Programma di Alpinismo

ALPINISMO 2019

                        PROGRAMMA

GAM-PROGRAMMA ALPINISMO2019

2 giugno Ferrata Deiana- Orlandini a Crocefieschi (Genova)

La via è prevalentemente di cresta, molto panoramica, e si svolge a circa 1000mt di quota. E’ lunga circa 1000mt di cui 600 attrezzata con cavi acciaio. La roccia è conglomerato. Non è da sottovalutare, in alcuni tratti occorre superare parti strapiombanti. Attraversato il paese, si continua dapprima per strada asfaltata e quindi per sentiero in direzione Rocche del Reopasso, raggiungendo una spalla dove, sullo sperone, attacca la via ferrata. La ferrata è una successione di 4 distinti settori attrezzati collegati tra loro da tracce di sentiero. Per ogni settore ci sono varianti di diverse difficoltà, la scelta dei percorsi sarà valutata in base al gruppo. Capogita: Giovanni Gaiani

 8 giugno PIZZO TRONA 2510m per la cresta NNW

Salita alla seconda cima più alta della Val Gerola, dopo il Pizzo dei Tre Signori. Sentiero parzialmente attrezzato con catene, con lunghi tratti non protetti. Dalla stazione degli impianti di Pescegallo ci si dirige verso la baita Dossetto , quindi entrati in val Tronella, superata una depressione , si contorna il versante N.O. del pizzo di Mezzodi raggiungendo la diga del Lago di Trona ( 1815 m) e quindi, dopo un tratto ripido di sfasciumi, il lago dell’Inferno ( 2085 m). Si rimonta a sinistra un erto pendio di sfasciumi e quindi l’inizio della cresta NNW- m. 2220; primo tratto di cresta molto affilato , quindi alcune placche inclinate (max III inf.) attrezzate con catene fino a raggiungere un cupolotto erboso. Si prosegue in cresta affrontando un caminetto ( II grado) per proseguire su tracce di sentiero e alcune roccette fino in vetta. Discesa per l’itinerario di salita. Dislivello : mt. 1.100 ca. dal paese di Pescegallo (mt. 1.454, alta Val Gerola) Difficoltà : PD- , la prima parte della cresta è attrezzata con catene. Attrezzatura da ferrata, utili corda e fettucce per i tratti non attrezzati. Capogita: Claudio Crespi

22-23 giugno MONT GELE’ 3519m via normale SE dal rif. Crete Seche

Cima molto panoramica in Valpelline, con veduta delle principali vette del Vallese. Partenza dal villaggio di Ruz (mt. 1696), frazione di Dzovennoz; di qui dapprima per strada sterrata sino all’alpeggio Bernier, quindi per sentiero sino al Rifugio Crete Seche (mt 2410) in ca. 2h. Il giorno seguente si continua verso N sino in fondo al vallone e quindi per ripidi tornanti si raggiunge il Bivacco Spataro (mt. 2615). Di qui si percorre un canalino detritico e nevoso sino ad incontrare il ghiacciaio e poco sopra il Colle del Mont Gele’ (mt. 3180). Più oltre si rimonta un pendio glaciale non molto ripido sino a raggiungere l’ultima crestina di roccette sino in vetta. Discesa per l’itinerario di salita. Tempi : 3 ½- 4 h. salita. Dislivello : da Ruz al rifugio Crete Seche mt. 714, dal rifugio in vetta mt. 1.100. Difficoltà : EE-F. L’ultimo tratto è su ghiacciaio, quindi necessitano corda, piccozza e ramponi. Capogita: Giovanni Gaiani

6-7 luglio CASTORE 4228m

Bellissima salita per ghiacciaio e cresta, molto panoramica sulle cime e ghiacciai del Monte. Rosa. Sabato: Da Stafal salire con la funivia e la seggiovia fino a q. 2700 m circa; dalla stazione della seggiovia si prende il sentiero per il rifugio Quintino Sella (mt. 3585), che si raggiunge in ca. 2 ½ h., con un tratto roccioso finale attrezzato con corde fisse. Dislivello : mt 900 ca. Domenica dal rifugio si rimonta il ghiacciaio del Felik in direzione nord, passando alla base della punta Perazzi, quindi dapprima in diagonale verso destra, poi verso sinistra sino a raggiungere il Colle del Felik a quota 4061. Dal colle si giunge in vetta seguendo la cresta a sinistra, in alcuni punti piuttosto affilata ma normalmente non difficile, se non c’è troppo vento. Dislivello : mt 640 ca.. Difficoltà : F+ Attrezzatura : corda, piccozza, ramponi. Tempi : 2 ½ h. Capogita: Paolo Cesa Bianchi Difficoltà: EEA – A – PD-

 13-14 luglio MARMOLADA 3348m Punta Penia – Via Ferrata per la Cresta Ovest

Salita sulla regina delle Dolomiti, oggetto di importanti ascensioni nei suoi vari versanti; saliremo per una ferrata non difficile, ma altamente spettacolare. Sabato : Salita da Alba di Canazei (mt. .1517) al Rifugio Contrin (mt. 2.016). Dislivello mt. 500 ca., Tempo 1h ½ . Domenica : Dal rifugio si sale in ca. 2h. ½ alla Forcella Marmolada (mt. 2.896), base di partenza della ferrata, con alternarsi di sentiero e tratti attrezzati con staffe. Dalla forcella inizia la cresta Ovest, dislivello mt. 450 ca., Tempo, 2h. Il percorso si sviluppa inizialmente per placche inclinate senza particolari difficoltà, con il cavo utilizzato come corrimano, utilizzando pioli e staffe. Raggiunto il filo di cresta, lo si percorre superando facili roccette sino al nevaio sommitale e alla vetta. Discesa per l’itinerario di salita, quindi percorrendo la ferrata in discesa, per evitare la progressione sul ghiacciaio. Dislivello complessivo: 950m Capogita: Valentino Pistone difficoltà: EEA – A – PD-

20 luglio CORNO di GREVO m. 2827 per la cresta NW (Adamello)

Difficoltà : MD con tratti ED. Attrezzatura : set completo da ferrata Impegnativa ferrata in alta Val Camonica,nel gruppo dell’’Adamello.Si raggiunge inauto la Malga Lincino (mt. 1630), sopra Saviore dell’Adamello. Da Malga Lincino si perviene al rifugio CAI Lissone (mt 2002); il sentiero prosegue verso il Forcellino Rosso e a mt. 2300 ca. lo si abbandona per dirigersi a sinistra sino all’attacco della ferrata     (targa bianca). La ferrata risale il crestone alternando placche inclinate, gradoni e un camino di difficile superamento, quindi un traverso molto delicato aiutato da un paio di staffe ( a ¾ della salita), terminando 20 m. sotto la vetta Discesa lungo roccette attrezzate e non banali al forcellino Rosso ( m. 2620) quindi si imbocca il canalone ripido che porta lungo la traccia di salita al rifugio Lissone e alla Malga Lincino. Dislivello : complessivo sino in vetta mt. 1200, dislivello ferrata mt. 500 con sviluppo mt 800. Tempi : ca.1h sino al rifugio Lissone, 1h sino all’attacco della ferrata, 3h per la ferrata, discesa 2 ½ . Capogita: Claudio Crespi

 27-28 luglio PUNTA SAN MATTEO 3678m Via normale per il versante Sud-Ovest

Alta Valtellina, salita ad un importante cima del gruppo Ortles-Cevedale, anche classica meta di itinerari sci-alpinistici. Salita dal rifugio Berni (mt. 2560), lungo la strada che porta al Passo Gavia Dislivello : mt. 1.120 Difficoltà : PD Si attraversa la strada imboccando il sentiero che scendendo un poco costeggia i ruderi del vecchio rifugio, risale ad un dosso e nuovamente ridiscende nel vallone di accesso al ghiacciaio di Dosegù. Si risale la dorsale morenica e quindi, raggiunto il fronte del ghiacciaio, si punta in direzione della Punta; per evitare i crepacci si devia a destra, su un evidente pendio ghiacciato non troppo ripido, salendo per almeno 50-70 metri, fino a che la pendenza non cala e il ghiaccio vivo finisce, dopodiché si svolta a sinistra riprendendo la direzione iniziale.Da qui il avanti si prosegue sempre diritti, puntando ad una selletta a sinistra della cima.Dalla selletta si diparte la cresta finale, con passaggi facili su neve, qualche roccetta e il superamento di un crepaccio trasversale, che a stagione avanzata si potrebbe trovare anche aperto, superato il quale dopo pochi metri di nevaio facile si raggiunge la vetta. Tempi : 4h. dal rifugio. Capogita: Ferdinando Vigano Difficoltà: A

 7-8 settembre PIZZO CENGALO 3367m

Ascensione, lunga e dal dislivello importante, permette di entrare in un santuario di granito tra i più maestosi delle Alpi. Sabato: Si parte dal parcheggio a Bagni di Masino (mt. 1.173) Dal parcheggio si imbocca il classico sentiero, molto frequentato, che conduce al rifugio Gianetti (mt. 2534) con un percorso molto articolato in risalita tra gande di granito. Dislivello : mt. 1400 ca, Tempi 3 ½ h. Domenica : Dal rifugio si prosegue a mezzacosta, lungo il sentiero che conduce al Rifugio Allievi, che presto si abbandona per risalire un pendio erboso sulla sinistra in direzione di un’evidente cresta morenica. Si risale interamente la cresta, entrando in uno spettacolare anfiteatro roccioso; si attraversa la conca sotto la Punta Angela, con un diagonale a sinistra in direzione dell’intaglio della cresta che unisce la Punta Sertori al Badile alla cresta ovest del Cengalo. Si raggiunge l’intaglio per il canale di sinistra con corda fissa di 15 mt. circa e aggirando un masso con passaggi di II.Passati sul lato nord, si risale per sfasciumi ad una prima elevazione con un breve traverso protetto da catene sotto la cima. Di qui in direzione di una seconda elevazione con percorso sul filo della cresta, superando vari passaggi max II grado; si evita la punta della seconda elevazione, attaccando le facili rocce della cresta terminale che per blocchi e pietrame infine conduce alla croce di vetta. Discesa per l’itinerario di salita. Dislivello mt. 850 ca.. Capogita: Gabriella Russo Difficoltà : PD

 14-15 settembre ARGENTERA 3298m

La salita alla cima più alta delle alpi Marittime avverrà a partire dal rifugio Morelli Buzzi 2351 m, che raggiungeremo nella giornata di sabato partendo da Terme di Valdieri con una salita di circa 1000m. Domenica mattina attraversando l’altopiano del Baus si raggiunge il passo dei Detriti e la cengia attrezzata che permette di raggiungere la cima. La discesa avverrà in direzione del rifugio Remondino così da compiere un percorso circolare che ci riporterà al Gias delle Mosche, dove avremo lasciato qualche auto per evitarci l’ultimo tratto di strada verso Terme di Valdieri. Capogita: Valentino Pistone Difficoltà: EE-A-PD

21- 22 settembre LAGGINHORN 4010m

Il Lagginhorn è una bella e possente montagna rocciosa del Vallese, dalla forma trapezoidale, abbastanza frequentata lungo la sua non banale via normale della Cresta W. Sabato: Dalla stazione intermedia della funivia di Saas Grund (Kreuzboden), si segue l´ampia e frequentata mulattiera che in ca un´ ora conduce alla Weissmieshutte (2726 m). Domenica: si prosegue sempre su ampia mulattiera per la Hohsaashutte, risalendo la grande morena che fronteggia la Capanna. Una volta al culmine, si piega a destra, fino ad arrivare ad un bivio dove, abbandonato il segnavia per Hohsaas, ci si tiene a sinistra costeggiando il torrente che scende dal Hohlaubgletscher. Per dossi morenici si raggiunge la cresta rocciosa tra l´Hohlaubgletscher e il Lagginhorngletscher, portandosi infine su quest’ultimo, punto d´ incontro con l´ itinerario proveniente dalla Hohsaashutte. Calzati i ramponi, si attraversa verso sinistra l´ intero ghiacciaio che non presenta difficoltà, raggiungendo la cresta Ovest in corrispondenza di un ampio terrazzo. Si segue il filo della cresta per buone rocce e una placca rocciosa (II), seguita da rocce più facili sino ad un intaglio che precede l´ultima impennata della cresta. L’ultimo tratto non presenta particolari difficoltà sino al roccioso blocco sommitale che si rimonta sulla destra (II-). Vista grandiosa su un´ impressionante schiera di 4000. Difficoltà : PD – Dislivello dal rifugio: 1300 m ca. Variante: itinerario da HOHSAAS. In alternativa all’itinerario precedente, che parte dalla stazione intermedia della funivia, si può anche salire più in alto sino allla stazione di arrivo della funivia, da cui ci si può connettere direttamente al Lagginhorngletscher. Questa variante evita di passare per la Weissmieshutte, ma dev’essere considerata più impegnativa per la presenza di numerosi passaggi non banali su roccia. Capogita: Paolo Cesa Bianchi Difficoltà: EE – A – II+ – PD

 29 settembre  BECCA di TORCHE’3016m

Elegante ed imponente piramide, la Becca Torché è una delle due cime gemelle definite les Dames de Challand, visibile sulla destra all´ imbocco della Val d´ Aosta appare in tutto il loro splendore.Dal bellissimo alpeggio di Chalex si prosegue lungo la carrozzabile, che con alcuni tornanti porta all’Alpe Dondeuil, altro incantevole alpeggio appena ristrutturato e ancora inalpato nel periodo estivo. La strada termina proprio davanti all’alpe, divenendo sentiero che in direzione ESE risale ben segnalato da bolli gialli e frecce direttamente al colle Dondeuil (2338), dove si può giungere anche dalla Valle di Gressoney parterndo da Issime e passando per l´ Alpe Munes. Dal colle Dondeuil si scende brevemente sul versante di Gressoney, prendendo una traccia con bolli stinti non facile da reperire, che a sinistra risale l’ erboso pendio meridionale, passando sopra ad una baita. Divenuta più evidente, la traccia si porta sotto la bastionata rocciosa della cresta S, giungendo ad un colletto dal quale si segue quest’ ultima sino alla vetta, affacciata sulla precipite parete nord. Dislivello: 1250 m IMPORTANTE: L’Alpe di Chalex è servito da una strada inizialmente asfaltata, poi carrozzabile con accesso consentito ai soli proprietari degli alpeggi. Per salire in auto occorre richiedere alla forestale l’eventuale permesso, oppure chiedere del servizio Jeep attivo in Val d’Ayas. In caso contrario l’avvicinamento è da fare a piedi con circa 1h di cammino (3,5 km ca e 350 m di dislivello) partendo da poco sopra l’abitato di Fontane. Capogita: Gabriella Russo Difficoltà: EE

12-13 ottobre MONTE TAGLIAFERRO 2964m Gita in collaborazione con GESA-CAI Milano.

Posto sul contrafforte che discende dalla Punta Gnifetti, il Tagliaferro divide la Val Sermenza dalla Valsesia, di cui è una tra le cime più conosciute. E’ una magnifica piramide. Da Rima si imbocca il sentiero 96 per il Passo Mud e il Rifugio Ferioli. La bella mulattiera si snoda nel bosco con numerosi tornanti, risalendo la vallata sino ad un bivio dove la si abbandona per seguire a sinistra il segnavia 318. Puntando a Sud, si scende brevemente ad attraversare un ruscello, quindi si contornano le propaggini orientali del Tagliaferro superando un secondo torrente e giungere infine all´ Alpe Scarpia di Sotto (1703). Per ripidi pascoli invasi da felci ed alte erbacce, si sale all´ Alpe Scarpia di Sopra (1920), entrando in un fitto bosco di ontani che via via va degradando facendo posto ad ampie praterie. Con lungo traverso vero WNW si raggiunge il Passo del Vallarolo (2332), ampio colle aperto fra i pendii orientali del Tagliaferro e il Moncucco (2416). Trascurando il segnavia a sinistra per l´ Alpe la Piana-Bocchetta della Moanda, si procede attraverso le grandi distese erbose in direzione del passo del Gatto, superando un gigantesco quanto caratteristico masso erratico che forma una originale balma, ottimo riparo in caso di maltempo e tornato utile anche all´ autore durante la discesa. Giunti alle pendici del passo, si risale l´ impervio pendio grazie a ripidi quanto scivolosi tornanti che non danno respiro sino al valico. A questo punto, per chi lo desiderasse, con breve digressione a sinistra è possibile salire il Dosso Grinner (2761) lungo la dorsale di stabili rocce affioranti dalla vegetazione, altrimenti si prosegue immettendosi nel sentiero proveniente da Alagna, che risale il ripido fianco occidentale della cresta SSE per raggiungerla soltanto in prossimità della vetta. Senza particolari difficoltà, se ne percorre il restante filo, arrivando in breve alla Madonnina posta sulla cima (2964) . Dislivello: 1550m Capogita: Gabriella Russo Difficoltà: EE

 20 ottobre RESEGONE – via del CAMINETTO  

La salita al Resegone da Erve (595m) è meno nota della via normale dai Piani di Erna ed affronta un dislivello decisamente superiore, ma offre una gita assai più varia ed interessante. Raggiunto il rifugio Monzesi ed il passo del Fò si affronta il sentiero attrezzato del Caminetto che permette di raggiungere il piano di Serrada e la via normale. Il ritorno avverrà per il Sentiero delle Creste fino al passo dei Solitari da cui si rientra sul rifugio Monzesi. Capogita: Valentino Pistone Difficoltà: EE

 Per informazioni generali su questo programma

Giovanni Gaiani tel.0289301570

mail: giovanni.gaiani@tin.it

Il programma dettagliato delle gite verrà pubblicato sul sito e comunicato sul Notiziario e via new-letter

Notiziario n. 2/19 mar-apr

NOTIZIARIO n.2 /19 febbraio – marzo

                                                       NOTIZIARIO N. 2/2019 MARZO-APRILE

Notiziario n.2 2019 mar-apr

L’inverno 2019 vuole essere ricordato per la poca o niente neve sulle nostre Alpi ma speriamo almeno che ci regali tanti nuovi soci!!!!

Nonostante tutto la stagione, iniziata alla grande, sta continuando al massimo. Sia per i ciaspolatori che per gli scialpinisti, i prossimi mesi sono pieni di impegni che trovate descritti nelle pagine che seguono.

Ma presto arriverà l’estate e con lei i tradizionali momenti estivi del GAM che ormai fanno parte delle nostre abitudini ovvero la bella iniziativa Nonni&Nipoti, splendido momento di incontro tra generazioni lontane ma vicine in montagna, e la Settimana Verde quest’anno nella splendida Val di Fassa. Queste importanti iniziative richiedono dai Soci un piccolo sforzo: chi è interessato deve segnalare il suo interesse ai capogita referenti e versare la caparra nei tempi indicati. Questo ci consentirà di proseguire nell’ organizzazione delle iniziative.

Continua con successo la decennale collaborazione con le guide alpine Luca e Valentina: sono partiti i Corsi Invernali di Scialpinismo e Arrampicata su ghiaccio e quello di Free Ride e si sono conclusi con grande entusiasmo dei partecipanti. Stanno raccogliendo grande entusiasmo anche i Corsi di Alpinismo Base e Avanzato e proponiamo per primavera uno Stage di Arrampicata nella modalità che trovate descritta sotto. Il GAM sul territorio milanese gode della collaborazione delle Guide Alpine Luca Biagini Valentina Casellato in collaborazione con Paolo Caruso che rendono questi corsi unici ed eccellenti.

Tenete d’occhio anche le Serate in Sede: un ricco programma di proposte culturali e feste ci attende, da non perdere per essere informati per conoscerci o ritrovarci.

Per finire ricordiamo a chi non l’ha ancora fatto di associarsi o rinnovare la tessera per il 2019, la nostra Associazione vive del contributo dei suoi Soci. Tutte le informazioni necessarie per il Tesseramento sul sito GAM al link: http://www.gam.milano.it/lassociazione/quote-discrizione/

!!! Ultimo ma non ultimo…… quest’anno ci sarà il rinnovo delle cariche sociali!!! Durante la consueta Assemblea annuale di aprile procederemo con le elezioni del Consiglio Direttivo e degli Organismi Sociali quali i Comitati dei Probiviri e dei Revisori dei Conti. Sono già passati 3 anni da quando questi organismi sono stati eletti, numerosi sono stati i cambiamenti in corso d’opera a immagine del dinamismo del gruppo ma tutti hanno collaborato al massimo per il buon funzionamento dell’Associazione. A Tutti va il ringraziamento del Consiglio e dei soci. E’ importante che i soci partecipino attivamente alla vita del GAM perché solo con la collaborazione di tutti riusciamo a mantenere alto il livello delle nostre proposte con una sempre maggiore affezione all’esterno al nostro gruppo e al messaggio di amore per la montagna per la sua vita e le sue tradizioni che con passione cerchiamo sempre di trasmettere.

 LA VOCE DEL CONSIGLIO

Anche quest’anno ritorna il consueto appuntamento primaverile con l’

ASSEMBLEA dei SOCI

PER L’ APPROVAZIONE del BILANCIO CONSUNTIVO 2018

giovedì 18 aprile 2019 alle ore 8:00 in prima convocazione e ALLE ORE 21 in seconda convocazione presso la sede sociale, con il seguente ordine del giorno:

  1. Relazione morale del Presidente
  2. Bilancio consuntivo 2018
  3. Elezioni per il rinnovo delle cariche sociali
  4. Varie ed Eventuali: la voce dei Soci

I soci impossibilitati a partecipare sono pregati di delegare (ogni socio può portare fino a 2 deleghe) un altro socio, le DELEGHE si trovano in allegato

Partecipando attivamente alla vita del GAM facciamo sentire la nostra voce e rendiamo questo momento meno formale ma più vivo.

A seguire, nella stessa data del 18 aprile:

ASSEMBLEA ORDINARIA dei SOCI della SOTTOSEZIONE CAI del GAM

Tutti i soci della sottosezione sono convocati con il seguente ordine del giorno:

  1. Relazione morale del Reggente
  2. Eventuali e varie

I soci impossibilitati a partecipare sono pregati di delegare (ogni socio può portare fino a 2 deleghe) un altro socio, le DELEGHE si trovano in allegato

CIASPOLE ESCURSIONISMO

Continua il programma in collaborazione con il Circolo Arciquartiere.

sabato 2 marzo 2019  ANCORA ENGADINA

percorso ad anello di circa 7 km, partendo da Celerina Staz e dalla chiesetta abbandonata di San Gian: il sentiero è segnalato con paline rosa, attraversa il fiabesco bosco di Staz e la torbiera. E’obbligatorio portare un documento di identità valido. Saranno presenti alcuni amici della LIPU con cui sarà possibile camminare, fotografare e riconoscere gli uccelli e la fauna del luogo. Gita giornaliera con pullman privato Loreto h 6:40 e Serra 65 h7:00. Iscrizioni entro martedì 26/2 con versamento di 20€ su IBAN del GAM Coordinatrice: Gamma Assante mail: assante2017@gmail.com

 

SCIALPINISMO

Referente GAM per questo programma: Paolo Cesa Bianchi cell. 335261795 mail: p.cesabianchi@sacebi.com

2-3 marzo Monte Matto 3088 m

E’ la vetta più alta delle alpi Marittime raggiungibile sci ai piedi e quella con la discesa piu’ lunga. Pernottamento al rifugio Livio Bianco.

1° giorno da S. Anna al Rif. Bianco m 1910 dislivello 910 m h 3 .

2° giorno Dal rifugio tornare al ponte sul lago, riprendere quindi quota sul lato destro del lago in direzione est sino ad alcuni tornanti del sentiero estivo, visibili anche con neve abbondante.
Bordeggiare un breve falsopiano ( il Gias Gros 2121 mt. ), attaccare direttamente la bastionata che sorregge il Lago Superiore della Sella 2329 mt. sfruttando la gola nella quale scorre l’emissario. Avendo cura che la superficie ghiacciata del lago sorregga, tagliarlo al centro ed infilarsi nell’ampio vallone che porta al Colle di Valmiana.
Superati circa 100 metri di dislivello, abbandonare il fondovalle ed alzarsi sulla sinistra verso un piccolo laghetto, deviando a sud-est guadagnare i ripiani superiori meno inclinati dai quali la vetta è ben visibile. Proseguire sempre nella medesima direzione percorrendo l’ampio bacino poco inclinato e che si impenna poi fino alla Forcella del Matto 3000 mt. fra la Cima Est e la Cima Centrale 3097 mt. Dal colletto per la dorsale verso nord, in circa quindici minuti si raggiunge la vetta. Prestare attenzione alla cornice

Dislivello 1178 m. Difficoltà BS

14-15-16-17 marzo   Westfalehaus- Stubai Austria

Lungo weekend nella Valle del grandioso ghiacciaio dello Stubai, incuneata nelle montagne austriache.

1°giorno Arrivo alla Westfalenhaus 2273m dove alloggeremo per tutto il periodo. Dislivello 650m Tempo h 2,30

2°giorno Längentaler White Kogel 3214 m

Il Längentaler Weißer Kogel costituisce la parte sud-occidentale del Längental. La montagna si nasconde dietro il Bachfallenkopf (3176 m) Il “Längentaler” è davvero speciale Längental con il suo paesaggio incontaminato. Il giro inizia con partenza dalla Westfalenhaus su morena fino a Längentaler Ferner. Arrrivati sul ghiacciaio, puntare al Längentaljoch. Prima di raggiungerlo, svoltare a destra e continua in salita fino alla cresta tra Längentaler Weißer Kogel e Bachfallenkopf. Lasciare gli sci e in pochi passi fino alla cima. Dislivello 1045m Tempo h 4,30 Difficoltà BSA

3° giorno Seeblaskogel 3235 m

Inizialmente seguire il percorso per Längentaljoch all’estremità inferiore della grande morena laterale del Längentalferners (2420 m).Qui, la salita punta decisamente ad ovest fino a raggiungere la cima con gli sci fin dove è possibile poi a piedi per facili roccette.

Dislivello 1050 m Difficoltà BSA tempo h 4

4° giorno Schontalspitze 3002m

Itinerario lineare e ben visibile dalla Westfalehaus, mediamente abbastanza ripido che si impenna decisamente nel tratto finale in un canale di almeno 45°, tra le rocce. Vetta panoramicissima e appagante. Discesa per la via di salita oppure se la neve lo consente in traversata fino alle auto.

Dislivello 1030m Difficoltà BSA

31 marzo “FUORI PROGRAMMA” Gita da definire

Visto lo strano inverno di quest’anno, pensiamo di proporre una gita “fuori programma” con meta ancora da definire. Andremo dove la neve sarà più bella……

 6-7- aprile Pigne d’Arolla

1° giorno:

Da Arolla seguire le piste fino a q. 2456 (quale alternativa prendere lo skilift). Si lasciano le piste e in direzione Ovest si raggiunge il Pas de la Chevre (2.855 m, circa 2/3 h con lo skilift 1h 15m). Si scende con una scala molto ripida (rifatta lo scorso anno) fino alla sottostante morena. Attraversato quel che rimane del ghiacciaio, in breve si risalgono i circa 100 m che separano dal rifugio (1 h dal Pas de Chevre)

2° giorno – Dalla Cabane des Dix scendere sul Glacier de Cheilon ed attraversarlo in direzione SE per poi risalire il lato E del Glacier de Tsena Réfien in direzione SE; raggiungere il Col de Tsijore Nouve (3423 m, quotato ma non nominato sulla CNS 283S), da qui salire in direzione SSW il pendio che porta al Col de la Serpentine ma a metà salita deviare verso SE e risalire il ripido risalto (Mur de la Serpentine) che limita a SE il Glacier de Tsijore Nouve fino a raggiungere il Col de Brenay (3635 m). Salire alla sella posta a N della quota 3772 m e da qui, in breve raggiungere la vetta della Pigne d’Arolla.

Dislivello 1900m         Difficoltà BSA

Discesa alla Cabane des Vignettes

ritornare alla sella a N della quota 3772 m e scendere in direzione SE e poi E fino al ripiano a quota 3400 m.

Se le condizioni lo consentono scendere direttamente NE per accedere con passaggio tra le rocce al ripido pendio che adduce al Col des Vignettes, altrimenti abbassarsi in direzione S fino a superare la fascia rocciosa ad W della Q 3160 m da qui volgersi verso N cercando di mantenersi alti per raggiungere in discesa il Col des Vignettes che adduce alla Cabane des Vignettes.

Discesa su Arolla

Dal colle scendere N sul Glacier de Piéce, dapprima mantenendosi sul lato E per poi spostarsi sul lato W a quota 2900 m circa in modo da evitare i crepacci. Abbassarsi ancora mantenendosi sul lato W fino al punto quotato 2480 m; da qui ci si può dirigere verso W e poi NW fino a raggiungere le piste, o proseguire nel canalone fino a raggiungere la strada a q 1986.

 13-14 aprile   Gran Paradiso in traversata 4061m

 

1° giorno: dall’alpeggio di Pravieux una comoda mulattiera porta inizialmente all’alpeggio di Lavassey (2194 mt) e in seguito, con ampi tornanti, al rifugio Chabod.

2° giorno: dal rif. Chabod si sale al locale invernale e si segue la condotta d’acqua che continua nel valone al di sotto del ghiacciaio di Montandaynè.. Si prosegue sulla morena, per comodo sentiero fino all’attacco del ghiacciaio stesso. Qui si attraversa a destra, portandosi veso la parete nord del Gran Paradiso.  Si continua verso destra prestando attenzione ai numerosi crepacci, e si entra nel vallone che conduca alla Schiena d’Asino. Si risale quindi il colletto e in cima ci si congiunge al sentiero che proviene dal rif. Vittorio Emanuele, per poi percorreremo in discesa. Per la cima: si prende a sinistra per risalire il regolare pendio ghiacciato che termina sulla crepacciata terminale, poco vicino alla cresta sommitale. Si toccano le roccette della cresta est.  Un ultimo passaggio facile ma esposto conduce alla statua di vetta della Madonna.

Dislivello 2195 – Difficoltà: BSA/PD-

26-27-28 aprile   Tour per La Grande Ruine e La Casse Deserte 

Grandioso tour in 3 giorni con salita alla Grande Ruine, discesa in traversata per la Casse Deserte sul vallone degli Etancons ,risalita alla Breche de La Meije ,traversata del versante Nord della Meije sino al rifugio dell’ Aigle e discesa dal Glacier de l’Homme. Corda ,piccozza ,ramponi, viti da ghiaccio, casco. Discesa dal glacier de l’Homme ripida e crepacciata da intraprendere presto data la esposizione in pieno Est.

1°giorno: Villard d’Arene – Rif. Adele Planchard: 1500 m .Dal parking a Pied du Col raggiungere il piano sotto il rifugio de l’Alpe de Villard d’Arene e obliquare a destra nel Vallon de la Plate des Agneaux sino a circa 2550 m. Rimontare (possibili cadute di sassi in caso di partenza tardiva). Rimontare in pieno Nord uno stretto e ripido canyon sino al rifugio Adele Planchard.

2°giorno: Rif.Planchard – Grande Ruine – Col de la Casse Deserte – Rif.Chatelleret: 900m. Risalire a Ovest il ghiacciaio sup.des Agneaux, piegare a sx e raggiungere la breccia Giraud Lauzin 3668 m. Lasciati gli sci, per ripido couloir si raggiunge la cresta e la Pointe Breevort 3765 m. Ridiscendere per il ghiacciaio sup. des Agneaux sino al Col des Neiges 3348 m. e superarlo portandosi sul ghiacciaio della Casse Deserte fino al Colle de la Casse Deserte 3483 m. (45°100m). Da qui un ripido couloir spesso ghiacciato di 100 m. da scendere preferibilmente a piedi, permette di imboccare una discesa ripida sino al rifugio Chatelleret 2232 m. Data la esposizione Ovest consigliabile non scendere troppo presto

3°giorno Rif.Chatelleret – Rif. du Promontoir – Breche de la Meije – Rif.de l’Aigle – Glacier de l’Homme – Villard d’Arene: 1550m. Risalire la morena e raggiungere il pendio sotto il rif. del Promontoir 3092 m. Raggiungere la Breche lungo un couloir ed una rampa obliqua di neve. Scendere il versante N traversando verso destra e poi a sx (ripido ed esposto per 100m),scendere contornando una zona crepacciata e a circa 3150 m. obliquare a dx risalendo il versante N della Meije poi a 3300 m. ridiscendere verso la Meijette ed imboccare il couloir du Serret du Savon (45° per 150 m) Risalirlo e raggiungere in falsopiano il Rif. de l’Aigle, discendere il Glacier de l’Homme a sx e in pieno centro tra 3200 e 3000 m.poi a sx e seguendo il torrente arrivare sino alla Romanche ed al parking.

Dislivello totale 3950m Difficoltà OSA

ALPINISMO

……con LUCA&VALENTINA guide alpine

Con l’ausilio della competenza, della professionalità e della passione delle Guide Alpine, il GAM propone i CORSI di PRIMAVERA ….iscrizioni aperte!!!!

Periodo di svolgimento dei corsi: aprile – giugno 2018 Il programma completo sul sito: www.gam.milano.it

  • Corso di Alpinismo base (A1), rivolto a tutti coloro che vogliono avvicinarsi al mondo della montagna e acquisire la necessaria padronanza, dalla arrampicata su falesia alle salite in ambiente di alta montagna e
  • Corso di Alpinismo avanzato (A2), rivolto a chi vuole perfezionare la propria tecnica di arrampicata

Referente GAM per questi programmi: Giovanni Gaiani mail: giovanni.gaiani@tin.it     Tel. 02-89301570 (casa)

Tutte le informazioni sulle date e i costi sul sito GAM al link: http://www.gam.milano.it/2019/01/20/corsi-di-alpinismo-base-e-avanzato/

  • Corso di Tecnica di Arrampicata Per continuare il lavoro sulla Tecnica di arrampicata cominciato nei tre passati corsi con Paolo Caruso, si propone un percorso strutturato su 3 giornate consecutive a giugno.

Tutte le informazioni su date e costi sul sito GAM al link: http://www.gam.milano.it/2019/02/24/tecnica-di-arrampicata-2/

Referente GAM per questo programma: Michele Cardillo mail: michele_cardillo@hotmail.it   cell. 339 2069657

E per la gioia delle lucertole del GAM……con la bella stagione riprenderemo ad andare in falesia i fine settimana. Il coordinatore del gruppo sarà Ferdinando Viganò mail: v.ferdinando@libero.it       cell: 3939012151

Questa attività ha solo un carattere amatoriale ma è un gradito momento di condivisione delle abilità e delle difficoltà di ciascuno.

ESCURSIONISMO

E’ pronto il programma ESCURSIONISMO 2019 che trovate sul sito al link: http://www.gam.milano.it/2019/02/21/programma-escursionismo-2019/

Coordinatori ed iscrizioni: Gemma Assante mail: gemma.assante2017@gmail.com cell. 347 9508 354; Cristina Mazzetti mail: cristina.mazzetti@alice.it cell. 339 8320 257.

Le quote di partecipazione per le gite giornaliere in pullman sono: 25 € (30 € SOCI CAI); ragazzi fino a 15 anni 20 €. Iscrizione da giovedì a domenica, salvo mancanza di posto. PREZZO AMICO: 20 € soci Gam (25 € soci CAI) con pagamento anticipato entro martedì antecedente la gita. Per le gite in auto 5 € soci Gam; 8 € soci CAI + spese viaggio condivise con l’esclusione del guidatore. Per le settimane e i trek di più giorni quote indicate nei programmi che si trovano sul sito del GAM: prendere contatto con il coordinatore. I pagamenti possono essere effettuati in contanti in GAM in orario di apertura o con bonifico bancario da farsi sull’IBAN del GAM: IT62D0103001654000061104572 indicando nome e cognome del partecipante e come causale il nome della gita.

 LE GITE IN GIORNATA DI MARZO E APRILE

 23/3    FAIALLO – BRIC DENTE MASONE* Escursione dal passo Faiallo a Masone passando per il Bric Dente sui panoramici crinali tra Piemonte e Liguria Disl. : 900/+200 – Durata: 5 ore. Gita giornaliera in pullman. Partenza: ore 7,30 Liguria MM2 Romolo; 7,00 Pit-stop Loreto E . Coordinatrice: Cristina Mazzetti

 13/4    OASI DI TORRILE – PARMA (* e §) Passiamo la mattinata insieme agli amici di LIPU per l’osservazione di uccelli in ambiente. Pomeriggio a Parma per la visita guidata alla Cattedrale ed al Battistero. Gita giornaliera in pullman Partenza: ore 7,30 Liguria MM2 Romolo; 7:00 Pit-stop Loreto T. Coordinatrice: Cristina Mazzetti  

 ANTICIPAZIONI D’ESTATE

 ECCO i PROSSIMI TREK E LE ANTICIPAZIONI ESTIVE PER I QUALI OCCORRE ISCRIVERSI PER TEMPO

Per prenotazioni ed iscrizioni prendere contatti con i coordinatori

 31/5- 4/6   VELA E TREK WE lungo nel mar LIGURE

Minicrociera con skipper esperto che darà la possibilità anche a chi non ha nessuna esperienza di navigazione di veleggiare in tutta tranquillità fra le baie più suggestive del Golfo di La Spezia e dei Poeti. Accompagnati anche da belle camminate su sentieri, staremo 4 giorni a contatto con la natura, in lenta e piacevole armonia. Si tratta di un’opportunità molto interessante sia come prima esperienza di vela sia se siete già provetti velisti. L’iniziativa viene effettuata al raggiungimento di un numero congruo di partecipanti per uno o più equipaggi: il numero minimo è stabilito pari a 5-7 per ogni barca. Occorre dunque prenotarsi per tempo, versando una caparra di 100 € entro il 18/4.

QUOTE: 240 €. Obbligatoria iscrizione GAM. Nel caso gli iscritti siano 5 (o 11 su due barche) la quota è aumentata a 279 €. Per numeri inferiori la gita non viene effettuata. In caso di rinuncia la quota viene restituita solo in caso di una sostituzione. In caso di annullamento, la quota viene restituita per intero. Prendere contatti con gemma.assante2017@gmail.com cell.347 9508354

8-9 giugno   GOLE DI BLETTERBACH in ALTO ADIGE ai piedi del Corno Bianco nei pressi del paese di Aldino, dal passo Oclini con le guide del Geoparco. Quota 120€, Caparra 50 € entro 30/4, saldo entro 31/5. viaggio A/R in pullman, ½ pensione in Hotel a Varena. Esclusi guida ed ingressi. Partenza: ore 7,00 Loreto – Poltrone&Sofà. E. Coordinatrice gemma.assante2017@gmail.com

 20-24 giugno           ISOLE TOSCANE – CAPALBIO, GIANNUTRI GORGONA E GIGLIO.

Ci attende una vacanza che coniuga trekking, mare, sole e turismo.

QUOTE DI PARTECIPAZIONE: Soci GAM 505,00 €; Soci CAI 535,00 €. Acconto 150,00 € entro 10/01/2019. Saldo entro 17 APRILE. Supplemento singola 18,00 €/notte. Assicurazione annullamento 35,00 €/persona da versare all’atto dell’iscrizione. Coordinatrice: Cristina Mazzetti cell. 339 8320257, fisso 02 5395282 mail: cristina.mazzetti@alice.it

 29/6 – 7 luglio         SETTIMANA NONNI E NIPOTI al PASSO DELLA PRESOLANA in VAL SERIANA.

Dopo la bellissima esperienza dell’anno scorso, fatta con gli operatori dell’associazione Kokulandela, anche quest’anno Toni, Carmelinda e Francesca ci confermano la loro presenza e ci proporranno una nuova lieta vacanza con i nostri piccoli dai 4 ai 12 anni. Ma, dopo la fatica delle 18 h su 24 dell’anno scorso dedicate ai bambini, ci chiedono di aumentare il gruppo degli operatori in modo da avere 1 operatore ogni 3 bambini. Dovranno inoltre fare dei sopralluoghi fuori la loro zona, meglio per noi che siamo più vicini a Milano. Per questo abbiamo dovuto ritoccare come segue le

QUOTE:1° adulto 553€, 2° adulto e tutti i nonni senza bimbi 498€. Per ogni bambino 593€, quota che comprende il Kit del Giovane esploratore del valore di 50€. Per ogni giorno successivo dopo il 7/7 la quota è di 40 € ciascuno/die per adulti e bambini. Supplemento singola 96€/settimana.

Ci ospita a mezza pensione l’hotel La neve (http://www.casa-neve.it/ ), che si trova al Passo (1300 m) a 4km dal centro di Bratto. Immersa nel verde, è il punto di partenza per numerose passeggiate. Ideale per gruppi e famiglie. Ospitalità e cordialità sono il punto di forza di questa struttura. Veramente buona e ricca la cucina, di sapore casalingo e tipico della zona. L’hotel è dotato di ascensore, giardino privato e parco esterno, area gioco per i bambini, Internet wi-fi, sala meeting e sala tv. Entro 200 m. fermata bus, bar/ristorazione. Entro 1 km chiesa, bancomat, supermercato, farmacia, zona abitata. Tra 1 e 5 km ospedale. Oltre 10 km stazione treni, aeroporto.

La quota comprende

  • sistemazione in camere doppie, triple o quadruple provviste di bagno.
  • ½ pensione
  • Assistenza operatori associazione Kokulandela per tutto il giorno compreso il loro vitto e alloggio
  • Materiale per i laboratori
  • Tesserina 2019 GAM bambini
  • Kit Giovane Esploratore

La quota non comprende:

  • il viaggio
  • Pranzi al sacco e merende che organizzeremo in autogestione
  • Entrate a musei, piscina, terme, nolo bici, arrampicata, piscina, funivie e quanto non specificato in la quota comprende
  • Eventuali extra e mance
  • Iscrizione GAM per gli adulti (23€ ordinario e 8€ familiare

ISCRIZIONI tramite versamento di una caparra di 120,00 € entro il 30 marzo per ogni partecipante; con pagamento in sede GAM (Via G.B.Merlo 3 – zona largo Augusto) nelle serate di apertura martedì 18:30-20:00 e giovedì 21:00-23:00, oppure mediante IBAN sul conto del GAM – Gruppo Amici della Montagna, Milano presso la 110 Banca Montepaschi di Siena – IBAN: IT62D0103001654000061104572 causale Nonni&nipoti 2019, mandando comunicazione del bonifico alla coordinatrice.

Ci troviamo in sede G.A.M. il 13 giugno alle ore 21 per concordare le partenze e conoscerci.

Viaggio in auto Milano-Passo della Presolana 110 Km, 2 ore, su autostrada A4 Milano-Venezia-Trieste, uscita Bergamo. Proseguire sulla circonvallazione delle valli – Val Seriana SP 35 e poi 671 attraversando Alzano, Albino, Ponte Nossa, Castione. Quindi continuare sino al Passo. Il programma dettagliato sarà presto visibile sul sito e inviato a chi lo richiede alla COORDINATRICE: Gemma Assante mail: gemma.assante2017@gmail.com cell. 347 9508354

15-22 luglio SETTIMANA VERDE a MOENA

nelle DOLOMITI, al sole, in una natura incontaminata, moderne infrastrutture turistiche ci aspettano per una vacanza di escursioni e relax. E. Coordinatrice: Cristina Mazzetti

Splendida ,idilliaca serena Val di Fassa si apre al centro dei gruppi dolomitici più famosi il cui paesaggio è vario: alle bianche crode dolomitiche con guglie si alternano rocce nerastre vulcaniche. Ci ospiterà l’Hotel “LA ROMANTICA” situato in Moena a 200 mt. dalla piazza principale ma in zona a traffico limitato, dotato di giardino e da cui partono la maggior parte delle passeggiate nei boschi. Sono state inserite escursioni a rifugi che si possono effettuare anche con gli impianti, I dislivelli variano dai 500 mt ai 700 mt ca.

Quote: Soci GAM 580,00 €. Soci C.A.I. 590,00€. Supplemento singola 15.00 € al giorno. Le camere dall’arredamento in legno sono dotate di TV, telefono, balcone, Wi-Fi, bagni dotati di idromassaggio. L’hotel dispone di palestra e centro benessere gratuito con vasca idromassaggio e sauna, cascata fredda tonificante e doccia con cromoterapia. Presente l’ascensore. Sito www.hotellaromantica.it

La quota comprende:

-Mezza pensione (½ litro acqua ed ¼ vino. Grande buffet di verdure con vasta scelta di primi e e secondi).

-Centro benessere.

La quota non comprende:

-Il viaggio che verrà effettuato con mezzi propri condividendo le spese ad esclusione del guidatore.

Oppure con servizio AUTOSTRADALE (02 30089000) DIRETTO da MILANO senza cambi fino a Moena ove   all’arrivo il gestore dell’hotel verrà a prendere gli ospiti.

-Tassa soggiorno pari a euro 1,00 salvo aumenti dal 2019.

– Quanto non espressamente specificato

ISCRIZIONI: tramite versamento caparra 150,00 € entro 04 Aprile e saldo entro 20 giugno in contanti  nelle serate di apertura della Sede: martedì dalle 18.30 all3 20.30 e giovedì dalle 21.00 alle 23.00, oppure con bonifico bancario sul   conto del GAM presso la Banca Montepaschi Siena   IBAN: IT62D0103001654000061104572 causale Settimane Verdi 2019,indicando nome e cognome del partecipante e mandando copia del bonifico alla coordinatrice: Cristina Mazzetti. Tel 02 5395282 cell. 339 8320257 e mail: cristina.mazzetti@alice.it

Il programma dettagliato sarà presto inserito nel sito o inviato dalla coordinatrice Cristina Mazzetti

15-18 settembre    SEMINARIO di FELDENKREIS in VAL CHIUSELLA

L’idea è di sperimentare il movimento del corpo nella natura sotto la guida di Stefania Biffi, esperta di questa disciplina. Alterniamo lezioni a passeggiate e a buon cibo salubre presso l’albergo Le Miniere di Traversella. Coordinatrice Silvia Levis 349 529 5538. QUOTA 332€ (mezza pensione in camera doppia, attività seminariale di circa 3 ore/die, escursioni e quota GAM. ISCRIZIONE con versamento in acconto di 150 € entro il 30 giugno, saldo al 30 agosto, secondo le solite modalità di bonifico al GAM.

 

21-28 settembre    TREK nel GARGANO Vacanza Mare-monti, accompagnati dagli amici di Misafumera. Sorprendentemente siamo già iscritti in oltre 40 pax. Tuttavia potranno esserci disdette e forse qualche altro posto ci verrà concesso dagli organizzatori. La quota è di 760€ con caparra di 250€ entro il 15 marzo 2019. II acconto di 200 € entro 30 aprile. III acconto di 240 entro il 30 maggio e saldo il 15 giugno comprensivo del prezzo del treno A/R. Questo verrà comunicato appena riceviamo il preventivo e si aggirerà tra i 130 e i 150€ Coordinatrice gemma.assante2017@gmail.com cell. 347 9508354

ANTICIPAZIONI D’AUTUNNO

 31 ottobre – 4 novembre   L’ANELLO del RINASCIMENTO

Un percorso che abbraccia la città di Firenze attraversando angoli di Toscana verde e irreali con i paesini arroccati, l’arte le chiese le piazze e le persone.

Il percorso totale è di 170 km suddiviso in tappe di media distanza di queste noi percorreremo quelle nei dintorni di Fiesole. Il trek che si snoda intorno alla “ CUPOLA DI SANTA MARIA DEL FIORE, opera d’arte ingegneristica costruita dal BRUNELLESCHI  uno dei primi tre grandi iniziatori del RINASCIMENTO Fiorentino  insieme a Masaccio e Donatello.   Il percorso è di media difficoltà e attraversa strade di tipo sterrato e asfaltato.

Si dorme in pensioni semplici ma curate in tutto senza farsi mancare la gastronomia toscana.

Il programma è in elaborazione e appena sarà pronto verrà comunicato e pubblicato sul sito.

Per informazioni contattare la Referente Cristina Mazzetti Tel 02 5395282 cell. 339 8320257 e mail: cristina.mazzetti@alice.it

SERATE IN SEDE

5 marzo – CD di marzo. Tutti i soci sono invitati

7 marzo – Riunione della Commissione Alpinismo

14 marzo – 2° Serata in sede sulla Storia dell’Indocina e del Vietnam

21 marzo – Proiezione del film “Il cielo dentro di me” a cura di Gilberto Grassi dalla Cineteca CAI

4 aprile –Serata di foto e racconti dal viaggio alla base del K2 di Nicoletta Gibelli e Achille Inzaghi

18 aprile – Assemblea ordinaria e rinnovo del Consiglio Direttivo

 LA BACHECA DELLE OCCASIONI

Il GAM AFFITTA la sua bella sede rinnovata ai Soci per attività personali durante le ore diurne. La tariffa varia a seconda della durata dell’utilizzo da € 50 a €150 (+ IVA) da concordare con il CD

Chi è interessato può scrivere a: gam.milano0@gmail.com

Notiziario G.A.M. – N. 2 – MARZO-APRILE 2019 – Pubblicato il giorno 28.2.2019

dal GRUPPO AMICI della MONTAGNA Sottosezione del C.A.I. Milano

Via G.B.Merlo, 3 – 20122 MILANO – Telefono: 02.799.178 – e-mail: gam.milano0@gmail.com sito web: http://www.gam.milano.it

DELEGA

Il sottoscritto…………………………………………………………………………. socio del…………………….

delega il socio…………………………………………………………………………………………
a rappresentarlo all’Assemblea Ordinaria dei Soci……………………………………….. indetta per il 18 aprile 2019.

Il delegato                                                                                             Il delegante

 

 

DELEGA

Il sottoscritto…………………………………………………………………………. socio del…………………….

delega il socio…………………………………………………………………………………………
a rappresentarlo all’Assemblea Ordinaria dei Soci……………………………………….. indetta per il 18 aprile 2019.

Il delegato                                                                                            Il delegante

 

 

DELEGA PER L’ASSEMBLEA DEI SOCI CAI SOTTOSEZIONE GAM

Il sottoscritto socio del CAI-Sottosezione GAM……………………………………

delega il socio…………………………………………………………………………………

a rappresentarlo all’Assemblea dei Soci indetta per il 18 aprile 2019

Il delegato                                                                    Il delegante

 

 

DELEGA PER L’ASSEMBLEA DEI SOCI CAI SOTTOSEZIONE GAM

Il sottoscritto socio del CAI-Sottosezione GAM……………………………………………

delega il socio………………………………………………………………………………………

a rappresentarlo all’Assemblea dei Soci indetta per il 18 aprile 2019.

Il delegato                                                                    Il delegante

 

Tecnica di arrampicata

STAGE 

TECNICA di ARRAMPICATA

Per continuare il lavoro sulla Tecnica di arrampicata, utilizzando il Metodo Caruso, si pro- pone un percorso strutturato su tre giornate consecutive, località Val Masino.

CONTENUTI
Corso outdoor di 3 giornate consecutive
Matrici di base: schemi ambio, incrociato, omologo.
Tecnica di arrampicata: progressione incrociata e fondamentale, progressione a triangolo.

PERIODO
7-9 Giugno 2019

CALENDARIO DELLE LEZIONI Uscite su roccia

7-9 Giugno

CALENDARIO DELLE LEZIONI – USCITE SU ROCCIA

7 giugno: Fondamentali e schemi motori. Spostamento del peso, isolamento bacino-bu sto.

8 giugno: Progressione incrociata e progressione fondamentale. Anticipo del tallone.

9 giugno: Progressione a triangolo. Tecniche complementari ( sostituzione, accoppiamen to dei piedi ), triangolo a vertice fisso.

COSTI
Euro 180/persona (min 8 partecipanti).
La quota comprende: Onorario Guide Alpine.
La quota non comprende: spese dei trasferimenti e di vitto e alloggio per le uscite di due giorni. Tali spese, anche della Guida Alpina saranno suddivise tra i partecipanti.

Informazioni e iscrizioni a Michele Cardillo  mail: michele_cardillo@hotmail.it  cell: 339 2069657 .

Iscrizione con versamento di caparra di € 80+Tessera GAM 2019 ( € 23) entro il 30 Marzo su c/c GAM  Iban:IT62D0103001654000061104572 causale: corso di arrampicata Nome e Cognome

N.B. La caparra è da intendersi come confirmatoria della partecipazione al corso e NON verrà restituita in caso di rinuncia che pervenga oltre la data del 7 maggio 2019

 

 

Programma Escursionismo 2019

PROGRAMMA ESCURSIONISMO 2019

PROGRAMMA ESCURSIONI

APRILE

13             OASI DI TORRILE – PARMA (* e §)

Passiamo la mattinata insieme agli amici di LIPU per l’osservazione di uccelli in ambiente. Pomeriggio a Parma per la visita guidata alla Cattedrale ed al Battistero. Gita giornaliera in pullman Partenza: ore 7,30 Liguria MM2 Romolo; 7:00 Pit-stop Loreto Attività: T   Coordinatrice: Cristina Mazzetti

 MAGGIO

12             VAL MASTALLONE – ALPE BARANCA*

Media escursione in val Mastallone, alpeggi e frazioni del paese che ha dato i natali al signor Lancia (auto). Dislivello tot. 950; 760 al rifugio. Durata tot. 5 ore Gita con pullman Partenza: ore 7,15 Lotto-Lido Attività: Attività: E Coordinatrice: Gemma Assante

 25             VAL DI MELLO – CASERA PIODA

Bella passeggiata tra le granitiche cime di val di Mello fino alla recente Casera gestita da Mountain Wilderness. Dislivello 700 m; Durata salita: 3h30. Gita giornaliera con pullman Partenza: ore 7,15 Loreto -Poltrone&Sofà Attività: E  Coordinatrice: Gemma Assante

 31/5- 4/6               VELA E TREK ALLE 5 TERRE.

W-E nel mare di La Spezia e sui sentieri del Parco Nazionale delle 5 Terre.   Coordinatrice:     Gemma Assante

 GIUGNO

8-9           GOLE DI BLETTENBACH

Lo spettacolare canyon del Bletterbach da Aldino ed il Corno Bianco dal passo Oclini con le guide del Geoparco. Quota 120€, Caparra 50 € entro 30/4, saldo entro 31/5. viaggio A/R in pullman, ½ pens in Hotel a Varena. Esclusi guida ed ingressi. Partenza: ore 7,00 Loreto – Poltrone&Sofà. Attività: E     Coordinatrice:  Gemma Assante

15             Sul MINCIO da RIVOLTA MANTOVANA

Nel cuore del Parco del Mincio, il museo dei mestieri del fiume ed una escursione in battello lungo il fiume, da Rivolta Mantovana. Gita giornaliera con pullman. Partenza: ore 7:30 Loreto – Poltrone&Sofà. Attività: E   Coordinatrice: Gemma Assante

20-24      ISOLE MINORI TOSCANE – GIGLIO, GIANNUTRI, GORGONA

Giro e visita di luoghi particolari nelle perle toscane. Gita con mezzi propri. Quota 505€ (Caparra e iscrizioni entro il 10/1). Attività: E/T  Coordinatrice: Cristina Mazzetti

29             COGNE – Rifugio SELLA*

Nel Parco Nazionale del Gran Paradiso, da Cogne-Valnontey fino al rif. Sella. incontri ravvicinati con stambecchi e marmotte. Dislivello 900 m; Durata tot. 6h00. Gita giornaliera con pullman Partenza: ore 7,15 Lotto-Lido. Attività: E  Coordinatrice:   Cristina Mazzetti

 LUGLIO

29/6 – 7/7               SETTIMANA NONNI E NIPOTI al PASSO DELLA PRESOLANA Vacanza adatta ai bambini dai 5 sino ai 12 anni, organizzata con naturalisti/educatori, con diverse attività didattiche e formative nella natura. Passeggiate, visite, fattorie didattiche e sport all’aperto. QUOTE: 1° adulto 553€, 2° adulto e tutti i nonni senza bimbi 498€. Bimbi 593€ con Kit Giovane esploratore. caparra di 120,00 € entro il 30 marzo per ogni partecipante Attività: E/T  Coordinatrice:   Gemma Assante

13-20      SETTIMANA VERDE a MOENA

nelle DOLOMITI, al sole, in una natura incontaminata, moderne infrastrutture turistiche ci aspettano per una vacanza di escursioni e relax. Quota 580€. Caparra 150€ entro il 4/4. Attività: E    Coordinatrice: Cristina Mazzetti

SETTEMBRE

15-18      SEMINARIO di FELDENKREIS in VAL CHIUSELLA

L’idea è di sperimentare il movimento del corpo nella natura sotto la guida di una esperta di questa disciplina. Alterniamo lezioni a passeggiate e a buon cibo salubre. Quota 332€ (caparra 150€ entro il 30/6) Attività: E   Coordinatrice: Silvia Levis

21-28      TREK nel GARGANO

Vacanza mare-monti, accompagnati dagli amici di Misafumera. Quota 760€ + viaggio A/R in treno, caparra di 250€ entro il 15 marzo 2019. Attività: E     Coordinatrice: Gemma Assante

OTTOBRE

5               Al LAGO DI PIANO

per il bramito dei cervi (* e §) Tra Menaggio e Porlezza Dislivello totale ridotto – Durata gita 2 ore + appostamento. Gita giornaliera con pullman Partenza: ore 10,00 Lotto-Lido. Attività: T/ E  Coordinatrice: Gemma Assante

 

12             CASTAGNATA IN VAL CURONE (AL)*

Facile traversata da Fabbrica Curone e Selvapiana in ridenti boschi, per raccogliere castagne. Dislivello totale ridotto – Durata 2h30 + raccolta castagne. Gita giornaliera con pullman. Partenza: ore 7,30 Liguria MM2 Romolo; 7,00 Pit-stop Loreto. Attività: E      Coordinatrice:    Gemma Assante

19             LEVANTE LIGURE TRAVERSATA USCIO-CAMOGLI*

Una classica traversata del levante ligure. Durata 5h00 Gita giornaliera con pullman. Partenza: ore 7,30 Liguria MM2 Romolo; 7,00 Pit-stop Loreto. Attività: E    Coordinatrice: Gemma Assante

NOVEMBRE

31/10-4/11            L’ANELLO DEL RINASCIMENTO  

Altro modo di conoscere la storia: un percorso circolare di trek in Toscana e intorno a Firenze. Attività: E/T    Coordinatrice: Cristina Mazzetti

 10             FOLIAGE AU COL DU JOUX in Valle d’Aosta*  

Alla ricerca dei colori autunnali di larici e faggi. Dislivello totale 500 m – Durata 5 ore. Gita giornaliera con pullman   Partenza: ore 7:15 Lotto-Lido. Attività: E    Coordinatrice: Gemma Assante

 LEGENDA

T   =           Percorso facile di tipo turistico; E   = Percorso normale di tipo escursionistico

Per ulteriori informazioni su gite: Gemma Assante gemma.assante2017@gmail.com tel. 347 9508 354; Cristina Mazzetti cristina.mazzetti@alice.it Tel. 339 8320 257

Il viaggio si effettua in treno, in pullman, con auto private o in aereo: consultate i programmi sul sito

* Gita organizzata in collaborazione con il gruppo escursionistico Cime Tempestose di ARCI- Il quartiere.

  • Gita in collaborazione con LIPU (Lega Italiana Protezione Uccelli e con il gruppo di Fotografia naturalistica)

Il programma dettagliato di ogni iniziativa comprendente orari, quote e nominativi dei capigita, è disponibile in sede con grande anticipo ed è visibile al sito del GAM alla sezione Notiziari e Attività www.gam.milano.it/ oppure a richiesta presso le coordinatrici

Per le iscrizioni e la partecipazione prendere sempre contatti con i capigita indicati per ogni evento.

 QUOTE DI PARTECIPAZIONE

Gite giornaliere con mezzi propri: spese viaggio condivise, guidatore escluso + quota GAM 5€.

Gite giornaliere con mezzi pubblici: ciascun partecipante deve farsi autonomamente il biglietto del treno/bus + quota GAM 5€.

Gite giornaliere con pullman: 25 €, quota ridotta a 20 € con almeno 28 adesioni. Con meno di 20 iscrizioni si deciderà caso per caso, se effettuare la gita con auto e spese condivise o con pulmino e quota rivista per recupero costi fissi. Prenotazione con pagamento anticipato 20 €. Eventuale saldo in loco.

Per le gite di più giorni consultare il programma sul sito

 ISCRIZIONI

In sede GAM negli orari di apertura oppure con il versamento di 20 € sul conto GAM IBAN IT62D0103001654000061104572

PER PARTECIPARE ALLE GITE BISOGNA ESSERE ISCRITTI AL GAM. E’ OBBLIGATORIO PRENDERE VISIONE DEI PROGRAMMI E DELLE NORME DI PARTECIPAZIONE

NORME PER LA PARTECIPAZIONE A GITE GAM

1 Le iscrizioni alle gite si ricevono in sede negli orari di apertura. Per le gite giornaliere o di fine settimana, salvo che sia diversamente indicato sul Notiziario, nelle due settimane che precedono la gita stessa. Per trekking e settimane secondo quanto indicato sul Notiziario. Le iscrizioni sono valide con il pagamento delle quote stabilite. Le iscrizioni eccedenti la disponibilità dei posti vengono messe in lista d’attesa per eventuali sostituzioni.

2 Lo scopo delle gite sociali è quello di condurre tutti i partecipanti alla meta. L’andatura sarà quindi adatta a mantenere il gruppo sufficientemente compatto pur tenendo conto dei tempi tecnici necessari al normale svolgimento della gita. Ne consegue che i direttori di gita, a loro insindacabile giudizio, possono non accettare l’iscrizione di chi non è ritenuto idoneo.

3 Per quanto riguarda la rinuncia si precisa che, a meno che il rinunciatario proponga un sostituto:

– per le gite giornaliere la quota di partecipazione è interamente dovuta se la rinuncia viene fatta dopo il MARTEDì precedente la gita

– per le gite di più giorni se la rinuncia viene fatta negli 8 giorni precedenti la partenza è trattenuta la caparra e richiesta la quota di soggiorno nella misura eventualmente addebitata dall’albergatore.

4 I Direttori di gita sono volontari che agiscono come accompagnatori non professionali. Essi guidano la comitiva nell’esecuzione, curano il rispetto degli orari, la situazione dei posti, dei pernottamenti e tutto quanto sia utile al buon andamento della gita. I Direttori di gita hanno la facoltà di sospendere o modificare la gita nel caso in cui le condizioni atmosferiche, di innevamento o la situazione contingente siano tali da non garantire le normali norme di sicurezza. Durante il percorso essi stabiliscono le soste opportune e assumono le decisioni adeguate in ordine a coloro che fossero in difficoltà a proseguire.

5 I partecipanti, che devono essere a perfetta conoscenza delle caratteristiche della gita apparse sul Notiziario, hanno l’obbligo di attenersi alle disposizioni dei Direttori di gita e di portare l’attrezzatura richiesta dal programma. Il possesso dell’attrezzatura fa supporre che se ne conosca l’uso. I partecipanti devono essere disposti a collaborare per il trasporto di materiale comune (corde, barella, o altro). Nessuno dei partecipanti, se non espressamente autorizzato, dovrà sopravanzare i Direttori di gita o rimanere arretrato.

6 Nel caso di gite sci-alpinistiche è obbligatorio il possesso dell’ARVA con frequenza di 457 kHz, il cui funzionamento sarà controllato all’inizio della gita. E’ inoltre richiesto che ciascun partecipante sia munito di una pala. Entrambi questi strumenti possono essere noleggiati, in numero limitato, presso il GAM. In occasione di gite i Direttori di gita organizzeranno prove pratiche di ricerca con ARVA cui tutti, con spirito di solidarietà, dovranno partecipare per impratichirsi su come portare soccorso in tempo utile.

7 Gli orari di partenza previsti sono tassativi. Nel caso in cui fosse necessario modificare l’orario di ritorno i Direttori di gita lo comunicheranno per tempo a tutti i partecipanti.

8 L’iscrizione alla gita comporta la totale accettazione delle presenti norme.

L’ATTENERSI ALLE REGOLE FACILITA LA GITA, LA RENDE PIÙ PIACEVOLE PER TUTTI E SOPRATTUTTO PIÙ SICURA

 

Corsi di Alpinismo base e avanzato

ALPINISMO

Roccia, neve e ghiaccio

CORSO BASE A1 ALPINISMO 2019

CorsiAlpinismo2019- PROGRAMMI

Lezioni e salite in montagna con le Guide Alpine Luca Biagini e Valentina Casellato

Con l’ausilio della competenza, della professionalità e della passione delle Guide Alpine, il GAM propone anche questo anno corsi di alpinismo rivolti a tutti coloro che vogliono avvicinarsi al mondo della montagna e acquisire la necessaria padronanza, dalla arrampicata su falesia alle salite in ambiente di alta montagna.

CORSO BASE DI ALPINISMO A1

Contenuti del corso:

tecnica di arrampicata

livelli 1,2,3 del testo tecnico delle Guide Alpine italiane (neve e ghiaccio)

progressione fondamentale ed introduzione alla progressione a triangolo (roccia)

tecnica di sicurezza (su roccia, su ghiaccio)

materiali, nodi, ancoraggi, progressione della cordata, corda doppia

PROGRAMMA

Il corso è composto da 7 giornate di lezione (3 su roccia + 2 week end interi in alta montagna); gli allievi verranno divisi in due gruppi in base alle disponibilità ad inizio corso.

Martedì 2 aprile

Presentazione corso (sede GAM)

Materiali ed equipaggiamento

Sabato 13 o Domenica 14 aprile

Prima uscita : Valsassina o Valmasino

Falesia – Introduzione all’arrampicata su roccia – Fondamentali, nodi ed assicurazione – In caso di maltempo uscita in palestra indoor

 Sabato 11 o Domenica 12 maggio

Falesia : Sasso Remenno- Progressione fondamentale, corda doppia

Sabato 18 o Domenica 19 maggio

Salita su roccia : Val Masino- Vie di più lunghezze, soste, doppia.

Sabato 8 e Domenica 9 giugno

o Sabato 15 e Domenica 16 giugno   Neve/Misto : Morteratsch (Capanna Boval)

Uso ramponi, piccozza, cordata su ghiacciaio, piolet traction

Presso la Capanna Boval si terrà la :

Lezione teorica : topografia e orientamento

Sabato 22 e Domenica 23 giugno     o Sabato 29 giugno e Domenica 30 giugno

Ultima uscita : Ascensione in montagna

Monte Pioda oppure Pizzo Cassandra

Settembre (data da definire)

Chiusura corso (sede GAM) con visione immagini e filmati

 N.B. La meta delle uscite può essere variata anche all’ultimo momento in funzione delle condizioni atmosferiche

ISCRIZIONI E QUOTE DI PARTECIPAZIONE

 Referente GAM per informazioni e iscrizioni: Giovanni Gaiani mail: giovanni.gaiani@tin.it     tel. 02-89301570 (casa- ore serali)

Il corso BASE costa € 370,00 a persona + Iscrizione al GAM 2019 (socio ordinario € 23,00)

La quota comprende:

  • Insegnamenti e accompagnamento delle Guide Alpine
  • Utilizzo materiale comune
  • DVD del corso che verrà consegnato a tutti i partecipanti al termine del corso stesso

 Le quote non comprendono: spese di viaggio, vitto e alloggio.
Tali spese, comprese quelle per le Guide Alpine, saranno ripartite tra i partecipanti alle uscite previste.

Iscrizioni con versamento di caparra di € 70+ 23 e segnalazione del versamento al Referente.

Saldo a inizio corso

Le iscrizioni si ricevono in sede il martedì (h. 18-30-20.30) e il giovedì (h. 21- 23) con pagamento in contanti oppure tramite bonifico sul c/c del GAM presso MPS IBAN

IT 62 D 01030 01654 000061104572 specificare nella causale nome cognome e motivo del versamento.

N.B. La caparra è da intendersi come confirmatoria della partecipazione al corso e NON verrà restituita in caso di rinuncia che pervenga oltre la data del 15 marzo 2019

CORSO AVANZATO A2 ALPINISMO 2019

Lezioni e salite in montagna con le Guide Alpine Luca Biagini e Valentina Casellato

Con l’ausilio della competenza, della professionalità e della passione delle Guide Alpine, il GAM propone anche questo anno corsi di alpinismo rivolti a tutti coloro che vogliono avvicinarsi al mondo della montagna e acquisire la necessaria padronanza, dalla arrampicata su falesia alle salite in ambiente di alta montagna.

CORSO AVANZATO DI ALPINISMO

Contenuti del corso: ripasso e perfezionamento

tecnica di arrampicata (su roccia e su ghiaccio) tecnica di sicurezza (su roccia e su ghiaccio) autonomia della cordata

 PROGRAMMA

 Martedì 2 aprile

Presentazione corso (sede GAM)

Materiali ed equipaggiamento

 Sabato 1 giugno

Val Masino oppure Valsassina

Roccia – Ripasso progressione di arrampicata (fondamentale e triangolo)

Nodi e assicurazione

Domenica 2 giugno

Val di Mello oppure Grignetta

Roccia – Vie di più lunghezze, soste, doppie

Attività in quota di più giorni

19 luglio –  Alta montagna: Salita alla Capanna Albigna

Ripasso assetto della cordata su ghiacciaio e trattenuta e arrampicata nei dintorni del rifugio

20 luglio – Salita su roccia

Pizzo Balzetto cresta sud/Punta Albigna

21 luglio – Alta montagna

Salita alla Cima di Castello (mt. 3.375)

22 luglio

Giornata di riserva, salita o esercitazione

Settembre (data da definire)

Chiusura corso (sede GAM) con visione

immagini e filmati

 ISCRIZIONI E QUOTE DI PARTECIPAZIONE

 Referente GAM per informazioni e iscrizioni: Giovanni Gaiani mail: giovanni.gaiani@tin.it     tel. 02-89301570 (casa- ore serali)

Il corso AVANZATO costa € 390,00 a persona + Iscrizione al GAM 2019 (socio ordinario € 23,00)

La quota comprende:

  • Insegnamenti e accompagnamento delle Guide Alpine
  • Utilizzo materiale comune
  • DVD del corso che verrà consegnato a tutti i partecipanti al termine del corso stesso

 Le quote non comprendono: spese di viaggio, vitto e alloggio.
Tali spese, comprese quelle per le Guide Alpine, saranno ripartite tra i partecipanti alle uscite previste.

 Iscrizioni con versamento di caparra di € 90+ 23 e segnalazione del versamento al Referente. Saldo a inizio corso

Le iscrizioni si ricevono in sede il martedì (h. 18-30-20.30) e il giovedì (h. 21- 23) con pagamento in contanti oppure tramite bonifico sul c/c del GAM presso MPS IBAN

IT 62 D 01030 01654 000061104572 specificare nella causale nome cognome e motivo del versamento.

N.B. La caparra è da intendersi come confirmatoria della partecipazione al corso e NON verrà restituita in caso di rinuncia che pervenga oltre la data del 1 maggio 2019

 

 

 

 

Programma di Scialpinismo&Ciaspole

PROGRAMMA DI SCIALPINISMO 2018-2019

VolantinoProgrSciAlp18.19

Referente per informazioni Scialpinsmo: Paolo Cesa Bianchi mail: p.cesabianchi@@sacebi.com cell: 335261795

Referente per informazioni Ciaspole: Valentino Pistone mail: valentinopistone57@gmail.com  cell 3482481016

7-8-9 dicembre   S. Ambrogio in Val d’Avers o in Valle Stura

Contiamo di iniziare come sempre la stagione scialpinistica con tre giorni di belle sciate! La località verrà scelta in base all’innevamento.

Verranno proposte gite da inizio stagione…….per ungere le gambe

16 dicembre Gran Pays 2724m

Da Lignan 1633m proseguire verso Clemensod fino al ponte a 1615m. Dal ponte salire al meglio il ripido e fitto bosco sino a sbucare su terreno aperto poco sotto l’Alpe Brevaz. Volgere a destra per toccare l’Alpe Fontin 2002m. Seguirlo, toccando i resti diruti dell’Alpe Collet 2246m, e proseguire sino a quando si apre, in vista sulla destra dei ripidi pendii che scendono dalla vetta. Risalirli e giunti in cresta, percorrerla sino a raggiungere la Cima

Dislivello 1080m – Difficoltà: BS

13 gennaio Cima Corna Piana 2302m

Dall’ampio parcheggio in fondo al paese di Valcanale seguire la strada sul fondovalle per circa 800m e proseguire a sinistra sempre su strada fino all’inizio delle vecchie piste da sci (1204m). Risalire tutto il vallone prima a destra poi nel centro  quindi ancora a destra per superare l’ultimo pendio molto ripido che porta al passo (2130m). Piegare a destra, superare una rampa e su terreno più dolce pervenire alla spalla quotata 2226m. La gita sciistica normalmente termina qui. Per raggiungere la vetta percorrere l’affilata ed esposta  cresta Est con percorso breve, ma alpinistico.

Dislivello 1150m – Difficoltà BS.

20 gennaio     Resegone 1875m CIASPOLE

Dal parcheggio di Morterone (1070m) si segue il sentiero estivo fino a giungere alla sorgente Forbesette. Si effettua un lungo traverso nel bosco via via sempre più rado. Risalendo senza grossi strappi si esce dal bosco e ci si porta sotto la cima del Resegone: la Punta Cermenati. Si risale il ripido pendio e si giunge al Rifugio Azzoni e alla cima. Per la discesa si può effettuare un giro ad anello passando per la Costa del Palio

Dislivello 805m

27 gennaio Monte Bo 2070m

All’entrata del paese di Rassa attraversare il ponte e dopo circa 150 metri parcheggiare. Imboccare quindi il sentiero che, raggiunge l’Alpe delle Piane 1224.m. Da qui volgendo leggermente sulla sinistra raggiungere la cresta a quota 1700 m.ca. Seguire quindi a destra la cresta per arrivare in vetta.

Dal ponte rientrare a Rassa lungo il sentiero estivo alla sx orografica del fiume.

Dislivello: 1154m – Difficoltà MS

10 febbraio Monte Bregagno 2107m   CIASPOLE

Lasciata l’auto ai monti di Breglia o al parcheggio in fondo alla strada, se raggiungibile, si prosegue seguendo le indicazioni per il Rifugio Menaggio. Dopo circa 45’ si imbocca la deviazione a destra, proseguendo lungo la direzione per Sant’Amate ed il Monte Bregagno,

Dislivello 1100 m. circa.

 

17 febbraio Cima Bonze 2516m    

Dalla conca di Scalaro si seguono i pascoli e i dossi che attraversano i gruppi di baite negli alpeggi che salgono verso la Bocchetta di Valbona. Verso quota 1970 si lascia sulla sinistra il vallone principale e si segue il valloncello più ripido. Salire fin verso quota 2350, sulla sottostante Bocchetta. Poi compiere una netta deviazione a destra e raggiungere il pendio finale.

Dislivello: 1400m Difficoltà BS

2- 3 marzo  Monte Matto 3088 m

E’ la vetta piu’ alta delle alpi Marittime e quella con la discesa piu’ lunga. Pernottamento al rifugio Livio Bianco.

1° giorno da S. Anna al Rif. Bianco m 1910

dislivello 910 m Tempo: h 3 .

2° giorno Dal rifugio prendere quota sul lato destro del lago in direzione est sino ad alcuni tornanti visibili anche con neve abbondante.

Bordeggiare un breve falsopiano ( il Gias Gros 2121 mt. ), attaccare direttamente la bastionata che sorregge il Lago Superiore della Sella 2329 mt. sfruttando la gola nella quale scorre l’emissario.

Abbandonare il fondovalle ed alzarsi sulla sinistra verso un piccolo laghetto, deviando a sud-est guadagnare i ripiani superiori meno inclinati dai quali la vetta è ben visibile.

Dislivello 1178 m. Difficoltà BS

14-15-16-117 marzo   Westfalehaus- Stubai Austria

Carnevale nella Valle del grandioso ghiacciaio dello Stubai, incuneata nelle montagne austriache.

1°giorno Arrivo alla Westfalenhaus 2273m dove alloggeremo per tutto il periodo. Dislivello 650m Tempo h 2,30

2°giorno Längentaler White Kogel 3214 m

Il Längentaler Weißer Kogel costituisce la parte sud-occidentale del Längental.  Il giro inizia con partenza dalla Westfalenhaus su morena fino a Längentaler Ferner. Arrrivati sul ghiacciaio, puntare al Längentaljoch. Prima di raggiungerlo, svoltare a destra e continua in salita fino alla cresta tra Längentaler Weißer Kogel e Bachfallenkopf. Lasciare gli sci e in pochi passi fino alla cima.

Dislivello 1045m Tempo h 4,30 Difficoltà BSA

3° giorno Seeblaskogel 3235 m

Inizialmente seguire il percorso per Längentaljoch all’estremità inferiore della grande morena laterale del Längentalferners (2420 m).Qui, la salita punta decisamente ad ovest fino a raggiungere la cima con gli sci fin dove è possibile poi a piedi per facili roccette.

Dislivello 1050 m Difficoltà BSA tempo h 4

4° giorno Schontalspitze 3002m

Itinerario lineare e ben visibile dalla Westfalehaus, mediamente abbastanza ripido che si impenna decisamente nel tratto finale in un canale di almeno 45°, tra le rocce. Vetta panoramicissima e appagante. Discesa per la via di salita oppure se la neve lo consente in traversata fino alle auto.

 6-7- aprile Pigne d’Arolla

1° giorno: Da Arolla seguire le piste fino a q. 2456 (quale alternativa prendere lo skilift). Si lasciano le piste e in direzione Ovest si raggiunge il Pas de la Chevre (2.855 m, circa 2/3 h con lo skilift 1h 15m). Si scende con una scala molto ripida e si arriva alla Capanne des Dix

2° giorno – Dalla Cabane des Dix scendere sul Glacier de Cheilon ed attraversarlo in direzione SE per poi risalire il lato E del Glacier de Tsena Réfien in direzione SE; raggiungere il Col de Tsijore Nouve (3423 m, quotato ma non nominato sulla CNS 283S), da qui salire in direzione SSW il pendio che porta al Col de la Serpentine ma a metà salita deviare verso SE e risalire il ripido risalto (Mur de la Serpentine) che limita a SE il Glacier de Tsijore Nouve fino a raggiungere il Col de Brenay (3635 m). Salire alla sella posta a N della quota 3772 m e da qui, in breve raggiungere la vetta della Pigne d’Arolla.

Discesa alla Cabane des Vignettes

Dislivello : 1550m – Difficoltà BSA

 13-14 aprile   Gran Paradiso in traversata 4061m

1° giorno: dall’alpeggio di Pravieux una comoda mulattiera porta inizialmente all’alpeggio di Lavassey (2194 mt) e in seguito, con ampi tornanti, al rifugio Chabod.

2° giorno: dal rif. Chabod si continua nel vallone al di sotto del ghiacciaio di Montandaynè.. Si prosegue sulla morena e si attraversa a destra, portandosi verso la parete nord del Gran Paradiso.  Si continua verso destra prestando attenzione ai numerosi crepacci, e si entra nel vallone che conduca alla Schiena d’Asino.

Si risale quindi il colletto e in cima ci si congiunge al sentiero che proviene dal rif. Vittorio Emanuele, per poi percorreremo in discesa. Per la cima: si prende a sinistra per risalire il regolare pendio ghiacciato che termina sulla crepacciata terminale, poco vicino alla cresta sommitale. Si toccano le roccette della cresta est.  Un ultimo passaggio facile ma esposto conduce alla statua di vetta della Madonna.

Dislivello 2195m – Difficoltà: BSA/PD-

26-27-28 aprile  Parco Nazionale della Vanoise  Tre giorni ai piedi della Grande Casse……

1° giorno: Dal parcheggio delle Fontainettes prima su piste poi su traccia si raggiunge il Rifuge du Col de la Vanoise

quota partenza: 1644 m
quota rifugio: 2517m
dislivello: 850 m

2°-3° giorno: dal rifugio si apre una vasta scelta di gite che sceglieremo in loco in base alle condizioni meteo e nivologiche: Col de la Grande Casse, Dome de Chasseforet, Pointe de la Rechasse, Mont Pelve

 11-12 maggio   Domes de Miage 3673m

Forse la più bella scialpinistica sul massiccio del Monte Bianco.

1° giorno Da Le Cugnon seguire il sentiero che raggiunge l’hotel De Trè la Tete a quota 1970m. Proseguire sul fianco sud est che sovrasta il vallone del ghiacciaio. Risalire il ghiacciaio prima al centro e poi sul lato destro raggiungendo quota 2400m circa. Da qui verso sinistra per ripidi pendii si arriva al Rifugio Des Conscricts.

Dislivello 1400m Difficoltà BS

2° giorno Dal Rifugio superando la base dello sperone sud del Dome centrale fino al vasto pianoro precedere al Col Infranchissable, risalire l’ampia conca glaciale fino al colle Des Domes ( quota 3564m). Salire a piedi la sommità est dei Domes e ridiscendere per la cresta. Dal colle si segue poi la cresta aerea in direzione sud ovest superando la sommità centrale( 3633m) e le due successive ( 3666m e 3670m) effettuando così la traversata dei Domes. Dall’ultima vetta si rimettono gli sci e inizia la discesa della calotta. Prima in leggera discesa poi decisamente più ripida fin sotto al colle de La Berangere poi verso destra evitando i crepacci su pendii sempre sostenuti fino a raggiungere quota 3000m. Scendere il gran pendio verso la Pointe de Covagnet. Traversare verso destra e scendere tutto il ripido vallone e poi uno stretto e ripido canale intorno a quota 2500m fino a giungere al Lac d’Armancette ( 1700m). A questo punto scendere per il sentiero nel bosco dove a quota 1540m si trova il bivio per tornare a Le Cugnon

Dislivello: 970 + saliscendi Difficoltà: OSA

25-26 maggio  Punta di Arnas (Ouille d’Arberon) 3560m

1° giorno Da Pian de la Mussa si attraversa in direzione sud prima con dolce pendenza poi in salita più marcata fino all’evidente sbocco del canalone d’Arnas. Si sale il canale fino a quota 2500m fino alle vaste conche nei pressi delle quali si trova il rifugio Gastaldi

Dislivello: 900m Difficolta: BS

2°giorno Dal rifugio si procede verso sud, si salgono due pendii ripidi che adducono alla conca sottostante il Colle d’Arnas. Arrivati all’evidente breccia del colle ( quota 3010m) si scende sul versante francese per 300m. Raggiunti i ripiani ci si dirige verso un ripido pendio in prossimità della base della cresta NO della Punta d’Arnas. Piegare gradatamente verso sinistra risalendo dossi e costoni e portandosi sul Glacier de Arberon. Si raggiunge un ripiano a 3240m e da lì si traversa per portarsi sulla cresta O. Si risale la cresta sul dosso fino a 50m sotto la cima dove si lasciano gli sci. In breve a piedi si raggiunge la vetta. Discesa per la via di salita

Dislivello 1200m Difficoltà BSA

8-9- giugno Gran Aiguille Rousse 3484m

Attraversata la diga del lago Serrù piegare lievemente a dx e portarsi nell’ampio vallone che va a morire sotto la parete rocciosa della Cima d’Oin. Risalire il vallone fino a quota 2600 mt. circa dopo di che imboccare l’ampio pendio/canale che porta a quota 2721 mt. riconoscibile per una palina posta sul colle. Scendere pochi metri portandosi nel vallone del Carro e risalire i ripidi pendii verso la omonima cima fino a quota 3150mt.circa. Deviare a dx e raggiungere l’intaglio del col d’Oin (3192 mt.). Scendere sul ghiacciaio des Sources de l’Isère per circa 150mt. E puntanto lo sperone nord-ovest della Grande Aiguille Rousse ( 3040 mt.c Iniziare la salita del ghiacciaio fino al colletto posto tra la Grande e la Petite Aiguille e poi per cresta in pochi minuti in vetta. Discesa per l’itinerario di salita.

Dislivello 1507m – Difficoltà BSA

 

NORME PER LA PARTECIPAZIONE A GITE GAM

  1. Le iscrizioni alle gite si ricevono direttamente dal Capogita. Le iscrizioni sono valide con il pagamento delle quote stabilite. Le iscrizioni eccedenti la disponibilità dei posti vengono messe in lista d’attesa per eventuali sostituzioni.
  2. Lo scopo delle gite sociali è quello di condurre tutti i partecipanti alla meta. L’andatura sarà quindi adatta a mantenere il gruppo sufficientemente compatto pur tenendo conto dei tempi tecnici necessari al normale svolgimento della gita. Ne consegue che i direttori di gita, a loro insindacabile giudizio, possono non accettare l’iscrizione di chi non è ritenuto idoneo.
  3. Per quanto riguarda la rinuncia si precisa che, a meno che il rinunciatario proponga un sostituto:

– per le gite giornaliere: la quota di partecipazione è interamente dovuta.

– per le gite di più giorni: è trattenuta la caparra e richiesta la quota di soggiorno nella misura eventualmente addebitata dall’albergatore.

  1. I Direttori di gita sono volontari che agiscono come accompagnatori non professionali. Essi guidano la comitiva nell’esecuzione, curano il rispetto degli orari, la situazione dei posti, dei pernottamenti e tutto quanto sia utile al buon andamento della gita. I Direttori di gita hanno la facoltà di sospendere o modificare la gita nel caso in cui le condizioni atmosferiche, di innevamento o la situazione contingente siano tali da non garantire le normali norme di sicurezza. Durante il percorso essi stabiliscono le soste opportune e assumono le decisioni adeguate in ordine a coloro che fossero in difficoltà a proseguire.
  2. I partecipanti, che devono essere a perfetta conoscenza delle caratteristiche della gita apparse sul Sito, hanno l’obbligo di attenersi alle disposizioni dei Direttori di gita e di portare l’attrezzatura richiesta dal programma. Il possesso dell’attrezzatura fa supporre che se ne conosca l’uso. I partecipanti devono essere disposti a collaborare per il trasporto di materiale comune (corde, o altro). Nessuno dei partecipanti, se non espressamente autorizzato, dovrà sopravanzare i Direttori di gita o rimanere arretrato.
  3. Nel caso di gite sci-alpinistiche è obbligatorio il possesso dell’ARVA con frequenza di 457 kHz, il cui funzionamento sarà controllato all’inizio della gita. E’ inoltre richiesto che ciascun partecipante sia munito di pala e sonda. Entrambi questi strumenti possono essere noleggiati, in numero limitato, presso il GAM. In occasione di gite, i Direttori di gita organizzeranno prove pratiche di ricerca con ARVA cui tutti, con spirito di solidarietà, dovranno partecipare per impratichirsi su come portare soccorso in tempo utile.
  4. Gli orari di partenza previsti sono tassativi. Nel caso in cui fosse necessario modificare l’orario di ritorno i Direttori di gita lo comunicheranno per tempo a tutti i partecipanti.
  5. L’iscrizione alla gita comporta la totale accettazione delle presenti norme.

L’ATTENERSI ALLE REGOLE FACILITA LA GITA, LA RENDE PIÙ PIACEVOLE PER TUTTI E SOPRATTUTTO PIÙ SICURA.

Programma escursionismo con le ciaspole

PROGRAMMA di escursionismo con le CIASPOLE G.A.M. 2018-2019

PROGRAMMA escursionismo con le CIASPOLE 2018-2019

 Le uscite con le ciaspole NON sono accompagnate da Guide in ambiente innevato, ma autorganizzate con l’attenzione ai pericoli e alle caratteristiche di un ambiente che sa anche essere molto severo.

Il programma 2019 che presentiamo è suscettibile di cambiamenti e modifiche e le uscite proposte sono indicative e da confermare in base all’innevamento e alle condizioni meteo.

Inizieremo con qualche uscita prima di Natale, neve permettendo.

Sabato 1 dicembre 2018 – RIALE (Val Formazza) Rifugio Maria Luisa. Lunghezza A/R circa 12 km; Dislivello 430 m. Tempi di percorrenza andata:  2h

7-9 Dicembre 2017 – S. Ambrogio in VAL D’AVERS o VAL STURA o VAL MAIRA a seconda dell’innevamento con il gruppo degli sci alpinisti, faremo ciaspolate in autonomia.

Sabato 15 dicembre 2018 – VAL ROSEG (Engadina – CH) da Pontresina (1800 mt) – Roseg Gletscher (2000 mt) Dislivello: 200 mt. – Lunghezza A/R 14 Km.

Sabato 12 gennaio 2019 – FLASSIN. Nei boschi dell’alta valle del Gran San Bernardo, soprastanti il comune di Saint Oyen, dagli alpeggi di Flassin de sot mt 1535 – Flassin di meiten mt 1640 e Flassin Damon mt 1696 fino ad arrivare a quota 1800 mt seguendo le tracce che portano al colle Flassin. Panorama sul Mont Velan e sulle belle montagne che segnano il confine con la Svizzera.

quota min.: 1367; quota max.: 1800; Dislivello 430 m; Lunghezza A/R 11.2 km. Tempo: 3h 30’.

Sabato 19 gennaio 2019CERESOLE REALE (1612 m). Percorso tra i due versanti dell’alta valle Orco sino a Chiapili e Lago Serrù

26-27 gennaio – WE ad ASIAGO-FOZA. Due giorni di belle ciaspolate in un comprensorio aperto e la possibilità di fare la ”mitica” Ortigara, dal rifugio Campomulo.

Sabato 9 febbraio COGNE (Valle d’Aosta) Valnontey -Valmaniaz. Semplice escursione che parte dal parcheggio e si addentra all’interno del vallone, seguendo il sentiero sulla destra orografica del torrente, nella wilderness del Parco con possibilità di incontrare animali

16 febbraio 2019 CHIAREGGIO (Val Malenco) 1593m) all’Alpe dell’Oro (2010 m)

23-24 febbraio 2019 WE in APPENNINO MODENESE, Lama di Mocogno e Piana Amorotti.

Sabato 2 marzo ENGADINA Ciaspolata sulla mitica SKI MARATHON dal Maloja a Zernez (CH)

16 marzo ST BARTHELEMY (1960 m) verso Porliod (1880) e sino al Rifugio Magià (2005m) in Loc. La Servaz. Dislivello: 160m; Durata: 2h30’; Lunghezza A/R: 14km

Per la partecipazione alle gite è obbligatoria l’iscrizione al C.A.I. e l’uso di ARTVA, pala, sonda in qualsiasi area innevata diversa dalle aree sciabili attrezzate.

Noleggio ARVA: 5 € /day

Il programma dettagliato di ogni iniziativa comprendente orari, quote e nominativi dei capogita, è disponibile in sede con grande anticipo ed è visibile al sito del GAM alla sezione Notiziari e Attività www.gam.milano.it/

In considerazione dei rischi e dei pericoli relativi alla frequentazione della montagna, il G.A.M. fa obbligo ai partecipanti di prendere visione del programma, valutando la propria partecipazione sulla base delle caratteristiche e delle difficoltà del percorso in rapporto alle proprie capacità. Inoltre si prega di controllare che il materiale proprio occorrente sia funzionante e ben collaudato. I coordinatori si riservano di valutare l’idoneità dei partecipanti, nonché di modificare l’itinerario in base alle condizioni ambientali e meteorologiche.

Il G.A.M. declina ogni responsabilità per eventuali danni che possono, direttamente o indirettamente, derivare a persone, animali e cose, in conseguenza alla mancata osservanza di tutte le avvertenze e raccomandazioni trasmesse dai nostri incaricati.

 Le uscite sono organizzate con pullman privato condiviso con il gruppo fondo – Circolo ARCI Cime Tempestose.

PARTENZA in pullman alle h 6:45 da Piazzale Loreto (di fronte ad Aumai) e alle h 7 in Via Renato Serra 65 (di fronte Saturn).

Iscrizioni e pagamenti: entro il giovedì antecedente la gita mediante bonifico al GAM su IBAN: IT62D0103001654000061104572 con causale: ciaspole + gita XY + nome e cognome; oppure il giorno della gita direttamente in bus con quota maggiorata di 5 €.

Quote: per gite giornaliere in pullman: a seconda del numero dei partecipanti 20-30 €. Gli iscritti GAM/CAI godono di una riduzione di circa 5 €. La quota è dovuta anche per mancata partecipazione alla gita (vedi paragrafo 4 delle Norme di partecipazione). Per gite in auto: condivisione delle spese escludendo il guidatore + quota GAM (7€).

Quote ed iscrizioni per WEEK-END: 135 € (½ pensione in Hotel, viaggio A/R con pullman). In offerta, pagando in anticipo con caparra € 50 entro il 12/12/2018 e saldo entro il 10 gennaio, 115 € per ogni WE e 215€ per entrambi.

 Per iscrizioni e partecipazione prendere sempre contatti con i capigita. Per ulteriori informazioni:

gemma.assante2017@gmail.com tel. 347 9508 354

NORME PER LA PARTECIPAZIONE A GITE GAM

1 Le iniziative sono dedicate ai soci CAI-GAM regolarmente iscritti

2 Le iscrizioni alle gite si ricevono in sede negli orari di apertura. Per le gite giornaliere o di fine settimana, salvo che sia diversamente indicato sul Notiziario, nelle due settimane che precedono la gita stessa. Per trekking e settimane secondo quanto indicato sul Notiziario. Le iscrizioni sono valide con il pagamento delle quote stabilite. Le iscrizioni eccedenti la disponibilità dei posti vengono messe in lista d’attesa per eventuali sostituzioni.

3 Lo scopo delle gite sociali è quello di condurre tutti i partecipanti alla meta. L’andatura sarà quindi adatta a mantenere il gruppo sufficientemente compatto pur tenendo conto dei tempi tecnici necessari al normale svolgimento della gita. Ne consegue che i direttori di gita, a loro insindacabile giudizio, possono non accettare l’iscrizione di chi non è ritenuto idoneo.

4 Per quanto riguarda la rinuncia si precisa che, a meno che il rinunciatario proponga un sostituto:

– per le gite giornaliere la quota di partecipazione è interamente dovuta se la rinuncia viene fatta dopo il mercoledì precedente la gita

– per le gite di più giorni se la rinuncia viene fatta negli 8 giorni precedenti la partenza è trattenuta la caparra e richiesta la quota di soggiorno nella misura eventualmente addebitata dall’albergatore.

5 I Direttori di gita sono volontari che agiscono come accompagnatori non professionali. Essi guidano la comitiva nell’esecuzione, curano il rispetto degli orari, la situazione dei posti, dei pernottamenti e tutto quanto sia utile al buon andamento della gita. I Direttori di gita hanno la facoltà di sospendere o modificare la gita nel caso in cui le condizioni atmosferiche, di innevamento o la situazione contingente siano tali da non garantire le normali norme di sicurezza. Durante il percorso essi stabiliscono le soste opportune e assumono le decisioni adeguate in ordine a coloro che fossero in difficoltà a proseguire.

6 I partecipanti, che devono essere a perfetta conoscenza delle caratteristiche della gita apparse sul Notiziario, hanno l’obbligo di attenersi alle disposizioni dei Direttori di gita e di portare l’attrezzatura richiesta dal programma. Il possesso dell’attrezzatura fa supporre che se ne conosca l’uso. I partecipanti devono essere disposti a collaborare per il trasporto di materiale comune (corde, barella, o altro). Nessuno dei partecipanti, se non espressamente autorizzato, dovrà sopravanzare i Direttori di gita o rimanere arretrato. Le attività individuali, ove previste, devono essere comunicate ai Direttori di gita (meta, percorsi, tempi).

7 Nel caso di gite sci-alpinistiche e di gite con le ciaspole è obbligatorio il possesso dell’ARVA con frequenza di 457 kHz, il cui funzionamento sarà controllato all’inizio della gita. E’ inoltre richiesto che ciascun partecipante sia munito di pala e sonda. Entrambi questi strumenti possono essere noleggiati, in numero limitato, presso il GAM. In occasione di gite i Direttori di gita organizzeranno prove pratiche di ricerca con ARVA cui tutti, con spirito di solidarietà, dovranno partecipare per impratichirsi su come portare soccorso in tempo utile.

8 Gli orari di partenza previsti sono tassativi. Nel caso in cui fosse necessario modificare l’orario di ritorno i Direttori di gita lo comunicheranno per tempo a tutti i partecipanti.

9 L’iscrizione alla gita comporta la totale accettazione delle presenti norme.

L’ATTENERSI ALLE REGOLE FACILITA LA GITA, LA RENDE PIÙ PIACEVOLE PER TUTTI E SOPRATTUTTO PIÙ SICURA.

 

Notiziario n. 1-19 gennaio-febbraio

NOTIZIARIO n. 1-19 gennaio-febbraio

Notiziario n.1 2019gen-feb

TESSERAMENTO 2019!!!!!!!

Il GAM augura un felice 2019 a tutti i Soci e ai Simpatizzanti!!!!!

Come già detto tante volte la nostra Associazione vive di volontariato e il contributo di tutti è indispensabile. La speciale generosità di alcuni riesce a dare vita alle tante iniziative che abbiamo in programma, il Consiglio Direttivo ringrazia caldamente tutti coloro che hanno contribuito al pieno successo dell’anno appena concluso. Ma un nuovo anno si è aperto davanti a noi e quindi ….il Tesseramento 2019 prosegue!!!

Anche per quest’anno le quote e le modalità rimangono invariate e le riportiamo qui di seguito:

 QUOTE ASSOCIATIVE GAM 2019

SOCIO QUOTA €
ORDINARIO( dai 18anni) 23
VETERANI(dai 65anni con 10 anni di anzianità Gam) 15
FAMILIARI 8
JUNIORES 8
SOSTENITORE 40

 

Ci si può associare venendo in sede nei giorni di apertura o con bonifico bancario al GAM c/o Banca MPS IBAN: IT62D01030 01654000061104572) specificare nella causale tipo di versamento, nominativi per i quali viene fatto il versamento ( l’indirizzo cui recapitare le ricevute: +1€ per ricevere il bollino per posta).

2019 al via!!

Il 2018 è stato un anno speciale per il GAM…..tantissime le attività proposte a cui i Soci hanno dato vita con grande entusiasmo, tantissimi i Corsi attivati in collaborazione alle guide alpine Luca & Valentina che ringraziamo caldamente, non dobbiamo dimenticare che i Corsi del GAM sono una modalità di avvicinamento al mondo dei giovani che sempre più numerosi si iscrivono al GAM!!!

Vogliamo ipotizzare un 2019 ancor più ricco di iniziative……nelle pagine che seguono trovate tutte le iniziative previste per gennaio e febbraio ma anche le anticipazioni primaverili……vi ricordiamo che alberghi e rifugi vogliono le caparre e se non vengono rispettate le scadenze non possiamo proseguire nell’organizzazione delle attività per cui: OCCHIO alle date dei versamenti.

Il 2019 vede la nascita di una nuova attività: ALPINISMO con le CIASPOLE!! Alle ormai tradizionali passeggiate con le ciaspole organizzate dalla instancabile Gemma in collaborazione con ARCI affianchiamo anche delle Ciaspolate in quota ovvero percorsi in ambiente alpino che prevedono una cima da raggiungere, un maggiore dislivello da percorrere e un piccolo ma importante impegno fisico maggiore. L’iniziativa è rivolta ai tanti alpinisti del GAM che non sciano ma che desiderano frequentare la montagna in inverno. Seguirà questa nuova attività Valentino Pistone, il nostro segugio, con cui tanto camminiamo su e giù per le montagne d’estate e ora anche d’inverno.

Siamo sempre alla ricerca di Soci che abbiamo voglia di esplorare nuovi ambiti per ampliare la nostra conoscenza per la montagna e per una gestione del tempo libero attiva e consapevole. Chiunque abbai idee e proposte può contattare il Consiglio Direttivo venendo alla riunione mensile (primo martedì di ogni mese) o scrivendo una mail a gam.milano0@gmail.com

Potete trovare tutte le iniziative sotto riportate anche sul sito del GAM http://gam.milano.it

ESCURSIONISMO con le CIASPOLE

Coordinatore: gemma.assante2017@gmail.com tel. 347 9508 354

REGOLE GENERALI: le uscite sono organizzate insieme con il gruppo ARCI sci di fondo in quanto si effettuano con pullman condiviso. Per lo più vengono effettuate di sabato. La meta può essere modificata in base all’innevamento e alle condizioni meteo. Prendere sempre contatto con il coordinatore per comunicare la propria iscrizione e il cellulare. Inoltre

Quote per gite giornaliere in pullman: a seconda del numero dei partecipanti 20-30 €. Gli iscritti GAM/CAI godono di una riduzione di circa 5 €. La quota è dovuta anche per mancata partecipazione alla gita, se la disdetta non è comunicata entro il martedì antecedente la gita.

Iscrizioni e pagamenti: mediante bonifico di 20 € al GAM su IBAN: IT62D0103001654000061104572 con causale: ciaspole gita XY + nome e cognome; oppure il giorno della gita direttamente in pullman con quota maggiorata di 5 €. La quota include il viaggio A/R in pullman privato e verrà conguagliata in caso di un numero di partecipanti inferiore a coprirne il costo.

Disdette e rimborso quota si accettano se comunicate entro il martedì precedente la gita

Ritrovo alla partenza: 6:40 Piazzale Loreto davanti Poltrone e sofà; ore 7:00 Via Renato Serra 65 opposto Media World

Attrezzatura: Arva, ciaspole e bastoncini; vestiti in modo adeguato alla stagione e alle temperature rigide. Per la partecipazione alle gite è obbligatoria l’iscrizione al C.A.I. e l’uso dell’ARVA. Noleggio ARVA: 5 € /day

Per gite in auto: condivisione delle spese escludendo il guidatore.

Quote ed iscrizioni per WE e gite di più giorni: vedere info sul programma di gita, sul sito o sul Notiziario o c/o Coordinatore

 12 gennaio 2019 – FLASSIN (Valle d’Aosta)

Da Aosta sino a St.Oyen e poi nella valle di sinistra. Dal parcheggio del Foyer de Fond (aperto anche come bar e ristorante) si parte per raggiungere gli alpeggi Flassin de sot mt 1535 – Flassin di meiten mt 1640 – Flassin Damon mt 1696 fino ad arrivare a quota 1800 mt seguendo le tracce che portano al colle Flassin. Da qui la vista spazierà sul Mont Velan e sulle belle montagne che segnano il confine con la Svizzera. Dislivello 433 m; Difficoltà: media; Tempo totale: 3h 30’.

19 gennaio 2019 – CERESOLE REALE – LAGO DI DRES.

Partenza dall’Hotel Ciarforon (1530 m) all’inizio del Lago di Ceresole. Attraverseremo la diga e costeggeremo il lago in parallelo alla pista di fondo sino alla Villa Poma. Qui troviamo le paline che ci indicano la direzione tra le quali il Lago di Dres (2087 m). Seguiremo il sentiero estivo indicato dai segni 521, facendo attenzione alla direzione in quanto sono spesso coperti dalla neve. Oltrepassiamo il Pian Regina e il rio Dres con un ponticello. Ci si trova su ampi spazi aperti, sugli alpeggi Loslà e Foppasi si costeggiano alcune baite e un grosso masso e si arriva finalmente in vista del lago. Difficoltà: MR medi racchettatori; esposizione: Nord; dislivello totale (m): 560; cartografia: Interreg 14 Vanoise Gran Paradiso 1:25000

26-27 gennaio 2019 – WE nel comprensorio sciistico di ASIAGO

(½ pens. Hotel Alpi di Foza, viaggio A/R con pullman privato) Quota 135 €. Se non ci fosse neve a fine gennaio, questo WE verrà riproposto più avanti

 9 febbraio 2019 – Da COGNE (Valle d’Aosta) nel Parco Nazionale del Gran Paradiso al RIFUGIO Vittorio Sella (2579 m)

Classica escursione invernale al Rifugio Vittorio Sella (tel. 0165/74310), partendo da ValNontey immersi nel Parco Nazionale del Gran Paradiso. Dislivello: 913 metri; Durata andata: 3h45; Durata ritorno: 2h30 

16 febbraio 2019 – Da S. GIUSEPPE 1468 m (Val Malenco) – CHIAREGGIO 1593 m – ALPE ORO 2010 m

Itinerario per ciaspole percorribile in 1.30 h, lungo una comoda mulattiera che conduce da Chiareggio (1.593 m) fino all’Alpe dell’Oro (2.010 m). E se la strada è chiusa partiremo da S. Giuseppe. Tempo di percorrenza: 1,30 ore – Dislivello: 417 m

23-24 febbraio 2019 – WE in Appennino a LAMA DI MOCOGNO (842 m)

Ampia vista sul Monte Cimone, in un’area ricca di vasti boschi di castagni, querce, faggi, abeti. Da non perdere nelle vicinanze uno dei fenomeni geologici più rilevanti dell’Appennino: il Ponte del Diavolo. Si tratta di un monolite naturale che unisce i fianchi di un avvallamento, lungo 33 m e largo 3. A Barigazzo (10 km), si trova “La Sorgente Fabbriche del Benessere”, specializzata in terapie relax. Siamo inoltre nella zona di produzione del Parmigiano Reggiano che raccoglie attorno a sé buon cibo, usanze di un tempo. In località Piane Amorotti si sviluppa una pista di fondo di circa 40 km e si trovano sentieri sino a 25 km preparati per ciaspole.

2 marzo 2019 – Ancora ENGADINA dal Maloja a Zernez (CH).

 7-10 marzo 2019 – WE lungo in Val Pusteria a DOBBIACO

Alloggeremo presso l’Ostello della Gioventù nel rinnovato preesistente Grandhotel Dobbiaco, bella casa novecentesca che si trova a 200 m dalla stazione ferroviaria. Avremo modo di ciaspolare in Alta Val Pusteria per ben 4 giorni: non solo l’albergo è facilmente raggiungibile da Milano in treno, ma tutta la valle è percorribile con mezzi pubblici.

7 marzo Ciaspolata breve al Lago di Dobbiaco (lunghezza 4 km; disl 60 m; durata 1 h) o eventualmente a seconda dell’ora di arrivo, giro culturale per tutte le famose chiese e cappelle di Dobbiaco: la chiesa parrocchiale di Dobbiaco, la chiesa di Santa Maria, le cappelle di Melate, Monte Rota e Fienili, la chiesa di San Silvestro e il “Leitnstöckl” (percorso di 12 km. con dislivello di 500 m, percorribile in 4,30 ore).

8/3 Venerdì. Verso PUNTA QUAIRA sino a (Kaserhutte 2000m). Dalla frazione di Scaleres, sopra a Varna, una tortuosa stradina conduce al Wieserhof dove si parcheggia. Si percorre la lunga forestale battuta per un bel tratto fino a raggiungere una baita. Si prende quota lungo una valletta boscosa seguendo le zeta degli sci alpinisti che vanno verso Punta Quaira, sino alla Kaserhutt a quota 2000 circa. E poi si ritorna perchè la croce di vetta è lontana e non facciamo a tempo a raggiungerla. Sarebbe bello perché da lassù la visuale rimane stupenda e si focalizza su Odle, Sassolungo, Gran Pilastro e Stubaier.

9 marzo sabato. Circuito invernale del Monte Rota con vista meravigliosa sopra Dobbiaco e la Valle di Landro. Lunghezza 9,7 km; Durata   4 h; Salita 477 m; Discesa 477 m

10 marzo Domenica. Sentiero invernale Franadega, da Dobbiaco a Gandelle con vista meravigliosa sulle Dolomiti. Lunghezza 4,7 km; Durata   2:30 h; Salita 347 m; Discesa 4 m. Altre possibili a seconda dell’innevamento e della preparazione dei sentieri lungo tutta la Val Pusteria sino a San Candido.

16 marzo 2019 ST. BARTHELEMY

Dal centro di Sci nordico (1960 m) che si trova in Località Praz de l’Arp ci dirigiamo verso Porliod (1880) e su percorso dedicato proseguiamo sino al Rifugio Magià (2005m) in Loc. La Servaz. Dislivello: 160m; Durata: 2h30’; Lunghezza: 7km. Il rifugio è aperto.

Il ritorno può essere effettuato per la stessa via di andata oppure lungo la via del silenzio sino a Les Fontanes (1635 m): Dislivello: 380m in discesa, risalita sino a Praz (1750 m) e poi rientro al centro di sci nordico (1960 m). Durata: 3h Lunghezza: 7,2km. Dislivello totale 500 m.

 ALPINISMO con le CIASPOLE

20 gennaio 2019 RESEGONE 1875m

Dal parcheggio di Morterone (1070m) si segue il sentiero estivo fino a giungere alla sorgente Forbesette. Si effettua un lungo traverso nel bosco via via sempre più rado. Risalendo senza grossi strappi si esce dal bosco e ci si porta sotto la cima del Resegone: la Punta Cermenati. Si risale il ripido pendio e si giunge al Rifugio Azzoni e alla cima. Per la discesa si può effettuare un giro ad anello passando per la Costa del Palio.

Dislivello 805m.

Referente per iscrizioni e informazioni: Valentino Pistone mail: valentinopistone57@gmail.com

cell: 3482481016

 10 febbraio 2019 MONTE BREGAGNO 2107m  

Lasciata l’auto ai monti di Breglia o al parcheggio in fondo alla strada, se raggiungibile, si prosegue seguendo le indicazioni per il Rifugio Menaggio. Dopo circa 45’ si imbocca la deviazione a destra, proseguendo lungo la direzione per Sant’Amate ed il Monte Bregagno, transitando nei pressi di un ripetitore. Qui il sentiero estive prosegue attraversando a mezza costa il vallone, mentre in presenza di neve è opportuno salire direttamente fino a raggiungere la cresta e di qui scendere brevemente sulla sella dove è situata la cappella di Sant’Amate (1621 m.). Dalla cappella si prosegue verso nord risalendo il pendio sino a raggiungere il Monte Bregagnino (1950 m.). Si scende leggermente e si prosegue lungo l’ampio spallone sino alla vetta del Bregagno. Discesa per lo stesso itinerario con bella veduta sul lago di Como e le vette circostanti.

Dislivello 1100 m. circa.

Referente per iscrizioni e informazioni: Valentino Pistone mail: valentinopistone57@gmail.com

cell: 3482481016

SCIALPINISMO

 ATTENZIONE!!

Purtroppo la particolare situazione della neve di questo inizio 2019 ci costringe a rivedere e cambiare il programma previsto e pubblicato. Il cambiamento interessa le mete e le date per le gite proposte. Al momento riportiamo il programma ufficiale che molto probabilmente non verrà rispettato ma non si possono indicare le nuove destinazioni che verranno comunicate via mail il giovedì precedente la data della gita e pubblicate sul sito

Referente GAM per questo programma: Paolo Cesa Bianchi mail: p.cesabianchi@sacebi.com cell.335261795

13 gennaio CIMA CORNA PIANA 2302m

Dall’ampio parcheggio in fondo al paese di Valcanale seguire la strada sul fondovalle per circa 800m e proseguire a sinistra sempre su strada fino all’inizio delle vecchie piste da sci (1204m).  Risalirle sulla sinistra, portandosi alla base del lungo vallone del Passo di Corna Piana. Risalire tutto il vallone prima a destra poi nel centro quindi ancora a destra per superare l’ultimo pendio molto ripido che porta al passo (2130m). Piegare a destra, superare una rampa e su terreno più dolce pervenire alla spalla quotata 2226m. La gita sciistica normalmente termina qui. Per raggiungere la vetta percorrere l’affilata ed esposta cresta Est con percorso breve, ma alpinistico.

Dislivello 1150m. Difficoltà BS. La gita è effettuata anche in traversata, salendo per l’Alpe Corte, il passo di Branchino e la bocchetta di Corna Piana 2078 da cui con breve discesa di 40m e poi risalendo al passo di Corna Piana si raggiunge l’itinerario precedente. La discesa si effettua per il primo itinerario. Questo percorso ad anello è molto panoramico e richiede circa un’ora in più.

Dislivello 1200m – Difficoltà BS

27 gennaio MONTE BO 2070m

Salita due itinerari: il primo all’entrata del paese attraversare il ponte e dopo circa 150 metri parcheggiare. Imboccare quindi il sentiero che, raggiunge l’Alpe delle Piane 1224.m. Continuare la salita entrando nel bosco di conifere e percorrerlo tutto fino ad arrivare all’Alpe Selvaccia 1556 m.

Da qui volgendo leggermente sulla sinistra raggiungere la cresta a quota 1700 m.ca. Seguire quindi a destra la cresta per arrivare in vetta. Il secondo oltrepassato il ponte proseguire con l’auto fin dove termina la strada ca.400 m. da qui seguire l’itinerario n. 51 fino ad un ponticello sul torrente Sorba 1175 m.

Lasciare quindi l’itinerario 51, passare il ponte e salire un ripido bosco fino ad arrivare all’Alpe Sorbella, a sinistra attraversare un ponte e raggiunte le baite puntare a destra in un ripido ma sicuro pendio che porta alla parte superiore della gita da qui proseguire a vista verso la cima che trovasi a sinistra.

Discesa:per gli itinerari di salita

Variante di discesa:

Dalla vetta scendere il versante sud-ovest della montagna (qualche precauzione in caso di neve instabile) e raggiungere le baite dell’alpe Sorbella 1636 m, ben visibili dall’alto.

In prossimità delle ultimi baite a sx (ovest) scendere il bosco alla sx orografica di una specie di forra. Continuare nel bosco rado in direzione ovest verso il fondovalle, stando sempre piuttosto a sx per arrivare all’unico punto in cui si può attraversare il torrente Sorba (ponte a q. 1180 m).

Dal ponte rientrare a Rassa lungo il sentiero estivo alla sx orografica del fiume.

Dislivello: 1154m Difficoltà MS

17 febbraio 2019   CIMA BONZE 2516m    

Dalla conca di Scalaro si seguono i pascoli e i dossi che attraversano i gruppi di baite negli alpeggi che salgono verso la Bocchetta di Valbona. Verso quota 1970 si lascia sulla sinistra il vallone principale e si segue il valloncello più ripido. Salire fin verso quota 2350, sulla sottostante Bocchetta. Poi compiere una netta deviazione a destra e raggiungere il pendio finale.

Difficoltà BS Dislivello: 1400m

 2-3 marzo MONTE MATTO 3088 m

E’ la vetta più alta delle alpi Marittime raggiungibile sci ai piedi e quella con la discesa piu’ lunga. Pernottamento al rifugio Livio Bianco.

1° giorno da S. Anna al Rif. Bianco m 1910

dislivello 910 m h 3 .

2° giorno Dal rifugio tornare al ponte sul lago, riprendere quindi quota sul lato destro del lago in direzione est sino ad alcuni tornanti del sentiero estivo, visibili anche con neve abbondante.
Bordeggiare un breve falsopiano ( il Gias Gros 2121 mt. ), attaccare direttamente la bastionata che sorregge il Lago Superiore della Sella 2329 mt. sfruttando la gola nella quale scorre l’emissario. Avendo cura che la superficie ghiacciata del lago sorregga, tagliarlo al centro ed infilarsi nell’ampio vallone che porta al Colle di Valmiana.
Superati circa 100 metri di dislivello, abbandonare il fondovalle ed alzarsi sulla sinistra verso un piccolo laghetto, deviando a sud-est guadagnare i ripiani superiori meno inclinati dai quali la vetta è ben visibile. Proseguire sempre nella medesima direzione percorrendo l’ampio bacino poco inclinato e che si impenna poi fino alla Forcella del Matto 3000 mt. fra la Cima Est e la Cima Centrale 3097 mt. Dal colletto per la dorsale verso nord, in circa quindici minuti si raggiunge la vetta. Prestare attenzione alla cornice

Dislivello 1178 m. Difficoltà BS

14-15-16-17 marzo   WESTFALEHAUS- STUBAI AUSTRIA

Lungo weekend nella Valle del grandioso ghiacciaio dello Stubai, incuneata nelle montagne austriache.

1°giorno Arrivo alla Westfalenhaus 2273m dove alloggeremo per tutto il periodo. Dislivello 650m Tempo h 2,30

2°giorno Längentaler White Kogel 3214 m

Il Längentaler Weißer Kogel costituisce la parte sud-occidentale del Längental. La montagna si nasconde dietro il Bachfallenkopf (3176 m) Il “Längentaler” è davvero speciale Längental con il suo paesaggio incontaminato. Il giro inizia con partenza dalla Westfalenhaus su morena fino a Längentaler Ferner. Arrrivati sul ghiacciaio, puntare al Längentaljoch. Prima di raggiungerlo, svoltare a destra e continua in salita fino alla cresta tra Längentaler Weißer Kogel e Bachfallenkopf. Lasciare gli sci e in pochi passi fino alla cima. Dislivello 1045m Tempo h 4,30 Difficoltà BSA

3° giorno Seeblaskogel 3235 m

Inizialmente seguire il percorso per Längentaljoch all’estremità inferiore della grande morena laterale del Längentalferners (2420 m).Qui, la salita punta decisamente ad ovest fino a raggiungere la cima con gli sci fin dove è possibile poi a piedi per facili roccette.

Dislivello 1050 m Difficoltà BSA tempo h 4

4° giorno Schontalspitze 3002m

Itinerario lineare e ben visibile dalla Westfalehaus, mediamente abbastanza ripido che si impenna decisamente nel tratto finale in un canale di almeno 45°, tra le rocce. Vetta panoramicissima e appagante. Discesa per la via di salita oppure se la neve lo consente in traversata fino alle auto.

Dislivello 1030m Difficoltà BSA

CORSO di SCIALPINISMO (SA1) e CASCATE di GHIACCIO(C1)

………………con Luca&Valentina GUIDE ALPINE con cui collaboriamo da anni

Referente GAM per le iscrizioni: MICHELE CARDILLO   mail: michele_cardillo@hotmail.it

Cell: 3392069657

  • Ghiaccio invernale: Arrampicare su Ghiaccio (C1)

Lezioni e salite su ghiaccio: livello base C1

Breve corso per cominciare e approfondire la conoscenza della disciplina: lezioni di tecnica di arrampicata e di tecnica di sicurezza.

Periodo: Gennaio – Febbraio 2018

PROGRAMMA: Uscite

13 gennaio Nozioni di base, uso degli attrezzi, schemi motori

19 gennaio Progressione fondamentale. Protezioni da ghiaccio, inserire e recuperare una vite da ghiaccio

2 febbraio  Progressione fondamentale, introduzione alla progressione a triangolo, schiodatura in arrampicata

Lezioni teoriche

10 gennaio Neve, valanghe e sicurezza

31 gennaio Carte topografiche e GPS

19 marzo Chiusura corso in sede GAM

  • Con gli sci su neve libera: Corso di Scialpinismo (S1)

Per apprendere e perfezionare le tecniche per una pratica sicura ed autonoma di questa disciplina. Lo sci alpinismo non è solo discesa in neve fresca ed ebrezza della velocità. E’ molto di più: uno strumento per visitare il mondo della Montagna quando indossa il suo vestito più scintillante.

Periodo: Gennaio – Marzo 2018

PROGRAMMA: Uscite

12 gennaio Tecnica di discesa fuoripista
con utilizzo degli impianti di risalita

3 febbraio Tecniche di salita Esercitazione ARVA

3 marzo Gita

16-17 marzo Gita con pernottamento in rifugio

Lezioni teoriche

10 gennaio Neve, valanghe e sicurezza

31 gennaio Carte topografiche e uso GPS

7 marzo Pianificazione gita

19 marzo Chiusura corso in sede GAM

Il programma completo delle uscite e delle lezioni teoriche lo trovate sul sito: http://gam.milano.it

Referente GAM per i Corsi invernali e le iscrizioni: Michele Cardillo mail: michele_cardillo@hotmail.it   cell. 3392069657

ALPINISMO

Con l’ausilio della competenza, della professionalità e della passione delle Guide Alpine, LUCA&VALENTINA

il GAM propone i CORSI di PRIMAVERA

Corso di Alpinismo Base (A1),

Aprile- Luglio 2019. Rivolto a tutti coloro che vogliono avvicinarsi al mondo della montagna e acquisire la necessaria padronanza, dalla arrampicata su falesia alle salite in ambiente di alta montagna. Il calendario del corso è composto da 7 giornate di lezione su terreno di montagna (3 giornate su roccia + due week end interi in alta montagna); gli allievi verranno divisi in due gruppi in base alle disponibilità ad inizio corso. Costo: € 370 a persona + € 23 per iscrizione GAM 2019.

Corso di Alpinismo Avanzato (A2),

Aprile- Luglio 2019. Rivolto a chi vuole perfezionare la propria tecnica di arrampicata. Contenuti del corso: tecnica di arrampicata (su roccia, su ghiaccio) tecnica di sicurezza (su roccia, su ghiaccio)
materiali, nodi, ancoraggi, progressione cordata, corda doppia autonomia della cordata.

Costi: € 390 a persona + 23 € per iscrizioni GAM 2019.

Referente GAM per informazioni e contatti per questo programma: Giovanni Gaiani mail: giovanni.gaiani@tin.it     Tel. 02-89301570 (casa)

I Programmi completi sul sito: http://gam.milano.it

FALESIA

Il nostro Angelo Carraro detto “ Brassi” con cui abbiamo arrampicato per tante stagioni dovrà subire un piccolo intervento, tutto il GAM gli augura di ristabilirsi al più presto e di riprendere il suo ruolo di organizzatore eccellente delle uscite in falesia dei sabato. In attesa del suo rientro continuiamo ad andare in falesia il sabato……i soci che fossero interessati possono contattare Ferdinando Viganò mail: vferdinando@libero.it cell: 3939012151

Si ricorda che le uscite sono a carattere squisitamente ed esclusivamente amatoriale

 ANTICIPAZIONI di PRIMAVERA

Attenti ad iscrivervi per tempo mediante versamento della caparra entro la data indicata. Spesso i posti vanno esauriti in fretta

 20-24 giugno 2019

ISOLE TOSCANE un mare di perle: GIANNUTRI, GORGONA e GIGLIO.

QUOTE DI PARTECIPAZIONE: Soci GAM 505,00 €; Soci CAI 535,00 €. Acconto 150,00 € entro 10/01/2019. Saldo entro 17 APRILE. Supplemento singola 18,00 €/notte. Assicurazione annullamento 35,00 €/persona da versare all’atto dell’iscrizione.

LA QUOTA COMPRENDE:

  • 4 pensioni complete con cestino, ½ minerale a tutti i pasti, colazione a buffet, cena, pernottamento;
  • Passaggi marittimi, tassa parco Giannutri e tassaparco Gorgona, servizi guidati;
  • 21/6 guida naturalistica Giglio;
  • 22/6 guida naturalistica Giannutri;
  • 23/6 guida naturalistica Gorgona;
  • C.

ISCRIZIONI: in contanti nelle serate di apertura GAM: martedì dalle 18,30 alle 20,30, giovedì dalle 21,00 alle 23,00, oppure con bonifico bancario intestato GAM Milano IBAN IT62D0103001654000061104572 specificando nella causale ISOLE TOSCANE 20-24/6 + cognome partecipante, e inviandone copia alla COORDINATRICE: Cristina Mazzetti cell. 339 8320257, fisso 02 5395282   cristina.mazzetti@alice.it

Viaggio con auto private il cui costo verrà suddiviso dai partecipanti con esclusione del guidatore.

30 giugno-7 luglio 2019      Tradizionale settimana Nonni & nipoti a CASTIONE DELLA PRESOLANA. Grande programma in preparazione con l’Associazione Kokulandela. Info: gemma.assante2017@gmail.com 3479508354

14-21 luglio Settimana verde in VAL di FASSA

COORDINATRICE: Cristina Mazzetti  3398320257/ 025395282 cristina.mazzetti@alice.it

Il Programma è in elaborazione, appena pronto verrà comunicato via mail e pubblicato sul sito

21-28 settembre – TREK AL GARGANO

Per chi non l’ha già fatto, dare il proprio nominativo al Coordinatore: gemma.assante2017@gmail.com 3479508354

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: Da 10 a 25 pax 780€; da 26 a 40 pax 760 € Acconto di 195 € entro il 30/5/2019. Saldo entro il10 luglio 2019 + Viaggio in treno Milano-Foggia da prenotarsi contestualmente (cica A/R 140€).

SERATE IN SEDE

8 gennaio Consiglio Direttivo Tutti i Soci sono invitati a partecipare e portare il loro contributo di idee e esperienza

10 gennaio Lezione teorica per i Corsi Cascate di ghiaccio e Scialpinismo a cura degli istruttori Luca&Valentina

24 gennaio Serata a cura di Lucia Salvan con VIAGGIO IN GEORGIA, nel cuore del Caucaso di villaggio in villaggio nel Tusheti. Sarà presente la guida Francesca Amaducci per info sul Caucaso

31 gennaio Lezione teorica per i Corsi Cascate di ghiaccio e Scialpinismo a cura degli istruttori Luca&Valentina

7 febbraio Lezione teorica per i Corsi Cascate di ghiaccio e Scialpinismo a cura degli istruttori Luca&Valentina

21 febbraio Incontro con la guida al viaggio in Vietnam Alessandro Vergari

28 febbraio Prima serata dedicata alla storia dell’Indocina e al viaggio in Vietnam a cura di Marco Fossati e Giorgio De Vecchi

14 marzo Seconda serata dedicata alla storia dell’Indocina e al viaggio in Vietnam a cura di Marco Fossati e        Giorgio De Vecchi

Per essere sempre aggiornati, consultate il sito: http://gam.milano.it

CHI CERCA TROVA

ATTENZIONE!!!

Si è liberato un posto per il trek in VIETNAM dal 23 marzo al 7 aprile oppure con estensione sino al 14 aprile. Per INFO, prendere contatti con gemma.assante2017@gmail.com cell. 347 9508354

 La nostra soci Maria Angela Verri (Popa) cerca compagni di @gita per organizzare una vacanza alle AZZORRE alla fine di agosto per le prime due settimane di settembre. Per info: 3397819415 popavrr3@gmail.com

 

 

 

 

 

 

 

 

Notiziario n.5 nov-dic

GAM – GRUPPO AMICI DELLA MONTAGNA Sottosezione del CAI Milano  NOTIZIARIO N. 5/2018 NOVEMBRE-DICEMBRE

Notiziario n.5_2018nov-dic

Dall’ ultima ASSEMBLEA dei SOCI

Carissimi Soci e Socie (e Simpatizzanti tutti che presto speriamo di avere tra i soci) che non avete potuto partecipare all’Assemblea tenutasi lo scorso 18 ottobre 2018 vi aggiorniamo su quanto ci siamo detti perché l’Assemblea non è solo un momento “formale” voluto dal nostro Statuto ma un importante momento di dialogo e scambio di pareri nonché un momento di verifica dello stato di “salute” della nostra Associazione. Infatti durante l’Assemblea non solo abbiamo approvato un Bilancio Preventivo 2019 caratterizzato da ottimismo e fiducia nel futuro ma ci siamo confrontati sulle nostre modalità di partecipazione alle attività sociali e sulle proposte presenti nei nostri Calendari. Vorremmo continuare a migliorare la nostra sede anche con un rinnovamento degli arredi interni.

Auspicando una sempre maggiore partecipazione alla vita associativa attraverso la fattiva collaborazione all’organizzazione delle attività, abbiamo ribadito che ogni socio e socia è importante e deve mettere a disposizione di tutti le sue abilità piccole o grandi che siano con spirito costruttivo e con la generosità e la disponibilità che ci hanno da sempre caratterizzati!!! I Nel GAM infatti i Referenti delle attività non sono “operatori turistici” né tanto meno “guide alpine” ma solo soci e socie che mettono a disposizione il loro tempo libero e le loro capacità per il piacere di tutti. Non dimentichiamo che il GAM è un Gruppo di Amici della Montagna!!!

FESTA del TESSERAMENTO: SOCIO E’ IMPORTANTE!

Il GAM ha iniziato la sua campagna di Tesseramento 2019. L’anno che si chiude, il 2018, ha confermato il trend positivo delle iscrizioni, siamo arrivati a più di 300 soci e ci piace pensare che ognuno di questi soci sia importante ovvero al “centro” della Associazione consapevole dell’appartenenza a un gruppo che partecipa con la collaborazione di tutti alla diffusione dell’amore e la passione per la montagna.

Tesseramento quindi!!

Anche per quest’anno abbiamo deciso di mantenere le stesse quote (che sono riportate in fondo) confidando nel rinnovo di tutti e nell’arrivo di nuovi soci. La quota associativa consente al GAM di esistere e di far sentire forte la sua voce all’esterno.

Diamo ai soci vecchi e nuovi un caloroso benvenuto: il bollino 2019 è già in vendita.

L’intero Programma delle Attività Invernali sarà presentato in sede Via Merlo 3 Milano

GIOVEDI’ 8 NOVEMBRE h. 21

 

La serata sarà accompagnata da chiacchiere vino castagne e…..tessere 2019!!!!

 QUOTE ASSOCIATIVE GAM 2019

SOCIO QUOTA €
ORDINARIO (dai 18 anni) 23
VETERANI (dai 65 anni con almeno 10 anni di anzianità Gam) 15
FAMILIARI conviventi 8
JUNIORES (fino a 17 anni) 8
SOSTENITORE 40

 

E’ possibile associarsi al GAM anche passando dalla sede negli orari di apertura:

martedì h 18:30-20:30 e giovedì h 21-23 (no POS) oppure con bonifico sul c/c del GAM MPS Iban: IT62D0103001654000061104572 causale: Cognome Nome quota 2019. I nuovi soci dovranno compilare il modulo di iscrizione al link: http://www.gam.milano.it/wp-content/uploads/2012/01/Modulo-iscrizione-GAM-1.pdf e farlo pervenire al GAM via mail: gam.milano0@gmail.com

CIASPOLIAMO!

Camminare sulla neve con le ciaspole.

Anche quest’anno ci appoggeremo sia alle uscite di scialpinismo GAM che a quelle di sci di fondo ARCI. Inizieremo con un’ uscita prima di Natale sempre neve permettendo. Le uscite proposte saranno sempre da confermare in base alle condizioni metereologiche e nivologiche.

Referente GAM per le ciaspole Gemma Assante mail: gemma.assante2017@gmail.com

Sabato 1 dicembre 2018 – RIALE (Val Formazza) Rifugio Maria Luisa Dal parcheggio si prende la traccia che conduce al rifugio), situato nei pressi della diga di Toggia. Cartina KOMPASS K89; Lunghezza A/R circa 12 km; Dislivello 430 m

Tempi di percorrenza andata: 2h

 7-8-9 Dicembre 2018 – S. Ambrogio in Valle STURA o MAIRA o d’AVERS in base all’innevamento con il gruppo degli scialpinisti GAM ma faremo ciaspolate in autonomia.

Sabato 15 dicembre 2018 – VAL ROSEG (Engadina – CH) da Pontresina (1800 mt) – Roseg Gletscher (2000 mt) Dislivello: 200 mt. – Lunghezza A/R 14 Km.

Sabato 12 gennaio 2019 – FLASSIN (Val d’Aosta). Ciaspolata nei boschi dell’alta valle del Gran San Bernardo, soprastanti il comune di Saint Oyen. Dagli al di Flassin de sot mt 1535 si prosegue a Flassin di meiten mt 1640 e Flassin Damon mt 1696 fino ad arrivare a quota 1800 mt seguendo le tracce che portano al colle Flassin.

Panorama sul Mont Velan e sulle belle montagne che segnano il confine con la Svizzera.

Quota min.: 1367; Quota max.: 1800; Dislivello 430 m; Lunghezza A/R 11.2 km. Tempo: 3h 30’.

Il Programma completo sul sito htpp://gam.milano.it

ALPINISMO

Falesia: con rammarico dobbiamo comunicarvi che il socio Angelo Carraro detto “Brassi” che l’anno scorso ci ha fatto divertire in falesia è indisposto e non potrà continuare questa attività. Gli auguriamo una rapida guarigione, vogliamo rivederlo di nuovo in azione.

Al momento ci aspettiamo che qualcuno delle tante “Lucertole” del GAM si faccia avanti e si proponga ricordando ancora una volta a tutti che l’attività ha un carattere puramente amatoriale e NON verranno impartite lezioni di arrampicata. I partecipanti potranno esprimere le proprie capacità e divertirsi. Perché anche l’arrampicata può essere un momento di attività sociale. Chi volesse dare una mano può scrivere al GAM mail: gam.milano0@gmail.com o al Referente per l’Alpinismo: Giovanni Gaiani mail: giovanni.gaiani@tin.it.com  tel. 02 89301570

 SCIALPINISMO

 La Commissione di Scialpinismo ha preparato uno strepitoso programma…….non ci resta che attendere le abbondanti nevicate!!!

Referente GAM per le uscite di scialpinismo: Paolo Cesa Bianchi mail: p.cesabianchi@sacebi.com cell. 335 261795

Le destinazioni proposte possono subire cambiamenti in base all’innevamento e alle condizioni metereologiche.

7-8-9 dicembre   S. Ambrogio in Valle Stura o Maira o d’Avers

Contiamo di iniziare come sempre la stagione scialpinistica con tre giorni di belle sciate!

La località verrà scelta in base all’innevamento.

Proporremo gite da inizio stagione…….per ungere le gambe!!

16 dicembre Gran Pays 2724m

Da Lignan 1633m proseguire verso Clemensod fino al ponte a 1615m. Dal ponte salire al meglio il ripido e fitto bosco sino a sbucare su terreno aperto poco sotto l’Alpe Brevaz. Volgere a destra per toccare l’Alpe Fontin 2002m. Seguirlo, toccando i resti diruti dell’Alpe Collet 2246m, e proseguire sino a quando si apre, in vista sulla destra dei ripidi pendii che scendono dalla vetta. Risalirli e giunti in cresta, percorrerla sino a raggiungere la Cima

Dislivello 1080m – Difficoltà: BS

 Il Programma completo sul sito http://gam.milano.it

I CORSI del GAM con LUCA & VALENTINA guide alpine

 

Referente GAM per le iscrizioni: MICHELE CARDILLO   mail: michele_cardillo@hotmail.it

Cell: 3392069657

  • Ghiaccio invernale: CASCATE di GHIACCIO (C1) –

Lezioni e salite su ghiaccio: livello base C1

Per cominciare e approfondire la conoscenza della disciplina: lezioni di tecnica di arrampicata e di tecnica di sicurezza. Due giornate saranno dedicate alla salita di una cascata di più lunghezze di corda.

Periodo: Gennaio – Febbraio 2018

PROGRAMMA: Uscite

13 gennaio Nozioni di base, uso degli attrezzi, schemi motori

19 gennaio Schema omologo e progressione fondamentale Protezioni da ghiaccio, inserire e recuperare una vite da ghiaccio

2 febbraio Progressione fondamentale, introduzione alla progressione a triangolo, schiodatura in arrampicata

Lezioni teoriche

10 gennaio Neve, valanghe e sicurezza

31 gennaio Carte topografiche e uso GPS

27 marzo Chiusura corso in sede GAM

  • Con gli sci su neve libera: CORSO di SCIALPINISMO (SA1)

Per apprendere e perfezionare le tecniche per una pratica sicura ed autonoma di questa disciplina. Lo sci alpinismo non è solo discesa in neve fresca ed ebrezza della velocità. E’ molto di più: uno strumento per visitare il mondo della Montagna quando indossa il suo vestito più scintillante.

Periodo: Gennaio – Marzo 2018

PROGRAMMA: Uscite

12 gennaio Tecnica di discesa fuoripista
con utilizzo degli impianti di risalita

3 febbraio Tecniche di salita Esercitazione ARVA

10 febbraio Gita

3 marzo Gita

16-17 marzo Gita con pernottamento in rifugio

Lezioni teoriche

10 gennaio Neve, valanghe e sicurezza

31 gennaio Carte topografiche e uso GPS

7 febbraio Pianificazione della gita

19 marzo Chiusura corso in sede GAM

I Programmi completi sul sito: http://gam.milano.it

ESCURSIONISMO, NATURA, CULTURA

E’ in preparazione il calendario 2019, con tante belle iniziative che avranno bisogno di essere prenotate per tempo. E, dunque, Attenti alle scadenze.

20 – 24 giugno Le Isole della Toscana

1-7 luglio: la tradizionale Nonni & Nipoti,

15-21 luglio: Settimana Verde in Dolomiti

21- 28 settembre: settimana al Gargano

Prenotatevi per tempo, mandando una mail di preiscrizione a Gemma Assante mail: gemma.assante2017@gmail.com   o Cristina Mazzetti mail: cristina.mazzetti@alice.it

SERATE IN SEDE

  • 6 novembre h 21 Consiglio Direttivo aperto a tutti i soci
  • 8 novembre h 21 PRESENTAZIONE CALENDARIO INVERNALE & FESTA del TESSERAMENTO
  • I programmi di: Scialpinismo, Ciaspole e Corsi Invernali per propiziare un nevoso inverno. Vi aspettiamo numerosi!
  • 22-27-29 novembre h 21 INTRODUZIONE ALLA FOTOGRAFIA DEGLI ANIMALI SELVATICI E          DEGLI AMBIENTI NATURALI.
  • Il ciclo delle presentazioni saranno tenute da Silvestro Franco (LIPU, Milano), prestigioso fotografo autore di memorabili scatti, con la seguente traccia:
  • 22/11 – Primo incontro: la fotografia naturalistica, semplice e facile, è alla portata di tutti. Bibliografia essenziale e Equipaggiamenti: la dotazione minima, leggera e poco impegnativa, consente già risultati di grande livello
  • 27/11 – Secondo incontro: la strumentazione necessaria. Macchine fotografiche, obiettivi, accessori, corredi, come usare gli strumenti fotografici
  • 29/11 – Terzo incontro: attrezzature complementari, luoghi, stagioni, ambienti. Oasi e parchi, ricerca vagante del soggetto da fotografare, etica del comportamento.
  • 4 dicembre h 21: Consiglio Direttivo tutti i soci sono invitati a partecipare
  • 13 dicembre h 21: Francesco Tomasinelli, divulgatore scientifico naturalistico, presenterà le sue ultime pubblicazioni
  • 20 dicembre h 20: SERATA di AUGURI NATALIZI e PREMIAZIONE dei Soci 50ennali e 25ennali con la tradizionale formula “Porta e Condividi”. Tutti i Soci e i Simpatizzanti sono invitati a partecipare e a mostrare la loro abilità culinari

MANIFESTAZIONI SOCIALI

Su segnalazione di Soci volentieri vi segnaliamo alcune manifestazioni sociali di particolare interesse

Dal 6 novembre 2018 al 10 gennaio 2019 SILVIA NAVA –  L’ARTE NEL CENTRO

La nostra Socia pittrice Silvia Nava espone i suoi ultimi lavori al ADVANCED OSTEOPATHY CLINIC Via San Siro 7 Milano (lunedì-venerdì 9-18 )

Una boccata d’aria fresca, un’immersione nel respiro vitale di una natura gentile e suggestiva, una carezza di pace e serenità. Questo potremmo ricevere in dono varcando la porta dell’Advanced Osteopathy Clinic.

A partire dal 6 novembre nelle stanze del Centro saranno esposte 20 opere di Silvia Nava, acquarellista milanese di grande bravura e sensibilità.

Perché guardare, e non soltanto vedere, è la ragione che conduce ad ammirare il bello, al di là delle sole apparenze. L’ acquerello propone, nella sua appassionata gestualità, la bravura di Silvia Nava. (Giuseppe Casiraghi)

..La montagna della Nava è invece serenità completa, che dall’esterno si mostra disponibile a improntare anche la nostra interiorità, conciliazione col mondo. A ben pensarci, c’è un senso dell’immanenza più rinascimentale che romantico: non c’è Dio sopra o dentro la montagna, semmai la montagna è già Dio per proprio conto, ma un Dio per nulla lontano, a contatto continuo con l’ambito umano.. (Vittorio Sgarbi)

Maggiori informazioni ai link: Locandina Nava-l’arte nel centro     invitosilvianavapdf

Dal 5 ottobre al 9 dicembre 2018 Wildlife Photographer of the Year,

L’esposizione di fotografie naturalistiche più prestigiosa al mondo torna nei suggestivi spazi della Fondazione Luciana Matalon in Foro Buonaparte 67 Milano, grazie all’Associazione culturale Radicediunopercento che ogni autunno porta nel capoluogo lombardo le immagini premiate al concorso di fotografia indetto dal Natural History Museum di Londra e arrivate in Italia grazie all’esclusiva concessa alla PAS EVENTS di Torino.

 Blogger Contest 2018 – 7° edizione: il tema è “Sentieri neri”

Avete voglia di scrivere una storia? Il tema della settima edizione è suggerito dall’omonimo libro di Sylvain Tesson, scrittore e viaggiatore francese che, dopo un incidente, decise di percorrere la Francia a piedi, dalla Provenza alla Normandia, raccontando la sua terra natia come un paesaggio impervio e sconosciuto, che si rivela soltanto percorrendo vie secondarie: i sentieri neri, appunto. Il concorso promosso da Altitudini (www.altitudini.it ) assegnerà quattro premi speciali, in due categorie: racconto breve e audio storia. Il valore dei premi offerti dagli sponsor è di 6000€. Per saperne di più consultare la pagina del Blogger Contest sul sito http://www.altitudini.it/2018-2/

BACHECA: chi offre e chi cerca….

chi cerca….

  • ARTVA da chi ha smesso l’attività e volesse disfarsene. Potete mandare una mail al GAM mail: milano0@gmail.com

chi offre…..

  • Il GAM AFFITTA la sua bella sede rinnovata ai Soci per attività personali durante le ore diurne/serali. La tariffa varia a seconda della durata dell’utilizzo da € 50 a €150 (+ IVA) da concordare con il Consiglio Direttivo

Ricevete questa newsletter perché il vostro indirizzo si trova nella mailing list del GAM. Assicuriamo che i vostri dati sono trattati con estrema riservatezza e non vengono divulgati. Le nostre informative sono comunicate individualmente anche se trattate con l’ausilio di spedizioni collettive. In ogni momento ci si può cancellare dalla lista: rispondendo a questa mail con “CANCELLAMI” in oggetto, sarete espunti immediatamente con tante scuse. Parimenti per iscriversi alla nostra newsletter, mandate una mail a gam.milano0@gmail.com

 

Notiziario G.A.M. – N. 5 – NOVEMBRE-DICEMBRE 2018 – Spedito il giorno 4.11.2018

Pubblicato dal GRUPPO AMICI della MONTAGNA Sottosezione del C.A.I. Milano

Via G.B.Merlo, 3 – 20122 MILANO – Telefono: 02.799.178 – e-mail: milano0@gmail.com    http://www.gam.milano.it

 

Introduzione alla fotografia degli animali selvatici

INTRODUZIONE ALLA FOTOGRAFIA DEGLI ANIMALI SELVATICI E DEGLI AMBIENTI NATURALI

Incontri di fotografia20182019

Ciclo di tre incontri tenuti da Silvestro Franco, collaboratore foto della LIPU Milano c/o la sede GAM, Via Merlo 3

nelle seguenti date: 22, 27 e 29 novembre 2018 alle ore 21

A seguire una uscita sul campo il 1 dicembre 2018 in Svizzera o Parco Nazionale del Gran Paradiso

L’introduzione alla fotografia degli animali selvatici e degli ambienti naturali proposta non va intesa come un corso di tecnica fotografica, ma come un approfondimento del rapporto con la fauna selvatica e il paesaggio.

L’avvicinamento attraverso il divertimento, lo svago e la curiosità è il percorso proposto da questi incontri introduttivi che si ritiene propedeutico a nozioni tecniche. E neanche ‘introduzione a un hobby o a una passione, ma un passo avanti nella esplorazione del nostro mondo in una direzione diversa e forse trascurata.

La conoscenza, la vicinanza e in certi casi anche l’aiuto agli animali selvatici, di continuo minacciati nel loro habitat e nella loro sopravvivenza come singoli e come specie sia negli ambienti cosiddetti naturali sia come veri e propri vicini di casa anche nelle città, è utile non solo ai selvatici ma anche a noi stessi.

22/11 – Primo incontro: la fotografia naturalistica, semplice e facile, è alla portata di tutti.

La dotazione minima, leggera e poco impegnativa, consente già risultati di grande livello

27/11 – Secondo incontro: la strumentazione necessaria. Macchine fotografiche, obiettivi, accessori, corredi, come usare gli strumenti fotografici

29/11 – Terzo incontro: attrezzature complementari, luoghi, stagioni, ambienti. Oasi e parchi, caccia fotografica vagante, etica del comportamento

1/12 – Uscita sul campo: primo approccio pratico e verifica di mezzi e interessi

Bibliografia essenziale e Equipaggiamenti

INGRESSO LIBERO