG GLetscher.

 Nella bella e assolata Engadina. Lunghezza a/r: 14 km. Disl. 400m.Difficoltà T. Capogita: Gemma Assante

 domenica 15 gennaio           VAL DI MELLO “PICCOLA YOSEMITE”

 Incantevole meta anche invernale, partendo da San Martino ci addentriamo nella val Masino con o senza ciaspole a seconda dell’innevamento. Disl: 350m. Diff. E Capo gita: Cristina Mazzetti

sabato 21 gennaio                SAN BERNARDINO – Percorso del Passo.

Partiremo dal Villaggio di San Bernardino, passiamo dalle Fonti e raggiungiamo il Passo. Lunghezza: 11 km. Disl.: 580m. Diff.: T/E. Capogita: Gemma Assante

4-5 febbraio                         WE in VAL DI REZZALO al ‘RIF. LA BAITA’

 Dal parcheggio di Fumero (1480m), in prossimità di Sondalo (SO), si raggiunge il rifugio con 1h di cammino. Domenica ciaspolata in zona (Laghetti di Pollore 2350m). Capo gita: Cristina Mazzetti

sabato 11 sabato                  Da COGNE a CHAMPLONG.

 Diverse possibilità di passeggiare e/o ciaspolare alle porte del Parco nazionale del Gran Paradiso  Lunghezza: 6 km. Disl.: 130m. Diff.: T/E. Capogita: Cristina Mazzetti

 23-26 febbraio CARNEVALE in CARNIA

con gli scialpinisti a Forni di Sopra, porta del Parco Naturale delle Alpi Friulane tra borghi autentici e perle alpine

sabato 4 marzo                   ST. BARTHELEMY

Al centro della Valle d’Aosta. Percorreremo la balconata sino al Bosco Alpe Tsa de Fontaney su percorso facile, sicuro e panoramico. Lunghezza: 5.5km. Disl. 270m. Diff.E/T Capogita: Gemma Assante

 sabato 18 marzo               CIMA DEI SILTRI DA SAN SIMONE

anello per la Forcella Rossa. Dal piazzale degli impianti di Foppolo (Val Brembana) risaliamo verso il Passo e poi in vetta. Difficoltà MR. Disl. 575m. Capogita: Gemma Assante

 Il programma dettagliato di ogni iniziativa comprendente orari, quote e dettagli della gita, sarà visibile sul sito del GAM e comunicato tramite la newsletter settimanale.

Le uscite sono organizzate con auto private dividendo il costo del viaggio tra i membri dell’equipaggio con esclusione del proprietario del mezzo.

NEL CASO DI GITA IN PULMAN, L’ISCRIZIONE è VALIDA SOLO CON IL VERSAMENTO DELLA QUOTA INTERA ENTRO IL MARTEDI ANTECEDENTE LA GITA. Il rimborso viene effettuato solo in caso di annullamento.

L’uso delle ciaspole dipende dall’ innevamento e dalle condizioni della neve. Per la partecipazione alle gite è obbligatoria l’iscrizione al C.A.I. e l’uso di ARTVA, pala, sonda in qualsiasi area innevata diversa dalle aree sciabili attrezzate e dai percorsi preparati e controllati.

Noleggio set ARVA, sonda, pala: 10 € /day.

In alternativa sono consigliati i ramponcini da montare sugli scarponi

La meta può subire modifiche secondo innevamento e condizioni di sicurezza

 

CLASSIFICAZIONE DIFFICOLTÀ
EAI/T Escursionismo in ambiente innevato/Turistico

percorsi evidenti e riconoscibili, con facili vie di accesso, di fondo valle o in zone boschive non impervie o su crinali aperti e poco esposti, con dislivelli e difficoltà generalmente contenuti che garantiscono sicurezza di percorribilità.

MR Medi racchettatori

 

NORME PER LA PARTECIPAZIONE A GITE GAM

 

  1. Le iscrizioni alle gite si ricevono direttamente dal Capogita. Le iscrizioni sono valide con il pagamento delle quote stabilite. Le iscrizioni eccedenti la disponibilità dei posti vengono messe in lista d’attesa per eventuali sostituzioni.

 

  1. Lo scopo delle gite sociali è quello di condurre tutti i partecipanti alla meta. L’andatura sarà quindi adatta a mantenere il gruppo sufficientemente compatto pur tenendo conto dei tempi tecnici necessari al normale svolgimento della gita. Ne consegue che i direttori di gita, a loro insindacabile giudizio, possono non accettare l’iscrizione di chi non è ritenuto idoneo.

 

  1. Per quanto riguarda la rinuncia si precisa che, a meno che il rinunciatario proponga un sostituto:

– per le gite giornaliere: la quota di partecipazione è interamente dovuta.

– per le gite di più giorni: è trattenuta la caparra e richiesta la quota di soggiorno nella misura eventualmente addebitata dall’albergatore.

 

  1. I Direttori di gita sono volontari che agiscono come accompagnatori non professionali. Essi guidano la comitiva nell’esecuzione, curano il rispetto degli orari, la situazione dei posti, dei pernottamenti e tutto quanto sia utile al buon andamento della gita. I Direttori di gita hanno la facoltà di sospendere o modificare la gita nel caso in cui le condizioni atmosferiche, di innevamento o la situazione contingente siano tali da non garantire le normali norme di sicurezza. Durante il percorso essi stabiliscono le soste opportune e assumono le decisioni adeguate in ordine a coloro che fossero in difficoltà a proseguire.

 

  1. I partecipanti, che devono essere a perfetta conoscenza delle caratteristiche della gita apparse sul Sito, hanno l’obbligo di attenersi alle disposizioni dei Direttori di gita e di portare l’attrezzatura richiesta dal programma. Il possesso dell’attrezzatura fa supporre che se ne conosca l’uso. I partecipanti devono essere disposti a collaborare per il trasporto di materiale comune (corde, o altro). Nessuno dei partecipanti, se non espressamente autorizzato, dovrà sopravanzare i Direttori di gita o rimanere arretrato.

 

  1. Nel caso di gite sci-alpinistiche è obbligatorio il possesso dell’ARVA con frequenza di 457 kHz, il cui funzionamento sarà controllato all’inizio della gita. E’ inoltre richiesto che ciascun partecipante sia munito di pala e sonda. Entrambi questi strumenti possono essere noleggiati, in numero limitato, presso il GAM. In occasione di gite, i Direttori di gita organizzeranno prove pratiche di ricerca con ARVA cui tutti, con spirito di solidarietà, dovranno partecipare per impratichirsi su come portare soccorso in tempo utile.

 

  1. Gli orari di partenza previsti sono tassativi. Nel caso in cui fosse necessario modificare l’orario di ritorno i Direttori di gita lo comunicheranno per tempo a tutti i partecipanti.

 

  1. L’iscrizione alla gita comporta la totale accettazione delle presenti norme.

L’ATTENERSI ALLE REGOLE FACILITA LA GITA, LA RENDE PIÙ PIACEVOLE PER TUTTI E SOPRATTUTTO PIÙ SICURA.

 

 

Programma scialpinismo 2022-23

PROGRAMMA DI

SCIALPINISMO & CIASPOLE 2022-2023

 VolantinoProgrSciAlp22-23

7-11 dicembre           SANT’AMBROGIO in SELLRAINTALL     scialpinismo

Nel cuore del Tirolo austriaco c’è una valle incontaminata ideale per iniziare a pellare. 5 giorni nel frastagliato, scosceso, romantico paesaggio d’alta montagna della Sellraintal.

Classificazione: MS/BS  Dislivelli: 1000m   Capogita: Paolo Cesa Bianchi

17 dicembre             PIZZO OLANO 2267m                    scialpinismo

Panoramica cima nel parco delle Orobie Valtellinesi, da Corte in Val Gerola

Classificazione: MS dislivello: 1250m  Capogita: Claudio Crespi

15 gennaio                MONT COLMETT 3026m                 scialpinismo

                                   GITA del CENTENARIO GAM

Bell’itinerario poco frequentato in un angolo poco battuto della valle di La Thuile. Gita completa con tratti molto ripidi. La vista dalla cima è grandiosa

Classificazione: BS  dislivello:1300m   Capogita: Paolo Cesa Bianchi

 21 gennaio                     SCATTA d’OROGNA 2466m         ciaspole

Bellissima gita in Val d’Ossola, da Alpe Devero gioiello di rara bellezza incastonata tra le cime delle Alpi Lepontine

Classificazione: MR  dislivello: 1000m   Capogita: Ferdinando Viganò

29 gennaio                  MONTE ROSSO 2374m                    scialpinismo

 

Escursione nelle alpi biellesi. Una gita molto varia che offre due interessanti possibilità di discesa

Classificazione: MS  dislivello: 1200m  Capogita: Paolo Cesa Bianchi

 12 febbraio                SIRWOLTENHORN 2845m                scialpinismo

Itinerario molto piacevole in Val Divedro, Passo del Sempione. Offre un notevole panorama ancor prima di arrivare in vetta

Classificazione: BS  dislivello: 1080m   Capogita: Alessandro Barin

18 febbraio                CIMA dei LUPI 2415m                        ciaspole

 

In Val Tartano si risale la Val Lunga fino a raggiungere la larga e pianeggiante cima

Classificazione: MR  dislivello: 1100m   Capogita: Ferdinando Viganò

 

23-26 febbraio           CARNEVALE in CARNIA                scialpinismo

A Forni di Sopra, porta del Parco Naturale delle Alpi Friulane tra borghi autentici e perle alpine

Classificazione: BS  dislivelli: 1000-1100m  Capogita: Max Aicardi

11-12 marzo               MONTE ADAMELLO 3539m        scialpinismo

E’ la cima principale delle Alpi Retiche in Lombardia (Val Camonica), salita tecnicamente facile ma difficile per la vastità del ghiacciaio

Classificazione: BSA  dislivello complessivo: 1600m   Capigita: Chiara Annibale, Alessandro Barin

24-25 marzo               MONT GELE’ 3518m                   scialpinismo

Panoramica montagna posta al confine tra la Svizzera e l’Italia appare come un pilastro. Il versante italiano è collocato nella valdostana Valpelline ed è ricoperta da ghiacciaio

Classificazione: BS   dislivello complessivo: 1800m  Capogita: Paolo Cesa Bianchi

 1-2 aprile                  3 COLLI de l’ARGENTIERE 3323m     scialpinismo

Da Chardonet super classica scialpinistica del Monte Bianco e superbo itinerario nei bacini glaciali dell’Argeniere.

Classificazione: BSA  dislivello complessivo: 1100m   Capogita: Paolo Cesa Bianchi

15 aprile                     PUNTA de l’UJA 2727m                   ciaspole

Da Locana nella Valle dell’Orco, il percorso si snoda prima su antiche mulattiere per poi entrare in boschi suggestivi e ripide salite.

Classificazione: MR  dislivello: 1200m   Capogita: Ferdinando Viganò

22-25 aprile               FINSTERAARHORN 4274m           scialpinismo

4 giorni nell’ Oberland bernese con salita alla sua cima più alta oltre al Louwinhorn e Wyssnollen

Classificazione: OSA  dislivelli: 1200m   Capogita: Paolo Cesa Bianchi

6-7 maggio       PIZZO di LAGO SPALMO 3262m          scialpinismo

Da Arnoga lungo la Val Viola nelle Alpi Retiche (Lombardia). Gita bella e piacevole con itinerario classico molto vario e tecnico

Classificazione: BSA+    dislivello complessivo: 1450m    Capogita: Alessandro Barin

13 maggio          PIZZO TAMBO’ 3278m                        ciaspole

Dal Passo dello Spluga di cui rappresenta il tetto il Pizzo rende le Alpi Lepontine orgogliose. La buona accessibilità e il panorama eccezionale la rendono una gita molto ambita.

Classificazione: BRA/ F+   dislivello: 1200m   Capogita: Ferdinando Viganò

20-21maggio         MONT VELAN 3722m                 scialpinismo

E’ una cima delle Alpi Pennine tra la Val d’Aosta e il Canton Vallese. Lo saliremo da nord ovest dove presenta un modesto ghiacciaio.

Classificazione: BSA   dislivello complessivo: 2150m   Capogita: Paolo Cesa Bianchi

2-4 giugno              AI PIEDI del GRAN COMBIN        scialpinismo

Tra le cime più elevate delle Alpi Pennine e il Monte Bianco si erge questo massiccio isolato di cui noi ne esploreremo una parte. Tournelon Blanc e Petit Combin

Classificazione: BS    dislivelli: 1200m     Capogita: Paolo Cesa Bianchi

15 giugno               GRAN CENA di FINE STAGIONE

Grande serata di condivisione delle avventure vissute nella splendida cornice del locale che ci verrà proposto dal Gourmet scialpino Giovanni Foti

Il Programma può subire variazioni in base alle condizioni nivologiche e/o metereologiche.

 Le descrizioni dettagliate saranno pubblicate settimanalmente sul sito GAM: http://gam.milano.it

 Per informazioni:

Scialpinismo: Paolo Cesa Bianchi   cell: 335 261795

mail: p.cesabianchi@sacebi.com

Ciaspole: Ferdinando Viganò   cell: 393 9012151

mail: vferdinando@libero.it

                                                                     

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

NORME PER LA PARTECIPAZIONE A GITE GAM

 

  1. Le iscrizioni alle gite si ricevono direttamente dal Capogita. Le iscrizioni sono valide con il pagamento delle quote stabilite. Le iscrizioni eccedenti la disponibilità dei posti vengono messe in lista d’attesa per eventuali sostituzioni.

 

  1. Lo scopo delle gite sociali è quello di condurre tutti i partecipanti alla meta. L’andatura sarà quindi adatta a mantenere il gruppo sufficientemente compatto pur tenendo conto dei tempi tecnici necessari al normale svolgimento della gita. Ne consegue che i direttori di gita, a loro insindacabile giudizio, possono non accettare l’iscrizione di chi non è ritenuto idoneo.

 

  1. Per quanto riguarda la rinuncia si precisa che, a meno che il rinunciatario proponga un sostituto:

– per le gite giornaliere: la quota di partecipazione è interamente dovuta.

– per le gite di più giorni: è trattenuta la caparra e richiesta la quota di soggiorno nella misura eventualmente addebitata dall’albergatore.

 

  1. I Direttori di gita sono volontari che agiscono come accompagnatori non professionali. Essi guidano la comitiva nell’esecuzione, curano il rispetto degli orari, la situazione dei posti, dei pernottamenti e tutto quanto sia utile al buon andamento della gita. I Direttori di gita hanno la facoltà di sospendere o modificare la gita nel caso in cui le condizioni atmosferiche, di innevamento o la situazione contingente siano tali da non garantire le normali norme di sicurezza. Durante il percorso essi stabiliscono le soste opportune e assumono le decisioni adeguate in ordine a coloro che fossero in difficoltà a proseguire.

 

  1. I partecipanti, che devono essere a perfetta conoscenza delle caratteristiche della gita apparse sul Sito, hanno l’obbligo di attenersi alle disposizioni dei Direttori di gita e di portare l’attrezzatura richiesta dal programma. Il possesso dell’attrezzatura fa supporre che se ne conosca l’uso. I partecipanti devono essere disposti a collaborare per il trasporto di materiale comune (corde, o altro). Nessuno dei partecipanti, se non espressamente autorizzato, dovrà sopravanzare i Direttori di gita o rimanere arretrato.

 

  1. Nel caso di gite sci-alpinistiche è obbligatorio il possesso dell’ARVA con frequenza di 457 kHz, il cui funzionamento sarà controllato all’inizio della gita. E’ inoltre richiesto che ciascun partecipante sia munito di pala e sonda. Entrambi questi strumenti possono essere noleggiati, in numero limitato, presso il GAM. In occasione di gite, i Direttori di gita organizzeranno prove pratiche di ricerca con ARVA cui tutti, con spirito di solidarietà, dovranno partecipare per impratichirsi su come portare soccorso in tempo utile.

 

  1. Gli orari di partenza previsti sono tassativi. Nel caso in cui fosse necessario modificare l’orario di ritorno i Direttori di gita lo comunicheranno per tempo a tutti i partecipanti.

 

  1. L’iscrizione alla gita comporta la totale accettazione delle presenti norme.

L’ATTENERSI ALLE REGOLE FACILITA LA GITA, LA RENDE PIÙ PIACEVOLE PER TUTTI E SOPRATTUTTO PIÙ SICURA.

Progetto Sentieri-Le gite

MANIFESTAZIONI SOCIALI

 

Progetto “SENTIERI-UN CAMMINO per CRESCERE INSIEME

Il Progetto prevede 3 gite: la prima facile di avvicinamento alla montagna di 1 giorno al Monte Sodadura. E’ stata fatta il 12 giugno con la partecipazione di 12 ragazzi

La seconda gita in programma si è svolta su 2 giorni il 9-10 luglio presso il Rifugio Trona Soliva e ha permesso ai ragazzi di avvicinarsi all’arrampicata grazie alla facile parete presente in loco e agli istruttori della FALC che hanno offerto la loro assistenza. Un grazie speciale anche ai gestori del rifugio che per rendere possibile il programma hanno sistemato la parete con nuovi ancoraggi.

Il Centro x Giovani ci dice:

Ancora un grande grazie a GAM e FALC per la splendida gita! Al centro CxG tutti e tutte gasati a sfogliare le foto! Per la prossima non sarà semplice valutare chi selezionare.

 Alcuni contributi dai volantari GAM che hanno partecipato alle uscite….

Ferdinando Viganò racconta:

Come ho già forse detto l’idea di portare in montagna i ragazzi del CxG è nata sentendo parlare mio figlio delle loro attività con i ragazzi e in occasioni diverse avendo conosciuto qualche Educatore del CxG.

Chi cominciando ad andare in montagna scopre di non poterne fare a meno vorrebbe che tutti la frequentassero per scoprire come…. “ti apre la testa” (citazione di uno dei ragazzi)  e cosi anche per il cuore facendoti scoprire valori dimenticati per cose che noi “metroopolitani” davamo per scontate o non più percepibili.

In queste due uscite le emozioni provate e le risposte alla domanda che fanno in tanti, ma chi te lo fa fare, sono state molte e diverse dal solito, come tra l’altro sono state molte le domande che hanno fatto i ragazzi e che non sempre hanno trovato risposte, anche perché erano domande dimenticate o mai chieste. Credo che il titolo del progetto sia molto ambizioso e che con queste prime uscite ci sia stata la conferma che è possibile realizzare se si riesce a dare continuità, le condizioni per fare crescere noi e i ragazzi ci sono tutte e le ho viste nella passione e nei sorrisi degli Educatori, dei ragazzi e nei volontari, ai soci GAM e a quelli della FALC e al Centro per Giovani dico grazie per aver reso possibile a tutti noi una grandissima e non scontata esperienza.

Michele Cardillo racconta:

Non pensavo che ci fossero cose più belle dell’andare in montagna ma poi ho scoperto che trasmettere questa passione da ancora più soddisfazione e l’ho imparato grazie al Gam. Portare dei ragazzi così giovani a scoprirla te la fa vedere però sotto un’altra luce: vedi la vera libertà nel loro immergersi in questo nuovo contesto, mi riportano alle mie prime esperienze ai campi estivi tra i monti. Le iniziali fatiche e lamentele per la salita ed il caldo si trasformano in supporto per chi è più in difficoltà ed in obiettivi da raggiungere per i più determinati; il gruppo, gli amici, l’unità d’intenti fanno la differenza.

Nessuna rete, nessuna tecnologia, niente “tacche” sui telefoni cellulari, si fa un tuffo nel passato.

Ed ecco cosa ho visto in questi ragazzi con cui ho condiviso due giorni speciali in Val Gerola: unione, spirito di sacrificio, condivisione, la voglia ed il coraggio di mettersi in discussione, di esplorare, di conoscere esperimentare nuove attività, di accettare il fallimento e riprovare per festeggiare il successo dopo la paura, la loro nuova visione delle cose sotto altre prospettive, un nuovo modo di approcciare la vita.
Ma soprattutto i loro occhi gonfi di gioia.
Ecco perché faccio il volontario.
Alla prossima!

In Settimana….

IN SETTIMANA….

ESCURSIONISMO

In Settimana è la nuova proposta GAM!! Per il momento prevede gite di escursionismo ma la nostra intenzione è di estenderla anche al cicloturismo, scialpinismo e…….ampio spazio alle iniziative dei soci!!

Qui le proposte per il mese di ottobre-novembre  

25 ottobre (in caso di condizioni meteo avverse, la gita verrà spostata al 19 o 20 giugno)

PIZZO PRADELLA M. 2.626

PARTENZA: Bortolotti (Valgoglio)

Da Bergamo si percorre la Val Seriana fino a Gromo dove si svolta a destra e in 4 km si raggiunge Valgoglio. Da qui seguire le indicazioni per la località Bortolotti, che si raggiunge per una stretta strada asfaltata. Si può posteggiare nei pochi posti gratuiti, oppure in due ampi parcheggi a pagamento, uno sotto il Bar 5 Laghi, un altro poco sopra in località Becc.
Sosta a pagamento 5 euro al giorno, utilizzabili solo monete per il pagamento

Da Bortolotti seguire il sentiero per il rifugio Lago Nero e il Lago d’Aviasco fino a quando, poco prima di quest’ultimo, evidenti indicazioni ci portano a sinistra a percorrere un camminamento artificiale realizzato per la manutenzione degli impianti idroelettrici.
Poco dopo ad un bivio a destra ci si immette in un evidente vallone il cui fondo dopo un po’ si abbandona per salire a sinistra in direzione della piramide finale della nostra metà.
Si raggiunge infine la cresta che si segue senza alcuna difficoltà fino a pochi metri da un’anticima.
A questo punto il sentiero taglia in maniera esposta sotto di essa per dirigersi verso lo sbocco del canale che la separa dalla massima elevazione. Successivamente si supera un brevissimo salto roccioso per poi proseguire ancora per pochi metri su una cengia.
Questo tratto delicato è interamente attrezzato con cavi.
Si risale il breve pendio finale dapprima su sentierino ripido e poi arrampicando sulle ultime roccette (I, esposto) si tocca la croce di vetta; è presente anche in questo tratto un cavo che però risulta più d’impaccio che altro.

RITROVO: da concordarsi con i partecipanti, indicativamente ore 6.30

DIFFICOLTA’: EE

DISLIVELLO TOTALE: m. 1.500

CAPOGITA: Enzo De Simone mail: desimone.vds@gmail.com     cell: 348 6196876

ISCRIZIONE: presso il capogita

COSTO: soci GAM € 7; soci CAI € 10

2 NOVEMBRE (in caso di condizioni meteo avverse, la gita verrà spostata al 3 novembre, o annullata e sostituita con altra gita)

PUNTA LAZONEY M. 2.579 – ANELLO

PARTENZA: Niel (valle di Gressoney)

DESCRIZIONE: Da Niel si prosegue lungo la bellissima mulattiera lastricata in direzione est. Rapidamente si sale di quota raggiungendo dei prati dove si trovano le bellissime baite di Peiri, Matta e Stubin 1697 m. Poco dopo si arriva ad un ponticello di legno sul torrente, dove si trova un bivio: si continua sul sentiero n.6 a sinistra che inizia a salire ripidamente nel bosco di larici, fino ad uscirne fuori superando una pietraia. Si accede ad una zona di pascoli e quindi proseguendo sulla traccia si incontra il bivio a quota 2374 m, con a destra l’alta via n.1, che seguiremo per completare l’anello. Si continua invece a sinistra, raggiungendo in pochi istanti il Colle Lazouney 2387 m. Da questo, si abbandona l’alta via che continua nel vallone di Loo, e si continua a destra, percorrendo la dorsale ovest che ha origine dalla non lontana Punta Lazouney; si sale per terrazzi erbosi alternati a placconate di roccia, finchè si arriva nei pressi di una vasta zona caratterizzata da una placca rocciosa inclinata; qui pur essendo superabile direttamente (da evitare con terreno umido) conviene abbassarsi di qualche metro facendosi aiutare dagli ometti, per traversare dove la roccia offre più appigli; quindi si continua in piano fino ad incontrare un evidente canalino erboso, che conduce fino ad un intaglio sulla cresta a pochissimi metri dalla vetta. Qui superato un gradino roccioso elementare, si giunge all’ometto di vetta 2579 m. Per proseguire l’anello, si torna indietro al Colle Lazouney e poi al bivio sottostante dove si continua in piano verso sud, seguendo l’alta via n.1 e il sentiero 6a, che prima passa a valle del Lago di Suckie, poi poco a monte degli alpeggi Pianit e Suckie, e quindi con una serie di leggeri saliscendi raggiunge una vasta pietraia proveniente dalla Bocchetta di Niel. Il sentiero magnifico la attraversa agevolmente grazie a enormi massi disposti in piano, e quindi con una breve e ripida risalita si arriva al Colle della Mologna Grande 2348 m. Dal colle, si torna indietro di qualche metro sul versante valdostano sino a incontrare il bivio con il sentiero n.6b, che indica Niel. Dapprima dolcemente si arriva alla bella conca erbosa con il Lago dou Grekij, che si lascia a destra, quindi si continua per aperti pascoli fino alla baita Pitout Lazouney, dopodichè la discesa prosegue decisamente più ripida e diretta, puntando al fondovalle; si entra nel lariceto passando accanto ad una specie di grotta naturale, quindi dopo una lunga serie di svolte ravvicinate si incontra la mulattiera lastricata nei pressi di Schtovela 1760 m (grazioso gruppo di baite). Poco oltre si arriva al ponticello in legno già incontrato all’andata, dal quale si scende rapidamente a Niel.

RITROVO: da concordarsi con i partecipanti, indicativamente ore 6.30

DIFFICOLTA’: EE

DISLIVELLO TOTALE: m. 1.150

CAPOGITA: Enzo De Simone mail: desimone.vds@gmail.com     cell: 348 6196876

ISCRIZIONE: presso il capogita

COSTO: soci GAM € 7; soci CAI € 10

8 NOVEMBRE (in caso di condizioni meteo avverse, la gita verrà spostata al 9 o 10 novembre, o annullata e sostituita con altra gita)

IRGILIHORN M. 2.461 – TSCHAWINERHORN M. 2.496

PARTENZA: San Bernardo (Val Bognanco)

DESCRIZIONE:

Dal piazzale di San Bernardo proseguire a sinistra  per comodo sentiero seguendo le indicazioni per il Lago Ragozza (mt 1958) e il Rifugio Gattascosa(mt1993). 1h
Alle spalle del rifugio (cartello) parte la traccia che, dopo aver aggirato sulla sinistra un costolone erboso, in breve porta allo stretto valico di confine della Bocchetta di Gattascosa (mt 2158). h 1,30
Perdere poi un po’ di quota sul versante svizzero transitando sotto le pendici del Verosso così da giungere ad un laghetto e poco oltre  all’ampia conca della Val Vaira dove è adagiato il lago Tschawiner See. Portarsi in fondo al lago e raggiunto lo sbarramento della diga/lago, lo si costeggia sulla destra su sentiero evidente ma non segnato da vernice. Quasi alla fine della sponda compaiono segni bianco/rossi, la traccia esile sale ripida, a volte nascosta dalla vegetazione erbosa. Si incontra ed attraversa una zona a pietraia anche instabile, poi nuovamente ripido pendio su zolle erbose ma sempre con evidenti segni di vernice. Al Tschawinerpass  si dipartono le creste che portano alle vette rispettivamente, a sinistra al Tschawinerhorn e a destra all’Irgilihorn

RITROVO: da concordarsi con i partecipanti, indicativamente ore 6,30

DIFFICOLTA’: EE

DISLIVELLO TOTALE: m. 1.100

CAPOGITA: Enzo De Simone mail: desimone.vds@gmail.com     cell: 348 6196876

ISCRIZIONE: presso il capogita

COSTO: soci GAM € 7; soci CAI € 10

15 NOVEMBRE (in caso di condizioni meteo avverse, la gita verrà spostata al 16 o 17 novembre, o annullata e sostituita con altra gita)

IL CIMONE M. 2.450 – ANELLO

PARTENZA: Fobello (tra Valsesia e Valle Anzasca)

DESCRIZIONE: Bellissima gita sulle tracce di antiche civiltà pastorizie che ancora resistono, con vista magica sul Monte Rosa. Comodo parcheggio in località La Gazza, poco oltre Santa Maria. Dal parcheggio di La Gazza si prende il sentiero 517  fino al Colle d’Egua,  2240 m. Con percorso libero si può salire al Cimone, 2451, e poi con il sentiero 122b costeggiare la dorsale e guadagnare la Bocchetta di Striengo, uno stretto intaglio da cui si ridiscende, con il sentiero 515, a Fobello.

RITROVO: da concordarsi con i partecipanti, indicativamente ore 6.30

DIFFICOLTA’: E

DISLIVELLO TOTALE: m. 1.300

CAPOGITA: Enzo De Simone mail: desimone.vds@gmail.com     cell: 348 6196876

ISCRIZIONE: presso il capogita

COSTO: soci GAM € 7; soci CAI € 10

22 NOVEMBRE (in caso di condizioni meteo avverse, la gita verrà spostata al 23 o 24 novembre, o annullata e sostituita con altra gita)

PUNTA DEL CRAVILE M. 2.392 – ANELLO

PARTENZA: Bocchetto Sessera (Panoramica Zegna, Biella)

DESCRIZIONE: Da Biella raggiungere il Bocchetto Sessera, m. 1.382, posto sulla Panoramica Zegna, sia da Trivero sia da Campiglia Cervo. Seguire ora la poderale che, passando dall’Agriturismo Alpe Mentuccia, in circa 4 kM raggiunge le Tegge di Artignaga inf.,m. 1.380 (meglio auto abbastanza alta). Discrete possibilità di parcheggio in uno slargo poco prima dell’Alpeggio. Seguita per poche decine di metri la poderale si trova sulla sinistra l’imbocco del sentiero F1 (indicazioni per Bassa del Campo e Monte Bo. Il sentiero sale regolare con ampi tornanti raggiungendo dapprima l’Alpe la Bassa, m. 1.640, per poi giungere alla depressione erbosa della Bassa di Campo, m. 1.882. Volgere a DX (Nord) e seguire la traccia che supera la sommità erbosa della Cima delle Guardie, m. 2.006, per poi scendere alla Bassa della Cavallina, m. 1.930. In alternativa si trova sul versante Ovest della Cima delle Guardie un evidente traccia che, tagliandone tutto il pendio, raggiunge la depressione evitando la risalita di quest’ultima sommità. Dalla Bassa della Cavallina seguire la traccia segnata con tacche bianco-rosse che sale spesso piuttosto ripida fino all’anticima 2.340. La traccia ora scende leggermente per affrontare alcuni affioramenti rocciosi, attrezzati con alcune corde fisse, al cui termine un’ultima breve dorsale erbosa conduce sulla sommità, m. 2.392, caratterizzata da un grosso ometto. Ritornati alla Bassa della Cavallina volgere a SX ed imboccare il sentiero F16 che, in direzione Nord-Est conduce alla ben visibile Alpe Isolà di Sopra, m. 1.775. Qui il sentiero per un tratto si perde completamente e non si incontrano segnavia. Continuando verso valle si ritrova presto la traccia che si segue fino all’Alpe Isolà di Sotto, m. 1.531. Poco a valle si trova la strada poderale che si deve seguire, segnavia F5, fin nei pressi di un tornante verso sinistra dove si incontra la palina di inizio del sentiero F4 per le Tegge di Artignaga. Il sentiero scende ad attraversare il torrente, nei pressi di una cascata, su uno stretto ponte metallico. Con alcune perdite di quota e successiva ultima breve risalita si rientra alle Tegge di Artignaga inf.

RITROVO: da concordarsi con i partecipanti, indicativamente ore 6.30

DIFFICOLTA’: EE

DISLIVELLO TOTALE: m. 1.050

CAPOGITA: Enzo De Simone mail: desimone.vds@gmail.com     cell: 348 6196876

ISCRIZIONE: presso il capogita

COSTO: soci GAM € 7; soci CAI € 10

30 NOVEMBRE (in caso di condizioni meteo avverse, la gita verrà spostata al 1 dicembre, o annullata e sostituita con altra gita)

PUNTA SELLA M. 2.313 – ANELLO

PARTENZA: Tracciolino, Ponte sull’Elvo (Oropa, Biellese)

DESCRIZIONE: Bella escursione a quota media ma che offre nella parte alta belle vedute sulle montagne valdostane, come sulla Pianura Padana. Considerata l’esposizione molto soleggiata è preferibile effettuare l’escursione nelle mezze stagioni, anche per evitare le frequenti nebbie di calore che contraddistinguono la zona.
L’anello per la Bocchetta del Lago è ovviamente facoltativo, anche perché allunga sensibilmente il tragitto (dal Coda alla Bocchetta si impiega circa 1h 30’) ma regala un percorso in ambiente molto selvaggio, da evitare però in caso di neve (ci sono dei tratti attrezzati con corrimano e corde fisse). In questo caso vanno aggiunti circa 150 m m di dislivello in salita. Arrivando a Biella si può scegliere se salire ad Oropa passando per Favaro e da qui imboccare il Tracciolino verso sud in direzione di Graglia-Andrate, oppure se salire da Occhieppo e Graglia, per poi proseguire sul tracciolino (strada a tratti molto stretta e tortuosa) in direzione nord fino a raggiungere il Ponte sul torrente Elvo, ampio piazzale erboso dove parcheggiare. Pochi metri prima del ponte sull’Elvo 950 m circa, in direzione da Oropa si individuano i cartelli indicatori in corrispondenza di una pista sterrata che si inoltra nel vallone solcato dal torrente, indicazioni (segnavia C3) per Rifugio Coda, Monte Mucrone e altri.
Si percorre la sterrata che misura circa 2 km in buona pendenza, passando poco sotto gli alpeggi Bossola e Raja di Graglia 1138 m e raggiunge il Ponte Cabrino 1250 m, passerella in ferro che permette di attraversare il torrente Elvo.
Il sentiero lascia sulla sx il bivio per il Colle della Lace (sentiero C2), raggiunge in leggera salita l’Alpe le Piane 1310 m (passando poco sotto); dopo circa 100 metri inizia a salire verso sx lasciando a dx il sentiero C4 che continua verso l’Alpe Tura e la Bocchetta del Lago (che eventualmente si percorrerà al ritorno).
Si sale ora ripidamente nel rado bosco di faggi, passando nei pressi di una cabina idroelettrica 1420 m e poco prima di raggiungere l’Alpe Arcomune Inferiore 1568 m (che resta poco più sopra sulla sinistra). Si scende leggermente ad attraversare due ruscelli, dopodichè la salita riprende ripida e abbastanza faticosa per pascoli sino all’Alpe della Sella 1831 m. Qui una breve deviazione verso l’ometto posto sul Truc della Sella consente di godere di un notevole panorama sulla pianura biellese.
Si continua a monte dell’Alpeggio (i cartelli sono dietro) senza farsi trarre in inganno dalla traccia che prosegue a sinistra in piano. Si continua quindi sempre ripidamente tra erba e roccette ma su buon sentiero, finchè a 100 m dalla meta appare il Rifugio Coda 2280 m, raggiungibile con una serie di tornanti nel pendio erboso. Proseguendo sul retro del rifugio, seguendo l’ampio pendio, volendo si sale ancora una cinquantina di metri di dislivello e in poco tempo si raggiunge punta Sella 2313 m, piccola croce metallica. Per la discesa, con tempo a disposizione e soprattutto voglia, è possibile compiere l’anello per la Bocchetta del Lago; il sentiero C11 indicato su un masso inizia proprio dal rifugio e si dirige in direzione nord tagliando a mezza costa il pendio, fino al bivio per il Colle Sella (visibile in alto, ma che si ignora); da qui inizia un tratto di discesa tortuosa e ripida, non consigliabile con neve, fino a sotto le propaggini della cresta del Mont Mars. Si riprende poi a salire a mezza costa sfruttando dei terrazzi erbosi e delle cengie rocciose, alcune delle quali attrezzate con corde fisse utili soprattutto in caso di neve. Il percorso diventa molto ondulato con un susseguirsi di saliscendi: nella prima parte il terreno è più aspro e si incontrano numerosi passaggi con corda fissa, in seguito diventa più agevole anche se non sempre scorrevole per le numerose pietraie (stabili e di grosse dimensioni) che si attraversano. In questa zona sotto le pendici del Monte Rosso si incontrano alcuni ruscelli dove rifornirsi di acqua.
Superata una conca, si riprende a salire gradualmente fino a raggiungere la Bocchetta del Lago, 2026 m alla base del Monte Mucrone.
Qui si deve individuare il segnavia (no cartelli) del sentiero C9 che scende nel valloncello sottostante; spesso non ci sono tracce quindi è bene ricercare i segnavia che sono però piuttosto sbiaditi (utile gps o applicazioni con mappe). Raggiunta una conca solcata da ruscelli ci si mantiene sul lato destro, alternando tratti semi pianeggianti ad altri in discesa più marcata. Si passa poi nei pressi di un bell’alpeggio ristrutturato, e poi si scende più marcatamente fino a raggiungere il torrente Elvo, entrando nel rado bosco. Da qui in breve si raggiunge l’Alpe le Piane, ricollegandosi al sentiero già percorso all’andata. Non resta che tornare al Ponte sull’Elvo.

RITROVO: da concordarsi con i partecipanti, indicativamente ore 6.30

DIFFICOLTA’: EE

DISLIVELLO TOTALE: m. 1.330

CAPOGITA: Enzo De Simone mail: desimone.vds@gmail.com     cell: 348 6196876

ISCRIZIONE: presso il capogita

COSTO: soci GAM € 7; soci CAI € 10

 

Sentieri – Un cammino per crescere insieme

MANIFESTAZIONE SOCIALE- PROGETTO GAM in collaborazione con CxG e FALC 

 

SENTIERI – UN CAMMINO per CRESCERE INSIEME  

PresentazioneProgetto GAM

Il GAM propone a tutti i suoi soci e simpatizzanti un’importante iniziativa in collaborazione con il Centro Giovani di COMUNITA’ NUOVA.

Il programma di cui il GAM si fa promotore e finanziatore sarà presentato in sede con la partecipazione dei rappresentanti del Progetto.

Collaborerà alla realizzazione del Progetto la FALC, mettendo a disposizione per le attività proposte i suoi istruttori

I Soci interessati a finanziare in modo individuale il Progetto possono versare il loro contributo a GAM  banca MPS c/c  IBAN MPS IT 62 D 01030 01654 000061104572 (specificare nella causale: nome cognome  contributo Progetto Sentieri )

IMPORTANTE: per poter usufruire della detrazione fiscale per donazioni liberali a enti APS occorre fare il bonifico con l’indicazione ” donazione liberale” e nel beneficiario indicare” Gruppo Amici della Montagna APS”

Dal GAM verrà rilasciata idonea ricevuta.

SENTIERI – UN CAMMINO per CRESCERE INSIEME  

PresentazioneProgetto GAM

Il GAM propone a tutti i suoi soci e simpatizzanti un’importante iniziativa in collaborazione con il Centro Giovani di COMUNITA’ NUOVA.

Il programma di cui il GAM si fa promotore e finanziatore sarà presentato in sede con la partecipazione dei rappresentanti del Progetto.

Collaborerà alla realizzazione del Progetto la FALC, mettendo a disposizione per le attività proposte i suoi istruttori

Referente GAM per il Progetto: Ferdinando Viganò cell: 3939012151   mail: vferdinando@libero.it

SENTIERI – un cammino per crescere insieme

 

Il GAM in collaborazione con la FALC con il Centro per Giovani (CxG) di Comunità Nuova per fare conoscere a dei Ragazzi della periferia milanese la Montagna come percorso di crescita comunitario e di condivisione di valori universali.

Il CxG

Il Centro Per Giovani Ermanno Olmi è presente sul quartiere che dal 1992 accogliendo preadolescenti, adolescenti e le loro famiglie. La gran parte dei ragazzi e delle ragazze che frequentano il centro arriva dalle abitazioni popolari che lo circondano caratterizzate da molteplici fragilità. Un contesto che ne influenza crescita e sviluppo: abbandono scolastico, povertà economica e allontanano dai processi di giustizia sociale. Offrendo spazi di socializzazione tra pari promuoviamo un buon uso del tempo libero, occasioni di relazione accompagnati da punti di riferimento positivi e opportunità di sperimentare responsabilità individuali dentro la collettività. La colonna portante del Centro Per Giovani è l’attività di doposcuola, al fine di supportare i giovani nei propri percorsi studio e contrastare l’abbandono scolastico, anche con laboratori di orientamento formativo. In ambito artistico offriamo corsi di musica nella nostra sala prove, dove si svolgono lezioni gratuite di chitarra, batteria e dj. Anche lo sport è un importante strumento educativo, veicolo per il consolidamento delle relazioni tra pari e con le figure adulte, attente a valorizzare la dimensione ludica, il rispetto delle regole e del fair play.

 La Montagna

A seguito dei lockdown dell’ultimo biennio il rischio di ritiro sociale da parte dei/delle giovani è aumentato esponenzialmente, tornare a frequentare spazi aperti e luoghi è dunque uno strumento per la tutela di una crescita armonica. Le famiglie che il CxG incontra a volte non hanno le possibilità di organizzare gite per i propri figli, e per dei giovani della periferia Milanese il territorio viene vissuto passivamente, ne consegue uno scarso interesse nell’approfondire le potenzialità che offre.

Il CxG per mostrare altri punti di osservazione, stimolare e attivare i ragazzi e le ragazze al pieno godimento del nostro ambiente per una riscoperta della natura e fare apprezzare il legame intrinseco tra salute pubblica e tutela del territorio, a pensato di portare i “suoi ragazzi” in Montagna.

La montagna si presta come luogo simbolo per avviare un cammino, infatti comprende sapersi porre una meta, affrontare la fatica, mettersi in ascolto di sé, misurare le proprie forze, indagare i propri limiti, cooperare per tutelarsi reciprocamente. Gli ostacoli del cammino e l’isolamento dell’ambiente alpino favoriscono l’introspezione ma anche il bisogno di collaborare con il gruppo e di essere comunità.

L’attività fisica favorisce il benessere psichico-fisico in un continuo rapporto con la natura che attiva tutti i sensi. L’ambiente richiede l’esercizio della responsabilità individuale e collettiva finalizzato alla sua salvaguardia, un luogo ideale dove sperimentare diritti e doveri. La cura del paesaggio e il diritto delle persone a beneficiarne sono strettamente interdipendenti e richiedono azioni di partecipazione responsabile, rendendo così visibile il nesso tra partecipazione civile e libertà individuale.

Il Progetto GAM CxG in collaborazione con la FALC

La conoscenza della Montagna avverrà attraverso le gite sarà graduale nelle difficolta e completa delle varie attività, sarà necessario attivare un assicurazione specifica e che copra tutti i partecipanti.

Il metodo che si vuole adottare è di più cicli annuali che attraversano più stagioni attraverso i tipi di attività che la stagione permette, oltre alle attività fisiche si inseriranno anche degli approfondimenti su temi territoriali, ambientali, storici, scientifici che la Montagna può raccontare;

Ciclo di approccio alla Montagna

Gite escursionistiche di una giornata; Inverno, sulla Neve (camminare, con le ciaspole), Primavera, Escursioni in Media Montagna, Estate Autunno escursioni di Alta Montagna

Ciclo di approfondimento

Gite che inizializzano alle attività tecniche dell’andare in Montagna come le escursioni da Esperti, l’arrampicata e l’arrivare in cima su vie attrezzate.

La stagione 2022 prevede un percorso così articolato:

  1. Gita Escursionistica Facile di un giorno al Monte Sodadura dai Piani di Artavaggio (presumibilmente 21o 28 maggio)
  2. Gita Escursionistica di 3 giorni 2 notti a luglio  al rifugio FALC. La proposta prevede il raggiungimento del Rifugio Falc e approccio all’arrampicata con la supervisione degli istruttori della FALC ( presumibilmente 8-9-10 luglio)
  3. Gita Escursionistica di un giorno a completamento del progetto con data e destinazione da stabilire

Per l’attività di arrampicata la FALC metterà a disposizione il materiale necessario ( imbraghi, scarpette, caschetti e corde)

Fare tutte e tre le gite sarà possibile se si troveranno i fondi sufficienti, per la gita estiva di più giorni il GAM ha messo a disposizione l’importo per i pernotti dei Ragazzi e l’assicurazione CAI. Per le altre Gite si organizzeranno degli eventi con raccolta fondi.

 

 

Programma di Alpinismo

ALPINISMO 2022

   IL PROGRAMMA   

 Sabato 28 maggio

 Monte Grabiasca (mt. 2705) per il Canale Nord.                                                          

Questo bell’itinerario nella bergamasca è stato anticipato viste le condizioni di scarso innevamento della montagna. Salita: da Carona (mt. 1100) si sale in mezzora ca. al rifugio Calvi (mt. 2015) utilizzando un servizio privato di fuoristrada sino alla base della diga. Dal rifugio si segue dapprima il Sentiero delle Orobie direzione rif. Brunone, poi passando per il Lago Rotondo si risale sotto la parete del Grabiasca raggiungendo infine il Canale Nord, che si risale con pendenza 35-40 sino a massima 45 gradi; in uscita dal canale breve tratto di roccette sino in cima. Discesa:Lungo la normale del Monte Grabiasca. Difficoltà: PD-PD+ Dislivello:700 ca dal rifugio Calvi   Capogita : Claudio Crespi                                                                                                            

 Domenica 12 giugno                                   

Punta Valrossa (mt. 2968)                                                    

Alla scoperta dell’alta Val Formazza, itinerario tutto su sentiero fattibile in giornata. Salita: dal parcheggio di Riale (mt. 1718) si sale al rifugio Maria Luisa, di qui breve tratto di sterrata sino al primo tornante. Si gira a sinistra seguendo le indicazioni per la Punta. Superata la baita Darioli si risale la Valrossa con tornanti su ripidi pendii detritici sino a raggiungere l’ampia dorsale Ovest che si percorre sino in cima. Discesa: per la via di salita. Difficoltà : EE Dislivello: mt. 1250   Capogita : Gabriella Russo.

 

Sabato 18 – Domenica 19 giugno

 Cima Cannone dell’Adamello (mt. 3315)

Sabato: Dal Passo del Tonale con gli impianti sino al Passo Presena (mt. 3000), di qui da prima in discesa sino al rifugio Mandrone, poi in salita sino alla vedretta del Mandrone e su ghiacciaio al Passo della Lobbia Alta e al rifugio Caduti dell’Adamello (mt. 3040). Domenica: Dal Passo della Lobbia Alta si sale alla Cima della Cresta Croce (mt. 3320) passando per un ripido nevaio e quindi una cresta rocciosa con passaggi sino al II+ (1h. ½), poi per la Cresta Sud in mezzora ca. alla Cima del Cannone (dove è posto il Cannone “Ippopotamo” posto dagli alpini nella I Guerra Mondiale).Dalla cima si scende costeggiando il ghiacciaio e ci si ricollega alla via di salita (rifugio Mandrone e Passo di Presena). Difficoltà:PD     Dislivello:                   Capogita : Alessandro Barin

 

 Sabato 25- Domenica 26 giugno                    

 Monte Caré Alto (mt. 3463) dalla valle di Borzago per la Cresta Est (via Cerana)      

Un’ altra salita nel gruppo dell’Adamello su una cima isolata e imponente. Sabato: dalla fine della strada della Val di Borzago (mt. 1260) si sale in 3h. ca al rifugio Carè Alto (mt. 2459). Possibilità di trasferire gli zaini con teleferica sino al rifugio. Domenica: Dal rifugio in 1h. si risale per facili roccette sino ad una bocchetta, di qui si scende per pochi metri in direzione della cresta Est. Si sale alla ripida Vedretta di Conca su terreno misto ghiaccio. Di qui si risale per roccia e ghiaccio con tratti di III grado sino alla cresta che si percorre in conserva con passaggi sino al II grado tenendosi sul lato Nord sino in vetta. Discesa: per la via normale sul versante Nord. Difficoltà : AD- per la salita, h. 4.30 dal rifugio / PD-PD+ per la discesa h. 3.30  Dislivello : 900 m. dal rifugio  Capogita : Claudio Crespi

 

Sabato 2 – Domenica 3 luglio                          

Sustenhorn 3.503m                                             

Grande montagna svizzera. Sabato : Dal grande parcheggio di Umpol mt.2100 (raggiungibile con strada a pedaggio dallo Steingletscher) si sale alla Tierberglihuette mt. 2795) su via ferrata. Domenica: dal rifugio si scende sul ghiacciaio sottostante, quindi si attraversa verso Sud un lungo pianoro poi salita ripida a fianco di un’ampia seraccata sino ad un’ampia sella mt. 3100. Da quindi puntando decisamente a Est si affronta il ripido pendio finale (pendenza max 30 gradi) sino in vetta (3 h. dal rifugio). Discesa: per l’itinerario di salita sino al rifugio e quindi al parcheggio per la via normale.  Dislivello mt. 700 ca. dal rifugio Difficoltà: F     Capogita : Ferdinando Vigano’

 

Sabato 9-Domenica 10 luglio

 Anello della Cima d’Asta (mt. 2847)

La Cima d’Asta è la massima elevazione nella catena Lagorai-Cima d’Asta ed uno degli itinerari più classici del Trentino a nord delle Prealpi Venete e a sud delle Dolomiti. Da Trento si percorre la SS47 della Valsugana per Borgo Valsugana- Strigno- Bieno, di qui a Malga Sorgazza, mt. 1.441, da dove parte il sentiero. Sabato: si raggiunge in ca. 3h il rifugio Ottone Brentari e Cima d’Asta (mt. 2.476) al Lago della Cima d’Asta. Difficoltà E. Dislivello mt. 1.035ca.Pernottamento.Domenica : Salita alla cima. Dislivello mt. 400 ca. Si passa per la Forzeleta (mt. 2.680), segue una breve discesa attrezzata (mancorrente, non serve set da ferrata). Poi si sale per il vallone Lasté dei Fiori sino in vetta in 1h. 1/2. Difficoltà EE. Si scende al rifugio e di qui per il lungo Sentiero del Passetto per Forcella del Passetto- Campagnassa- Monte Coston si rientra al punto di partenza. Tempi 3h 1/2 ca.                        Capogita : Giovanni Gaiani

 

Sabato 16-domenica 17 luglio

 Weissmiess (mt. 4017) – cresta SW (Rotgrat)

Grandioso 4000 del Vallese  Sabato: si sale da Saas Almagell (mt. 1660) al rifugio Almageller Huette (mt. 2894) in 3h ½. Domenica: la cresta Sud-Ovest si raggiunge in ca. 3h. dal rifugio con percorso prevalente di roccia con passaggi sino al III grado. Si segue il filo della cresta, rocciosa e poi mista, sino a quota 3814, quindi scendendo 30 m. si raggiunge la via normale proveniente da Hohsaas e di qui in vetta. Tempi : 5h. ½ dal rifugio. Discesa: per la cresta SE rientrando al rifugio Difficoltà: PD+/-AD- Capogita : Claudio Crespi

 

Sabato 23-Domenica 24 luglio                                           

 Tete de Valpelline (mt. 3.802).                                        

Cima posta al confine tra la Val d’Aosta e la Svizzera, ascensione in ambiente molto selvaggio che presenta la maggiore difficoltà nell’attraversamento del ghiacciaio Tsa de Tzan, non sempre in condizioni. Sabato: dalla Diga di Place Moulin (mt. 1980) al rifugio Prarayer (mt. 2006) costeggiando il lago per strada sterrata, quindi al rifugio Aosta (mt. 2788) Tempi : dalla diga h. 4. Domenica : Dal rifugio si segue il sentiero sino alla base del canale roccioso che scende dal Col de la Division (mt. 3314), che si risale con l’aiuto di alcune catene. Si mette piede sul ghiacciaio e di qui verso la vetta con itinerari più o meno ripidi a seconda della condizioni (salita diretta con pendio max 35 gradi oppure giro più lungo che raggiunge l’ampia dorsale glaciale che scende dalla vetta). Discesa per la via di salita. Difficoltà : F+   Dislivello: mt. 1.014 Capogita : Paolo Cesa Bianchi.

 

Sabato 30-Domenica 31 luglio                  

Cima Presanella (mt. 3558) dal rifugio Segantini                                                          

Grande cima nel gruppo Adamello-Brenta  Sabato : dalla strada SS239 Madonna di Campiglio-Pinzolo si raggiunge la val Nambrone e di qui la Malga Vallina d’Amola (mt. 2021), dove si parcheggia. Di qui in 1h. si raggiunge il rifugio Segantini(mt. 2373).                                  Domenica: Da alcuni anni non è più possibile passare (causa crolli) per il Monte Nero. Si procede quindi verso il Passo dei 4 Cantoni, che si supera calando sul versante Val di Nardis per ca. 80 metri, poi salendo a mezza costa si raggiunge una conca e sulla sinistra un canale di detriti in direzione del Bivacco Orobica. Si supera un caminetto di I-II grado (poche decine di metri), quindi il Bivacco e in mezzora ca. si raggiunge la vetta. Discesa per la via di salita. Difficoltà:F+   Dislivello:mt.1185 Capogita : Ferdinando Vigano’

 

Sabato 3 settembre

 Corno Stella (mt. 2620) da Foppolo              

Il Corno Stella è una delle più famose montagne bergamasche, una cima isolata ed estremamente panoramica al centro delle Alpi Orobie. Dal piazzale degli impianti di Foppolo si sale attraverso il Passo della Croce sino al Rifugio Montebello. Si segue la cresta quasi in piano con qualche masso sparso fino ad una selletta. Da qui la traccia si sposta a destra sul versante S-SE, si fa piu’ impegnativo, strappi piuttosto ripidi si intercalano con traversi in quota fino a raggiungere la cresta, abbastanza esposta ma larga, per ritornare sul versante destro per superare l’ultimo salto di roccia.   Dislivello:mt.1020 Difficoltà:EE     Capogita : Barbara Savy

 

Sabato 10- Domenica 11 settembre        

Sentiero Attrezzato Dibona- Gruppo del Cristallo                                                          

Stupendo itinerario di cresta sopra Cortina d’Ampezzo. Nella giornata di sabato si trova alloggio in valle. Eventuale escursione decisa all’ultimo momento. Domenica : Dalla strada per il Passo Cento Croci, località Rio Gere, con seggiovia al rifugio Son Forca (mt. 2235) e di qui in ca. 2h. all’ex rifugio Lorenzi (mt. 2932) salendo per il canalone Staunes. L’originaria ovovia che collegava i due rifugi è momentaneamente dismessa per lavori. La ferrata inizia dal rif. Lorenzi con una scala metallica cui seguono tratti non attrezzati, cenge artificiali costituite da assi di legno e quindi un ponte sospeso sino alla Forcella Grande (mt. 2875), ove si può optare per la salita alla panoramica cime del Cristallino (mt. 3008) oppure per il proseguimento del sentiero Dibona. Dalla Forcella Grande si prosegue per una serie di cenge sino all’ex ricovero militare maggiore Buffa, quindi per una serie di forcelle si perviene al Col dei Stombi e quindi in discesa nella Val Padeon sino al Rifugio Ospitale (SS Alemagna). Tempi : 8h. 1/2 Difficoltà : PD   Capogita : Alessandro Barin

Sabato 17-Domenica 18 settembre              

Pizzo Cengalo (mt. 3367) via normale          

Bellissima ascensione nel santuario del granito della Val Masino, tra i più maestosi delle Alpi. Sabato : dal parcheggio ai Bagni di Masino si sale in ca. 3h. ½ al Rifugio Gianetti (mt. 2534) Domenica : dal rifugio si procede in mezzacosta in direzione del rifugio Allevi poi, quando il sentiero si abbassa, lo si abbandona per risalire il pendio erboso sulla sinistra. Si risale la cresta morenica in direzione dello spettacolare intaglio tra Punta Sertori del Pizzo Badile e cresta Ovest del Cengalo. Prima dell’intaglio si risale un canale con corda fissa di 15 metri aggirando quindi un masso che lo occlude con passaggi di II. Giunti al colle si passa sul lato Nord e si affronta la cresta Ovest che consiste nella salita di due elevazioni con passaggi max II grado sino in vetta . Discesa per la via di salita. Dislivello: mt. 833 dal rifugio alla vetta. Difficoltà: PD  Capogita : Gabriella Russo.

Domenica 2 ottobre                                      

Grand Tournalin (Punta Sud) mt. 3371 dalla Valtournenche

Il Grand Tournalin è la cima più alta della cresta che divide le valli Ayas e Tournenche, Da Cheneil si prende il sentiero che porta al colle dei Tournalin poi seguire gli ometti fin sulla cresta abbastanza esposta poi per placca si giunge al tratto attrezzato. In seguito si sale ancora per roccette non difficili fino alla cima Punta Sud.  Dislivello: 1350mt Difficoltà: EE  Capogita: Max Aicardi

Sabato 8 ottobre                                                                                      

Resegone (mt. 1875) Sentiero delle Creste

Classico itinerario, recentemente ri-segnalato. Si sale da Erve (mt. 566) alla Capanna Alpinisti Monzesi (mt 1173), di qui per sentiero in direzione Est al valico della Passata, dove inizia il percorso che attraversa in direzione Est-Ovest tutti i denti del Resegone passando e superado la cima principale. Capogita : Ferdinando Vigano’

 Sabato 15 ottobre                                              

Ferrata Mazzocchi al Dente delle Ali con salita al Monte Nero                                               

Alla scoperta dell’Appennino Piacentino. Il Passo dello Zovallo (mt. 1405) si raggiunge dalla SS 654 della Val Nure. Dal parcheggio il sentiero si dirige verso il Lago Nero, di qui si raggiunge il Bivacco Sacchi (mt. 1600), alla base del Dente delle Ali (h. 1 ½ dal Passo). Il Bivacco è alla base del Dente (Via Normale, due tiri di III grado) e a 5 minuti dalla ferrata. La Via Ferrata Mazzocchi è classificata MD e abbastanza breve (1 h.), al termine della quale il sentiero prosegue in direzione del Monte Nero (mt. 1752) con percorso EE con alcuni brevi tratti attrezzati. Tempi : 1h. dal termine della ferrata. Discesa per sentieri al Passo dello Zovallo.  Capogita : Giovanni Gaiani

 

 

Notiziario n.4 sett-ott 2022

GRUPPO AMICI DELLA MONTAGNA

Sottosezione del CAI Milano

NOTIZIARIO N. 4/2022 SETTEMBRE-OTTOBRE  

Notiziario n.4 2022set-ott-docx

ECHI dall’ASSEMBLEA e dal CONSIGLIO DIRETTIVO

Giovedì 23 aprile l’assemblea del GAM alla presenza di 14 soci più 22 deleghe ha eletto i componenti del nuovo Consiglio Direttivo e degli altri organi sociali ed ha infine approvato il bilancio consuntivo 2021 che si chiude con un attivo nonostante la grave situazione del 2021 grazie ai contributi che il Governo ci ha riconosciuto.

Il nuovo Consiglio Direttivo vede l’ingresso di 3 nuovi consiglieri e l’ampliamento a 11 membri. Come primo passo ha provveduto a nominare un nuovo Presidente, Paolo Cesa Bianchi, un vicepresidente, Enzo De Simone e alla distribuzione delle cariche come si può vedere nell’organigramma dell’Associazione sul sito al link: http://www.gam.milano.it/organigramma/

In qualità di nuovo Presidente, approfitto di questa occasione per ringraziare pubblicamente a nome di tutti i soci la Presidente uscente Gabriella Russo che per due mandati ha guidato il GAM e che con il suo impegno costante, instancabile e sempre propositivo ci ha permesso di raggiungere gli attuali traguardi. Un ringraziamento per l’ attività svolta anche ai Consiglieri uscenti Valentino Pistone e Edoardo Giardini, speriamo che continuino a prestare la loro indispensabile collaborazione in altre cariche. Un benvenuto ai 3 nuovi Consiglieri Enzo De Simone, Giovanni Foti e Raffaella Dadati con la speranza che trovino un ambiente accogliente e costruttivo. Insieme a tutti vorrei proseguire, per questo mandato, sulla traccia segnata dai precedenti Presidenti per usare il linguaggio di montagna che più ci appartiene. Per cui con la stessa energia ed entusiasmo raccoglierò le proposte dei soci come quella al momento in discussione di attivare una nuova sezione di attività infrasettimanali che abbiamo denominato “In Settimana……” senza ulteriori aggiunte per essere aperti a varie iniziative. Per iniziare abbiamo proposto un programma “In Settimana…..escursionismo” con belle escursioni guidate da Enzo. Vedremo l’inverno cosa ci riserverà…….

Ricordiamo a tutti che il GAM è una APS ovvero un’Associazione di Promozione Sociale. Questo importante riconoscimento istituzionale ci riempie di orgoglio e di soddisfazione! Questa denominazione non sarà per il GAM solo un appellativo ma vogliamo sostanzialmente essere di promozione sociale!! Attualmente abbiamo dato spazio al progetto “ Sentieri-Un cammino per crescere insieme” in collaborazione con la Falc e i Centro Giovani di Comunità Nuova.

Potete vedere le fasi del Progetto al link: http://www.gam.milano.it/2022/04/03/progetto-gam/

Abbiamo realizzato due gite con la partecipazione di 20 ragazzi che per la prima volta in vita loro si sono avvicinati alla montagna e alle sue attività. L’entusiasmo è andato alle stelle……in settembre il progetto continua con una nuova uscita. Potete vedere le belle foto dei ragazzi sulla pagina Facebook del GAM “Gruppo Amici della Montagna EscursionistiTop” oppure ai link: http://www.gam.milano.it/2022/07/26/6069/

http://www.falc.net/racconti/due-giorni-speciali-con-il-centroxgiovani-e-il-gam/

Un sentito grazie alla Falc i cui istruttori si sono resi disponibili a seguire i ragazzi nell’attività di arrampicata.

Un sentito grazie a tutti coloro che con la loro donazione ci hanno consentito la realizzazione del progetto.

Firma 5×1000 al GAM

         c.f. 97005410150

 E veniamo ai Programmi

vi raccomandiamo di consultare periodicamente il sito GAM al link: http://www.gam.milano.it per una tempestiva conoscenza. La comunicazione delle proposte e gli aggiornamenti avviene sul Sito prima che sul Notiziario!!!!! Può succedere che le proposte qui sotto riportate siano di fatto già esaurite al momento dell’uscita del Notiziario …….la modernità richiede questo aggiornamento nelle modalità di informazione da parte vostra!

ASSEMBLEA PER IL BILANCIO PREVENTIVO 2023

E’ convocata l’Assemblea dei Soci per giovedì 20 ottobre 2022 alle ore 8:00 in prima convocazione, e ALLE ORE 21 in seconda convocazione presso la sede sociale, per deliberare sul seguente ordine del giorno:

  1. Relazione del Presidente
  2. Bilancio preventivo 2023
  3. Varie ed Eventuali.

I soci impossibilitati a partecipare sono pregati di delegare (ogni socio può portare fino a 3 deleghe) un altro socio, le DELEGHE si trovano in allegato  DELEGA ass 20-10-22

 ALPINISMO

Il programma dettagliato delle gite (costi, orari..) è pubblicato sul sito e comunicato via mail settimanalmente.

Per informazioni generali su questo programma: Giovanni Gaiani tel. 0289301570 cell: 3298191578 mail: gajani.giovanni@gmail.com

ATTIVITA’

Sabato 3 settembre     Corno Stella (mt. 2620) da Foppolo              

Il Corno Stella è una delle più famose montagne bergamasche, una cima isolata ed estremamente panoramica al centro delle Alpi Orobie. Dal piazzale degli impianti di Foppolo si sale attraverso il Passo della Croce sino al Rifugio Montebello. Si segue la cresta quasi in piano con qualche masso sparso fino ad una selletta. Da qui la traccia si sposta a destra sul versante S-SE, si fa piu’ impegnativo, strappi piuttosto ripidi si intercalano con traversi in quota fino a raggiungere la cresta, abbastanza esposta ma larga, per ritornare sul versante destro per superare l’ultimo salto di roccia. Dislivello:mt.1020 Difficoltà: EE  Capogita Barbara Savy- Michele Cardillo

 10-11settembre         Sentiero Attrezzato Dibona- Monte Cristallo

Stupendo itinerario di cresta sopra Cortina d’Ampezzo. Nella giornata di sabato si trova alloggio in valle. Eventuale escursione decisa all’ultimo momento. Domenica: Dalla strada per il Passo Cento Croci, località Rio Gere, con seggiovia al rifugio Son Forca (mt. 2235) e di qui in ca. 2h. all’ex rifugio Lorenzi (mt. 2932) salendo per il canalone Staunes. L’originaria ovovia che collegava i due rifugi è momentaneamente dismessa per lavori. La ferrata inizia dal rif. Lorenzi con una scala metallica cui seguono tratti non attrezzati, cenge artificiali costituite da assi di legno e quindi un ponte sospeso sino alla Forcella Grande (mt. 2875), ove si può optare per la salita alla panoramica cime del Cristallino (mt. 3008) oppure per il proseguimento del sentiero Dibona. Dalla Forcella Grande si prosegue per una serie di cenge sino all’ex ricovero militare maggiore Buffa, quindi per una serie di forcelle si perviene al Col dei Stombi e quindi in discesa nella Val Padeon sino al Rifugio Ospitale (SS Alemagna). Tempi:8:30h Difficoltà:PD   Capogita : Alessandro Barin

17-18 settembre         Pizzo Cengalo (mt. 3367) via normale          

Bellissima ascensione nel santuario del granito della Val Masino, tra i più maestosi delle Alpi. Sabato : dal parcheggio ai Bagni di Masino si sale in ca. 3h. ½ al Rifugio Gianetti (mt. 2534) Domenica : dal rifugio si procede in mezzacosta in direzione del rifugio Allevi poi, quando il sentiero si abbassa, lo si abbandona per risalire il pendio erboso sulla sinistra. Si risale la cresta morenica in direzione dello spettacolare intaglio tra Punta Sertori del Pizzo Badile e cresta Ovest del Cengalo. Prima dell’intaglio si risale un canale con corda fissa di 15 metri aggirando quindi un masso che lo occlude con passaggi di II. Giunti al colle si passa sul lato Nord e si affronta la cresta Ovest che consiste nella salita di due elevazioni con passaggi max II grado sino in vetta . Discesa per la via di salita. Dislivello:mt. 833 dal rifugio alla vetta. Difficoltà:PD   Capogita : Gabriella Russo.

Domenica 2 ottobre       Grand Tournalin (Punta Sud) mt. 3371 dalla Valtournenche

Il Grand Tournalin è la cima più alta della cresta che divide le valli Ayas e Tournenche, Da Cheneil si prende il sentiero che porta al colle dei Tournalin poi seguire gli ometti fin sulla cresta abbastanza esposta poi per placca si giunge al tratto attrezzato. In seguito si sale ancora per roccette non difficili fino alla cima sud. Dislivello: 1350mt Difficoltà: EE. Capogita: Max Aicardi

 Sabato 8 ottobre       Resegone (mt. 1875) Sentiero delle Creste Classico itinerario, recentemente ri-segnalato. Si sale da Erve (mt. 566) alla Capanna Alpinisti Monzesi (mt 1173), di qui per sentiero in direzione Est al valico della Passata, dove inizia il percorso che attraversa in direzione Est-Ovest tutti i denti del Resegone passando e superado la cima principale. Dislivello: 1309m Difficoltà: EE Capogita : Ferdinando Vigano’

Sabato 15 ottobre         Ferrata Mazzocchi al Dente delle Ali-salita al Monte Nero

Alla scoperta dell’Appennino Piacentino. Il Passo dello Zovallo (mt. 1405) si raggiunge dalla SS 654 della Val Nure. Dal parcheggio il sentiero si dirige verso il Lago Nero, di qui si raggiunge il Bivacco Sacchi (mt. 1600), alla base del Dente delle Ali (h. 1 ½ dal Passo). Il Bivacco è alla base del Dente (Via Normale, due tiri di III grado) e a 5 minuti dalla ferrata. La Via Ferrata Mazzocchi è classificata MD e abbastanza breve (1 h.), al termine della quale il sentiero prosegue in direzione del Monte Nero (mt. 1752) con percorso EE con alcuni brevi tratti attrezzati. Tempi : 1h. dal termine della ferrata. Discesa per sentieri al Passo dello Zovallo. Capogita : Giovanni Gaiani

CORSI …….con Luca & Valentina guide alpine

A grande richiesta tornano anche per il prossimo autunno i Corsi del GAM.

Si ricorda che i Corsi sono a tutti gli effetti una attività sociale e quindi coperti da assicurazione CAI in caso di infortunio ( valevole con iscrizione CAI in regola per l’anno 2022)

  • ARRAMPICATA su ROCCIA corso livello base R1

Link: http://www.gam.milano.it/attivita/corso-di-arrampicata-r1/

Obiettivo del corso è di fornire i “fondamentali” dell’arrampicata a chi vuole avvicinarsi alla disciplina. Corso adatto anche a chi ha già esperienza di arrampicata in modo istintivo, per comprenderne i principi e sviluppare consapevolezza.

CONTENUTI
Corso outdoor di 4 giornate.
Tecnica di arrampicata: schemi motori di base, progressione fondamentale, progressione a triangolo. Tecnica di sicurezza: terreno sportivo, monotiri, arrampicata da secondo.

PERIODO
Ottobre – Novembre 2022

PROGRAMMA
2 Ottobre: Coordinazione dinamica elementare, spostamento del peso, uso dei piedi.

9 Ottobre: Progressione fondamentale, individuazione ed uso del “finale”

6 Novembre: Progressione fondamentale e sue varianti; sostituzione.

13 Novembre:   Progressione a triangolo.

ISCRIZIONE

Per Informazioni e iscrizioni contattare: Giovanni Gaiani cell: 329 8191578 mail: gajani.giovanni@gmail.com

COSTO
€ 290 ( min 4 iscritti) + iscrizione al GAM valida per 2022. I nuovi soci che dovranno iscriversi al GAM potranno già avere la tessera valida per il 2023.

Iscrizioni con versamento di caparra di € 90 (+23 tessera GAM 2022) sul c/c del GAM  IBAN IT62D0103001654000061104572;causale:NOME E COGNOME corso di Arrampicata R1; saldo ad inizio corso.

La quota da diritto agli insegnamenti e all’accompagnamento della Guida Alpina ed all’utilizzo del materiale comune. La quota non comprende: spese di viaggio, vitto e alloggio. Tali spese, anche della Guida Alpina, saranno sostenute dai partecipanti.

  •  ARRAMPICATA su ROCCIA corso livello avanzato R2

       Link: http://www.gam.milano.it/attivita/corso-di-arrampicata-r2/

Lezioni di approfondimento e perfezionamento riservate a chi abbia già frequentato un corso di Tecnica di Arrampicata. Per riprendere i concetti e l’esercizio della Tecnica.

CONTENUTI
Corso outdoor di 4 giornate.
Tecnica di arrampicata: schemi motori di base, progressione fondamentale, progressione a triangolo. Tecnica di sicurezza: terreno sportivo, monotiri, arrampicata da secondo e da primo.

PERIODO

Ottobre-Novembre 2021

 PROGRAMMA
2 Ottobre  
Progressione fondamentale; individuazione ed uso del “finale”

9 Ottobre  Progressione a triangolo; triangolo a vertice fisso; esercizi su previsione.

6 Novembre Arrampicata da primo; arrampicata a vista e ” lavorato

13 Novembre  Arrampicata da primo; arrampicata a vista e ” lavorato”

 ISCRIZIONE

Per Informazioni e iscrizioni contattare: Giovanni Gaiani cell: 329 8191578 mail: gajani.giovanni@gmail.com

 COSTO

€ 290 (min 4 iscritti) + Iscrizione al GAM valida per il 2022. I nuovi soci che dovranno iscriversi al GAM potranno già avere la tessera valida per il 2023.

La quota comprende: Onorario Guida Alpina, utilizzo del materiale comune. La quota non comprende: spese dei trasferimenti e di vitto e alloggio ( anche per le guide)

Iscrizioni con versamento di caparra di € 90 + 23 ( tessera GAM 2020) sul c/c del GAM  IBAN IT62D0103001654000061104572; causale: NOME E COGNOME corso di Arrampicata R2; saldo ad inizio corso.

Termine per il versamento della caparra: 15 settembre 2022. La caparra è confirmatoria della partecipazione al corso e NON verrà restituita per rinuncia dopo tale termine.

 Corsi Invernali 2022/23

  • Free Ride – TECNICA di SCI fuoripista 

(con impianti e pelli per imparare a sciare in neve non battuta)

Link: http://www.gam.milano.it/attivita/tecnica-di-sci-fuoripista-2/

Un corso per perfezionare la propria tecnica di discesa: imparare divertendosi sugli sci, senza disdegnare l’uso di impianti così come quello delle pelli di foca.
Per arrivare preparati alle grandi discese invernali e primaverili.

DATA
Dicembre 2022 – Gennaio 2023

 CONTENUTI TECNICI DEL CORSO

– Applicazione di una corretta coordinazione dinamica del corpo

– Gestione del peso del corpo per condurre gli sci in condizioni variabili di neve
– Centralità ed apprendimento degli schemi di ambio ed incrociato
– Parallelo con cambio di peso e movimento incrociato simultaneo
– Parallelo con distensione marcata, “doppio peso” e movimento incrociato simultaneo

 OBIETTIVI
Acquisizione di consapevolezza nel movimento: sapere cosa si vuole fare ed imparare a farlo.

Lezioni teoriche

1 dicembre   Esercizi a terra ed inquadramento sugli schemi motori di base

12 Gennaio     Neve, valanghe e sicurezza

Uscite

17- 13 Dicembre    Esercizi di tecnica di discesa fuoripista con utilizzo degli impianti di risalita

20- 21 Gennaio    Esercizi di tecnica con utilizzo degli impianti di risalita e pelli di foca

 ISCRIZIONE

Per Informazioni e iscrizioni contattare: Giovanni Gaiani cell: 329 8191578 mail: gajani.giovanni@gmail.com

 COSTO

€ 350 (min 8 iscritti max 12) + Iscrizione al GAM valida per il 2023.

La quota comprende: Onorario Guida Alpina, utilizzo del materiale comune. La quota non comprende: spese dei trasferimenti e di vitto e alloggio ( anche per le guide)

Iscrizioni con versamento di caparra di € 70 + 23 ( tessera GAM 2023) sul c/c del GAM  IBAN IT62D0103001654000061104572; causale: NOME E COGNOME corso di Free Ride; saldo ad inizio corso.

Termine per il versamento della caparra: 2 novembre 2022. La caparra è confirmatoria della partecipazione al corso e NON verrà restituita per rinuncia dopo tale termine.

E con l’inverno arriverà anche il tradizionale CORSO di Scialpinismo SA1

ESCURSIONISMO

Il programma dettagliato delle gite (costi, orari..) è pubblicato sul sito e comunicato con newsletter settimanale a Soci e Simpatizzanti.

ATTIVITA’

 SETTEMBRE

 3               CRINALE DELLE OROBIE: Corno Stella da Foppolo

Sullo spartiacque della Valtellina, la vetta offre un panorama a 360° sulle Alpi Retiche e le Orobie. (Barbara Savy) Dislivello: 1300m Difficoltà: EE Capogita: Barbara Savy

 9-10         VALMALENCO: WE al RIFUGIO GERLI-PORRO (1965m) per utilizzare pernottamento dei soci CAI Milano. Una delle più belle viste sulla Valmalenco con piccola fattoria con cani gatti e galline all’Alpe Fellaria l’alpeggio più alto d’Europa Giro del lago di Alpe Gera Capogita: Gemma Assante

 25/9-1/10    TRA CALABRIA e BASILICATA: TREK al POLLINO

Tra le vette del Dolcedorme e di Cozzo del Pellegrino e gli orizzonti sulle acque del Tirreno e dello Jonio Difficoltà: E Capogruppo: Gemma Assante)

 OTTOBRE

 8               SVIZZERA: Giro della VALLE di MUGGIO

Camminando tra selve castanili, Graa, mulini ad acqua, roccoli e Nevère i cosiddetti “frigoriferi del passato” Dislivello: 600m Difficoltà: E Capogita: Gemma Assante)

15       TRENO + BICI nel Modenese

con visita alla Ferrari e ai Musei di Maranello e Modena, vivendo in prima persona il sogno del Cavallino Rampante Capogita: Barbara Savy

29       GIRO da DEFINIRE

Capogita: Cristina Mazzetti

 MANIFESTAZIONI SOCIALI

 In occasione del suo Centenario il GAM è lieto di ospitare la mostra fotografica del socio

Cesare Gualdoni nell’ambito dell’evento Milano Photofestival

Periodo: 13 – 23 ottobre.

Inaugurazione giovedì 13 ottobre h 19:30 presso la sede GAM via Merlo 3 cit. GAM

La mostra sarà aperta tutti i giorni: lunedì-mercoledì-venerdì dalle 18 alle 21 martedì-giovedì dalle 12 alle 14 sabato- domenica

 SERATE IN SEDE

Sono riprese le Serate in Sede GAM via Merlo 3 h. 21, un’occasione per passare una serata tra amici………

8 settembre – Consiglio Direttivo Tutti i soci sono invitati a partecipare

5 ottobre – Riunione della Commissione Scialpinismo e Ciaspole per la stesura dei programmi              invernali

6 ottobre – Consiglio Direttivo Tutti i soci sono invitati a partecipare

13 ottobre – Inaugurazione della mostra fotografica PhotoFestival Milano

20 ottobre – Assemblea dei Soci per l’approvazione del Bilancio Preventivo 2022

LA BACHECA DELLE OCCASIONI

Il GAM AFFITTA

la sua bella sede rinnovata ai Soci e ai Simpatizzanti per attività personali/ professionali durante le ore diurne. La tariffa varia a seconda della durata dell’utilizzo da € 50 a €150 (+ IVA) da concordare con il CD. Segnalate ad amici e conoscenti….anche questo è un modo per consentirci di andare avanti.

I Soci

che volessero pubblicare in questa finestra sono invitati a far pervenire le loro segnalazioni a: gam.milano0@gmail.com in tempo utile ovvero per il prossimo Notiziario (entro il mese di ottobre).

 

Ricevete questa newsletter perché il vostro indirizzo si trova nella mailing list del GAM. Assicuriamo che i vostri dati sono trattati con estrema riservatezza e non vengono divulgati. Le nostre informative sono comunicate individualmente anche se trattate con l’ausilio di spedizioni collettive. In ogni momento ci si può cancellare dalla lista: rispondendo a questa mail con “CANCELLAMI” in oggetto, sarete espunti immediatamente con tante scuse. Parimenti per iscriversi alla nostra newsletter, mandate una mail a milano0@gmail.com

Notiziario G.A.M. – N. 4 – SETTEMBRE-OTTOBRE 2022 – pubblicato il giorno 31.8.2022

Pubblicato dal GRUPPO AMICI della MONTAGNA Sottosezione del C.A.I. Milano

Via G.B.Merlo, 3 – 20122 MILANO –  e-mail: gam.milano0gmail.com http://www.gam.milano.it

DELEGA

Il sottoscritto……………………………………………………………………socio del…………………….

delega il socio…………………………………………………………………………………………
a rappresentarlo all’Assemblea Ordinaria dei Soci……………………………………….. indetta per il 20 ottobre 2022.

Il delegato                                                                                           Il delegante

 

 

DELEGA

Il sottoscritto…………………………………………………………………….socio del…………………….

delega il socio…………………………………………………………………………………………
a rappresentarlo all’Assemblea Ordinaria dei Soci……………………………………….. indetta per il 20 ottobre 2022.

Il delegato                                                                                           Il delegante

 

 

 

DELEGA

Il sottoscritto……………………………………………………….socio del……………………

delega il socio…………………………………………………………………………………………
a rappresentarlo all’Assemblea Ordinaria dei Soci……………………………………….. indetta per il 20 ottobre 2022.

Il delegato                                                                                            Il delegante

 

Programma di Escursionismo

PROGRAMMA ESCURSIONISMO 2022

ProgrammaEscursionismo

 APRILE

9          SENTIERO BONATTI sopra Colico

Da Alpe Piazza 960 al Monte Bassetta. Disl. 700 m Diff. E. Salita molto panoramica con vista sulle Retiche della val Chiavenna e sulle Orobie della Valtellina (Gemma Assante)

MAGGIO

 7             TICINO SVIZZERO: Denti della Vecchia Rif. Pairolo (1347m)

Disl. 800 m Diff. E. –Escursione per prati verdeggianti nel territorio di Sonvico, da Dasio/Como/Menaggio/Porlezza (Cristina Mazzetti)

21         VALVOGNA IN VALSESIA: Alpe e laghetto Larecchio Escursione

Poco impegnativa, alla scoperta degli antichi insediamenti Walser e di un ambiente naturale straordinario Disl. 600 m Diff. E. (Gemma Assante)

GIUGNO

 28/5-1/6          ISOLE TOSCANE: Elba e Pianosa

Un viaggio nello spazio e nel tempo per scoprire due dei tesori del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano tra natura e storia (Cristina Mazzetti)

 11         VAL BREMBANA: Sentiero dei fiori

Dalle Baite di Mezzeno, RoncobelloLago Branchino, Rifugio Capanna 2000, dove si può mangiare. Disl. 500 m Diff. E. Piacevole percorso e panoramico. (Gemma Assante)

18         TRAVERSELLA in VAL CHIUSELLA (Piemonte)

Giro ad anello sul Sentiero della transumanza sino al borgo Cappia lungo un percorso utilizzato dai pastori per caricare gli alpeggi estivi, e ritorno per il Sentiero delle Anime con antichissime e suggestive incisioni rupestri. Disl. 550 m Diff. E. (Gemma Assante)

LUGLIO

 2          VAL D’AOSTA: Estoul – Corno Bussola

Disl. 1300 m Diff. EE. Bella e facile escursione, con due tratti attrezzati, che permette di ammirare fantastici panorami sul gruppo del Rosa e sul Cervino. (Barbara Savy)

10-17      ABRUZZO: Escursioni nel Parco

tra boschi e antichi borghi (Cristina Mazzetti)

 SETTEMBRE

 3          CRINALE DELLE OROBIE: Corno Stella da Foppolo

Disl. 1300 m Diff. E. Sullo spartiacque della Valtellina, la vetta offre un panorama a 360° sulle Alpi Retiche e le Orobie. (Barbara Savy)

9-10      VALMALENCO: WE AL RIFUGIO BIGNAMI (2385m)

Per utilizzare pernottamento dei soci CAI Milano. Una delle più belle viste sulla Valmalenco con piccola fattoria con cani gatti e galline all’Alpe Fellaria l’alpeggio più alto d’Europa
Giro del lago di Alpe Gera (Gemma Assante)

 17-24    SARDEGNA: Selvaggio Blu con calate di Bacu Padente

Una vera avventura nei sentieri più selvaggi della costa di Baunei con 40 km di percorrenza e passaggi tecnici su roccia e calate in corda doppia. Diff. EE. (Barbara Savy)

24/9-1/10         TRA CALABRIA e BASILICATA: TREK al POLLINO

Diff. E. tra le vette del Dolcedorme e di Cozzo del Pellegrino e gli orizzonti sulle acque del Tirreno e dello Jonio (Gemma Assante)

 OTTOBRE

 8          SVIZZERA: Giro della Valle di Muggio

Disl. 600 m Diff. E. Camminando tra selve castanili, Graa, mulini ad acqua, roccoli e Nevère i cosiddetti “frigoriferi del passato” (Gemma Assante)

15         TRENO + BICI nel Modenese

con visita alla Ferrari e ai Musei di Maranello e Modena, vivendo in prima persona il sogno del Cavallino Rampante (Barbara Savy)

29/10 – 2/11 giro da definire (Cristina Mazzetti)

 2023

 FEB o MAR

 TREK IN ISRAELE 16 gg con trek urbano a Gerusalemme e percorsi a piedi di circa 20 km/die nel deserto del Negev con la guida Francesco Gallo. E. Date e programma da definire Ettore Fumagalli

LEGENDA

T   =    Percorso facile di tipo turistico; E   = Percorso normale di tipo escursionistico. EE = Percorso per Escursionisti Esperti.

Il programma dettagliato di ogni iniziativa comprendente orari, quote e nominativi dei capigita, è disponibile in sede con grande anticipo ed è visibile al sito del GAM alla sezione Notiziari e Attività www.gam.milano.it/ oppure a richiesta presso chi coordina. Per le iscrizioni e la partecipazione prendere sempre contatti con i capigita indicati per ogni evento.

 QUOTE DI PARTECIPAZIONE

Gite giornaliere con mezzi propri: spese viaggio condivise, guidatore escluso + quota GAM 7€ quota CAI 10€

Gite giornaliere con mezzi pubblici: ciascun partecipante deve farsi autonomamente il biglietto del treno/bus + quota GAM 7€ quota CAI 10€

Per le gite di più giorni consultare il programma sul sito

 ISCRIZIONI

In sede GAM negli orari di apertura oppure con il versamento  sul conto GAM IBAN IT62D0103001654000061104572

 PER PARTECIPARE ALLE GITE BISOGNA ESSERE ISCRITTI AL GAM/CAI. E’ OBBLIGATORIO PRENDERE VISIONE DEI PROGRAMMI E DELLE NORME DI PARTECIPAZIONE

 NORME PER LA PARTECIPAZIONE A GITE GAM

1 Le iscrizioni alle gite si ricevono in sede negli orari di apertura. Per le gite giornaliere o di fine settimana, salvo che sia diversamente indicato sul Notiziario, nelle due settimane che precedono la gita stessa. Per trekking e settimane secondo quanto indicato sul Notiziario. Le iscrizioni sono valide con il pagamento delle quote stabilite. Le iscrizioni eccedenti la disponibilità dei posti vengono messe in lista d’attesa per eventuali sostituzioni.

2 Lo scopo delle gite sociali è quello di condurre tutti i partecipanti alla meta. L’andatura sarà quindi adatta a mantenere il gruppo sufficientemente compatto pur tenendo conto dei tempi tecnici necessari al normale svolgimento della gita. Ne consegue che i direttori di gita, a loro insindacabile giudizio, possono non accettare l’iscrizione di chi non è ritenuto idoneo.

3 Per quanto riguarda la rinuncia si precisa che, a meno che il rinunciatario proponga un sostituto:

– per le gite giornaliere la quota di partecipazione è interamente dovuta se la rinuncia viene fatta dopo il MARTEDì precedente la gita

– per le gite di più giorni se la rinuncia viene fatta negli 8 giorni precedenti la partenza è trattenuta la caparra e richiesta la quota di soggiorno nella misura eventualmente addebitata dall’albergatore.

4 I Direttori di gita sono volontari che agiscono come accompagnatori non professionali. Essi guidano la comitiva nell’esecuzione, curano il rispetto degli orari, la situazione dei posti, dei pernottamenti e tutto quanto sia utile al buon andamento della gita. I Direttori di gita hanno la facoltà di sospendere o modificare la gita nel caso in cui le condizioni atmosferiche, di innevamento o la situazione contingente siano tali da non garantire le normali norme di sicurezza. Durante il percorso essi stabiliscono le soste opportune e assumono le decisioni adeguate in ordine a coloro che fossero in difficoltà a proseguire.

5 I partecipanti, che devono essere a perfetta conoscenza delle caratteristiche della gita apparse sul Notiziario, hanno l’obbligo di attenersi alle disposizioni dei Direttori di gita e di portare l’attrezzatura richiesta dal programma. Il possesso dell’attrezzatura fa supporre che se ne conosca l’uso. I partecipanti devono essere disposti a collaborare per il trasporto di materiale comune (corde, barella, o altro). Nessuno dei partecipanti, se non espressamente autorizzato, dovrà sopravanzare i Direttori di gita o rimanere arretrato.

6 Nel caso di gite sci-alpinistiche è obbligatorio il possesso dell’ARVA con frequenza di 457 kHz, il cui funzionamento sarà controllato all’inizio della gita. E’ inoltre richiesto che ciascun partecipante sia munito di una pala. Entrambi questi strumenti possono essere noleggiati, in numero limitato, presso il GAM. In occasione di gite i Direttori di gita organizzeranno prove pratiche di ricerca con ARVA cui tutti, con spirito di solidarietà, dovranno partecipare per impratichirsi su come portare soccorso in tempo utile.

7 Gli orari di partenza previsti sono tassativi. Nel caso in cui fosse necessario modificare l’orario di ritorno i Direttori di gita lo comunicheranno per tempo a tutti i partecipanti.

8 L’iscrizione alla gita comporta la totale accettazione delle presenti norme.

L’ATTENERSI ALLE REGOLE FACILITA LA GITA, LA RENDE PIÙ PIACEVOLE PER TUTTI E SOPRATTUTTO PIÙ SICURA.

 


 

 

 

 

 

 

 

 

Corso di Alpinismo A2

Roccia, neve e ghiaccio

Corso di Alpinismo A2

perfezionamento

CONTENUTI
Ripasso e perfezionamento: tecnica di arrampicata,tecnica di sicurezza,materiali, nodi, ancoraggi, progressione cordata, corda doppia

OBIETTIVO

Rafforzamento autonomia della cordata

PERIODO

Estate 2022

PROGRAMMA

7 giugno  Incontro in sede GAM su materiali e varie

Attività in quota di più giorni

9  Luglio  Salita alla Capanna Gianetti (Val Masino)- Ripasso assetto della cordata, nodi e manovre nei dintorni del rifugio

10 Luglio  Salita su roccia  Punta Torelli – Progressione della cordata in conserva

11 Luglio  Salita di misto    Pizzo Cengalo

12 Luglio  Giornata di riserva, salita o esercitazione, discesa a valle

10 Settembre  Roccia  Val Masino – Ripasso tecnica di arrampicata, nodi e manovre della progressione della cordata su più lunghezze.

11 Settembre  Roccia  Val di Mello – Via di più lunghezze, soste, doppia.

Costi: € 410 a persona per onorario Guide Alpine + € 23 tessera GAM 2022 ( max 9 persone)

I costi dei trasferimenti e di vitto e alloggio ( anche delle Guide Alpine) sono a carico dei partecipanti.

MODALITÀ’ di ISCRIZIONE – Chiusura iscrizioni  31 maggio 2022

Per le iscrizioni: contattare Giovanni Gaiani mail: gajani.giovanni@gmail.com

Tel. 02-89301570 (casa) – cell: 329 8191578

Per il pagamento: 

  • anticipo di € 60 + 23( tessera GAM) tramite bonifico al GAM c/c MPS IBAN IT 62 D 01030 01654 000061104572) specificare nella causale cognome nome corso di alpinismo A2
  • saldo a inizio corso