Calendario Escursionismo 2017

PROGRAMMA  ESCURSIONISMO 

calendario_Escursionismo_ESTATE_2017

PRIMAVERA – ESTATE 2017

 GAM –  Via C.G. Merlo, 3  (largo Augusto)

20122 Milano – tel. 02 799178

 Orari di apertura sede

martedì 18:30-20:00 e giovedì: 21.00 – 23.00

sito web: www.gam.milano.it

e-mail: gam.milano0gmail.com

PROGRAMMA 2017

 

MARZO

19

T/E

 

BERGAMO ALTA ED I SUOI COLLI*    Cultura e natura: Bergamo Alta tra monumenti e luoghi d’arte con facile passeggiata per vie e boschi dal colle di S.Vigilio e per la città.  Dislivello ridotto – Durata tot. 2,5 + 3,5 ore.  Gita con visita guidata
   
 

APRILE

2

E

 

LIGURIA. CASELLA E I FORTI DI GENOVA* Ritorno alla base con il rinnovato treno panoramico Genova-Casella
   

13-19

 

EE

 

 

IL SENTIERO DEGLI DEI, da Sasso Marconi a Piazza della Signoria a Firenze, uno dei trekking più noti dei nostri Appennini lungo un’antica strada militare romana: la Flaminia minore.

Treno e bus. Trasporto bagagli tra una tappa e l’altra. Dislivello 500-800 m/die. 5-8 ore di cammino giornaliero. Pernotto in agriturismi e piccoli hotel. Cucina tipica tosco-emiliana per le cene in locali tipici. Iscrizioni entro 31/1/2017

   

22

E

 

VOLTAGGIO E MONTE TOBBIO* Siamo nella  parte settentrionale del Parco Regionale Capanne di Marcarolo, riserva naturale che fornisce acqua a Genova. Dislivello 800  – Durata 5 ore
   

29-30 + 1/5

T/E

 

TRENTO CULTURA E NATURA*                     T/E

Visita guidata della cittadina, il Buon Consiglio, l’eremo di san Romedio, i castelli di Thun e Stenico, la cascata del Rio Bianco. ½ pensione in hotel. Iscrizioni entro 10/3

   
 

MAGGIO

6-7

T/E

 

VELA E TREK A PALMARIA W-E nel mare di La Spezia e sui sentieri dell’isola di fronte al Parco Naturale Regionale di Porto Venere. Iscrizioni entro il 10/4

 

 

MAGGIO

13-14

T/E

 

SALUZZO E MOMBRACCO*                            T/E

L’Abbazia di Staffarda, Saluzzo città  ed escursione al Mombracco: uno spettacolare belvedere sul Monviso in bassa valle PO.                       

Dislivello 850   – Durata tot. 6 ore

Visite con guida, ½ pensione in hotel. Iscrizioni entro il 14/4

   

21

E

 

ORNAVASSO PUNTA 3 CROCI*                          E

Dalla Madonna del Boden alla Cima Tre Croci*, belvedere sulla bassa Val d’Ossola, passando dal rifugio Alpe Cortevecchio. Dislivello  1000 (*1300)                 

27-28

T/E

 

VELA E TREK ALLE 5 TERRE W-E nel mare di La Spezia e sui sentieri del Parco nazionale delle 5 Terre. Iscrizioni entro il 17/4
   
 

GIUGNO

2-5

E

 

LUNIGIANA- MONTEMARCELLO*

Splendide passeggiate tra mare e monti tra Lerici, Montemarcello e bassa Lunigiana. ½ pensione in hotel. Iscrizioni entro il 10/3

   

17-18

E

 

GROTTE DI BOSSEA ed ESCURSIONE AL MONTE MONDOLè    Turismo sotterraneo nelle grotte più famose d’Italia ed escursione nel cuneese con panorami sulle Alpi Liguri. ½ pensione in hotel. Iscrizioni entro il 30/5.
   
 

LUGLIO

2-16

E

 

1 o 2 SETTIMANE NONNI E NIPOTI ad ASIAGO nell’ampio altopiano delle montagne venete per passeggiate e sport nella quiete di una natura incontaminata insieme ai nostri bambini e nipoti.

 

 

 

 

 

 

LUGLIO

16-23

E

 

SETTIMANA VERDE NELLA ZONA DI MARESON (ZOLDO ALTO), una molteplice ricchezza di flora e fauna accoglie gli escursionisti lungo sentieri tra prati e campi. Vacanza in hotel dotato di tutti i confort, all’inizio di molte passeggiate.
   
 

AGOSTO

4-18

T/E

 

VIAGGIO IN ISLANDA, nella terra del ghiaccio e del fuoco ove i vulcani eruttano lava tra ghiacciai che si gettano nel mare. Iscrizioni immediate
   

29/8 – 9/9

T/E/EE

 

TREK ALLE AZZORRE inserite nel bel mezzo dell’Oceano Atlantico, sono isole di rara bellezza: il Monte Pico con i suoi 2351 metri è la cima più alta del Portogallo. Iscrizioni entro il 31/1
   
 

SETTEMBRE

16-23

E

 

TREK in ASPROMONTE, patrimonio dell’UNESCO con Diego Festa passeggiate tra i promontori di roccia della costa, varie soste per il bagno e le splendide archeologie della zona
   

30

E

 

RIFUGIO OMIO VAL MASINO*                          E

Da Bagni al rifugio Omio, con belvedere su Pizzo Badile, Cengalo ed altre spettacolari cime. Dislivello: 900 m  – Durata totale: 6 ore.

   
 

OTTOBRE

14

E

 

CODERA E TRACCIOLINO* Classica e sempreverde salita da Novate Mezzola a Codera con circuito di rientro sul Tracciolino.

Dislivello 700 m; Durata totale: 6 ore

 

 

27-30

E

 

 

PONENTE LIGURE*. Borghi antichi e sentieri tra mare e monti nell’entroterra di Sanremo.

 

LEGENDA

T   =    Percorso facile di tipo turistico

E   =    Percorso normale di tipo escursionistico

EE =   Percorso impegnativo per escursionista allenato

Il viaggio si effettua in treno, in pullman, con auto private o in aereo secondo il logo indicato

 

 

* Gita organizzata in collaborazione con il gruppo escursionistico Cime Tempestose di ARCI- Il quartiere.

 

Il programma dettagliato di ogni iniziativa comprendente orari, quote e nominativi dei capogita, è disponibile in sede con grande anticipo ed è visibile al sito del GAM alla sezione Notiziari e Attività www.gam.milano.it/

 

Per le iscrizioni e la partecipazione prendere sempre contatti con i capigita.

 

Per ulteriori informazioni: Gemma Assante gemma.assante1@fastwebnet.it tel. 347 9508 354

 

AZZORRE, 29 agosto-9 settembre 2017

Da martedì 29 agosto a sabato 9  settembre

Azzorre, 9 isole di color smeraldo

AZZORRE_GAM

L’arcipelago delle Azzorre è composto da 9 isole abitate e 8 disabitate, tutte di origine vulcanica, che si trovano nell’Oceano Atlantico a 1403 chilometri dalle coste del Portogallo e a 4 ore di volo dall’Italia

Le 9 isole principali dell’arcipelago sono divise in tre gruppi geografici: GraciosaTerceira, São Jorge, Pico e Faial nella parte centrale, Flores e Corvo ad ovest e São Miguel e Santa Maria ad est. Montuose e selvagge, inserite nel bel mezzo dell’Oceano Atlantico, sono isole di rara bellezza: il Monte Pico con i suoi 2351 metri è la cima più alta del Portogallo.

Programma nei dettagli

1º giorno ritrovo e volo per Horta Azzorre

Ritrovo a Milano, volo aereo per Lisbona e poi in coincidenza per Horta (Faial) Azzorre. Traghetto per Madalena. Sistemazione.

2º giorno Camino de Santa Luzia

Escursione tra i vigneti di Santa Luzia, una zona di colline e muretti a secco costruiti con la lava nera, dove la vite può crescere al riparo dai venti. Durante l’escursione si visitano le antiche cantine del Museo di Lajedo. Dislivello  200m; Durata 5 h

Cena e pernottamento

 3º giorno Capodogli, delfini e vigneti

Con gli amici di CW Cetacean Watching compiremo un’escursione in gommone per incontrare le creature che vivono in questi mari, in primis i capodogli; non mancheranno le visite dei delfini, numerosissimi in queste acque. Incontreremo anche Antero, un ex cacciatore di balene che oggi fa la vedetta per i whale watcher. Nel pomeriggio escursione alle Vinhas da Criaçao Vieha. Dislivello  50m; Durata 3 ½ h. Cena e pernottamento

4º giorno L’ascesa del Pico

Il Pico è la montagna più alta delle Azzorre e del Portogallo, un cono vulcanico che svetta su tutta l’isola: la cima, a 2350 m, è circondata da una piccola caldera piena di rocce e detriti che ricordano le recenti eruzioni. Il panorama, in condizioni di buona visibilità, è veramente spettacolare e permette di cogliere non solo l’isola di Pico, ma anche Fajal e Sao Jorge. Note: Camminata impegnativa e faticosa, facoltativa, da affrontare soltanto se in buone condizioni fisiche. Dislivello  1100m; Durata 8 h. Cena e pernottamento

 5º giorno Volo da Pico a Flores In mattinata volo aereo per Flores, via Terceira. Arrivo a Santa Cruz das Flores nel pomeriggio e trasferimento a Faja Grande all’Argonauta, l’antica locanda ai limiti dell’Europa. Sistemazione in B&B, cena locale

 6º giorno Faja Grande – Ponta Delgada

Da Faja Grande, s’imbocca il sentiero intagliato sulla scogliere, con viste sul mare ed un’immersione nella natura rigogliosa di Flores, migliaia di ortensie azzurre e blu fanno da cornice a questo sentiero, che è giustamente il più famoso per gli escursionisti. Tra ruscelli, prati e mucche al pascolo, si raggiunge il villaggio più a nord di Flores, Ponta Delgada. Ritorno a Faja Grande in pulmino. Dislivello 150 in salita, 250m in discesa; Durata 6 h. Sistemazione in B&B, cena locale

7º giorno Miradouro das Lagoas – Poca do Bacalhau di Morro Alto

Dall’altopiano di Morro Alto visita alle caldere, ex vulcani trasformati in laghi, poi discesa lungo l’enorme falesia che sovrasta Faja Grande fino alla cascata do Ribeira grande ed alla Poca do Bacalhau, dove ci si può bagnare ai piedi della cascata. Dislivello  600m; Durata 5 h. Sistemazione in B&B, cena locale

8º giorno Faja Grande – Lajedo

Si cammina sulla scogliera a picco sul mare, tra le onnipresenti siepi d’ortensie blu che caratterizzano il paesaggio delle Azzorre. Spettacolari visioni della falesia che divide l’altopiano interno dell’isola dalla zona costiera, con cascate che precipitano per centinaia di metri. Si attraversano piccoli paesi con chiese barocche e dai tipici ritmi lenti di Flores.Note: trasferimento a Lajes per la notte. Dislivello  500m in salita, 400 m ijn discesa; Durata 6 h

Sistemazione in B&B, cena locale.

 9º giorno La Faja do Conde e Caveira

Da Caveira alla Faja de Pedro Viera tra spettacolari scogliere a picco sul mare; incontro e pranzo con un novello Thoreau… rientro a Lomba e poi a piedi a Lajes. Dislivello  500m; Durata 6 h. Sistemazione in B&B, cena locale

10º giorno Escursione a Corvo

Corvo è la più remota isola dell’arcipelago, isolata e spersa nell’oceano, ha un solo paese dall’atmosfera rurale ed i mulini a vento. Saliremo fino alla spettacolare caldera con un pulmino e faremo la sua traversata fino alla cresta a picco sull’oceano, tra muretti e ortensie. Dislivello  150m; Durata 4 h. Sistemazione in B&B, cena locale

11º giorno Volo Flores – Terceira – Lisbona

Mattinata libera, per bagni nelle piscine naturali. Nel pomeriggio volo per Lisbona, via Terceira. Pernottamento in albergo a Lisbona

 12º giorno Si torna a casa, piccola sosta a Lisbona

Lisbona è una delle capitali europee più belle e suggestive, dal fascino malinconico e dal carattere popolare che ancora si conserva in molti quartieri. In mattinata visita a Mouraria e passeggiata per le vie del centro. Volo di ritorno per Milano.

 N.B. In caso di mal tempo possono essere modificati i programmi giornalieri

 INFORMAZIONI UTILI:

Durata del viaggio: 12 giorni, 11 notti; Ore di cammino giornaliere: 5-7 h; Difficoltà: 2 foglie (intermedio)

Caratteristiche del viaggio: Zaino leggero, mare e montagna, Soul trekking, Enogastronomico, Storico-Culturale, Semiitinerante

Pernottamenti: Appartamento, Albergo, B&B, Pensione

Punti forti: le scogliere di basalto nero, le siepi di ortensie blu, i capodogli e i delfini

 QUOTA DI PARTECIPAZIONE:

PER RAGIONI FISCALI E’ OBBLIGATORIO ESSERE SOCI TESSERATI CON ISCRIZIONE REGOLARE (richiedere modulo all’atto di iscrizione al trek). SOCI GAM 8-14 pax 1330 € (supplemento per piccolo gruppo sino a 5 pax 190 €; sino a 7 pax 100 €) + volo aereo (il volo aereo ha un costo indicativo di 700 euro a persona ed è parte integrante del pacchetto turistico). SOCI CAI supplemento 30%.

LA QUOTA COMPRENDE: Organizzazione del viaggio, guida e assicurazione, pernottamenti in camere doppie, triple e quadruple, cene e colazioni dalla sera del primo giorno alla mattina dell’ultimo, taxi e traghetti, escursione a Corvo.

Il volo da Milano a Lisbona, i voli interni: Lisbona – Horta, Pico -Flores, Flores-Horta-Lisbona, il volo di ritorno Lisbona – Milano

LA QUOTA NON COMPRENDE: I pranzi al sacco, le bevande e gli extra durante le cene.

ISCRIZIONI E PRENOTAZIONI

ISCRIZIONI E PRENOTAZIONI

Primo Acconto: 660.00 € entro il 15 gennaio 2017. Secondo acconto: 670.00 € entro il 30 marzo 2017. Terzo versamento e saldo entro 30 maggio 2017 in sede nelle serate di apertura (martedì h 18-20 e giovedì h 21-23) oppure mediante bonifico al GAM sul conto del GAM – Gruppo Amici della Montagna, Milano presso la Banca Montepaschi di Siena – IBAN:  IT62D0103001654000061104572

OCCORRE FORNIRE NOME E COGNOME, DATA E LUOGO DI NASCITA, TIPO E N° DOCUMENTO DI IDENTITÀ VALIDO, CELLULARE E E-MAIL.

 Ci incontreremo in sede in data da stabilirsi.

 COORDINATORE: Gemma Assante (gemma.assante1@fastwebnet.it  cell. 3479508354)

 

 

…..con LUCA & VALENTINA! I corsi GAM di primavera

REFERENTI GAM per informazioni e iscrizioni: Michele Cardillo mail: michele_cardillo@hotmail.it  cell. 3392069657 e Giovanni Gaiani mail: giovanni.gaiani@tin.it tel. 02 89301570

Su roccia, neve e ghiaccio con LUCA&VALENTINA

Corsi di Alpinismo base e avanzato(A1/A2)

Con l’ausilio della competenza, della professionalità e della passione delle Guide Alpine, il GAM propone anche questo anno corsi di alpinismo (BASE ED AVANZATO) rivoltI a tutti coloro che vogliono avvicinarsi al mondo della montagna e acquisire la necessaria padronanza, dalla arrampicata su falesia alle salite in ambiente di alta montagna.

PRESENTAZIONE DEI CORSI IN SEDE IL 11 APRILE 2017 h 21:00

PROGRAMMA DETTAGLIATO delle uscite  volantinocorsiprimavera2017

 CORSO BASE DI ALPINISMO

Contenuti del corso:

Tecnica di arrampicata

livelli 1,2,3 del testo tecnico delle Guide Alpine italiane (neve e ghiaccio)

progressione fondamentale ed introduzione alla progressione a triangolo (roccia)

 Tecnica di sicurezza  (su roccia, su ghiaccio)

materiali, nodi, ancoraggi, progressione della cordata, corda doppia

 CORSO AVANZATO DI ALPINISMO

Contenuti del corso: ripasso e perfezionamento

tecnica di arrampicata (su roccia e su ghiaccio)

tecnica di sicurezza (su roccia e su ghiaccio)

Obiettivo : autonomia della cordata

ISCRIZIONI E QUOTE DI PARTECIPAZIONE

Le iscrizioni si ricevono in sede il martedì (h. 18-30-20.30) e il giovedì (h. 21- 23) o tramite bonifico bancario c/o GAM banca MPS IBAN IT62D0103001654000061104572 specificando nella causale cognome e corso a cui si è interessati

Le iscrizioni sono aperte da subito e si chiudono il giorno 11 aprile 

Il corso BASE costa  € 360,00 a persona + iscrizione al GAM (obbligatoria)

Il corso AVANZATO costa  € 390,00 a persona + iscrizione al GAM (obbligatoria)

La quota comprende:

  • Insegnamenti e accompagnamento delle Guide Alpine
  • Utilizzo materiale comune

 Le quote non comprendono: spese di viaggio, vitto e alloggio.
Tali spese, comprese quelle per le Guide Alpine, saranno ripartite tra i partecipanti alle uscite previste.

Per informazioni: Giovanni Gaiani  mail:giovanni.gaiani@tin.it  tel.02-89301570

STAGE DI ARRAMPICATA IN SARDEGNA

Una vacanza di arrampicata al mare!!!

Sette giorni di stage a livello base e avanzato

Periodo: 18 – 25 Aprile 2017

Programma: vedi Allegato Sardegna’17-1

Costi: € 450 a persona (con un minimo di 6 partecipanti) + € 90 a persona ( forfait spese guide) + € 23 ( tessera GAM 2017)

Iscrizioni con versamento di caparra di € 90 + 23 ( tessera GAM) entro il 15 marzo 2017

Per informazioni e iscrizioni: MICHELE CARDILLO mail: michele_cardillo@hotmail.it cell. 3392069657

Le iscrizioni si ricevono in sede il martedì (h. 18-30-20.30) e il giovedì (h. 21- 23) o tramite bonifico bancario c/o GAM banca MPS IBAN IT62D0103001654000061104572 specificando nella causale cognome e corso a cui si è interessati

2° CORSO di ARRAMPICATA metodo Caruso

Periodo: aprile-maggio

Per la seconda volta nell’area milanese per tutti, principianti ed esperti, un corso di 4 giornate (due fine settimana), di approfondi- mento del movimento del corpo umano in arrampicata con la presenza di Paolo Caruso

CONTENUTI
Corso outdoor di 4 giornate. Per il Programma completo vedi Allegato ARRAMPICATA

Tecnica di arrampicata: progressione incrociata e fondamentale, progressione a triangolo e laterale.
Utilizzo della videocamera per riprese a scopo didattico.

Iscrizioni con versamento di caparra di € 80 entro il 15 MarzoE’ obbligatoria la tessera GAM 2017 

Per informazioni e iscrizioni: MICHELE CARDILLO mail: michele_cardillo@hotmail.it cell. 3392069657

Le iscrizioni si ricevono in sede il martedì (h. 18-30-20.30) e il giovedì (h. 21- 23) o tramite bonifico bancario c/o GAM banca MPS IBAN IT62D0103001654000061104572 specificando nella causale cognome e corso a cui si è interessati

NOTIZIARIO n.2-2017 marzo-aprile

NOTIZIARIO n. 2- 2017  MARZO- APRILE  Notiziario n.2 2017 mar-apr-2

LA VOCE DEL CONSIGLIO

 Il 2017  ha solo due mesi ma c’è già tanto da raccontare!! Per prima cosa occorre segnalare che molti soci affezionati al GAM hanno provveduto a rinnovare la tessera e questo rappresenta un segnale molto importante non solo della validità delle nostre iniziative ma anche dell’affetto e del grande senso di appartenenza alla nostra comunità.

Anche quest’anno l’inverno ci ha portato poca neve ma ciò nonostante siamo riusciti a realizzare il programma di Scialpinismo che ci eravamo proposti con un considerevole aumento dei partecipanti. Grande novità di quest’anno sono state anche le gite con le Ciaspole: progetto che avevamo da tempo e che finalmente siamo riusciti a realizzare grazie all’impegno di soci che si sono resi disponibili all’accompagnamento. Purtroppo invece nonostante l’entusiasmo iniziale e la speranza di realizzare un buon programma non è partito lo Sci Discesa, attività che comunque rimane tra le iniziative di primaria importanza per la nostra Associazione, per cui… appuntamento a tutti per la prossima stagione.

Occorre ricordare che i progetti si realizzano per la collaborazione volontaria di tutti i soci che spinti unicamente dall’amore per la montagna e il suo ambiente mettono a disposizione le loro competenze, forza quindi date fiato alle vostre idee e proponetevi come Referenti per continuare con entusiasmo!!

E le novità continuano non solo nelle iniziative: anche il Consiglio Direttivo si rinnova. A un anno dalle ultime elezioni alcuni Consiglieri stanno pensando di rinunciare all’incarico che per quanto piacevole è comunque oneroso e impegnativo, muovere la macchina del GAM richiede parecchie energie. Con il prossimo Notiziario e a breve sul sito: http://www.gam.milano.it  saranno riportati i cambiamenti.

Grande novità la proposta VELA&TREK che lanciamo per la prima volta e che siamo sicuri che verrà accolta con grande entusiasmo: potete leggere sotto le principali informazioni e precipitarvi a iscrivervi!!!

Consolidata è invece l’idea di condividere l’estate con un viaggio GAM: quest’anno si va alle AZZORRE e chi non è riuscito a prenotarsi può consolarsi con i tanti minitrek e miniviaggi di cui è ricco il nostro programma di Escursionismo.

Continua con successo la decennale collaborazione con le guide alpine Luca e Valentina: nonostante la scarsezza della neve siamo riusciti a far partire il Corso di Scialpinismo e quello di  Cascate di Ghiaccio che si sono conclusi con grande entusiasmo dei partecipanti.  Saranno accolti altrettanto bene anche i Corsi di Alpinismo e Arrampicata in programma per la prossima primavera e che trovate descritti sotto. Il GAM come unica realtà sul territorio milanese gode della collaborazione di Paolo Caruso nei suoi Corsi di Arrampicata.

Per chi vuole qualcosa in più…..c’è lo Stage di Arrampicata in Sardegna, una settimana tra mare e roccia.

Tenete d’occhio anche le Serate in Sede: un ricco programma di proposte culturali e feste ci attende, da non perdere per conoscerci o ritrovarci.

Ultima novità: il Consiglio ha deciso di rendere disponibile la bella sede rinnovata ai Soci per attività personali alle condizioni economiche riportate qui sotto e nella Bacheca delle Occasioni del sito: http://gam.milano.it

 

Ponente ligure, provincia Imperia: iscrizioni entro 30/9

Gita in collaborazione con ARCI

Fine stagione al mare o meglio tra boschi a picco sul mare per una Liguria dell’entroterra,: borghi medievali, chiese ricche d’arte e antichi monasteri sono nascosti lassù.

PROGRAMMA IN BREVE

Sabato 29 ottobre : partenza ore 7 da p.le Loreto – arrivo a Diano Marina a fine mattinata per prendere alloggio – pranzo veloce con focacce ed affini – partenza alle ore 13 circa con bus che ci porta fino a Diano Borello – poi a piedi il circuito delle frazioni dell’entroterra di Diano Marina, con discesa all’albergo. Cena e pernottamento                   http://www.magix-website.com/mpfo21/50/42D/42DFF410BD9B11E2BDCD188BBCDA3F87.pdf

 Domenica 30 ottobre : colazione e partenza alle 8 in bus. Escursione da Dolceacqua – Santuario Madonna Addolorata – Perinaldo – Apricale – Isolabona in Val Nervia,  dove il bus ci riprende per tornare a Diano Marina. http://www.magix-website.com/mppo28/50/45D/45DCE060BD9B11E29D124D38BCDA3F87.pdf    Dislivello: 700 m in salita, 640 m in discesa Difficoltà: E; Ore di marcia: 4.00

 Lunedì 31 ottobre : tra Val Prino e Valle Impero colazione e partenza alle 8 in bus fino a Prelà – poi a piedi in traversata su Vasia, monte Acquarone, Lucinasco e Chiusavecchia – dove il bus ci riprende per tornare a Diano Marina. http://www.magix-website.com/mppo28/50/487/48751770BD9B11E2ACC2864EBCDA3F87.pdf     Dislivello: 700 m in salita, 300 m in discesa Diff. E; Ore di marcia 4

 Martedì 1 novembre : : itinerario breve da Villa Faraldi in valle Cervo.      http://www.magix-website.com/mpfo19/50/3EF/3EF0B880BD9B11E283E92B37BCDA3F87.pdf

Colazione e partenza alle 8 in bus fino a Villa Faraldi – poi a piedi su circuito breve per Tovo, monte Chiappa, Chiappa paese – dove il bus ci riprende per scendere a Cervo – pausa pranzo libera e “struscio” per il borgo  e  ripartenza alle 14 circa per rientrare a Milano.

La SCALETTA DELLE ESCURSIONI indicata ai siti è genericamente indicativa della zona dove l’escursione verrà effettuata, ma non precisa nei dettagli 

PULLMAN PRIVATO ORARIO DI PARTENZA: sabato 29/10 ore 7.15 p.le Loreto.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: Soci GAM 250 € con caparra 100 € entro 30/9 – saldo entro 14/10. Iscrizioni successive quota 285 € se disponibile il posto. Coordinatrice GAM: Gemma Assante mail: gemma.assante1@fastwebnet.it  cell. 3479508354)

Calendario gite alpinismo 2016

Martedì 12 aprile

Presentazione corsi di alpinismo con le guide Luca e Valentina (sede GAM).

Decima edizione

 Sabato 11 giugno

Ferrata CAI Barzio allo Zucco di Pesciola (ex Rebuzzini).                                                   Ferrata impegnativa ai Piani di Bobbio (Valsassina), che ripercorre il tracciato della vecchia Rebuzzini, smantellata e sostituita da nuova attrezzatura. Partenza dall’arrivo della funivia dei Piani di Bobbio.  Difficoltà : da D+ a TD- .              Sviluppo : 300 mt.

Sabato-Domenica 25-26 giugno                 Becca di Gay (mt. 3621) per la via normale SUD-EST.                                                       Imponente montagna a forma piramidale posta sullo spartiacque tra Valle di Cogne e Valle dell’Orco nel gruppo del Gran Paradiso. Noi la saliremo dall’unico versante facilmente accessibile, da Sud-Est nella Valle dell’Orco.         Sabato salita al rifugio Pontese  dalla diga del Teleccio.                                                       Domenica :  salita per ghiacciaio, canalino nevoso- pendenza 40°-max 45°, infine cresta rocciosa con  passi di I e II grado sino alla vetta. Difficoltà : PD.  Dislivello dal rifugio alla vetta : mt. 1.421

Venerdì 8-Sabato 9-Domenica 10 luglio

Anello del Sorapis per le ferrate Vandelli e

 Berti.                                                             

 Riproponiamo ad un solo anno di distanza,

anticipandola, questa lunga e spettacolare

traversata ai piedi del Sorapis, nel cuore

delle Dolomiti Cortinesi.

Venerdì : Da San Vito di Cadore, per

seggiovia e per sentiero si raggiunge il rifugio San Marco.

Sabato :: Dal Rifugio alla Forcella Grande,

quindi per il Sentiero Minazio, alla Forcella Bassa del Banco e l Bivacco Comici. Discesa per la Ferrata Vandelli ( passaggi di I e II grado),sino alrifugio Vandelli . Tempi : 8h-8 ½ h.

Domenica : Dal rifugio alla Forcella Sora la Cengia del Banco, quindi per la Cengia del Banco si raggiunge la Ferrata Berti, impegnativa e molto esposta,che risale sino alla Forcella del Bivacco ; di qui per il Bivacco  Slataper e quindi discesa a valle. Tempi : ca. 7h ½. .

                                                                        Sabato-Domenica 23-24 luglio                   Barre des Ecrins (mt. 4.102).   Via normale dalla parete Nord   e cresta Ovest                   Ci spingiamo in Francia per un magnifico 4000, in una zona di spettacolari sci-alpinistiche.                Sabato : Da Alefroide Pre de Madame Carle in 4-4 ½ h. si perviene al Refuge des Ecrins.   Domenica :  Grande e impegnativa salita per il Glacier Blanc sino al crepaccio terminale, che si supera valutando sul posto la via da seguire. Quindi alla breccia Lory, ai piedi della cresta Ovest, che si sale per cenge e per cresta sino alla vetta. Tempi. 5h ca. dal rifugio alla vetta e 3h. viceversa sino al rifugio.                                                  Difficoltà : PD+/AD-  con pendenza massima 45° e passaggi di II grado.

SETTEMBRE

Domenica 4 settembre                                 Pizzo Quadro da Starleggia                         Riproponiamo anche questa bella gita in Valle Spluga, saltata l’anno scorso per chiusura della strada di accesso. Difficoltà :  da EE a F+, impegnativo per il dislivello (mt. 1.450 ca.).               Per tracce di sentiero sino al Bivacco del Servizio, di qui per ripidi pendii sino ad una sella tra il Motto Alto e la Cresta ENE  del Pizzo Quadro, oltre la quale per cresta sino in vetta con facili passi di arrampicata (max II grado).

 

Sabato-Domenica 17-18 settembre         Gran Pilastro (mt. 3.510)                                                                                                                                      Massima cima delle Alpi Aurine, dal profilo imponente specie se osservata dal versante austriaco, ed estremamente panoramica.                                                                                                            Difficoltà : EE-F+, che possono aumentare di molto in presenza di neve e ghiaccio.             Sabato : al Rifugio Gran Pilastro dal terzo tornante della strada sterrata del passo di Vizze. Domenica : Dal rifugio dapprima per un tratto di roccette attrezzate, quindi per l’ampia spalla con un percorso sempre più ripido sino ad una forcellina, oltre la quale un’esile cresta, molto aerea e esposta tra instabili lastroni, porta alla vetta..  Dislivello : 800 mt. ca.  Tempi : 3h. ca.

OTTOBRE

Sabato-Domenica 1-2 ottobre                      Punta Marguareis (mt. 2.650)                  per il Sentiero Sordella (presso il canalone dei Torinesi)    Salita alla montagna più alta delle Alpi Liguri, un enorme massiccio con una grande muraglia a nord e pendii più dolci a sud e ovest con roccia carsica  Gita non difficile in un ambiente spettacolare (specialmente a fine stagione).                  Sabato :  Salita al Rifugio Garelli dal Pian delle Gorre  (alta Val Pesio).                                Domenica : Il versante NORD del Marguareis è solcato da due grandi canali, il Canalone dei Genovesi e il Canalone dei Torinesi.. Noi seguiremo ll filo del Canalone dei Torinesi, spostandoci quindi sul nuovo sentiero attrezzato Sordella (EEA) che perviene al Colle dei Torinesi  su roccia più solida; da qui verso destra sino  in vetta.                                                                               Dislivello : 700 mt. ca.    Difficoltà : EEA-F   Tempi : 3h dal rifugio alla vetta.                                Varie possibilità per la discesa, che valuteremo sul posto.

 

Domenica 9 ottobre                          Monte MARSm.2600(per la CRESTA di CARISEY) 

La via segue fedelmente la cresta. Dall’intaglio si prosegue sulla successiva placca e per sali e scendi sul filo cresta (molto esposto) si arriva ad un gendarme nominato Punta degli Amici. Lo si sale con un passaggio in Dulfer su fessura (III) con uscita a destra. Scavalcatolo si scende brevemente per risalire fino ad un gendarme tozzo che si supera sul filo di spigolo (III, un chiodo). Attraversare una breve placca e scendere il curioso passo dell’inginocchiatoio che costringe ad appendersi con le mani e lasciarsi scivolare con i piedi nel vuoto fino a toccare un provvidenziale terrazzino (III, molto esposto). Proseguire lungo la cresta che diviene facile ed erbosa. Leggermente a Sx, con 2 tiri di corda, si supera un salto che conduce ad un terrazzo posto alla base del grosso cubo di pietra conosciuto come “DADO”. Si sale lo spigolo poco a sx (III) o per lame a dx (Pas del Bergè), oppure per una bella fessura a sx (V). Giunti sulla sommità del risalto la parte interessante della cresta è finita  e scende su ripido canale erboso a dx e su tracce di sentiero fino alla piazzola dell’elicottero, segnata con evidente H. Si raggiunge il sentiero normale seguendo tracce di sentiero con passaggi di 2 grado oppure scendere.Discesa dalla normale verso il lago del Mucrone percorrendo il sentiero D23 direzione EST poi NE lungo la cresta fino sotto al colle Chaurdon ( m. 2291) quindi fino a scollinare al colle del Rosso ( m. 2191) , da qui al Lago Mucrone e quindi da Oropa Sport ( tempo per la discesa 2 h)

 

Domenica 16 ottobre                                  Monte Legnone, mt. 2.609 da Nord (Direttissima). Dal rifugio Roccoli-Lorla al Rifugio Scoggione, e da questo alla vetta, dislivello complessivo mt. 1.485.                                                                                          Tempi : 3h. fino al rifugio Scoggione, 3h. dal rifugio alla vetta, 2h.1/2 per la discesa lungo la via normale.  Difficoltà :EE, F il percorso della Direttissima.                                                    Dal parcheggio davanti al rifugio Roccoli-Lorla con il sentiero n. 5  si raggiunge l’Alpe Rossa, e di qui con il Sentiero del Pivion con numerosi saliscendi (catene) si raggiungee il rifugio Scoggione. Dal rifugio si può salire in cima o per la via “Direttissima” o per la via normale (segnavia 1B), più facile. Il sentiero della Direttissima risale lungo una cresta di sfasciumi e rocce molto ripida e presenta alcuni passaggi piuttosto esposti e un passaggio di terzo grado in un caminetto (attrezzato con una catena e con un anello di calata). Per entrambi gli itinerari discesa lungo la consueta Cresta Ovest che proviene dal rifugio Roccoli- Lorla.

Per informazioni generali su questo programma

Giovanni Gaiani                                            02-89301570      mail:giovanni.gaiani@tin.it

Il programma dettagliato delle gite  (costi, orari..) verrà comunicato a suo tempo dai capigita.

————————————————————-

E poi……..

Proseguono anche quest’anno le USCITE IN FALESIA organizzate dal nostro  socio   Angelo Carraro 347-9550202-  angelo.brassi @libero.it  Uscite programmate volta per volta.

Le guide Luca Biagini e Valentina Casellato propongono alcuni APPUNTAMENTI GUIDATI                          per provare ad andare oltre il proprio limite o per prendere consapevolezza del proprio movimento in parete.  Citiamo:                                                                                          7-8 maggio : Weekend di arrampicata (vie lunghe) alla Pietra di Bismantova                           2-6 giugno : Stage di arrampicata nelle gole del Verdon (Provenza)                                               4-7 agosto : Arrampicata nel bacino del Triolet- rifugio Dalmazzi                                                3-4 settembre : Arrampicata in Dolomiti, lo Spigolo del Velo                                                  Uscite per un max di 6-8 persone, non principianti

NORME PER LA PARTECIPAZIONE A GITE GAM

1 Le iscrizioni alle gite si ricevono in sede negli orari di apertura. Per le gite giornaliere o di fine settimana, salvo che sia diversamente indicato sul Notiziario, nelle due settimane che precedono la gita stessa. Per trekking e settimane secondo quanto indicato sul Notiziario. Le iscrizioni sono valide con il pagamento delle quote stabilite. Le iscrizioni eccedenti la disponibilità dei posti vengono messe in lista d’attesa per eventuali sostituzioni.

2 Lo scopo delle gite sociali è quello di condurre tutti i partecipanti alla meta. L’andatura sarà quindi adatta a mantenere il gruppo sufficientemente compatto pur tenendo conto dei tempi tecnici necessari al normale svolgimento della gita. Ne consegue che i direttori di gita, a loro insindacabile giudizio, possono non accettare l’iscrizione di chi non è ritenuto idoneo.

3 Per quanto riguarda la rinuncia si precisa che, a meno che il rinunciatario  proponga un sostituto:

– per le gite giornaliere la quota di partecipazione è interamente dovuta se la rinuncia viene fatta dopo il giovedì precedente la gita

– per le gite di più giorni se la rinuncia viene fatta negli 8 giorni precedenti la partenza è trattenuta la caparra e richiesta la quota di soggiorno nella misura eventualmente addebitata dall’albergatore.

4 I Direttori di gita sono volontari che agiscono come accompagnatori non professionali. Essi guidano la comitiva nell’esecuzione, curano il rispetto degli orari, la situazione dei posti, dei pernottamenti e tutto quanto sia utile al buon andamento della gita. I Direttori di gita hanno la facoltà di sospendere o modificare la gita nel caso in cui le condizioni atmosferiche, di innevamento o la situazione contingente siano tali da non garantire le normali norme di sicurezza. Durante il percorso essi stabiliscono le soste opportune e assumono le decisioni adeguate in ordine a coloro che fossero in difficoltà a proseguire.

5 I partecipanti, che devono essere a perfetta conoscenza delle caratteristiche della gita apparse sul Notiziario, hanno l’obbligo di attenersi alle disposizioni dei Direttori di gita e di portare l’attrezzatura richiesta dal programma. Il possesso dell’attrezzatura fa supporre che se ne conosca l’uso. I partecipanti devono essere disposti a collaborare per il trasporto di materiale comune (corde, barella, o altro). Nessuno dei partecipanti, se non espressamente autorizzato, dovrà sopravanzare i Direttori di gita o rimanere arretrato. Le attività individuali, ove previste, devono essere comunicate ai Direttori di gita (meta, percorsi, tempi).

6 Nel caso di gite sci-alpinistiche è obbligatorio il possesso dell’ARVA con frequenza di 457 kHz, il cui funzionamento sarà controllato all’inizio della gita. E’ inoltre richiesto che ciascun partecipante sia munito di una pala. Entrambi questi strumenti possono essere noleggiati, in numero limitato, presso il GAM. In occasione di gite i Direttori di gita organizzeranno prove pratiche di ricerca con ARVA cui tutti, con spirito di solidarietà, dovranno partecipare per impratichirsi su come portare soccorso in tempo utile.

7 Gli orari di partenza previsti  sono tassativi. Nel caso in cui fosse necessario modificare l’orario di ritorno i Direttori di gita lo comunicheranno per tempo a tutti i partecipanti.

8 L’iscrizione alla gita comporta la totale accettazione delle presenti norme.

L’ATTENERSI ALLE REGOLE FACILITA LA GITA, LA RENDE PIÙ PIACEVOLE PER TUTTI E SOPRATTUTTO PIÙ SICURA.

 

 

Trekking nel Cilento dal 24 settembre al 1 ottobre

Cilento

Trekking nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni

Il Parco Nazionale del Cilento e Valle di Diano si estende su una superficie di 180.000 ettari nel Salernitano e comprende 80 comuni e 8 comunità montane. Il Parco è investito di riconoscimenti importantissimi, dal 1997, infatti, è Riserva della Biosfera, e dal 1998 patrimonio dell’umanità dell’Unesco.

Ricco di fauna e flora, ospita diverse specie animali e vegetali di cui il 10% endemiche. Sono numerosissimi i luoghi da visitare e noi li percorreremo con piede lento ed attento guidati da Diego Festa.

Programma buy atarax australia. chinese cucumber has been used to treat invasive moles. buy lida daidaihua australia category assigned b xyzal vs atarax pregnancy… atarax without prescription

1° giorno: Marina di Camerota

Arrivo in aeroporto a Napoli o in stazione ferroviaria a Salerno. Trasferimento in pullman a Marina di Camerota. Sistemazione in hotel. Nel pomeriggio passeggiata delle quattro spiagge che, prendendo il via dall’hotel raggiunge le spiagge e gli scogli verso ovest, in direzione Capo Palinuro. Percorrere questo sentiero nel tardo pomeriggio è come inseguire il sole che tramonta che, sempre più basso all’orizzonte, si tuffa nel mare in un’esplosione di colori. Cena e pernottamento in hotel. Difficoltà T – Dislivello +100 m. – Durata totale 2 ore

 

2° giorno: Baia degli Infreschi

Nella mattinata partenza a piedi dall’hotel per attraversare il lungo mare di Marina di Camerota e raggiungere l’imbocco del sentiero sulla spiaggia di Lentiscelle. Il sentiero percorre la costa selvaggia degli Infreschi, dal 2009 divenuta Area marina protetta. Privo di strade, costellato di torri medievali e calette azzurre e cristalline, il sentiero attraversa una colorata e profumatissima macchia mediterranea, alternata a coltivazioni di olivi secolari, senza mai togliere lo sguardo al mare. Giunti nello splendido scenario di Baia degli Infreschi sarà possibile fare il bagno. Rientreremo in barca da Baia degli Infreschi a Marina di Camerota visitando tutte le grotte che la costa presenta, dai nomi di antiche leggende. Cena e pernottamento in hotel. Difficoltà E – Dislivello +200 m. – Durata totale 3.30 ore

 

 

3° giorno: Monte Bulgheria buy zoloft online from north drug store. marketed as daxid in india the drug is a prescription medication, so you should not buy zoloft online unless it is

Nella mattinata trasferimento in pullman a San Giovanni a Piro, antico borgo arroccato ai piedi del monte Bulgheria che si affaccia sul golfo di Policastro. Il sentiero prende il via dal borgo e risale la cima del monte attraverso pietraie e un bosco rado di lecci. Il Bulgheria 1225 m è il monte più a sud del Parco del Cilento ed è insolitamente isolato, è per questo motivo che la vista dalla cima è stupefacente, spazia fra le vette principali del Cilento, il mare blu del golfo di Policastro, fino alle alte cime della Basilicata e della Calabria con il massiccio del Pollino. Il sentiero prosegue verso nord-ovest, passando a fianco di un rifugio e scendendo più dolcemente verso il paese di Poderia.

Il rientro in pullman prevederà una tappa al suggestivo borgo medievale di S. Severino, costruito a picco sulle “gole del diavolo” del fiume Mingardo. Il borgo conteso nei secoli da famiglie importanti viene abbandonato circa un secolo fa. Oggi è valorizzato da feste e iniziative estive. Cena e pernottamento in hotel. Difficoltà E – Dislivello +800 m. – Durata totale 6.30 ore

 

4° giorno: Grotte di Pertosa e Certosa di Padula

Nella mattinata trasferimento in pullman alle Grotte di Pertosa, unico sito speleologico in Europa dove è possibile navigare in barca un fiume sotterraneo addentrandosi verso il cuore della montagna, immersi in un silenzio magico, interrotto soltanto dal fragore degli scrosci della cascata sotterranea. Le Grotte si estendono per circa tremila metri nel massiccio dei Monti Alburni, in un percorso ricco di concrezioni, dove stalattiti e stalagmiti decorano ogni spazio con forme, colori e dimensioni diverse, suscitando stupore ed emozione. Pranzo in agriturismo. Nel pomeriggio visita della certosa di Padula dichiarata patrimonio dell’umanità dall’Unesco. Si tratta della prima certosa ad esser sorta in Campania e occupando una superficie di 51.500 m², contando su tre chiostri, un giardino, un cortile ed una chiesa, è di fatto uno dei più sontuosi complessi monumentali barocchi del sud Italia nonché la più grande certosa a livello nazionale e tra le maggiori d’Europa. Rientro in serata a Marina di Camerota. Cena e pernottamento in hotel. Giornata culturale

5° giorno: Monte Gelbison

Nella mattinata trasferimento in pullman a Novi Velia da cui parte il sentiero per la cima del Monte Gelbison. Si tratta un antico lastricato che attraversa rigogliosi boschi di castagno e faggio per giungere al Santuario della Madonna posto sulla cima del Monte Gelbison a 1705m, quarta cima del Parco. Dal Santuario la vista spazia a 360° sui monti del Cilento e nelle giornate limpide si possono vedere a sud la Calabria tirrenica e le isole Eolie, e a nord la costiera Amalfitana e il Vesuvio. Rientro in serata a Marina di Camerota. Cena e pernottamento in hotel. Difficoltà E – Dislivello +900 m. – Durata totale 6 ore

6° giorno: Capo Palinuro doxycycline dosage for cats doxycycline dosage for acne how long generic doxycycline

In mattinata trasferimento in pullman al porto di Capo Palinuro. Dal porto partirà il periplo in barca del Capo con visita delle grotte più suggestive e bagno in mare. Visiteremo, fra le altre, la grotta Azzurra che deve il suo nome e il suo fascino allo spettacolare effetto prodotto dall’azzurro che, provenendo apparentemente dal fondale marino, illumina l’intero ambiente rendendolo irreale e suggestivo. Al rientro pranzo in spiaggia con una degustazione di prodotti tipici cilentani. Dopo essersi ristorati in spiaggia, nel pomeriggio imboccheremo il sentiero che risale il promontorio di Capo Palinuro, raggiunge il faro e ridiscende al Porto di Palinuro chiudendo un anello, per godere del paesaggio alla luce dorata del tramonto. Il promontorio unico nella sua forma, che con le sue cinque punte ricorda una grande mano, è costituito da rocce calcaree che scendono a strapiombo sul mare blu e da un’intensa e profumata macchia mediterranea. Rientro in serata a Marina di Camerota. Cena e pernottamento in hotel. Difficoltà E – Dislivello +300 m. – Durata totale 3 ore

7° giorno: Sant’Antonio-Camerota

In mattinata trasferimento in pullman alla foce del fiume Mingardo da cui si inerpica una sentiero

che attraversa un bellissima pineta con alberi secolari. Il sentiero tocca i ruderi del Cenobio di San Cono, monastero basiliano dedicato a S.Iconio e continuando a salire si arriva alla cappella di Sant’Antonio che è uno dei punti più belli e panoramici dell’intera costa fra Marina di Camerota e Palinuro. Il percorso scende poi lentamente verso l’uliveto plurisecolare di Vistieli raggiungendo la cappella della Pietà dalla quale si ammira il panorama del paese medioevale di Camerota con le numerose chiese, il castello, il convento dei cappuccini e le botteghe dei vasai. Dopo la visita al borgo di Camerota, rientro in serata a Marina di Camerota. Cena e pernottamento in hotel.

Difficoltà E – Dislivello +450 m. – Durata totale 5 ore

cheap prednisone for dogs buy prednisone online uk buy prednisone online without a prescription prednisone prescription assistance prednisone 10mg tablets,   

8° giorno: Paestum

In mattinata trasferimento in pullman a Peastum antica città della Magna Grecia chiamata dai fondatori Poseidonia in onore di Poseidone, ma devotissima a Era e Atena. Considerata dall’Unesco

patrimonio dell’umanità, Paestum rimane, per l’arte, la natura e gli eventi che la caratterizzano, tra

le più belle città della Magna Grecia da visitare e scoprire. Successivo trasferimento in aeroporto a Napoli o alla stazione ferroviaria di Salerno per la partenza. Giornata culturale

 

Quota individuale: SOCI GAM fino a 20 pax., € 803; da 20 a 30, € 760; da 30 pax, € 715.  ALTRI: la quota è aumentata di 30 €.

Le quote di partecipazione comprendono:

 

✓ Sistemazione in hotel 7 notti a Marina di Camerota, in camere doppie, matrimoniali e triple;

✓ Trattamento in mezza pensione per tutto il soggiorno;

✓ Bevande comprese per tutte le cene;

✓ Pranzo al sacco nei giorni 2°, 3°, 5°, 7° e 8°

✓ Degustazione e pranzo in agriturismo nei giorni 4° e 6°;

✓ Giro in barca della costa degli Infreschi e di Capo Palinuro nei giorni 2° e 6°;

✓ Assistenza di Guide Ambientali Escursionistiche per tutto il trekking;

✓ Assistenza di Guide Turistiche il 4°e 8° giorno;

✓ Trasferimenti in pullman durante tutto il trek, come da programma;

✓ Trasferimento a/r dall’aeroporto di Napoli o stazione ferroviaria di Salerno;

✓ Assicurazione R.C.


Le quote di partecipazione non comprendono:

 

✓ Viaggio A/R per raggiungere Napoli o Salerno: verrà presto comunicato il costo del viaggio cumulativo in treno; seroquel generic namesthe bad news and the good news about love. i started this buy baclofen australia no prescription blog because i want to lead a

ü  Tickets musei, parchi archeologici, castelli e chiese.

✓ Extra e mance in genere e quanto non espressamente indicato nella quota comprende.

 

Supplemento camera singola € 20 a notte a persona


 

Per i NON SOCI CAI: possibilità di sottoscrivere una polizza anti infortunio a 40 €/la settimana

 

ISCRIZIONI E PRENOTAZIONI

Primo Acconto: 300.00 € entro il 30 maggio 2015. Secondo acconto: 330.00 € entro il 30 giugno 2015. Terzo versamento e saldo entro 30 luglio 2015 in sede nelle serate di apertura (martedì e giovedì sera 21-23) oppure mediante bonifico al GAM sul conto del GAM – Gruppo Amici della Montagna, Milano presso la Banca Montepaschi di Siena – IBAN:  IT62D0103001654000061104572.

Occorre fornire nome e cognome, data e luogo di nascita, Tipo e N° documento di identità valido, cellulare e E-mail.

Incontro in sede prima della partenza: 16 settembre 2016 ore 21.00.

COORDINATORE: Gemma Assante (gemma.assante1@fastwebnet.it )

N.B. Il programma può subire modifiche e variazioni a causa delle condizioni meteorologiche.

Viaggio di primavera in Sicilia Orientale

Sicilia orientale maggio 2016

19-23 maggio 2016                                    Giro turistico di PRIMAVERA

 Sicilia Orientale

Piazza Armerina – Ragusa – Ibla – Modica  – Scicli – Ispica – Noto – Siracusa – Acireale – Taormina – Catania

Programma:

Giovedì 19 maggio 2016 MILANO Ø  PIAZZA ARMERINA  Ø  MODICA

Ritrovo all’aeroporto di Milano Linate e partenza alle ore 09.55 con volo di linea Alitalia per Catania. Arrivo h 11.40. Partenza in pullman privato per PIAZZA ARMERINA.  Pranzo libero. Nel pomeriggio visita con la guida della VILLA ROMANA DEL CASALE.  La Villa, tutelata dall’Unesco dal 1997, è appartenuta ad un esponente dell’aristocrazia senatoria romana, forse un governatore di Roma  (Praefectus Urbi); secondo alcuni studiosi fu, invece, costruita e ampliata su diretta committenza imperiale. Per la sua bellezza e complessità, può considerarsi  uno degli esempi più significativi di dimora di rappresentanza rispetto ad altri coevi dell’Occidente romano. L’alto profilo del suo committente viene celebrato, in modo eloquente, attraverso un programma iconografico, stilisticamente influenzato dalla cultura africana, che si dispiega, con ricchezza compositiva, in una moltitudine di ambienti a carattere pubblico e privato. Pranzo in ristorante.

Al termine trasferimento a MODICA, sistemazione in hotel, tempo a disposizione, cena e pernottamento.

Hotel PRINCIPE D’ARAGONA 4**** – Modica – http://www.hotelprincipedaragona.it/

 

Venerdì 20 maggio 2016   MODICA Ø RAGUSA Ø IBLA Ø MODICA

Prima colazione in hotel.  Intera giornata dedicata alle visite di RAGUSA , IBLA e MODICA.

Ragusa Passeggiata Barocca

Dalla Cattedrale di San Giovanni a Ragusa Superiore, continuando con i Palazzi barocchi, Santa Maria delle Scale, con il suo magnifico panorama su Ibla, l’Itria, Palazzo Casentini, il Purgatorio, Palazzo La Rocca, Il Duomo e la sua Piazza, San Giuseppe per finire ai Giardini iblei e il Portale di San Giorgio vecchio.

ModicaSu e giù tra i vicoli

Dal Duomo di San Giorgio, attraverso le stradine che scendono verso Modica Bassa, tra scorci mozzafiato di casette abbarbicate, si incontra la casa natale di Salvatore Quasimodo (visitabile su prenotazione), Santa Maria di Betlemme, San Domenico, la chiesetta rupestre di San Nicolò inferiore, San Pietro e i Palazzi Barocchi di Corso Umberto.

Rientro in hotel in serata, cena e pernottamento.

 

Sabato 21 maggio 2016     MODICA    Ø SCICLI Ø ISPICA Ø NOTO Ø SIRACUSA

Prima colazione in hotel. Visita di SCICLI. Fino al terribile terremoto del 1693, la città si sviluppava su tre colli. Dopo il disastro, si decise di trasferirla a valle. Oggi il bel centro storico barocco, si trova circondato dai tre colli dove sono rimasti la chiesa di S. Matteo, Eremo S. Croce. Molto belle le chiese al loro interno, ricordiamo S. Bartolomeo, S. Ignazio e S. Giovanni. Mentre i palazzi più importanti sono palazzo Beneventano con i suo spettacolari balconi e palazzo Spadaro.

Visita di ISPICA. Anch’essa ricostruita nel colle della  Calandra, dopo il terremoto del 1693 si presenta oggi come una città caratterizzata dal larghe strade dritte e bellissimi palazzi e chiese. Proprio al centro della collina sorge il Palazzo Bruno di Belmonte, emblema del liberty isolano.

Trasferimento a NOTO. Il barocco della Sicilia sud orientale entra nell’Olimpo dei beni artistici. Lo ha ufficialmente annunciato l’Unesco, che a Budapest, al termine di un’intensa sessione di lavoro, ha inserito l’area del Val di Noto nella World Heritage List (Lista del patrimonio dell’Umanità).

Al termine trasferimento a SIRACUSA, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

Hotel Holly Aretusa Palace hotel 3*** – Siracusa – http://www.jollyaretusapalacehotel.com/en/

 

Domenica 22 maggio 2016    SIRACUSA  Ø ACIREALE

Prima colazione in hotel. Intera giornata dedicata alla visita di  SIRACUSA. Capitale della Magna Grecia, era senza dubbio la città più importante e potente fuori dalla Grecia. La maggiore parte dei monumenti di questa antica città si trovano nel quartiere monumentale della Neapolis, la “città nuova”, oggi trasformato in un parco archeologico, dove è possibile visitare: il teatro greco; l’Ara di Ierone; l’orecchio di Dioniso; latomia del paradiso; l’anfiteatro romano. Il centro storico di Siracusa è l’isola di Ortigia. Qui, si trovano vicoli dallo straordinario fascino, inoltre sarà possibile visitare il Duomo, costruito “dentro” un tempio greco, la fonte Aretusa, simbolo di Ortigia e altri monumenti importanti. Al termine trasferimento ad Acireale.

Sistemazione in hotel nelle camere riservate, cena e pernottamento.

San Biagio Resort – Acireale –  www.sanbiagioresort.com

 

Lunedì 23 maggio 2016 ACIREALE è  TAORMINA è  CATANIA è MILANO

Colazione e partenza per TAORMINA. Visita con la guida. Dominata da numerose civiltà nel corso dei secoli, dell’epoca ellenistico – romana permangono resti di templi, di un serapeo, di un acquedotto romano e della cosiddetta Naumachia del periodo imperiale: un monumentale prospetto in mattoni di un terrazzamento del colle, dietro il quale è posta una cisterna. Il teatro ellenistico, quasi interamente ricostruito nel II sec. d.C. Tra la fine del XIV sec. e la metà del XV sorsero numerosi edifici realizzati per lo più in stile gotico, ne sono testimonianza le finestre a bifora e le merlature, con elementi catalani propri dei portali ad arco ribassato e le modanature orizzontali sulle facciate. Essi presentano spesso parametri murari a intarsio di pomice e lava con effetti policromi che rientrano nella tradizione araba – normanna. Si tratta di dimore feudali, come il palazzo di Santo Stefano, a torre quadrata con tre sale sovrapposte, e il palazzo detto della Badia vecchia, con uno schema simile, proprio della dimora fortificata.

Nel pomeriggio visita della città di CATANIA :  Piazza Università con l’imponente Palazzo Centrale, che ospita alcuni istituti dell’ateneo catanese ,  Piazza del Duomo in cui confluiscono le principali arterie della città, via Etnea e via Vittorio Emanuele. Potrete ammirare la Fontana dell’Elefante diventata il simbolo della città,  la Cattedrale, dedicata a Sant’Agata con la facciata di forte impronta barocca. Il Palazzo del Municipio chiamato anche Palazzo del Senato o degli Elefanti realizzato da Vaccarini, per poi proseguire verso il mercato del pesce.

Raggiungerete la Fontana dell’Amenano, alimentata dalle acque dell’omonimo fiume sotterraneo che attraversa la città, dalla quale potrete  scorgere  il pittoresco Mercato del pesce, un luogo da ammirare e nel quale si percepisce l’anima della città.

Visiterete Via dei Crociferi, descritta come una delle più belle strade d’Italia, con palazzi conventi e chiese dalle splendide facciate è la più alta espressione del Barocco catanese.

Il tour si concluderà in Piazza Stesicoro dove potrete ammirare l’antico anfiteatro romano e il monumento dedicato a Vincenzo Bellini.

Attorno alle ore 18.00 partenza per l’aeroporto di Catania. Arrivo, disbrigo delle formalità di imbarco  e partenza alle ore 21.05 con volo di linea Alitalia. Arrivo  Milano Linate alle ore 22.55.

 

Quota individuale di partecipazione  :   710,00 €  Calcolata su minimo 25 paganti

 

la quota comprende :

  • volo di linea Alitalia Milano Linate/Catania a/r
  • tasse aeroportuali ( ad oggi  10 dec 2015 128,14 € )
  • noleggio pullman privato in Sicilia per tutto il tour
  • vitto e alloggio dell’autista
  • GUIDA AUTORIZZATA PER TUTTE LE VISITE COME SEGNALATE AL PROGRAMMA
  • la sistemazione negli alberghi sopra segnalati in camere doppie con servizi privati
  • NR. 4 NOTTI IN HOTEL
  • Nr. 4 prime colazioni in hotel
  • Nr. 4 cene in hotel
  • bevande alle cene : ¼ di vino e ½ minerale
  • Tassa di soggiorno
  • assicurazione per l’assistenza sanitaria


la quota non comprende *:

  • gli ingressi, gli extra di carattere personale e tutto quanto non specificato alla voce “ la quota comprende”
  • suppl. facoltativi:

–          suppl. camera singola 110,00 €

–          assicurazione annullamento :  20,00 € ( da richiedere al momento della prenotazione testo integrale della polizza al sito www.novaviaggi.it)

*L’itinerario prevede degli ingressi che saranno da pagare in loco tramite la nostra guida  : Villa Romana del Casale a Piazza Armerina e il parco archeologico di Siracusa per un importo totale di circa 20,00 € , salvo eventuali altri ingressi  di interesse del gruppo che saranno da valutare in loco.

 

 

ISCRIZIONI E PRENOTAZIONI: ACCONTO di 200 € ENTRO IL 28 FEBBRAIO tassativo per la conferma del volo – SALDO ENTRO 15 APRILE  in sede nelle serate di apertura, oppure c/o Coordinatore, oppure con bonifico al GAM Milano IBAN:  IT62D0103001654000061104572 indicando nella causale SICILIA ORIENTALE + Cognome partecipante

Coordinatore: Grazia Larroux Archinti  tel. 02 531415 cell.  3339859491  mail: grazia.lar@live.it

 

VIAGGIO IN ISLANDA dal 4 al 18 agosto 2016

Si tratta di un viaggio in pullmino 4×4 con rimorchio per i bagagli. Percorreremo più di 3000 km in 15 giorni:   la bellezza di questo itinerario sta nella completezza e nella capacità di riuscire in due settimane a cogliere  gli aspetti più diversi e contrastanti di un paese tra i più vari al mondo! Tour completo, nel senso più assoluto del termine che oltre alle comuni mete turistiche prevede l’esplorazione di zone a torto trascurate dal turismo di massa. SIAMO INOLTRE ACCOMPAGNATI DA UNA VALIDISSIMA GUIDA VULCANOLOGICA, Andrea Rossotti.

Sistemazioni in hotel, cottage, guesthouse, farm scelte per garantire e combinare al comfort un costante e profondo contatto con la natura. Le camere doppie possono essere di piccole dimensioni, essere fornite di letto alla francese e nei cottage essere su soppalchi: le strutture in Islanda spesso non rispecchiano gli standard europei, per cui richiedono un certo spirito di adattamento. Dove previsto, ai partecipanti è richiesta inoltre la preparazione autonoma della colazione la mattina prima della partenza ed un aiuto per l’organizzazione e la preparazione della cena per il riordino degli utensili da cucina utilizzati. I luoghi precisi di cena e pernotto devono ancora essere confermati perché variano a seconda della quantità di persone.

 

Quota base per 15 partecipanti: 2780 € iscritti GAM (2830 € non soci).  Quota base per 20 partecipanti  2470 € (2520 € non soci). Il tour operator islandese trattasi di www.ESKIMOTIME.com

ISCRIZIONI E PAGAMENTI: le iscrizioni sono già aperte ed accettate con un versamento di una caparra di 270 € non rimborsabile se non con la sostituzione dell’iscritto da altra persona). I successivi pagamenti sono scaglionati come segue:

1° versamento     400,00 €               entro il 31 gennaio 2016

2° versamento 500,00 €    entro il 28 febbraio 2016

3° versamento 600,00 €    entro il 31 marzo 2016

4° versamento 450,00 €    entro il 30 aprile 2016.

5° versamento a saldo a fine maggio (da 250,00).

I versamenti vanno fatti sul conto del GAM: IBAN c/o Banca Montepaschi di Siena IT lioresal 10 mg, buy cheap baclofen , baclofen tablets, purchase baclofen , it is intended provisionally to accommodate twenty men and generic lioresal as 62D0103001654000061104572; causale: Islanda Acconto N° XY + NOME del partecipante

La quota comprende:

ü  Guida italiana in grado di fornire nozioni storiche, geologiche e naturalistiche (Andrea Rossotti 333 80 32 366)

ü  Bus adatto a percorrere i tragitti fuoristrada con driver locale

ü  Transfert da/per aeroporto Reykjavik (50 km per tratta)

Sistemazioni e strutture utilizzate: hotel, cottage, guesthouse, farm,  rifugi più o meno spartani, spesso dislocati in incantevoli posizioni, sempre immersi nella natura.

ü  Pernotti:

–          10 notti in camere multiple con servizi in comune e con uso di sacco a pelo personale (è sufficiente un sacco a pelo economico poiché le strutture sono tutte riscaldate)

–          4 notti in camere doppie con servizi in comune e uso di sacco a pelo personale

ü  Pasti:  14-colazioni, 12-cene, preparate dalla Guida e  con la collaborazione del gruppo nelle strutture dove si pernotta.   Per gli altri pasti verrà fatta una kambusa (circa 150 € a testa) che servirà alla guida per gli acquisti migliori del cibo da cucinare. Verranno forniti dall’agenzia fornelli e pentolame supplementare per integrare gli utensili delle strutture dove si pernotterà.

ü

Volo WOW http://wowair.it/ 

data Aeroporto partenza arrivo aeroporto
4/8 MPX 22.25 00:35 KEF
         
18/8 KEF 15:25 21:25 MPX

Il costo A/R con 1 bagaglio in stiva e assicurazione di recesso è di 504,00 €

Traghetto da Stikkysholmur per i fiordi orientali

ü  Traghetto A/R per le isole Westman

 

La quota non comprende:

  • iI volo: ogni partecipante deve prenotare autonomamente il volo qui indicato
  • Bevande
  • le cene del primo e del quattordicesimo giorno a RKV

(di solito si va al ristorante tutti insieme, ma sono libere)

  • Assicurazione di viaggio e di annullamento
  • Tutto quello non espressamente indicato nella quota comprende

 

PROGRAMMA

1 giorno/ Italia – Reykjavik

Volo dall’Italia, arrivo all’aeroporto internazionale di Keflavik e trasferimento in albergo a Reykjavik (50 km).

Dipendendo dall’orario di arrivo, o subito a dormire o visita in città o bagnetto in piscina (estremamente consigliato).

 

2 giorno Isole Westman 190 km c.a.

Il tour inizia con la visita delle isole Westman, situate al largo della costa meridionale. Si raggiungono con una breve ma “ondosa” navigazione (si consiglia travelgum o similia (!)). Queste isole vulcaniche, caratterizzate da scogliere verdeggianti e da una ricca avifauna (tipici i puffin), sono dominate da due vulcani attivi, di cui uno ha eruttato nel 1973 formando un provvidenziale porto naturale.   Rientro sulla costa sud in serata.   Cena e pernotto in luogo da definire

 

3 giorno Thingvellir / penisola della Snaefellsness 290 km

Da Hella si parte al mattino col pullmino per la visita del Parco Nazionale di Thingvellir, sede dell’antico parlamento islandese e luogo dove la frattura tra la placca nord americana ed europea è particolarmente visibile. Seguendo, la pista in fuoristrada di Kaldidalur, al cospetto del grande ghiacciaio Langjokull. Sosta alla stravagante cascata di Hraunfossar.  Ci si inoltra quindi nella penisola occidentale dello Snaefellsness. Questa penisola, protesa nell’oceano per 100 km, è dominata dallo Snaefellsjökull, ghiacciaio alto 1446 m, quasi totalmente circondato dal mare che fa da cappuccio al famoso vulcano secondo servito, secondo Jules Verne, da accesso al centro della Terra (si consiglia di vedere il film recente: americanata, ma bei paesaggi locali). Cena e pernotto in luogo da definire

 

4 giorno Penisola della Snaefellsness/ fiordi dell’ovest  180 km

Si prosegue la visita della penisola dello Snaefellsness fino a raggiungere la costa nord, dove nel bel paesino di Stykkisholmur ci si  imbarca sul traghetto, che, con una navigazione tra migliaia di piccole isole attraverso il Breithafjordur, ci porterà ai fiordi dell’ovest, passando per l’isola di Flatey.   Cena e pernotto in luogo da definire

 

5 giorno Fiordi dell’ovest   220 km

La giornata è dedicata alla scoperta dei fiordi dell’ovest che offrono panorami unici grazie alla loro storia geologica, la più antica d’Islanda. Visiteremo spiagge multicolori (rarissime in islanda) che si affacciano ad un mare cristallino. Vedremo le scogliere di Làtrabjarg, alte anche più di 400 m, che ospitano migliaia di uccelli marini, tra cui la buffa pulcinella di mare (puffin) e molto altro. Proseguiremo sui West Fjords attraversando un altopiano innevato fino a stagione inoltrata, con scorci spettacolari nel blu dei fiordi sottostanti. Sosta alla bellissima cascata Dynjandi e al villaggio di pescatori Flateyri.   Cena e pernotto in luogo da definire

 

6 giorno Fiordi dell’ovest/costa nord 280 km atarax online, purchase atarax, atarax price, hydroxyzine buy atarax

Si continua l’esplorazione dell’area settentrionale dei fiordi dell’ovest, dominata dalla penisola di Hornstrandir. In questa regione, tra le più remote d’Islanda. sarà possibile avvistare le foche e la volpe artica. Raggiungeremo  poi il villaggio di pescatori di Holmavik, buon testimone di come doveva essere la vita in ogni paese d’Islanda solo qualche decennio fa. Si rientra sulla strada N 1 proseguendo sulla costa nord verso Est.   Luogo e cena ancora da definire

 

7 giorno costa nord /Trollaskagi 380 km

Giornata dedicata alla costa nord: percorriamo la n 1 in direzione Akureyri, attraverso la più importante zona di riproduzione dei cavallini islandesi, e la lasciamo per percorrere la bella penisola di Trollaskagi tra coste frastagliate e caratteristici paesini di pescatori come quello di Hofsos e di buy amoxil online, amoxicillin dosage every 12 hours, amoxicillin side effects night sweats. Siglufjordur. Possibile visita del centro episcopale di Holar e dell’interessante fattoria museo di Glaumbaer. Cena e pernotto in luogo da definire

 

8 giorno Akureyri/Myvatn  250 km

Dopo aver visitato buy prednisone without prescription to ship overnight. joe gati where can i buy doxycycline without prescription (facility manager & research scientist) Akureyri, seconda citadina d’Islanda situata in fondo al bel fiordo di Eyjafjordur, proseguiamo verso est fermandoci alla mitica cascata Godafoss.

Pochi chilometri e giungiamo al lago Myvatn, centro turisticamente molto ambito grazie a una storia geologica molto lunga e complessa che gli ha reso un’invidiabile varietà di formazioni: pseudocrateri, grotte con pozze d’acqua calda, enormi crateri (Hverfell),  vulcani e i caratteristici “pilastri lavici” di Dimmuborgir. Imperdibile è l’area di Krafla, perfetta materializzazione di come ci s’immagina l’inferno, con i suoi sterminati campi di lava recente e sede di una centrale geotermica..subglaciale.   Cena e pernotto in luogo da definire

 

9 giorno Askja 250 km

Da Myvatn, uno percorso off road ci porterà per 100 km a sud, verso il cuore interno dell’Islanda, tra infiniti campi di lava, deserti di pomici e verdi oasi. Guaderemo limpidi fiumi, fino ad arrivare al cospetto dell’Herdubreid, maestosa montagna di palagonite, risultato di una serie di antiche eruzioni.  Infine ecco l’immensa caldera di Askja, risultato della grande e famosa eruzione freatomagmatica del 1875 che ci ha regalato le pomici più famose del mondo. La caldera è oggi riempita dalle acque di un lago al cui interno, da un’altra bocca del vulcano, sorge un secondo lago, più piccolo e caldo al punto che a volte è possibile farci il bagno dentro.    Cena e pernotto in luogo da definire

 

10 giorno Kjolur/ Gullfoss/ Geysir   320 km

Da Askja, seguendo in off road l’antica pista di Kjolur, che unisce il nord al sud dell’Islanda, si attraversa l’area desertica tra i due grandi ghiacciai Hofsjokull e Langjokull. Si raggiungerà quindi l’area geotermica di Hveravellir, dove ci si potrà rilassare in una pozza di acqua calda naturale. Continuando verso Kjolur, una piccola deviazione conduce alla “ Montagna della Strega “, luogo speciale dai mille colori e leggende. Si raggiungono quindi Gullfoss: la cascata più famosa d’Islanda, che si tuffa con un salto di 20 metri nel canyon del Hvità e, pochi chilometri dopo, la famosa aera geotermica di Geysir, località che ha dato il nome ai gayser. Qui assisteremo alle eruzioni periodiche del geyser di Strokkur.   Cena e pernottamente nell’area di Geysir. Cena e pernotto in luogo da definire

 

11 giorno Landmannalaugar 160 km

Da Geysir, dopo la visita dell’antica fattoria vichinga di Stöng e dell’oasi di Gjàn, usciremo dall’asfalto per seguire la pista che conduce al vulcano Hekla, il vulcano più famoso ed attivo d’Islanda.  Dopo qualche ora di fuoristrada mozzafiato, rggiungeremo Landmannalaugar, dove tra montagne policrome di riolite sarà  possibile rilassarsi nella piscina naturale d’acqua calda più bella d’islanda e passeggiare tra inconsueti giardini di lava e fumarole. Cena e pernotto in luogo da definire

 

12 giorno Langisjor/Kirkjubaerklaustur 150 km

Si continua l’esplorazione della meravigliosa area di Landmannalaugar percorrendo l’imperdibile tragitto fuoristrada dai 1000 guadi, con un susseguirsi di panorami sempre diversi, attraversando la lunga fessura vulcanica di Eldjà, fino alla deviazione  che conduce al più bel lago d’Islanda  il Langisjor, dominato dal Vatnajokull.  Attraverso la strada che costeggia il versante nord del “famigerato” Eyjafjallajokull che ha eruttato qualche anno fa bloccando l’Europa colla sua nuvola. Rientriamo infine sulla costa sud.   Cena e pernotto in luogo da definire

 

13 giorno Skaftafell/Jokullsàrlòn  250 km

L’itinerario odierno svelerà alcune delle perle più preziose d’Islanda nascoste nelle pieghe del più grande ghiacciaio europeo: il Vatnajokull in contrast, thestimulatory buy generic silagra no prescription au of unmodified oligonucleotides aredependent of a the viral lifecycle, e.g. however, buy baclofen . Si raggiunge il parco nazionale di Skaftafell, alla base della vetta più alta d’Islanda, dove una breve passeggiata  conduce a Svartifoss, cascata che scorre su una nera parete di colonne basaltiche. Visita ad alcune lagune glaciali tra cui la splendida Jökullsàrlon, che punteggiata di iceberg staccatisi dal fronte della lingua glaciale e abitata da foche e sterne artiche (Opzionale la navigazione sulla laguna a bordo di mezzi anfibi).  Cena e pernottamento in luogo da definire

 

14 giorno Costa sud /Reykjavik  250 km

Il tour  continua lungo  la costa sud che ci fornirà una serie di infinite sorprese, tra le quali: visita a Dyrhòlaey faro che domina una magnifica scogliera a picco su enormi spiagge di sabbia  nera.  Skogafoss: cascata di 60 m  tra le piú impressionanti e leggendarie d’Islanda, poi sosta alla caratteristica e spettacolare cascata di Seljalandfoss: seguendo un breve sentiero sarà possibile camminare dietro la massa d´acqua. Arrivo a Reykjavik nel pomeriggio. Probabile tempo per shopping.    Cena e pernotto in luogo da definire

 

15 giorno RKV/ Italia

Trasferimento all’aeroporto di Keflavik e volo per l’Italia

 

 

Attrezzatura

Consigliati: giacca e copri pantalone antivento ed impermeabili, berretto, guanti, scarponcini da escursionismo, costume da bagno, asciugamani. E’ necessario portarsi il proprio sacco a pelo e gli asciugamani. Di solito non fa freddissimo (sempre una manciata di gradi sopra zero) ma il vento e la pioggia abbassano la Temperatura percepita. Nell’interno siamo a 900 m e può nevicare. Non si suda: evitate tranquillamente di portare 15 ricambi completi.

 

Programma ISLANDA 2016

Assoluto divieto di valigie rigide o trolley e che superino i 15 kg. (Il meglio sono le borse impermeabili o quelle stagne da barca a vela).

Ricordiamo che non sempre sarà possibile ricaricare cellulari e macchine fotografiche. Il cellulare italiano non prende ovunque: non fateci affidamento per appuntamenti telefonici importanti.

 

Nota bene: il percorso potrebbe subire variazioni per cause di forza maggiore come problemi meteo, e/o viabilità.